Fußball-Club Energie Cottbus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Energie Cottbus
Calcio Football pictogram.svg
Energie cottbus.png
Energie, Die Lausitzer
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px bisection vertical HEX-FF0000 White.svg rosso-bianco
Dati societari
Città Cottbus
Nazione Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato 3. Liga
Fondazione 1963
Presidente Germania Ulrich Lepsch
Allenatore Germania Claus-Diete Wollitz
Stadio Stadion der Freundschaft
(22.528 posti)
Sito web www.fcenergie.de
Palmarès
Trofei nazionali
Si invita a seguire il modello di voce

Il FC Energie Cottbus è una società calcistica tedesca con sede nella città di Cottbus, nella regione della Lusazia di Brandeburgo. Milita attualmente nella 3. Liga, la terza divisione del campionato tedesco di calcio.

Angela Merkel è un membro onorario del club.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Pare che la squadra che abbia i legami più vicini a quella attuale sia nata nel 1919 in quella che un tempo era nota come la città di Marga, da un gruppo di minatori. Il Glückauf Marga (questo era il nome della squadra) è stato attivo fino al 1925, anno in cui i minatori decisero di fondare una squadra, il FSV Sturm Marga, a sua volta chiuso dai nazisti nel 1933.

Sotto la DDR[modifica | modifica wikitesto]

La società fu rifondata dopo la fine della seconda guerra mondiale, nel 1949, con il nome di Franz Mehring Marga, diventando poi, nel 1950, BSG Aktivist Brieske-Ost. Nel 1954, il club dopo aver cambiato nome in SC Aktivist Brieske-Senftenberg cominciò a giocare in DDR-Oberliga, la massima serie del campionato della Repubblica Democratica Tedesca (DDR), finendo sempre a metà classifica, finò a quando, nel 1963, retrocesse in 1. Liga, la seconda divisione. Nell'anno successivo la squadra fu assorbita dallo SC Cottbus e nel 1966 quest'ultima cambiò il nome in BSG Energie Cottbus.

Dopo la riunificazione tedesca[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990, subito dopo la riunificazione delle due Germanie, il club recuperò la denominazione Fußball-Club Energie Cottbus: le graduatorie per la fusione dei sistemi calcistici occidentale ed orientale lo videro ripartire dall'Oberliga (all'epoca quarta divisione).

Dopo sette anni trascorsi nei campionati regionali, l'Energie inanellò una serie di stagioni positive che lo condussero a scalare le categorie calcistiche tedesche: nel 1997 riuscì ad accedere alla Zweite Bundesliga e nel 2000 (trascinato dal talento del fantasista romeno Vasile Miriuță) ottenne la prima promozione in Bundesliga.

La società di Cottbus si rivelò dunque una delle poche squadre di calcio dell'ex Germania Est capaci di reggere il confronto con le ben più organizzate squadre dell'occidente.

Il 6 aprile 2001 essa divenne anche la prima squadra di Bundesliga a schierare una formazione titolare di undici giocatori tutti non tedeschi (i bosniaci Tomislav Piplica, Faruk Hujdurovic, Bruno Akrapovic, i romeni Laurențiu Reghecampf, János Mátyus, Vasile Miriuță, l'albanese Rudi Vata, il beninese Moussa Latoundji, il polacco Andrzej Kobylański, il croato Antun Labak e il brasiliano Franklin); egualmente stranieri furono i tre giocatori scesi in campo a partita in corso (lo svedese Johnny Rödlund, il romeno Sabin Ilie e il polacco Witold Wawrzyczek). Più in generale, in tale stagione l'Energie schierò più volte almeno 9 o 10 titolari stranieri, relegando i giocatori tedeschi a sole 83 presenze (su un totale di 476) delle quali 28 in capo all'attaccante Sebastian Helbig.

Dopo tre stagioni consecutive in prima serie, nel 2003 l'Energie retrocedette in 2. Bundesliga; l'anno successivo, dopo un campionato di vertice, mancò di poco l'immediata risalita (che fu appannaggio del Magonza, beneficiario di miglior differenza reti). La promozione giunse nuovamente nell'annata 2005-2006; seguirono poi due salvezze consecutive, rispettivamente con un 13º posto nel 2006-2007 (con annesso record di punti segnati in Bundesliga - 41) e con un 14° nel 2007-2008. Nella stagione seguente, pur riuscendo a evitare la retrocessione diretta grazie al terzultimo posto, l'Energie venne relegato dopo aver perso lo spareggio contro il Norimberga, terzo classificato della 2. Bundesliga.

Al termine della stagione 2013-2014 la squadra retrocedette, dopo 17 anni trascorsi nelle prime due divisioni, in 3. Liga: la retrocessione si concretizzò aritmeticamente dopo la sconfitta per 1-3 subita a Francoforte sul Meno il 26 aprile 2014 ad opera del FSV[1]. La discesa continuò nel 2015-2016 con la retrocessione in Regionalliga a causa del 19º posto in classifica di terza serie. Nella stagione 2017-2018 vincendo la Regionalliga Nord-Est e anche la finale promozione è stato promosso in 3. Liga.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 30 agosto 2017[2].

N. Ruolo Giocatore
3 Kazakistan D Andrej Startsev
4 Germania D Philipp Knechtel
5 Angola D José-Junior Matuwila
6 Germania D Jonas Zickert
7 Germania C Kevin Weidlich
8 Germania C Felix Geisler
10 Germania C Fabio Viteritti
11 Germania C Streli Mamba
13 Germania C Paul Gehrmann
14 Brasile C Marcelo Freitas
15 Germania D Malte Karbstein
N. Ruolo Giocatore
16 Grecia D Christos Papadimitriou
17 Germania C Maximilian Zimmer
18 Canada A Gabriel Boakye
20 Germania C Tim Kruse
21 Germania D Marc Stein
22 Germania D Lasse Schlüter
23 Germania A Benjamin Förster
24 Germania D Max Grundmann
25 Germania D Marcel Baude
27 Germania C Björn Ziegenbein
41 Germania P Matti Kamenz
43 Bosnia ed Erzegovina P Avdo Spahić

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stadion der Freundschaft.

Giocatori celebri[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del F.C. Energie Cottbus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Energie Cottbus: Scharfe Kritik nach dem Abstieg mit Ansage, goal.com, 27 aprile 2014.
  2. ^ (DE) Das Profi-Team des FC Energie Cottbus, in fcenergie.de (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista: 1973-1974, 1981-1982
Finalista: 1996-1997
Semifinalista: 2010-2011
Terzo posto: 1999-2000, 2005-2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141518312 · GND (DE10329879-4