Javi Moreno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Javi Moreno
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 178 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
1994-1995 Barcellona
Squadre di club1
1995-1996 Barcellona B10 (5)
1996-1997 Córdoba15 (0)
1997Yeclano16 (6)
1997-1998Alavés10 (1)
1998-1999 Numancia38 (18)
1999-2001Alavés71 (30)
2001-2002Milan16 (2)
2002-2004Atlético Madrid29 (5)
2004Bolton8 (0)
2004-2005Real Saragozza18 (4)
2005-2008Córdoba94 (48)
2008Eivissa-Ibiza13 (2)
2009-2010Lucena8 (1)
Nazionale
2001Spagna Spagna5 (1)
Carriera da allenatore
2014non conosciuta Utiel
2015-2016Novelda
2016-Alcorcón B
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Javi Moreno, all'anagrafe Javier Moreno Valera (Silla, 10 settembre 1974), è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolo attaccante, attuale tecnico dell'Alcorcón B.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò nel Barcellona B con cui debuttò nella seconda divisione spagnola. Nella stagione 1996-1997 passò al Cordoba dove registrò 15 presenze senza segnare nessun gol. Scese quindi di categoria e passò al Yeclano, ma a dicembre ritornò ancora in seconda divisione nell'Alavés. Anche qui non giocò molto (10 partite) e segnò una rete. Disputò la stagione 1998-1999 con il Numancia dove trovò spazio e in 38 partite riuscì a realizzare 18 reti.

La stagione successiva tornò quindi all'Alavés e fece il suo esordio nella Liga. In quella stagione la sua squadra si qualificò per la Coppa UEFA 2000-2001, manifestazione nella quale Javi Moreno con 6 gol in 8 partite contribuì a portare i suoi alla finale persa 4-5 contro il Liverpool, nella quale segnò due gol in tre minuti.

Proprio grazie a queste prestazioni venne notato dal Milan, che lo ingaggiò nell'estate del 2001 per 30 miliardi di lire.[1] Tuttavia la stagione a Milano non fu positiva per l'attaccante, che fu oggetto di contestazioni da parte della tifoseria rossonera[2] come quella precedente e l'anno seguente ritornò in Spagna, all'Atletico Madrid. Anche con i Colchoneros i gol stentarono ad arrivare, perciò nel gennaio 2004 decise di tentare l'avventura inglese con il Bolton. Dopo 8 partite senza gol con i Trotters, Moreno decise di ritornare in Spagna, stavolta al Real Saragozza.

Dal 2005 al 2008 gioca nel Cordoba, A fine agosto 2008 passa a giocare nel piccolo club dell'isola di Ibiza: l'Eivissa-Ibiza (terza divisione spagnola). Ai primi di dicembre rescinde però il contratto, annunciando l'intenzione di ritirarsi in caso di mancanza di proposte. Dopo circa un anno di inattività, torna a giocare a calcio nel Lucena. A fine stagione, si ritira definitivamente.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Javi Moreno ha giocato 5 partite nella Nazionale spagnola segnando una rete. Ha debuttato in Nazionale il 28 febbraio 2001 contro l'Inghilterra, mentre ha segnato l'unico gol con la maglia della Furie Rosse il 6 giugno dello stesso anno contro la Bosnia ed Erzegovina.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 settembre 2016 viene nominato allenatore della Squadra B dell'Agrupación Deportiva Alcorcón, militante in Tercera División (Spagna).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-2-2001 Birmingham Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
24-3-2001 Alicante Spagna Spagna 5 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Mondiali 2002 -
28-3-2001 Valencia Spagna Spagna 2 – 1 Francia Francia Amichevole - Ingresso al 81’ 81’
2-6-2001 Oviedo Spagna Spagna 4 – 1 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2002 1 Ingresso al 76’ 76’
6-6-2001 Tel Aviv Israele Israele 1 – 1 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2002 -
Totale Presenze 5 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Real Saragozza: 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Breve storia dei 30 anni di Galliani al Milan, ultimouomo.com, 24 maggio 2016. URL consultato il 12 giugno 2016.
  2. ^ M. Guidi, Il Topone Moreno e mr. 90 miliardi Mendieta. Ma Sorondo... Il peggio del mercato 2001-'02, in La Gazzetta dello Sport, 18 luglio 2019. URL consultato il 19 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]