Bruno Fernandes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bruno Fernandes (disambigua).
Bruno Fernandes
Bruno Fernandes Portugal, 2018.jpg
Bruno Fernandes con il Portogallo ai Mondiali 2018
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 179[1] cm
Peso 70[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Manchester Utd
Carriera
Giovanili
2002-2004Infesta
2004-2005Boavista
2005-2010→ Pasteleira
2010-2012Boavista
Squadre di club1
2012-2013Novara21 (4)[2]
2013-2016Udinese86 (10)
2016-2017Sampdoria33 (5)
2017-2020Sporting Lisbona83 (39)
2020-Manchester Utd51 (26)
Nazionale
2012Portogallo Portogallo U-192 (0)
2014Portogallo Portogallo U-205 (1)
2014-2017Portogallo Portogallo U-2117 (6)
2016Portogallo Portogallo olimpica4 (0)
2017-Portogallo Portogallo30 (4)
Palmarès
Transparent.png UEFA Nations League
Oro Portogallo 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 giugno 2021

Bruno Miguel Borges Fernandes (Maia, 8 settembre 1994) è un calciatore portoghese, centrocampista del Manchester Utd e della nazionale portoghese, con la quale ha vinto la UEFA Nations League 2018-2019.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Considerato uno dei migliori centrocampisti della sua generazione, è un calciatore versatile, duttile e fantasioso. Può agire come trequartista (suo ruolo naturale), mezzala o esterno offensivo.[3] L'eccellente tecnica di base e il notevole e preciso tiro dalla distanza lo rendono assai prolifico in fase realizzativa. Dimostra inoltre grande generosità nei ripiegamenti difensivi. È stato paragonato a Pastore[4] e Rui Costa.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nasce l'8 settembre 1994 a Maia, nel distretto di Porto, in Portogallo.

A 8 anni inizia i primi passi nel calcio nell'Infesta[6], società calcistica portoghese di Matosinhos (a sud di Maia e a nord di Porto) nella terza serie del campionato portoghese.

A 10 anni si sposta nel capoluogo del distretto, Porto, e gioca nelle giovanili del Boavista militante in Primeira Liga, la massima serie del calcio portoghese. Nella stagione successiva viene ceduto in prestito per 5 stagioni all'ADR Pasteleira, anch'essa di Porto, e poi ritornare al Boavista nelle file dell'Under 19 per altre due stagioni.

Novara[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 2012, poco prima di compiere 18 anni, si trasferisce in Italia al Novara per la cifra di 40 mila euro. Il debutto nel calcio professionistico e in Serie B è datato 3 novembre 2012 nella sconfitta 1-0 contro il Cittadella. Segna il suo primo gol il 22 febbraio 2013 contro lo Spezia. Realizza altre 3 reti durante la sua prima stagione italiana e conclude l'annata con 23 presenze e 4 reti tra campionato e play-off.

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2013 viene ceduto in comproprietà all'Udinese in Serie A[7]. Con i friulani debutta in Serie A il 3 novembre 2013 nella gara interna contro l'Inter persa 3-0. Il 7 dicembre successivo trova invece la prima rete in A nella trasferta pareggiata 3-3 contro il Napoli. Il 30 gennaio 2014 il club bianconero decide di acquistare anche la seconda metà del suo cartellino.[8] Realizza altre 3 reti durante la Serie A 2013-2014 portando così il suo bottino personale a 4 gol in 28 gare tra campionato e Coppa Italia. La stagione successiva non riesce a trovare molto spazio fra i titolari, e chiude la sua seconda stagione in Friuli con 4 gol in 34 presenze totali. La stagione 2015-2016 si conclude invece con 33 presenze tra Serie A e Coppa Italia, nelle quali mette a segno 3 reti.[9]

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 agosto 2016 si trasferisce in prestito oneroso (1 milione di euro) con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni di euro alla Sampdoria, dove sceglie di indossare la maglia numero 10.[10][11] Il 28 agosto debutta in blucerchiato subentrando nel corso della gara Sampdoria-Atalanta 2-1.[12] Sigla il suo primo gol con la maglia dei blucerchiati il 26 settembre 2016 nella partita giocata in trasferta a Cagliari, persa per 2-1.[13] Si ripete il 2 ottobre dello stesso anno, nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Palermo.[14] Guadagna un posto da titolare dopo il derby vinto per 2-1 contro il Genoa e trova il terzo gol stagionale in casa del Crotone nella gara conclusasi per 1-1.[15] Il 4 marzo 2017 segna nella gara Sampdoria-Pescara (3-1) valida per la 27ª giornata di campionato.[16]

Sporting CP[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno 2017 viene acquistato a titolo definitivo dallo Sporting CP che versa 8,5 milioni più 500 mila euro di bonus alla Sampdoria. La clausola rescissoria è stata fissata a 100 milioni. Il calciatore firma un contratto quinquennale.[17][18] Il 30 marzo 2019, in occasione della vittoria esterna per 3-1 sul campo del Chaves, Bruno Fernandes gioca la sua 100ª partita con la maglia dello Sporting.[19] Il 5 maggio 2019, grazie alla tripletta realizzata contro il Belenenses (8-1 il risultato finale), Bruno Fernandes diventa il centrocampista con più gol realizzati nei campionati europei in un'unica stagione (31).[20][21] Il 25 maggio 2019 conquista la Coppa di Portogallo, in finale col Porto.[22]

Manchester United[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 gennaio 2020 viene annunciato un accordo tra il Manchester Utd e lo Sporting CP per il trasferimento del giocatore in cambio di 55 milioni di euro più 25 milioni di bonus.[23][24][25] Il trasferimento viene formalizzato il giorno seguente.[26] Esordisce coi Red Devils il 1º febbraio in occasione del pari interno contro il Wolverhampton.[27][28] Il 23 febbraio realizza la prima rete con lo United nella partita vinta per 3-0 in casa contro il Watford.[29] Il primo gol nelle coppe europee con il club inglese risale al 27 febbraio, nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, in casa contro il Club Bruges. Il 10 agosto, sempre in Europa League, firma il gol decisivo su rigore che permette al Manchester United di superare il Copenaghen e qualificarsi per la semifinale, persa di misura contro il Siviglia. L'edizione successiva, durante la semifinale di andata, mette a segno una doppietta nel 6-2 contro la Roma. Gioca successivamente la finale contro il Villareal che termina ai tiri di rigore vedendo la vittoria degli spagnoli, che vincono per 11 a 10,con il solo errore del portiere De Gea. [30]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato 7 partite con 1 gol tra Under-19 e Under-20 del Portogallo, il 13 novembre 2014 debutta in Under-21 nella sconfitta 3-1 contro l'Inghilterra. Realizza la sua prima rete il 9 ottobre 2015 contro l'Ungheria e il 17 novembre seguente si replica, questa volta ai danni d'Israele.

Nazionale olimpica[modifica | modifica wikitesto]

Bruno Fernandes in azione con la nazionale olimpica portoghese nel 2016.

Nel 2016 viene inserito nella lista dei 18 giocatori convocati dalla nazionale olimpica portoghese per prendere parte ai Giochi olimpici brasiliani. Decide di indossare la maglia numero 10.

Il 4 agosto, durante la prima giornata, debutta giocando titolare e fornendo due assist ai compagni che consentono di battere 2-0 l'Argentina. Il 13 agosto, ai quarti di finale, si conclude la sua esperienza olimpica a causa della sconfitta 4-0 subita dal Portogallo da parte della Germania.

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 agosto 2017 riceve la prima convocazione in nazionale maggiore, in occasione delle partite di qualificazione al Mondiale 2018 contro Fær Øer e Ungheria, sostituendo l'infortunato Pizzi nella lista dei convocati.[31]

Debutta in nazionale maggiore il 10 novembre 2017, a 23 anni, nell'amichevole vinta per 3-0 contro l'Arabia Saudita.[32] Il 17 maggio 2018, vista la grande annata allo Sporting Lisbona, viene premiato con la convocazione da parte della nazionale lusitana ai Mondiali 2018.[33] ll 7 giugno 2018 segna il suo primo gol nell'amichevole pre-manifestazione vinta per 3-0 contro l'Algeria.[34][35]

Vince da protagonista la UEFA Nations League 2018-2019, scendendo in campo da titolare sia nella semifinale, vinta sulla Svizzera, che nella finale, giocata in casa contro i Paesi Bassi.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 giugno 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013 Italia Novara B 21+2[36] 4 CI 0 0 - - - - - - 23 4
2013-2014 Italia Udinese A 24 4 CI 4 0 UEL 0 0 - - - 28 4
2014-2015 A 31 3 CI 3 1 - - - - - - 34 4
2015-2016 A 31 3 CI 2 0 - - - - - - 33 3
Totale Udinese 86 10 9 1 0 0 - - 95 11
2016-2017 Italia Sampdoria A 33 5 CI 2 0 - - - - - - 35 5
2017-2018 Portogallo Sporting Lisbona PL 33 11 CP+CdL 5+4 1+0 UCL+UEL 8[37]+6 1+3 - - - 56 16
2018-2019 PL 33 20 CP+CdL 7+5 7+3 UEL 8 3 - - - 53 33
2019-gen. 2020 PL 17 8 CP+CdL 1+4 0+2 UEL 5 5 ST 1 0 28 15
Totale Sporting Lisbona 83 39 26 13 27 12 1 0 137 64
gen.-ago. 2020 Inghilterra Manchester United PL 14 8 FACup+CdL 3+0 1+0 UEL 5 3 - - - 22 12
2020-2021 PL 37 18 FACup+CdL 3+3 1+0 UCL+UEL 6+9 4+5 - - - 58 28
Totale Manchester United 51 26 9 2 20 12 - - 80 40
Totale carriera 274+2 84 46 16 47 24 1 0 370 124

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-11-2017 Viseu Portogallo Portogallo 3 – 0 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
14-11-2017 Leiria Portogallo Portogallo 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 46’ 46’
23-3-2018 Zurigo Egitto Egitto 1 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
26-3-2018 Ginevra Portogallo Portogallo 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
2-6-2018 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 87’ 87’
7-6-2018 Lisbona Portogallo Portogallo 3 – 0 Algeria Algeria Amichevole 1
15-6-2018 Soči Portogallo Portogallo 3 – 3 Spagna Spagna Mondiali 2018 - 1º turno - Ammonizione al 28’ 28’ Uscita al 68’ 68’
20-6-2018 Mosca Portogallo Portogallo 1 – 0 Marocco Marocco Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 70’ 70’
6-9-2018 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Croazia Croazia Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
11-10-2018 Chorzów Polonia Polonia 2 – 3 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 90’ 90’
14-10-2018 Londra Scozia Scozia 1 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 67’ 67’
5-6-2019 Porto Portogallo Portogallo 3 – 1 Svizzera Svizzera UEFA Nations League 2018-2019 - Semifinale - Uscita al 90+1’ 90+1’
9-6-2019 Porto Portogallo Portogallo 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - Finale - Uscita al 81’ 81’[38]
7-9-2019 Belgrado Serbia Serbia 2 – 4 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2020 - Uscita al 85’ 85’
10-9-2019 Vilnius Lituania Lituania 1 – 5 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2020 - Uscita al 89’ 89’
11-10-2019 Lisbona Portogallo Portogallo 3 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Euro 2020 -
14-10-2019 Kiev Ucraina Ucraina 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2020 - Ingresso al 56’ 56’
14-11-2019 Faro Portogallo Portogallo 6 – 0 Lituania Lituania Qual. Euro 2020 - Uscita al 72’ 72’
17-11-2019 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2020 1 Uscita al 90’ 90’
5-9-2020 Porto Portogallo Portogallo 4 – 1 Croazia Croazia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
8-9-2020 Stoccolma Svezia Svezia 0 – 2 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
11-10-2020 Saint-Denis Francia Francia 0 – 0 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Uscita al 80’ 80’
14-10-2020 Lisbona Portogallo Portogallo 3 – 0 Svezia Svezia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Ammonizione al 85’ 85’ Uscita al 88’ 88’
14-11-2020 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Francia Francia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Uscita al 72’ 72’
17-11-2020 Spalato Croazia Croazia 2 – 3 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
24-3-2021 Torino Portogallo Portogallo 1 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 46’ 46’ Ammonizione al 81’ 81’
27-3-2021 Belgrado Serbia Serbia 2 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2022 - Ammonizione al 53’ 53’ Uscita al 90+1’ 90+1’
4-6-2021 Madrid Spagna Spagna 0 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 59’ 59’
9-6-2021 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Israele Israele Amichevole 2
15-6-2021 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2020 - 1º turno - Uscita al 89’ 89’
Totale Presenze 30 Reti 4
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-11-2014 Burnley Inghilterra Under-21 Inghilterra 3 – 1 Portogallo Portogallo Under-21 Amichevole - Uscita al 68’ 68’
31-3-2015 Praga Rep. Ceca Under-21 Rep. Ceca 1 – 0 Portogallo Portogallo Under-21 Amichevole -
8-9-2015 Tirana Albania Under-21 Albania 1 – 6 Portogallo Portogallo Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - cap. Uscita al 66’ 66’
9-10-2015 Penafiel Portogallo Under-21 Portogallo 2 – 0 Ungheria Ungheria Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 1 cap.
13-10-2015 Xanthi Grecia Under-21 Grecia 0 – 4 Portogallo Portogallo Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - cap.
12-11-2015 Arouca Portogallo Under-21 Portogallo 4 – 0 Albania Albania Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - cap. Uscita al 72’ 72’
17-11-2015 Petah Tiqwa Israele Under-21 Israele 0 – 3 Portogallo Portogallo Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 1 cap. Uscita al 86’ 86’
2-9-2016 Paços de Ferreira Portogallo Under-21 Portogallo 0 – 0 Israele Israele Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - cap.
6-9-2016 Barcelos Portogallo Under-21 Portogallo 1 – 0 Grecia Grecia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - cap.
6-10-2016 Győr Ungheria Under-21 Ungheria 3 – 3 Portogallo Portogallo Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - cap. Ammonizione al 87’ 87’
11-10-2016 Vaduz Liechtenstein Under-21 Liechtenstein 1 – 7 Portogallo Portogallo Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 1 cap.
11-11-2016 Setúbal Portogallo Under-21 Portogallo 3 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Under-21 Amichevole 1 cap. Uscita al 46’ 46’
15-11-2016 Doetinchem Paesi Bassi Under-21 Paesi Bassi 1 – 1 Portogallo Portogallo Under-21 Amichevole - cap.
24-3-2017 Estoril Portogallo Under-21 Portogallo 3 – 1 Norvegia Norvegia Under-21 Amichevole - cap. Uscita al 46’ 46’
28-3-2017 Stoccarda Germania Under-21 Germania 0 – 1 Portogallo Portogallo Under-21 Amichevole - cap. Ammonizione al 79’ 79’
17-6-2017 Bydgoszcz Polonia Under-21 Polonia 0 – 2 Portogallo Portogallo Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno 1 cap. Ammonizione al 81’ 81’
20-6-2017 Gdynia Portogallo Under-21 Portogallo 1 – 3 Spagna Spagna Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno - cap. Ammonizione al 70’ 70’
Totale Presenze 17 Reti 6
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2016 Angra do Heroísmo Portogallo olimpica Portogallo 4 – 0 Messico Messico olimpica Amichevole - Uscita al 60’ 60’
4-8-2016 Rio de Janeiro Portogallo olimpica Portogallo 2 – 0 Argentina Argentina olimpica Olimpiadi 2016 - 1º turno -
7-8-2016 Rio de Janeiro Honduras olimpica Honduras 1 – 2 Portogallo Portogallo olimpica Olimpiadi 2016 - 1º turno -
13-8-2016 Brasilia Portogallo olimpica Portogallo 0 – 4 Germania Germania olimpica Olimpiadi 2016 - Quarti di Finale -
Totale Presenze 4 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sporting CP: 2017-2018, 2018-2019
Sporting CP: 2018-2019

