Mikel Arteta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mikel Arteta
Mikel Arteta (cropped).jpg
Arteta con la maglia dell'Arsenal nel 2012
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 175 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Arsenal
Ritirato 2016
Carriera
Giovanili
1992-1997 non conosciuta Antiguoko
1997-1999 Barcellona
Squadre di club1
1999-2002 Barcellona B42 (3)
2001-2002 Paris Saint-Germain31 (2)
2002-2004 Rangers50 (12)
2004-2005 Real Sociedad15 (1)
2005-2011 Everton174 (28)
2011-2016 Arsenal110 (14)
Nazionale
1997-1998 Spagna Spagna U-1610 (4)
1999-2000 Spagna Spagna U-1813 (1)
2002-2003 Spagna Spagna U-2112 (2)
Carriera da allenatore
2016-2019Manchester CityVice
2019-Arsenal
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 agosto 2020

Mikel Arteta Amatriain (San Sebastián, 26 marzo 1982) è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolo centrocampista, tecnico dell'Arsenal.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con la modella spagnola Lorena Bernal.[1] Parla fluentemente spagnolo, inglese, francese, italiano e portoghese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Regista di centrocampo, ai tempi dell'Everton veniva schierato solitamente come centrocampista centrale o trequartista. Dopo il passaggio all'Arsenal, veniva impiegato principalmente come mediano con compiti di regia e interdizione. Era un buon tiratore di calci piazzati e possedeva un ottimo tiro da fuori area, oltre a essere in possesso di una grande capacità nel gestire l'impostazione della manovra.[2] Queste caratteristiche, unite all'impeccabile senso di squadra, gli hanno permesso di diventare capitano dell'Arsenal. Ottimo calciatore di rigori, ne ha segnati 17 su 19 in carriera (89%).[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona e PSG[modifica | modifica wikitesto]

Nato a San Sebastián e amico d'infanzia di Xabi Alonso, cresce nelle giovanili del Barcellona ma, non riuscendo a passare in prima squadra, viene mandato in prestito al Paris Saint-Germain.[4]

Rangers e Real Sociedad[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una buona stagione viene acquistato dai Rangers per 6,5 milioni di sterline.[5] Arteta resta a Glasgow per due stagioni, e nel 2004 passa alla Real Sociedad per 5,2 milioni di euro.[6]

Everton[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2005 il manager dell'Everton David Moyes si assicura per un milione di sterline il prestito oneroso del giocatore fino al termine della stagione.[7] Preso come sostituto di Thomas Gravesen, pur avendo caratteristiche diverse, le sue buone prestazioni aiutano la squadra di Liverpool a qualificarsi per la UEFA Champions League. Segna il suo primo gol in maglia bianco-blu il aprile del 2005 con un calcio di punizione nella vittoria per 4-0 sul Crystal Palace.[8]

Nel luglio 2005 viene ingaggiato a titolo definitivo per 2,2 milioni di sterline[9]. Nel terzo turno di qualificazione della Champions League, Arteta segna un gol su punizione dal limite dell'area, il suo secondo con la maglia dell'Everton. Nella stagione 2005-2006 viene eletto miglior giocatore sia dai tifosi che dai compagni di squadra. Arteta disputa una buona stagione anche nel 2006-2007: grazie alle sue 35 presenze condite da 9 gol e numerosi assist, viene eletto per la seconda stagione consecutiva miglior giocatore dell'Everton, oltre che miglior centrocampista della Premier League. Le sue prestazioni aiutano l'Everton a conquistare un posto in Coppa UEFA, ma ciò non gli è sufficiente per venire convocato dalla Nazionale spagnola.

Durante l'estate 2007 rinnova il contratto per altri quattro anni. Nella stagione 2007-2008 conferma le sue ottime prestazioni, soprattutto durante la prima parte della stagione, mentre nella seconda rimane condizionato da problemi allo stomaco. Inizia alla grande anche la stagione 2008-2009, e segna il suo primo gol stagionale contro il Blackburn su calcio di punizione. Il 22 febbraio 2008 si infortuna ai legamenti del ginocchio destro, e ciò lo tiene fuori dal campo per il resto della stagione[10].

Viene più volte accostato a diverse big europee, tra cui Chelsea, Real Madrid[11], ma anche Atlético Madrid[12] e Villarreal[13], esprimendo comunque la sua volontà di rimanere all'Everton[14]. È infatti il giocatore più rappresentativo, oltre che di maggior talento, e ha un buon rapporto con il suo tecnico David Moyes, che spinge più volte la società per il rinnovo[15].

Il suo rientro dall'infortunio è previsto inizialmente per il settembre del 2009, ma una complicazione rende necessaria una seconda operazione, con il conseguente spostamento a novembre. Il 4 novembre viene reso noto che Arteta prova ancora dolore al ginocchio, e che il recupero non è andato nel migliore dei modi. Così viene ventilata la possibilità di una terza operazione, con conseguente lunga indisponibilità[16]. Arteta rientra dall'infortunio il 23 gennaio 2010, debuttando in FA Cup contro il Birmingham City (1-2)[17]. Torna al gol il 7 marzo, realizzando una doppietta contro l'Hull City[18].

Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2011 viene ceduto all'Arsenal per 10 milioni di sterline e firma coi Gunners un contratto quadriennale[19], esordendo nella partita casalinga vinta contro lo Swansea City. Segna il primo gol con i Gunners nella sconfitta per 4-3 contro il Blackburn a Ewood Park[20], mentre il secondo gol arriva all'undicesima giornata contro il West Bromwich nella vittoria per 3-0[21]. Gioca la prima partita della stagione 2013-2014 il 22 settembre 2013 in occasione della partita vinta 3-1 in casa contro lo Stoke City.

Il primo gol arriva il 26 ottobre 2013 in occasione del derby londinese in casa del Crystal Palace nella partita vinta per 2-0, suo il gol su rigore al 47' minuto in occasione del momentaneo vantaggio per 1-0. Il 26 dicembre 2013 in occasione del classico Boxing Day inglese nella vittoria per 3-1 sul campo del West Ham Utd raggiunge 100 presenze totali con la maglia dei Gunners. Il 8 febbraio nella partita Liverpool-Arsenal segna su rigore il secondo gol stagionale, fissando il punteggio finale di 5-1 per i Reds. La stagione 2013-2014 si conclude con la vittoria della FA Cup, trofeo vinto anche nella stagione 2014-2015. A causa dei molteplici infortuni che hanno minato le sue prestazioni nelle ultime due stagioni, il 16 maggio 2016 rende nota la sua intenzione di non rinnovare il contratto in scadenza e di ritirarsi dal calcio giocato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Arteta ha giocato per la Spagna solo per le categorie giovanili, ma non è mai stato convocato dalla nazionale maggiore. Ha rappresentato la Spagna ai Campionati Europei U-16, UEFA-CAF Meridian Cup, Mondiali FIFA Under-17 ed è stato capitano della Spagna Under-21 nelle qualificazioni agli Europei di categoria. Con l'Under-21 ha collezionato 12 presenze e 2 gol.

Nel mese di agosto 2010, diversi organi di informazione britannici riferirono erroneamente che Arteta sarebbe convocabile dall'Inghilterra a causa della sua idoneità per un passaporto britannico. Il giocatore non è convocabile nell'Inghilterra perché lo Statuto FIFA stabilisce che il giocatore avrebbe dovuto possedere il passaporto britannico al momento in cui ha rappresentato la Spagna ai Campionati Europei Under-16, e inoltre avrebbe dovuto tenere 5 anni di istruzione nel Regno Unito prima del compimento dei 18 anni.[22] Ha comunque dichiarato più volte che gli sarebbe piaciuto giocare nella Nazionale maggiore spagnola.[23][24]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro dall'attività agonistica, decide di intraprendere la carriera da allenatore. Il 3 luglio 2016 entra nello staff tecnico del Manchester City come assistente di Pep Guardiola.[25]

Il 20 dicembre 2019 fa ritorno all'Arsenal in qualità di allenatore, firmando un contratto di tre anni e mezzo.[26] Esordisce sulla panchina dei Gunners il 26 dicembre successivo, pareggiando per 1-1 in casa del Bournemouth. Il 1º gennaio 2020 ottiene la prima vittoria, battendo per 2-0 il Manchester Utd. Il 27 febbraio i londinesi vengono eliminati ai sedicesimi di Europa League per mano dell'Olympiakos (0-1 e 1-2 dopo i supplementari). La stagione in campionato si conclude con un ottavo posto, mentre in FA Cup la squadra raggiunge la finale contro il Chelsea. Il 1º agosto 2020 Arteta guida il club alla vittoria per 2-1, conquistando la qualificazione alla successiva Europa League e soprattutto il primo trofeo da allenatore.[27]

Il 29 agosto successivo vince il suo secondo trofeo, battendo per 5-4 ai rigori (1-1 al termine dei tempi regolamentari) il Liverpool nella finale del Community Shield.[28]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Spagna Barcellona B SDB 26 1 - - - - - - - - - 26 1
2000-gen. 2001 SDB 16 2 - - - - - - - - - 16 2
Totale Barcellona B 42 3 - - - - - - 42 3
gen.-giu. 2001 Francia Paris Saint-Germain D1 6 1 CF+CdL 1+0 0 UCL 4 0 - - - 11 1
2001-2002 D1 25 1 CF+CdL 7+0 2 Int+CU 5+5 1+0 - - - 42 4
Totale Paris Saint-Germain 31 2 8 2 14 1 53 5
2002-2003 Scozia Rangers SPL 27 4 SC+SLC 3+4 1+0 UCL 1 0 - - - 35 5
2003-2004 SPL 23 8 SC+SLC 1+3 0 UCL 6 1 - - - 33 9
Totale Rangers 50 12 11 1 7 1 68 14
2004-gen. 2005 Spagna Real Sociedad PD 15 1 CR 2 0 - - - - - - 17 1
gen.-giu. 2005 Inghilterra Everton PL 12 1 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 13 1
2005-2006 PL 29 1 FACup+CdL 5+0 1 UCL+CU 2+1 1+0 - - - 37 3
2006-2007 PL 35 9 FACup+CdL 2+2 0 - - - - - - 39 9
2007-2008 PL 28 1 FACup+CdL 0+2 0 CU 7 3 - - - 37 4
2008-2009 PL 26 6 FACup+CdL 3+0 1 CU 2 0 - - - 31 7
2009-2010 PL 13 6 FACup+CdL 1+0 0 UEL 2 0 - - - 16 6
2010-2011 PL 29 3 FACup+CdL 3+1 0 - - - - - - 33 3
ago. 2011 PL 2 1 FACup+CdL 0+1 1 - - - - - - 3 2
Totale Everton 174 28 21 3 14 4 - - 209 35
2011-2012 Inghilterra Arsenal PL 29 6 FACup+CdL 3+0 0 UCL 6 0 - - - 38 6
2012-2013 PL 34 6 FACup+CdL 2+0 0 UCL 7 0 - - - 43 6
2013-2014 PL 31 2 FACup+CdL 5+1 1+0 UCL 6 0 - - - 43 3
2014-2015 PL 7 0 FACup+CdL 0 0 UCL 3[29] 1[30] CS 1 0 12 1
2015-2016 PL 9 0 FACup+CdL 2+1 0 UCL 1 0 CS 1 0 14 0
Totale Arsenal 110 14 14 1 24 1 2 0 150 16
Totale carriera 422 60 56 7 59 7 2 0 539 74

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 agosto 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
dic. 2019-2020 Inghilterra Arsenal PL 20 9 6 5 FACup 6 6 0 0 UEL 2 1 0 1 - - - - - 28 16 6 6 57,14 Subentrato, 8º
2020-2021 PL 1 1 0 0 FACup+CdL 0 0 0 0 UEL 0 0 0 0 CS 1 0 1 0 1 0 1 0 &&0,00
Totale carriera 20 9 6 5 6 6 0 0 2 1 0 1 1 0 1 0 30 17 7 6 56,67

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Rangers: 2002-2003
Rangers: 2002-2003
Rangers: 2002-2003
Arsenal: 2013-2014, 2014-2015
Arsenal: 2014, 2015

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Paris Saint-Germain: 2001

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal: 2019-2020
Arsenal: 2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) ARTETA'S LOVE AFFAIR, EvertonFC.com. URL consultato il 29 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2007).
  2. ^ (EN) Mikel Arteta on target twice for Toffees, su mirror.co.uk (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2010).
  3. ^ Reti da rigore, transfermarkt.it.
  4. ^ (EN) Mikel Arteta: 'It's a long way from San Sebastian...', su The Independent, 19 novembre 2005. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  5. ^ (EN) Staff e agencies, Rangers sign Barca boy Arteta, in The Guardian, 19 marzo 2002. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  6. ^ (ES) Arteta ficha por la Real Sociedad, su uefa.com, 9 luglio 2004. URL consultato il 16 dicembre 2019 (archiviato il 16 dicembre 2019).
  7. ^ (EN) Everton sign up playmaker Arteta, 1º febbraio 2005. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) Everton 4-0 Crystal Palace, BBC, 10 aprile 2005.
  9. ^ (EN) Player profile, ToffeeWeb.com.
  10. ^ Everton, stagione finita per Arteta, TMW.com, 23-02-09.
  11. ^ Everton: big sullo spagnolo Arteta, TMW.com, 15-10-07. URL consultato il 5 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2007).
  12. ^ Arteta-Atletico: si tratta[collegamento interrotto], TMW.com, 07-02-07.
  13. ^ Due ambiziosi obiettivi per il Villareal[collegamento interrotto], TMW.com, 16 maggio 07.
  14. ^ Arteta vuole solo l'Everton, TMW.com, 12-01-09.
  15. ^ Everton, Arteta spinge per il rinnovo di Moyes[collegamento interrotto], TMW.com, 17-03-08.
  16. ^ PESSIMA NOTIZIA PER L'EVERTON: POSTICIPATO IL RIENTRO DI ARTETA[collegamento interrotto], EnglishFootball.it.
  17. ^ (EN) Everton made to suffer by the other Benítez, Guardian.co.uk.
  18. ^ (EN) Everton 5-1 Hull, BBC Sport.
  19. ^ Chiuso il mercato, colpi di scena nel giorno conclusivo Archiviato il 3 dicembre 2013 in Internet Archive.
  20. ^ Yakubu double downs dismal Arsenal, eurosport.yahoo.it, 17-9-11. URL consultato il 6-11-11.
  21. ^ Sofferenza Chelsea e Van Persie show!, eurosport.yahoo.it, 5-11-11. URL consultato il 6-11-11.
  22. ^ BBC News, Arteta pick not possible - Levein, 30 agosto 2010.
  23. ^ (EN) ARTETA HAS NO ENGLAND AMBITION[collegamento interrotto], sportinglife.com, 17-10-08.
  24. ^ (ES) Arteta: "No me cierro ninguna puerta para ir a la selección", su as.com, 27 gennaio 2010. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  25. ^ (EN) Mikel Arteta joins City's coaching staff, su mancity.com, 3 luglio 2016.
  26. ^ (EN) Mikel Arteta joining as our new head coach, su arsenal.com, 20 dicembre 2019.
  27. ^ Arsenal-Chelsea 2-1, i Gunners vincono la finale di Fa Cup 2020: doppietta di Aubameyang, su sport.sky.it, 1º agosto 2020.
  28. ^ Arsenal-Liverpool 6-5 dopo i calci di rigore, i Gunners vincono il Community Shield, su sport.sky.it, 29 agosto 2020.
  29. ^ 1 presenze nei turni preliminari.
  30. ^ 0 rete nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]