Marcin Wasilewski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcin Wasilewski
Marcin Wasilewski 2011.jpg
Nazionalità Polonia Polonia
Altezza 186 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Wisła Cracovia
Carriera
Giovanili
?-? Hutnik Nowa Huta
Squadre di club1
2000-2002 Sląsk Wrocław 51 (5)
2002-2005 Wisła Płock 60 (3)
2005-2006 Amica Wronki 24 (4)
2006-2007 Lech Poznań 14 (5)
2007-2013 Anderlecht 125 (19)[1]
2013-2017 Leicester City 61 (1)
2017- Wisła Cracovia 0 (0)
Nazionale
2002-2013 Polonia Polonia 60 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 novembre 2017

Marcin Ryszard Wasilewski (pron. ˈmartɕin vaɕiˈlɛvski; Cracovia, 9 giugno 1980) è un calciatore polacco, difensore del Wisła Cracovia.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un difensore centrale che può giocare anche come terzino destro.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Wasilewski inizia la sua carriera nell'Hutnik Cracovia, prima che nel 2000 arrivi l'opportunità del salto di qualità con lo Slask Wroclaw, che lo porta direttamente in massima serie. Non risente poi tanto del cambio di campionato, fornendo ottime prestazioni e totalizzando a fine campionato 25 presenze e un gol. Anche la stagione 2001-02 è molto positiva per il terzino, che colleziona 26 presenze e 4 gol. Nel 2002 lascia i bianco-verdi di Breslavia per il Wisła Płock, senza scendere di categoria: la prima stagione è la migliore con questa maglia - 24 presenze e un gol; le altre due stagioni che trascorre qui vedono diminuire le sue presenze - dapprima 21, poi 15. Passando all'Amica Wronki nel 2005, riprende i suoi abituali standard, con 24 presenze e 4 gol; terminata la stagione, si trasferisce a Poznań per giocare con il Lech: conclude la sua esperienza con 14 presenze e 5 gol - massimo in carriera - a gennaio 2007, quando durante la sessione invernale del mercato passa in Belgio con l'Anderlecht. Al momento, la sua esperienza qui è condita da 34 presenze e 5 gol - cifre accumulatesi in una stagione e mezza - e dalla vincita di 3 titoli: Jupiler League, Supercoppa del Belgio (2007) e Coppa del Belgio (2008). Domenica 30 agosto 2009 durante la partita tra Anderlecht e Standard Liegi valida per il campionato viene colpito duramente da Axel Witsel, intervento che gli causa la frattura esposta di tibia e perone. Nel marzo 2010 ha annunciato il suo ritorno in campo con l'Anderlecht, che gli ha prolungato il contratto fino al 2013.[2]

Nell'estate 2013, essendo svincolato, firma un contratto con il Leicester City,[3] squadra militante nella seconda divisione inglese, e con questa vince la Football League Championship 2013-2014 venendo promosso in Premier League.[4] Nella stagione seguente, la Premier League 2014-2015, trova una salvezza nelle ultime giornate.[5] Nella stagione successiva, invece, con il nuovo allenatore Claudio Ranieri il club otterrà dei risultati ben diversi.[6] Il 2 maggio 2016 grazie al pareggio per 2-2 del Tottenham secondo in classifica contro il Chelsea, che segue il pareggio del giorno prima dei Foxes contro il Manchester United per 1-1, si laurea campione d'Inghilterra 2015-2016 con il Leicester City.[7]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

La sua prima partita con la nazionale polacca risale al 20 novembre 2002 (Danimarca-Polonia 2-0). Il 6 gennaio 2006 sigla la sua prima rete, nell'amichevole vinta per 5-2 contro gli Emirati Arabi Uniti.

È stato convocato dal commissario tecnico Leo Benhakker per partecipare al campionato d'Europa 2008, in cui disputa 3 gare. L'8 giugno 2012 esordisce da titolare agli Europei 2012 nella sfida inaugurale contro la Grecia (1-1), collezionando poi altre 2 gare.

La sua ultima partita risale al 26 marzo 2013, nella sfida contro San Marino valida per le qualificazioni al Mondiale 2014, partita vinta per 5-0. In totale ha collezionato 60 presenze e realizzato 3 gol, tutti e 3 in sfide amichevoli.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 settembre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Polonia Amica Wronki EK 24 4 CP 1 0 - - - - - - 25 4
2006-gen. 2007 Polonia Lech Poznań EK 14 5 CP 1 0 Int 1 0 - - - 16 5
gen.-giu. 2007 Belgio Anderlecht D1 14 2 CB 4 0 UCL - - SB - - 18 2
2007-2008 D1 26 3 CB 4 0 UCL+CU 2[8]+9 0+1 SB 1 0 42 4
2008-2009 D1 28+2[9] 8 CB 1 0 UCL 1[8] 0 SB 0 0 32 8
2009-2010 D1 5+1[9] 1 CB 0 0 UCL+UEL 4[8]+0 0 - - - 10 1
2010-2011 D1 13+4[9] 2+1[9] CB 0 0 UCL+UEL 0+2 0 SB 0 0 19 3
2011-2012 D1 25+5[9] 3 CB 2 0 UEL 8 1 - - - 40 4
2012-2013 D1 14+8[9] 0 CB 4 0 UCL 6[10] 0 SB 1 0 33 0
Totale Anderlecht 125+20 19+1 15 0 32 2 2 0 194 22
2013-2014 Inghilterra Leicester City FLC 31 0 FACup+CdL 1+3 0 - - - - - - 35 0
2014-2015 PL 25 1 FACup+CdL 2+1 0 - - - - - - 28 1
2015-2016 PL 4 0 FACup+CdL 2+3 1+0 - - - - - - 9 1
2016-2017 PL 1 0 FACup+CdL 0+1 0 UCL 0 0 CS 0 0 2 0
Totale Leicester City 61 1 13 1 0 0 0 0 74 2
Totale carriera 224+20 29+1 30 1 33 2 2 0 309 33

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Anderlecht: 2006-2007, 2009-2010, 2011-2012, 2012-2013
Anderlecht: 2007-2008
Anderlecht: 2007, 2010, 2012
Leicester City: 2013-2014
Leicester City: 2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 145 (20) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Wasilewski grateful for Anderlecht return – UEFA.com
  3. ^ (EN) Leicester City sign Poland defender Marcin Wasilewski, su BBC, 17 settembre 2013. URL consultato il 28 aprile 2016.
  4. ^ Simone Lorini, Premier League, Leicester City promosso dopo 10 anni, su TUTTOmercatoWEB.com, 6 aprile 2014. URL consultato il 28 aprile 2016.
  5. ^ Stefano Chioffi, Mahrez e il Leicester: salvezza in 43 giorni, su Corriere dello Sport, 17 maggio 2015. URL consultato il 28 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2016).
  6. ^ Redazione Sport, Leicester, Ranieri predica cautela anche con il titolo ad un passo: «Lottiamo per la Champions», su Il Messaggero, 8 aprile 2016. URL consultato il 28 aprile 2016.
  7. ^ Ranieri nella storia: la Premier è sua! Leicester campione per la prima volta, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 3 maggio 2016.
  8. ^ a b c Nei turni preliminari.
  9. ^ a b c d e f Play-off.
  10. ^ 3 presenze nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]