Mato Grosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Mato Grosso (disambigua).
Mato Grosso
stato federato
Mato Grosso – Stemma Mato Grosso – Bandiera
Localizzazione
StatoBrasile Brasile
Amministrazione
CapoluogoCuiabá
GovernatorePedro Taques (PSDB) dal 2015
Territorio
Coordinate
del capoluogo
15°35′45″S 56°05′49″W / 15.595833°S 56.096944°W-15.595833; -56.096944 (Mato Grosso)Coordinate: 15°35′45″S 56°05′49″W / 15.595833°S 56.096944°W-15.595833; -56.096944 (Mato Grosso)
Altitudine408 m s.l.m.
Superficie903 357,908 km²
Abitanti3 265 486 (2015)
Densità3,61 ab./km²
Mesoregioni5
Microregioni22
Comuni141
Altre informazioni
Cod. postale78000-000 по 78890-000
Fuso orarioUTC-4
ISO 3166-2BR-MT
Nome abitantimato-grossense
PIL(nominale) 53,023 miliardi di R$
PIL procapite(nominale) 17.927 R$
Rappresentanza parlamentareCamera: 8
Senato: 3
RegioneCentro-Ovest
InnoHino do Mato Grosso
MottoTerra da Luz
Cartografia
Mato Grosso – Localizzazione
Sito istituzionale

Il Mato Grosso è uno stato del Brasile, situato nella parte occidentale del Paese. Procedendo da ovest in senso orario, Mato Grosso, il cui nome significa "giungla fitta", confina con gli stati brasiliani di Rondônia, Amazonas, Pará, Tocantins, Goiás e Mato Grosso do Sul. A sud-ovest confina anche con la Bolivia. Lo stato, che ha l'1,66% della popolazione brasiliana, genera l'1,9% del PIL brasiliano. [1]

Oltre alla capitale Cuiabá, vi sono poche altre città di una certa importanza:

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato ospita il complesso del Pantanal, la più grande pianura allagabile del mondo, nonché secondo ecosistema più grande al mondo, dopo la vicina Amazzonia; vanta una biodiversità unica, con la presenza di 650 specie di uccelli, 80 specie di mammiferi, 50 specie di rettili, 260 specie di pesci e 1700 specie di piante differenti. La Transpantaneira è una strada sterrata costruita negli anni settanta per attraversare il Pantanal; rimasta incompiuta, attualmente è utilizzata per tour turistici.

Nello Stato si trovano inoltre i parchi nazionali di Chapada dos Guimarães e del Pantanal Matogrossense.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del Mato Grosso un tempo comprendeva anche l'attuale Mato Grosso do Sul, finché quest'ultimo non divenne uno Stato a sé stante nel 1977.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Piantagione di soia nel Mato Grosso
Bovini nel Mato Grosso

L'agricoltura è la componente principale del PIL dello stato con il 40,8%, seguita dal settore dei servizi con il 40,2%. Il settore industriale rappresenta il 19% del PIL (2004). Le principali esportazioni dal Mato Grosso includono soia (83%), legno (5,6%), carne (4,8%) e cotone (3,3%) (2002).

La partecipazione dello Stato all'economia brasiliana è dell'1,8% (2014).

Nel 2020, il Mato Grosso è stato il leader nel produttore nazionale di cereali nel paese, con il 28,0%. È il più grande produttore di soia in Brasile, con il 26,9% del totale prodotto nel 2020 (33,0 milioni di tonnellate); il più grande produttore di mais nel paese; il più grande produttore di cotone in Brasile, con circa il 65% della produzione nazionale (1,8 su 2,8 milioni di tonnellate raccolte nel paese); il sesto più grande produttore di canna da zucchero nel paese, con 16 milioni di tonnellate raccolte nel raccolto 2019/20; e il terzo produttore di fagiolo, con il 10,5% della produzione brasiliana. In girasole, lo stato è stato il più grande produttore nazionale nel 2019, con 60mila tonnellate. Nella produzione manioca, il Brasile ha prodotto un totale di 17,6 milioni di tonnellate nel 2018. Il Mato Grosso ha prodotto 287 mila tonnellate quest'anno.[2][3][4][5][6][7][8]

Nel 2019, la mandria di bovini del Mato Grosso ha raggiunto la soglia dei trenta milioni di bovini, la più grande mandria di bovini del Paese, che rappresenta quasi il 14% della produzione nazionale. Nel 2018, il Mato Grosso è stato il quinto produttore di carne maiale del paese, con un allevamento di circa 2,5 milioni di animali.[9][10][11]

Nel 2017, il Mato Grosso aveva l'1,15% della partecipazione mineraria nazionale (5 ° posto nel paese). Il Mato Grosso ha prodotto oro (8,3 tonnellate per un valore di 1 miliardo di R $) e stagno (536 tonnellate per un valore di 16 milioni di R $). Inoltre, nelle pietre preziose, lo stato è il secondo produttore nazionale di diamanti, avendo estratto 49mila carati nel 2017. La città di Juína è la principale in questa attività nello stato.[12][13][14]

Il Mato Grosso ha avuto un PIL industriale di 17,0 miliardi di R $ nel 2017, pari all'1,4% dell'industria nazionale. Impiega 141.121 lavoratori nel settore. I principali settori industriali sono: edilizia (32,0%), alimentare (27,9%), servizi industriali di servizi pubblici, come elettricità e acqua (18,6%), bevande (4,5%) e prodotti petroliferi, petrolio e biocarburanti (3,9% ). Questi 5 settori concentrano l'86,9% dell'industria statale.[15]

Le industrie metallurgiche e alimentari sono le principali dello stato

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

Bandiera del Mato Grosso

La bandiera del Mato Grosso presenta gli stessi colori della bandiera brasiliana. Il blu simboleggia il cielo, il verde la vegetazione e il bianco la pace. La stella al centro è Sirio ed è di colore giallo, come le ricchezze minerarie che attrassero i primi coloni. La bandiera fu creata il 31 gennaio 1890, pochi giorni dopo l'adozione di quella nazionale. Venne ufficialmente adottata con la legge 1046 dell'8 ottobre 1929 e ripristinata con l'articolo 140 dell'11 luglio 1947.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn80034018 · GND (DE4279239-3
Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile