Diego Tristán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diego Tristán
DiegoTristán.jpg
Nome Diego Tristán Herrera
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 186 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1995-1998 Betis B 95 (23)
1998-1999 Maiorca B 39 (15)
1999-2000 Maiorca 35 (19)
2000-2006 Deportivo La C. 177 (87)
2006-2007 Maiorca 13 (0)
2007-2008 Livorno 21 (1)
2008-2009 West Ham Utd 14 (3)
2009-2010 Cadice 54 (14)
Nazionale
2001-2003 Spagna Spagna 15 (4)
? Andalusia Andalusia  ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 maggio 2010

Diego Tristán Herrera (La Algaba, 5 gennaio 1976) è un ex calciatore spagnolo di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera sportiva inizia nella seconda squadra del Betis Siviglia dove Tristán rimane fino al 1998, anno in cui viene preso dall'RCD Mallorca che per la stagione 1998-1999 decide di fargli fare esperienza nella squadra B. L'anno successivo è quello della definitiva consacrazione dell'attaccante spagnolo che alla sua prima stagione in prima squadra riesce a segnare ben 18 goal. Il suo debutto in Primera División risale al 12 settembre 1999 nella partita Mallorca-Numancia (3-1).

Nel 2000 viene acquistato dal Deportivo la Coruña dove il giocatore andaluso riesce a segnare un gran numero di goal: 23 la prima stagione, 32 la seconda, 19 nella terza e 13 nella quarta. Con il Deportivo riesce a vincere una Coppa del Re nel 2002 e due Supercoppe spagnole nel 2000 e nel 2002, inoltre, a livello personale, grazie ai 21 goal nella Primera División 2001-2002 ottiene il titolo di Pichichi del campionato. Gli ultimi anni a la Coruña sono però sempre più difficili per l'attaccante che non riesce a esprimersi più ai livelli precedenti nonostante la partenza del suo compagno di reparto Roy Makaay, ceduto al Bayern Monaco.

Il 2006 rappresenta per lui l'addio alla squadra galiziana e il ritorno nella squadra che lo ha lanciato a grandi livelli ovvero il Mallorca. Nel luglio 2007 dopo essersi svincolato dal Mallorca, approda nel campionato italiano, nelle file del Livorno, con un contratto dalla durata di 1 anno, con opzione sul rinnovo.[1] [senza fonte] Segna la sua prima rete in Serie A il 9 dicembre 2007 contro la Roma (1-1).[2] Dopo 21 partite e una sola rete, il 1º luglio 2008 si svincola dagli amaranto.

Il 14 ottobre 2008 firma per il West Ham.[3] Con gli Hammers parte spesso dalla panchina e colleziona a fine stagione 14 presenze e 3 gol. Il 24 luglio 2009 viene acquistato dal Cadice, firmando un contratto di un anno con opzione per la seconda stagione.[4] Nella prima stagione colleziona 25 presenze con 6 reti nella seconda altre 24 presenze con 5 gol, inizia bene la stagione 2011-2012 con 3 goal in 4 incontri.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la maglia della Nazionale spagnola Tristán ha ottenuto 15 presenze e ha segnato 4 gol. Il suo debutto risale alla partita del 2 giugno 2001 contro la Bosnia ed Erzegovina (4-1). Con la Nazionale ha anche partecipato al campionato del mondo 2002 in Giappone e Corea del Sud, disputando due partite contro Slovenia e Paraguay.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Deportivo La Coruña: 2001-2002
Deportivo La Coruña: 2000, 2002

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2001-2002 (21 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie