Hugo Bagnulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hugo Bagnulo
2311 1092350752637 7916 n.jpg
Nazionalità Uruguay Uruguay
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex calciatore)
Ritirato 1947 - giocatore
1983 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1935-1938Central Español? (?)
1939-1946Defensor? (?)
1947Danubio? (?)
Carriera da allenatore
1948-1952Danubio
1952-1957Defensor
1955-1957Uruguay Uruguay
1958-1959Peñarol
1960-1961Defensor
1962Nacional
1962Uruguay Uruguay
1963-1964Rampla Juniors
1965Rosario Central
1966Wanderers (M)
1967Rampla Juniors
1968Central Español
1969-1970Alianza Lima
1970-1973Uruguay Uruguay
1971Bella Vista
1972Huracán Buceo
1973-1974Peñarol
1974-1975Peñarol
1976Liverpool (M)
1977Emelec
1982-1983Peñarol
Palmarès
Transparent.png Campeonato Sudamericano
Oro Uruguay 1956
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Hugo Bagnulo (Montevideo, 23 luglio 1915Montevideo, 7 febbraio 2008) è stato un allenatore di calcio e calciatore uruguaiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una modesta carriera da calciatore tra gli anni trenta e gli anni quaranta, Bagnulo diviene un allenatore. Inizia dal Danubio, quindi guida il Defensor, ricevendo la chiamata dalla Nazionale maggiore nel 1955. Guida l'Uruguay da CT al Sudamericano del 1956 che è ospitato proprio dall'Uruguay: i padroni di casa vincono contro Paraguay, Perù e Cile, resistendo contro il Brasile e chiudendo sullo 0-0. Il 10 febbraio, dopo il pari con la Seleçao, la selezione uruguaiana si assicura il successo del titolo. La sfida contro l'Argentina cinque giorni più tardi è solo una formalità (il match verrà vinto 1-0).

A distanza di 14 anni, Bagnulo riporta l'Uruguay a vincere il Sudamericano. Passa sulla panchina del Peñarol, vincendo il suo primo titolo nazionale nel 1958. Negli anni seguenti allena anche in Argentina (Rosario Central) e in Perù (Alianza Lima), ma è in patria che ritrova i maggiori onori: torna nuovamente alle redini del Peñarol, riuscendo a vincere tre titoli consecutivi (1973, 1974 e 1975). Nel 1982, il tecnico uruguaiano si supera: vince il campionato, la Libertadores e l'Intercontinentale.

In Libertadores il club giallo nero vince il proprio raggruppamento, quindi nella seconda fase a gironi vince due volte contro il River Plate e due volte contro i campioni in carica del Flamengo, estromettendo entrambe le compagini dalla competizione. In finale, affronta i cileni del Cobreloa che sono sconfitti nella gara di ritorno in Cile con una rete di misura arrivata negli ultimi minuti della sfida grazie alla marcatura di Fernando Morena, poi capocannoniere dell'edizione. Nell'Intercontinentale, gli uruguaiani si liberano agevolmente dell'Aston Villa campione d'Europa per due reti a zero.

Da lì a poco, Bagnulo si ritira da manager.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Peñarol: 1958, 1973, 1974, 1975, 1982
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Peñarol: 1982
Peñarol: 1982

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay 1956

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]