Jorge Sampaoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jorge Sampaoli
Jorge Sampaoli 2018.jpg
Sampaoli nel 2018
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 167 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Termine carriera 1979 - giocatore
Carriera
Giovanili
1977-1979Newell's Old Boys
Carriera da allenatore
1996-1997Argentino (R)
2002Juan Aurich
2003Sport Boys
2004-2005Cor. Bolognesi FC
2006Cor. Bolognesi FC
2007Sporting Cristal
2007-2009O'Higgins
2009-2010Emelec
2010-2012Universidad de Chile
2012-2016Cile Cile
2016-2017Siviglia
2017-2018Argentina Argentina
2019Santos
2020-2021Atlético Mineiro
2021-2022Olympique Marsiglia
Palmarès
Transparent.png Copa América
Oro Cile 2015
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 marzo 2021

Jorge Luis Antonio Sampaoli Moya (Casilda, 13 marzo 1960) è un allenatore di calcio argentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Casilda, nella provincia di Santa Fe,[1] ha vissuto nel quartiere di Barracas.[2] Il padre, Rodalgo Sampaoli, era un agente di polizia, ed è morto per un carcinoma del polmone;[1] la madre si chiama Odila Moya.[2] Si ritirò dal calcio giocato per una rottura della tibia a soli 19 anni[3] e lavorò come impiegato al Banco de la Provincia, un istituto di credito, e come giudice di pace.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ritenuto uno dei "discepolI" del famoso allenatore argentino Marcelo Bielsa, predilige il modulo 3-3-1-3.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Fece parte delle giovanili del Newell's Old Boys prima di interrompere la carriera per un infortunio che gli procurò la frattura di tibia e perone e che gli impedì di proseguire nel calcio professionistico.[3][5] Giocò poi sporadicamente nell'Alumni de Casilda, club dilettantistico della sua cittadina natale.[1]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi in Argentina[modifica | modifica wikitesto]

Divenne allenatore dell'Alumni negli anni 1990. Nel 1996 apparve sulla copertina del quotidiano La Capital e fu notato dal presidente del Newell's Eduardo López, che lo assunse come allenatore dell'Argentino de Rosario, società satellite del Newell's che disputava la Primera B Metropolitana.[6] Rimase sulla panchina del club fino all'aprile del 1997, tornando poi ad allenare in provincia.

Le stagioni in Perù[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º gennaio 2002 si trasferì in Perù, assumendo la guida del Juan Aurich per 8 partite del Campeonato Descentralizado 2002, raggiungendo per la prima volta un campionato di massima serie nazionale.[7] Il 1º gennaio 2003 passò poi allo Sport Boys, con cui terminò il torneo del 2002 e disputò tutto il Campeonato Descentralizado 2003. Il 1º gennaio 2004 divenne tecnico del Coronel Bolognesi; mantenne l'incarico fino al 31 dicembre 2005, e tornò poi il 1º luglio 2006 per disputare la Copa Sudamericana 2006.[8] Dal 1º gennaio al 5 maggio 2007 ha allenato lo Sporting Cristal.

Le esperienze in Cile ed Ecuador[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º dicembre 2007 si trasferì in Cile, venendo assunto dall'O'Higgins in vista del torneo di Apertura 2008.[9] Lasciò il club tricolore il 3 agosto 2009 e il 1º dicembre si sedette sulla panchina dell'Emelec, in Ecuador,[10] e prese parte alla Coppa Libertadores 2010. Riuscì anche a ottenere il primo posto nella prima fase della Primera Categoría Serie A 2010, e mantenne la guida della squadra anche durante la Copa Sudamericana 2010 e la Coppa Libertadores 2011.[11] Lascia il club il 1º dicembre 2010.

Le vittorie con l'Universidad de Chile[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 dicembre 2010 fu assunto dall'Universidad de Chile.[12] Il 12 giugno vinse il campionato di Apertura 2011, superando la finalista Universidad Católica.[13] Con 9 vittorie consecutive stabilì, nel settembre 2011, il primato cileno per il maggior numero di successi ottenuti all'inizio di un campionato (dalla prima alla nona giornata).[14] Il 14 dicembre vinse la Copa Sudamericana 2011, primo titolo continentale dell'Universidad de Chile[15] e prima società cilena nella storia a vincere tale competizione.[3] Il 29 dicembre si aggiudicò anche il titolo nazionale di Clausura. Per via dei risultati ottenuti nel corso dell'anno 2011, Sampaoli chiuse al secondo posto nella classifica del premio per l'Allenatore sudamericano dell'anno.[16] Sempre con l'Universidad de Chile è riuscito a vincere anche il torneo di Apertura 2012.

Siviglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno seguente diventa il nuovo allenatore del Siviglia, con cui firma un contratto biennale.[17] Inizia subito con la sconfitta della finale di Supercoppa Europea contro il Real Madrid per 3 a 2. Nella Coppa di Spagna viene eliminato agli ottavi di finale dal Real Madrid 3 a 0 all'andata e 3 a 3 il ritorno. In campionato si classifica al quarto posto con l'ammissione ai play-off della Champions League.

Santos e Atletico Mineiro[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 dicembre dello stesso anno viene ufficializzato come allenatore del Santos in Brasile.[18] Dopo poco più di un anno tuttavia si dimette dall'incarico, a causa di divergenze con la dirigenza nella gestione della campagna acquisti.[19]

Libero di accordarsi con un nuovo club, Sampaoli non abbandona il campionato brasiliano, siglando nel marzo del 2020 un nuovo contratto con l'Atlético Mineiro.[20] Guida il club sino al 22 febbraio 2021, giorno in cui rescinde il proprio contratto con i bianconeri.[21]

Olympique Marsiglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 febbraio 2021 viene ufficializzato come nuovo allenatore dell'Olympique Marsiglia, in quel momento decimo in campionato, firmando un accordo valido fino a giugno 2023.[22] La settimana seguente al debutto pareggia per 1-1 con l’Olympique Lione e la prima vittoria arriva il 13 marzo contro il Brest per 3-1. Il 7 marzo intanto viene eliminato dal modesto Canet ai sedicesimi di Coppa di Francia. Termina poi il campionato al quinto posto con 60 punti qualificandosi per l'Europa League.

La stagione seguente il Marsiglia arriva secondo in Ligue 1 dietro al Paris Saint-Germain, in Coppa di Francia viene eliminato dal Nizza ai quarti mentre in Europa League arriva terzo nel girone dietro a Galatasaray e Lazio accedendo alla nuova Conference League dalla quale è eliminato in semifinale per mano del Feyenoord.

A sorpresa il 1º luglio 2022 risolve consensualmente il contratto con la società francese con un anno di anticipo rispetto alla scadenza; alla base della sua decisione ci sarebbe una profonda delusione per il mercato.[23]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale cilena[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 dicembre 2012 la ANFP, federazione calcistica cilena, lo ha nominato commissario tecnico della Nazionale.[24] Il 5 luglio 2015 vince la Copa America, battendo 4-1 dopo i calci di rigore l'Argentina (suo paese natio).

Il 19 gennaio 2016 si dimette dalla carica di CT dopo 4 anni.

Nazionale argentina[modifica | modifica wikitesto]
Sampaoli alla guida dell'Argentina nel 2017

Il 1º giugno 2017 rescinde il proprio contratto con il Siviglia per potersi legare alla Federazione argentina come nuovo commissario tecnico dell'Albiceleste, subentrando a Edgardo Bauza.[25]

Sotto la guida di Sampaoli, l'Argentina si qualifica per il Mondiale di Russia del 2018: nella competizione, tuttavia, la selezione argentina racimola un iniziale pareggio (1-1) con l'Islanda,[26] seguito da una pesante sconfitta per 3-0 contro la Croazia;[27] solo grazie alla vittoria per 2-1 sulla Nigeria[28] i sudamericani riescono a qualificarsi per gli ottavi di finale, dove incontrano la Francia (futura vincitrice del Mondiale), che li elimina per 4-3.[29] Le critiche mosse all'inconsueto stile di gioco proposto da Sampaoli portano lo stesso alla rassegna delle dimissioni dalla carica di C.T., nonostante l'iniziale decisione di proseguire gli oneri del contratto.[30]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'11 aprile 2022. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2016-2017 Spagna Siviglia PD 38 21 9 8 CR 4 2 1 1 UCL 8 4 2 2 SS+SU 2+1 0+0 0+0 2+1 53 27 12 14 50,94
2019 Brasile Santos A1/SP+A 24+38 13+22 4+8 7+8 CB - - - - CS 2 0 2 0 - - - - - 64 35 14 15 54,69
mar.-dic. 2020 Brasile Atlético Mineiro M1/MG+A 7+38 6+20 1+8 0+10 CB - - - - CS - - - - - - - - - 45 26 9 10 57,78
feb.-giu. 2021 Francia Olympique Marsiglia L1 11 6 3 2 CF 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 11 6 3 2 54,55 Sub., 5º
2021-2022 L1 38 21 8 9 CF 4 2 1 1 UEL+UECL 6+8 1+6 4+1 1+1 - - - - - 56 30 14 12 53,57
Totale Olympique Marsiglia 49 27 11 11 4 2 1 1 14 7 5 2 - - - - 67 36 17 14 53,73
Totale carriera 194 109 41 44 8 4 2 2 24 11 9 4 3 0 0 3 229 124 52 53 54,15

Nazionale cilena[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Naz dal al Record
G V N P GF GS DR Vittorie %
Cile Cile 3 dicembre 2012 19 gennaio 2016 44 27 7 10 89 44 +45 61,36

Nazionale cilena nel dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 giugno 2018.

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
2013 Cile Cile Qual. Mondiale 2014 3º nel gruppo sudamericano CONMEBOL, qualificato 7 5 1 1 71,43 15 7 +8
Giu. 2014 Mondiale 2014 Ottavi di finale 4 2 1 1 50,00 6 4 +2
Giu. 2015 Copa América 2015 Vincitore 6 4 2 0 66,67 13 4 +9
2015 Qual. Mondiale 2018 Dimesso 4 2 1 1 50,00 7 7 +0
Dal 2013 al 2015 Amichevoli 23 14 4 5 60,87 48 22 +26
Totale Cile 44 27 7 10 61,36 89 44 +45

Panchine da commissario tecnico della nazionale cilena[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Cile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-1-2013 La Serena Cile Cile 2 – 1 Senegal Senegal Amichevole Carlos Muñoz
Fernando Meneses (rig.)
Cap: J.Rojas
20-1-2013 Concepción Cile Cile 3 – 0 Haiti Haiti Amichevole Carlos Muñoz
José Fuenzalida
Patricio Rubio
Cap: J.Rojas
6-2-2013 Madrid Cile Cile 2 – 1 Egitto Egitto Amichevole Eduardo Vargas
Carlos Carmona
Cap: C.Bravo
23-3-2013 Lima Perù Perù 1 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2014 - Cap: C.Bravo
27-3-2013 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 0 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2014 Esteban Paredes
Eduardo Vargas
Cap: C.Bravo
25-4-2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 2 Cile Cile Amichevole Marcos González
Eduardo Vargas
Cap: J.Rojas
8-6-2013 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 2 Cile Cile Qual. Mondiali 2014 Eduardo Vargas
Arturo Vidal
Cap: C.Bravo
12-6-2013 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 1 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2014 Eduardo Vargas
Alexis Sánchez
Arturo Vidal
Cap: C.Bravo
14-8-2013 Brøndby Iraq Iraq 0 – 6 Cile Cile Amichevole Eugenio Mena
2 Alexis Sánchez
2 Jean Beausejour
Ángelo Henríquez
Cap: C.Bravo
7-9-2013 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2014 Eduardo Vargas
Marcos González
Arturo Vidal
Cap: C.Bravo
10-9-2013 Genf Spagna Spagna 2 – 2 Cile Cile Amichevole 2 Eduardo Vargas Cap: C.Bravo
11-10-2013 Barranquilla Colombia Colombia 3 – 3 Cile Cile Qual. Mondiali 2014 Arturo Vidal (rig.)
2 Alexis Sánchez
Cap: C.Bravo
16-10-2013 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2014 Alexis Sánchez
Gary Medel
Cap: C.Bravo
20-11-2013 Toronto Brasile Brasile 2 – 1 Cile Cile Amichevole Eduardo Vargas Cap: C.Bravo
23-1-2014 Coquimbo Cile Cile 4 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole Miiko Albornoz
2 Pablo Hernández
Carlos Muñoz
Cap: J.Rojas
5-3-2014 Stoccarda Germania Germania 1 – 0 Cile Cile Amichevole - Cap: G.Medel
31-5-2014 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 2 Egitto Egitto Amichevole Marcelo Díaz
2 Eduardo Vargas
Cap: C.Bravo
5-6-2014 Valparaíso Cile Cile 2 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Amichevole Eduardo Vargas
Mauricio Pinilla
Cap: G.Medel
14-6-2014 Cuiabá Cile Cile 3 – 1 Australia Australia Mondiali 2014 - 1º turno Alexis Sánchez
Jorge Valdivia
Jean Beausejour
Cap: C.Bravo
18-6-2014 Rio de Janeiro Spagna Spagna 0 – 2 Cile Cile Mondiali 2014 - 1º turno Eduardo Vargas
Charles Aranguiz
Cap: C.Bravo
23-6-2014 San Paolo Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Cile Cile Mondiali 2014 - 1º turno - Cap: C.Bravo
28-6-2014 Belo Horizonte Brasile Brasile 1 – 1 dts
(3 - 2 dtr)
Cile Cile Mondiali 2014 - Ottavi di finale Alexis Sánchez Cap: C.Bravo
7-9-2014 San Jose Cile Cile 0 – 0 Messico Messico Amichevole - Cap: C.Bravo
10-9-2014 Lauderhill Cile Cile 1 – 0 Haiti Haiti Amichevole Juan Delgado Cap: G.Medel
11-10-2014 Valparaíso Cile Cile 3 – 0 Perù Perù Amichevole 2 Eduardo Vargas
Gary Medel
Cap: C.Bravo
14-10-2014 Coquimbo Cile Cile 2 – 2 Bolivia Bolivia Amichevole Charles Aránguiz
Arturo Vidal (rig.)
Cap: G.Medel
15-11-2014 Talcahuano Cile Cile 5 – 0 Venezuela Venezuela Amichevole Alexis Sánchez
Jorge Valdivia
Eduardo Vargas
Rodrigo Millar
Pablo Hernández
Cap: C.Bravo
19-11-2014 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 2 Uruguay Uruguay Amichevole Alexis Sánchez Cap: C.Bravo
28-1-2015 Rancagua Cile Cile 3 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole Roberto Gutiérrez
2 Mark González
Cap: J.Rojas
26-3-2015 St. Pölten Iran Iran 2 – 0 Cile Cile Amichevole - Cap: C.Bravo
29-3-2015 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Cile Cile Amichevole - Cap: C.Bravo
6-6-2015 Rancagua Cile Cile 1 – 0 El Salvador El Salvador Amichevole Jorge Valdivia Cap: G.Medel
12-6-2015 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 0 Ecuador Ecuador Coppa America 2015 - 1º turno Arturo Vidal (rig.)
Eduardo Vargas
Cap: C.Bravo
16-6-2015 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 3 Messico Messico Coppa America 2015 - 1º turno 2 Arturo Vidal 1 (rig.)
Eduardo Vargas
Cap: C.Bravo
20-6-2015 Santiago del Cile Cile Cile 5 – 0 Bolivia Bolivia Coppa America 2015 - 1º turno 2 Charles Aranguiz
Alexis Sánchez
Gary Medel
autorete
Cap: C.Bravo
25-6-2015 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 0 Uruguay Uruguay Coppa America 2015 - Quarti di finale Mauricio Isla Cap: C.Bravo
30-6-2015 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Perù Perù Coppa America 2015 - Semifinale 2 Eduardo Vargas Cap: C.Bravo
4-7-2015 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 0 dts
(4 - 1 dtr)
Argentina Argentina Coppa America 2015 - Finale - Cap: C.Bravo
5-9-2015 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 2 Paraguay Paraguay Amichevole 2 Felipe Gutiérrez
Alexis Sánchez
Cap: G.Medel
9-10-2015 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 0 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 Alexis Sánchez
Eduardo Vargas
Cap: C.Bravo
14-10-2015 Lima Perù Perù 3 – 4 Cile Cile Qual. Mondiali 2018 2 Alexis Sánchez
2 Eduardo Vargas
Cap: C.Bravo
13-11-2015 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 Arturo Vidal Cap: C.Bravo
18-11-2015 Montevideo Uruguay Uruguay 3 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2018 - Cap: C.Bravo
Totale Presenze 44 Reti 89

Nazionale argentina[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Naz dal al Record
G V N P GF GS DR Vittorie %
Argentina Argentina 1º giugno 2017 15 luglio 2018 15 7 4 4 27 21 +6 46,67

Nazionale argentina nel dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 giugno 2018.

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
2017 Argentina Argentina Qual. Mondiale 2018 3º, qualificato 4 1 3 0 25,00 4 2 +2
2018 Mondiale 2018 Ottavi di finale 4 1 1 2 25,00 6 9 -3
2017-2018 Amichevoli 7 5 0 2 71,43 17 10 +7
Totale Argentina 15 7 4 4 46,67 27 21 +6

Panchine da commissario tecnico della nazionale argentina[31][modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-6-2017 Melbourne Brasile Brasile 0 – 1 Argentina Argentina Superclásico de las Américas Gabriel Mercado Cap: L.Messi
13-6-2017 Kallang Singapore Singapore 0 – 6 Argentina Argentina Amichevole Federico Fazio
Joaquin Correa
Papu Gomez
Leandro Paredes
Lucas Alario (rig.)
Angel Di Maria
Cap: L.Biglia
31-8-2017 Montevideo Uruguay Uruguay 0 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Cap: L.Messi
5-9-2017 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2018 autorete Cap: L.Messi
5-10-2017 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2018 - Cap: L.Messi
10-10-2017 Quito Ecuador Ecuador 1 – 3 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 3 Lionel Messi Cap: L.Messi
11-11-2017 Mosca Russia Russia 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole Sergio Aguero Cap: L.Messi
14-11-2017 Krasnodar Argentina Argentina 2 – 4 Nigeria Nigeria Amichevole Ever Banega
Sergio Aguero
Cap: J.Mascherano
23-3-2018 Manchester Argentina Argentina 2 – 0 Italia Italia Amichevole Ever Banega
Manuel Lanzini
Cap: A.Di Maria
27-3-2018 Madrid Spagna Spagna 6 – 1 Argentina Argentina Amichevole Nicolas Otamendi Cap: J.Mascherano
30-5-2018 Buenos Aires Argentina Argentina 4 – 0 Haiti Haiti Amichevole 3 Lionel Messi 1 (rig.)
Sergio Aguero
Cap: L.Messi
16-6-2018 Mosca Argentina Argentina 1 – 1 Islanda Islanda Mondiali 2018 - Fase a gironi Sergio Aguero Cap: L.Messi
21-6-2018 Nižnij Novgorod Argentina Argentina 0 – 3 Croazia Croazia Mondiali 2018 - Fase a gironi - Cap: L.Messi
26-6-2018 San Pietroburgo Nigeria Nigeria 1 – 2 Argentina Argentina Mondiali 2018 - Fase a gironi Lionel Messi
Marcos Rojo
Cap: L.Messi
30-6-2018 Kazan' Francia Francia 4 – 3 Argentina Argentina Mondiali 2018 - Ottavi di finale Angel Di Maria
Gabriel Mercado
Sergio Aguero
Cap: L.Messi
Totale Presenze 15 Reti 32

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Universidad de Chile: 2011
Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Universidad de Chile: Apertura 2011, Clausura 2011, Apertura 2012
Atletico Mineiro: 2020

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cile 2015

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011
Apertura 2011, Apertura 2012[32]
2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (ES) Para Sampaoli nada es imposible, 7 dicembre 2012. URL consultato il 16 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2013).
  2. ^ a b Las últimas noticias, 7 aprile 2012, p. 18, http://www.lun.com/lunmobile//pages/NewsDetailMobile.aspx?IsNPHR=1&dt=2012-04-07&NewsID=0&BodyId=0&PaginaID=18&Name=18&PagNum=1&SupplementId=0&Anchor=20120407_18_0_0. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  3. ^ a b c d L'austero Sampaoli sulle orme di Bielsa, il c.t. argentino che ha fatto grande la U, in La Gazzetta dello Sport, 12 giugno 2014, p. 29.
  4. ^ (ES) ZM: El estilo chileno de juego, LaPolvora.cl. URL consultato il 16 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2014).
  5. ^ (ES) Jorge Sampaoli, un émulo de Bielsa, toma las riendas de la selección de Chile, 3 dicembre 2012. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  6. ^ (ES) Jorge Sampaoli: El DT argentino nacido en Casilda (Santa Fe) campeón de la Copa Sudamericana con la U de Chile. URL consultato il 16 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  7. ^ (ES) Fichajes 2002: Juan Aurich, Peru.com. URL consultato il 16 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2002).
  8. ^ (ES) Sampaoli llega para dirigir al Bolognesi, Terra.com.pe. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  9. ^ (ES) Jorge Sampaoli es el nuevo entrenador de O´Higgins, su cooperativa.cl, 12 dicembre 2007. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  10. ^ (ES) Jorge Sampaoli es el nuevo DT de Emelec, 18 dicembre 2009. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  11. ^ (ES) Emelec goleó a Espoli y jugará la final del Campeonato Nacional, 28 giugno 2010. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  12. ^ (ES) Agente confirma que Simeone no llegará a la "U" y asumiría Sampaoli, La Tercera, 15 dicembre 2010. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  13. ^ (ES) U. de Chile conquistó el Torneo de Apertura con un triunfo categórico sobre la UC, Radio Cooperativa, 12 giugno 2011. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  14. ^ (ES) Universidad de Chile logró un nuevo récord tras derrotar a O´Higgins, Radio Cooperativa, 25 settembre 2011. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  15. ^ (ES) El cielo es azul: La U gana la Sudamericana y baja su primera estrella internacional de la historia, EMOL, 14 dicembre 2011. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  16. ^ (ES) Neymar y Tabárez, los reyes de América[collegamento interrotto], OvacionDigital.com.uy. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  17. ^ Jorge Sampaoli firma por dos temporadas con el Sevilla FC, su sevillafc.es, 27 giugno 2017.
  18. ^ Santos, Jorge Sampaoli è il nuovo allenatore, su tuttomercatoweb.com, 13 dicembre 2018. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  19. ^ Sampaoli lascia il Santos, in Rai Sport, 11 dicembre 2019. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  20. ^ Sampaoli è ufficialmente il nuovo allenatore dell'Atletico Mineiro, in Tuttosport, 2 marzo 2020. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  21. ^ (PT) Sampaoli rescinde com o Galo, su atletico.com.br. URL consultato il 23 febbraio 2021.
  22. ^ Marsiglia, Jorge Sampaoli sarà il nuovo allenatore: accordo fino al 2023, su sport.sky.it, 21 febbraio 2021. URL consultato il 4 marzo 2021.
  23. ^ (FR) OM : Communiqué officiel, su om.fr, 1º luglio 2022. URL consultato il 1º luglio 2022.
  24. ^ (ES) Presidente de la ANFP presentó a nuevo técnico de la Selección, ANFP.cl, 3 dicembre 2012. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  25. ^ Conceptos e ideas del nuevo entrenador, su afa.com.ar. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2018).
  26. ^ (EN) FIFA.com, 2018 FIFA World Cup Russia™ - Matches - Argentina - Iceland - FIFA.com, su fifa.com. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2018).
  27. ^ (EN) FIFA.com, 2018 FIFA World Cup Russia™ - Matches - Argentina - Croatia - FIFA.com, su fifa.com. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2018).
  28. ^ (EN) FIFA.com, 2018 FIFA World Cup Russia™ - Matches - Nigeria - Argentina - FIFA.com, su fifa.com. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2018).
  29. ^ (EN) FIFA.com, 2018 FIFA World Cup Russia™ - Matches - France - Argentina - FIFA.com, su fifa.com. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2018).
  30. ^ (ES) Desvinculación de Jorge Sampaoli, su afa.com.ar. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2018).
  31. ^ (EN) Matches, su albicelestes.com. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  32. ^ (ES) Hans Hott, Universidad de Chile arrasó en la "Gala del fútbol" del SIFUP, 11 luglio 2012. URL consultato il 16 dicembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN456145858279623022800 · ISNI (EN0000 0004 5700 7561 · LCCN (ENno2018086771 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018086771