Rio Grande do Sul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rio Grande do Sul
stato federato
Rio Grande do Sul – Stemma Rio Grande do Sul – Bandiera
Localizzazione
StatoBrasile Brasile
Amministrazione
CapoluogoPorto Alegre
GovernatoreJosé Ivo Sartori (PMDB) dal 1-1-2015
Lingue ufficialiportoghese, talian
Territorio
Coordinate
del capoluogo
30°01′58″S 51°13′48″W / 30.032778°S 51.23°W-30.032778; -51.23 (Rio Grande do Sul)Coordinate: 30°01′58″S 51°13′48″W / 30.032778°S 51.23°W-30.032778; -51.23 (Rio Grande do Sul)
Altitudine121 m s.l.m.
Superficie281 748,538 km²
Abitanti10 770 603[1] (1º luglio 2012)
Densità38,23 ab./km²
Mesoregioni7
Microregioni35
Comuni496
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-3
ISO 3166-2BR-RS
Nome abitantigaúchos o sul-rio-grandensi
PIL(nominale) 193,5 miliardi di R$
PIL procapite(nominale) 17.825 R$
Rappresentanza parlamentareCamera dei Deputati: 31
Senato Federale: 3
RegioneSud
InnoHino Rio-Grandense
MottoLiberdade, Igualdade, Humanidade
(IT) Libertà, Uguaglianza, Umanità
Cartografia
Rio Grande do Sul – Localizzazione
Sito istituzionale

Il Rio Grande do Sul è uno stato del Brasile, la capitale è Porto Alegre. Confina a nord con lo Stato brasiliano di Santa Catarina, a est con l'Oceano Atlantico, a sud con l'Uruguay e a ovest con l'Argentina.

La popolazione è composta prevalentemente da etnie europee (discendenti di immigrati portoghesi, italiani e tedeschi soprattutto).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Guerra Guaranítica, Riduzioni gesuite e Guerra argentino-brasiliana.

Durante il periodo coloniale brasiliano, la provincia del Sud Rio Grande fu teatro di piccole guerre e schermaglie di confine tra Portogallo e Spagna per il controllo della regione, la Colonia del Sacramento e le Missioni Guaranì. Fu anche un punto focale per le ribellioni interne nel XIX e all'inizio del XX secolo.

Repubblica Riograndense[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Guerra dei Farrapos, Guerra della triplice alleanza e Guerra Paraguaiana.

Durante la guerra di secessione brasiliana Giuseppe Garibaldi partecipò ai moti rivoluzionari, che però si conclusero con la vittoria del governo brasiliano. Dopo la seconda guerra mondiale divenne uno Stato federato del Brasile.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione dello Stato di Rio Grande do Sul fu costituita in origine da portoghesi, tedeschi, italiani, africani e indios e, in minor parte, da spagnoli e polacchi.[2] Esiste una numerosa comunità di origini italiane, la seconda più grande nel Brasile, dopo quella di San Paolo.

La principale area di emigrazione verso il Rio Grande do Sul, in Italia, fu il Veneto, dove la crisi era più grande intorno al 1875, in particolare nelle province di Vicenza, Treviso e Verona. Molti immigrati vennero anche dalle provincie lombarde di Cremona, Mantova e da parte di quella di Brescia e da quella di Bergamo. Erano presenti anche immigrati del Trentino Alto Adige (unito all'Italia solo dopo la prima guerra mondiale e a quel tempo ancora parte dell'Impero Austrungarico) e del Friuli-Venezia Giulia (per lo più dalle zone montane vicine al Veneto). In un calcolo approssimativo, si stima che del totale di italiani che emigrarono nello Stato, il 54% era veneto, il 33% lombardo, il 7% trentino, il 4,5% friulano e il 1,5% di altre regioni. Si stima che fra il 1875 e il 1914 arrivarono fra 80 e 100 000 italiani nel Rio Grande do Sul.[3] La prima regione popolata da questi immigrati fu Caxias do Sul (oggi una città con più di 400.000 abitanti), Garibaldi e Bento Gonçalves. Comuni come Nova Schio, Nova Bassano, Nova Bréscia, Nova Treviso e Nova Pádua indicano la provenienza veneta dei loro abitanti.[4] Alcuni residenti dello Stato parlano ancora una variante della lingua veneta, conosciuta con il nome di talian (o Vêneto Sul-Riograndense).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il Rio Grande do Sul è delimitato a nord dallo Stato brasiliano di Santa Catarina, a est dall'Oceano Atlantico, a sud dall'Uruguay e ad ovest dall'Argentina.

La parte settentrionale dello Stato è adagiata sulle pendici meridionali dell'elevato pianoro che si estende a sud di San Paolo attraverso gli Stati del Paraná e Santa Catarina. Una catena di basse montagne si estende verso sud dalla Serra do Mar di Santa Catarina e attraversa lo Stato fino all'Uruguay. Ad ovest di questa catena è presente una vasta pianura erbosa che a nord presenta altitudini più elevate ed è vocata al pascolo ovino, mentre nel sud al pascolo bovino. Ad est della catena è presente una vasta zona costiera che si eleva di poco sopra il mare. Qui vi sono due grandi lagune, la Lagoa dos Patos a nord e la Lagoa Mirim più a sud al confine con l'Uruguay, separate dal mare da sterili penisole sabbiose. La costa sabbiosa è interrotta solo dal punto di uscita delle due lagune verso l'Oceano Atlantico, chiamato il Rio Grande, che offre un ingresso navigabile per i porti marittimi. Ci sono due distinti sistemi fluviali nel Rio Grande do Sul: quello del fianco orientale che drena le sue acque nelle due lagune; e quello occidentale che rientra nel bacino dell'Uruguay.

I principali fiumi del gruppo orientale sono Jacuí, Sinos, Caí, Gravataí e Camacuã, che si dirigono verso la Lagoa dos Patos, e il Jaguarão che sfocia nella Lagoa Mirim. Il Jacuí è uno dei fiumi più importanti dello Stato. In aggiunta alle Lagoa dos Patos e Lagoa Mirim ci sono una serie di piccoli laghetti costieri.

Dei tanti corsi d'acqua che scorrono verso nord e verso ovest per raggiungere il fiume Uruguay, i più grandi sono l'Ijuí, l'Ibicuí e il Quaraí, fiume che costituisce parte della linea di confine con l'Uruguay. A occidente il fiume Uruguay costituisce tutta la linea di confine tra Rio Grande do Sul e Argentina.

Città[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Comuni del Rio Grande do Sul.
Porto Alegre
Caxias do Sul
Pelotas
Canoas
Santa Maria
Le città più grandi del Rio Grande do Sul
(Censimento 2011 dell'Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística)
N. Città Mesoregioni Abitanti Superficie Microregione
Cens. 2011
1. Porto Alegre Porto Alegre 1,413,094 Porto Alegre
2. Caxias do Sul Nordeste Rio-Grandense 441,332 Caxias do Sul
3. Pelotas Sudeste Rio-Grandense 328,864 Pelotas
4. Canoas Porto Alegre 325,188 Porto Alegre
5. Santa Maria Centro Ocidental Rio-Grandense 262,368 Santa Maria
6. Gravataí Porto Alegre 257,428 Porto Alegre
7. Viamão Porto Alegre 240,302 Porto Alegre
8. Novo Hamburgo Porto Alegre 239,151 Porto Alegre
9. São Leopoldo Porto Alegre 215,664 Porto Alegre
10. Rio Grande Sudeste Rio-Grandense 198,048 Litoral Lagunar
11. Alvorada Porto Alegre 196,571 Porto Alegre
12. Passo Fundo Noroeste Rio-Grandense 186,082 783,421  Passo Fundo
13. Sapucaia do Sul Porto Alegre 131,587 58,309  Porto Alegre
14. Uruguaiana Sudoeste Rio-Grandense 125,320 5 715,763 Campanha Ocidental
15. Santa Cruz do Sul Centro Oriental Rio-Grandense 119,199 733,409 Santa Cruz do Sul
16. Cachoeirinha Porto Alegre 119,100 44,018 Porto Alegre
17. Bagé Sudoeste Rio-Grandense 116,944 4 095,534 Campanha Meridional
18. Bento Gonçalves Nordeste Rio-Grandense 108,490 274,070 Caxias do Sul
19. Erechim Noroeste Rio-Grandense 96,756 430,668  Erechim
20. Guaíba Porto Alegre 95,273 376,947 Porto Alegre

Fiumi[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI: (EN0000 0004 0493 3852 · BNF: (FRcb11951602g (data)
Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile