Dieter Hoeneß

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dieter Hoeneß
Dieter Hoeneß vor Hertha BSC Geschaeftsstelle 001.jpg
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1987
Carriera
Giovanili
1967-1973 Ulma
Squadre di club1
1973-1975Aalen103 (46)
1975-1979Stoccarda105 (44)
1979-1987Bayern Monaco224 (103)
Nazionale
1979-1986 Germania Ovest Germania Ovest 6 (4)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Messico 1986
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 luglio 2008

Dieter Hoeneß (Ulma, 7 gennaio 1953) è un dirigente sportivo ed ex calciatore tedesco, di ruolo centrocampista.

È stato vicecampione del mondo nel 1986 con la nazionale di calcio della Germania Ovest.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1953 a Ulma nel Baden-Württemberg, è fratello di Uli Hoeneß.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Da ragazzino inizia a giocare a calcio come centrocampista nelle selezioni giovanili dell'Ulma, la squadra del suo paese di nascita, insieme a suo fratello Uli, che con il Bayern Monaco ha vinto tutto in Europa e che è diventato campione del mondo nel 1974 in Germania Ovest. Nel 1970 viene acquistato prima dal Aalen, poi nel 1975 dallo Stoccarda, che successivamente, nella stagione 1978-1979 rimase per molto tempo in corsa per la conquista della Bundesliga, divenendo l'ariete di una formazione che aveva nelle proprie fila gente del calibro di Hansi Müller, Georg Volkert e Walter Kelsch. Infine viene acquistato dal Bayern Monaco nell'ultimo anno di suo fratello Uli.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la nazionale esordisce nel 1979 e conclude nel 1986 con un bottino di 6 presenze e 3 goal, dopo aver conquistato la medaglia d'argento al Mondiale Fifa 1986. Convocato come quarto attaccante della squadra, fu inserito dal CT Beckenbauer a gara in corso contro il Messico nei quarti di finale, dove segnerà il primo tiro ai calci di rigore, grazie i quali la squadra tedesca si qualificò alla semifinale. Entrò nuovamente come sostituto nella finale contro l'Argentina, nel tentativo di recuperare il passivo di due reti; nonostante la Germania Ovest fosse quindi riuscita a pareggiare, il Mondiale fu vinto dall'Argentina di Maradona che si aggiudicò la finale con il punteggio di 3-2.

Dirigenza[modifica | modifica wikitesto]

È stato direttore generale del Wolfsburg dalla fine del 2009 a marzo 2011.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco: 1979-1980, 1980-1981, 1984-1985, 1985-1986, 1986-1987
Bayern Monaco: 1981-1982, 1983-1984, 1985-1986

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN301943720 · ISNI (EN0000 0004 0892 1592 · GND (DE1034899287