Gabriel Martinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gabriel Martinelli
Gabriel Martinelli 2020.jpg
Martinelli all'Arsenal nel 2020
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Arsenal
Carriera
Giovanili
2010-2015Corinthians
2015-2018Ituano
Squadre di club1
2018-2019Ituano17 (6)
2019-Arsenal59 (13)
Nazionale
2019-2021Brasile Brasile U-234 (1)
2021Brasile Brasile olimpica3 (0)
2022-Brasile Brasile3 (0)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Tokyo 2020
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 agosto 2022

Gabriel Teodoro Martinelli Silva, noto semplicemente come Gabriel Martinelli (in portoghese: [ɡabɾiˈɛw maɾˈtʃĩnɛli]; Guarulhos, 18 giugno 2001), è un calciatore brasiliano, attaccante dell'Arsenal e della nazionale brasiliana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante versatile e dinamico,[1] può essere impiegato come prima o seconda punta[1] ma anche come ala[1] grazie alla rapidità e alla bravura a giocare con entrambi i piedi.[1] È un buon finalizzatore che predilige scattare sulla linea del fuorigioco sfruttando la propria accelerazione.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel comune brasiliano di Guarulhos (San Paolo), Martinelli ha iniziato la sua carriera nel 2010, giocando a calcio a 5 nel settore giovanile del Corinthians;[3] passato definitivamente al calcio a 11, nel 2015 si è trasferito all'Ituano dopo aver effettuato anche un provino con il Barcellona.[4]

Il 4 novembre 2017 ha firmato il suo primo contratto da professionista[5] e il 17 marzo 2018 ha fatto il suo esordio in prima squadra nella partita del Campionato Paulista vinta per 2-1 contro il São Bento.

Ricercato da numerosi club europei,[6] il 2 luglio 2019 è stato acquistato dagli inglesi dell'Arsenal per circa dieci milioni di euro.[7] Ha debuttato con i Gunners l'11 agosto seguente, giocando i minuti finali della partita di Premier League vinta per 1-0 contro il Newcastle.[8] Il 24 settembre seguente ha segnato i suoi primi due gol con il nuovo club grazie alla doppietta nel 5-0 di Football League Cup contro il Nottingham Forest.[9] Il 3 ottobre ha fatto il suo esordio nelle competizioni europee, partendo da titolare nel match di Europa League contro lo Standard Liegi (4-0), siglando una doppietta nei primi quindici minuti di gioco[10] e divenendo così il più giovane calciatore nella storia dell'Arsenal a realizzare due reti in una competizione europea.[11]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 maggio 2019 è stato convocato da Tite per prendere parte agli allenamenti con la nazionale brasiliana in vista della Copa América, senza tuttavia debuttare con la maglia verde-oro.[12]

Nel marzo 2022 viene convocato in vista delle sfide contro Cile e Bolivia, valevoli per le qualificazioni ai Mondiali 2022.[13] Fa il suo esordio subentrando nella ripresa della sfida vinta 4-0 contro i cileni.[14][15]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 agosto 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2018 Brasile Ituano D1+SP 0+3 0+0 CB 0 0 - - - CP 17 4 20 4
2019 D1+SP 0+14 0+6 CB 0 0 - - - - - - 14 6
Totale Ituano 17 6 0 0 - - - - 17 4 34 10
2019-2020 Inghilterra Arsenal PL 14 3 FACup+CdL 3+2 0+4 UEL 7 3 - - - 26 10
2020-2021 PL 14 2 FACup+CdL 1+1 0+0 UEL 6 0 CS 0 0 22 2
2021-2022 PL 29 6 FACup+CdL 1+6 0+0 - - - - - - 36 6
2022-2023 PL 2 2 FACup+CdL 0+0 0+0 UEL 0 0 - - - 2 2
Totale Arsenal 59 13 14 4 13 3 0 0 86 20
Totale carriera 76 19 14 4 13 3 17 4 120 30

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
24-3-2022 Rio de Janeiro Brasile Brasile 4 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 75’ 75’
29-3-2022 La Paz Bolivia Bolivia 0 – 4 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 54’ 54’
6-6-2022 Tokyo Giappone Giappone 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal: 2019-2020
Arsenal: 2020

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo 2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Da Greenwood a Saka, da Diaz a Galeno: ecco gli ultimi talenti di EL, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 25 dicembre 2019.
  2. ^ Gabriel Martinelli: talento brasiliano classe 2001, su worldfootballscouting.com, 3 marzo 2019.
  3. ^ (PT) Ele fez mais de 200 gols na base do Corinthians, foi para o Ituano e agora é testado no United, su espn.com.br, 28 luglio 2017.
  4. ^ (PT) Quem é Martinelli? Artilheiro da Copinha trocou o Corinthians pelo Ituano e é monitorado pelo Barça, su globoesporte.globo.com, 11 gennaio 2019.
  5. ^ (PT) Promessa do Galo, Gabriel Martinelli assina até 2022, su jornalperiscopio.com.br, 4 novembre 2017.
  6. ^ Gabriel Martinelli, l'italo-brasiliano che ha fatto innamorare l'Arsenal, su corrieredellosport.it, 17 luglio 2019.
  7. ^ (EN) Gabriel Martinelli to join club, su arsenal.com, 2 luglio 2019.
  8. ^ (EN) Newcastle 0-1 Arsenal, su bbc.com, 11 agosto 2019.
  9. ^ (EN) Arsenal 5-0 Nottingham Forest, su bbc.co.uk, 24 settembre 2019.
  10. ^ Martinelli, serata da sogno: esordio con record in Europa con l'Arsenal, su gianlucadimarzio.com, 3 ottobre 2019. URL consultato il 4 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2019).
  11. ^ Dal futsal ai 200 gol: Martinelli, il talento dell'Arsenal che può giocare con l'Italia, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 1º novembre 2019.
  12. ^ (PT) Martinelli, do Ituano, é chamado por Tite para treinos da Seleção na Copa América, su globoesporte.globo.com, 20 maggio 2019.
  13. ^ (EN) Olly Allen, Arsenal forward Gabriel Martinelli earns first senior Brazil call-up, su dailymail.co.uk, 11 marzo 2022. URL consultato il 15 marzo 2022.
  14. ^ (PT) Seleção Brasileira bate o Chile e segue invicta nas Eliminatórias, su cbf.com.br. URL consultato il 5 aprile 2022.
  15. ^ (EN) Tom Victor, Arsenal star Martinelli plays important role as Brazil set World Cup record, su mirror.co.uk, 30 marzo 2022. URL consultato il 5 aprile 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]