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2018-2019

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2017-2018, 2019-2020, 2020-2021
2018-2019
2019-2020 (8 gol)
  • Squadra dell'anno PFA: 1
2020-2021

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bruno Miguel Fernandes, su sampdoria.it. URL consultato il 17 agosto 2016.
  2. ^ 23 (4) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Udineseblog - UDINESE - Giaretta: Fernandes è un grande talento.
  4. ^ Bruno Fernandes Juve: il talento del Novara su Ronaldo, Inter e Mou!, su sport.leonardo.it. URL consultato il 3 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 19 maggio 2013).
  5. ^ Giaretta: «A me ricorda Rui Costa» - Sport - Messaggero Veneto.
  6. ^ (PT) Bruno Fernandes, su fpf.pt.
  7. ^ Udinese, battuta la concorrenza per Bruno Fernandes in comproprietà
  8. ^ Movimenti di mercato, udinese.it, 30 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2015).
  9. ^ Marco Azzi, Al Napoli saltano i nervi il treno scudetto se ne va con l'ira funesta di Higuain, in la Repubblica, 4 aprile 2016, p. 34.
  10. ^ Bruno Fernandes è blucerchiato, vestirà la maglia numero 10, su sampdoria.it, 16 agosto 2016.
  11. ^ Bruno Fernandes alla Samp, trovato l'accordo: ecco le cifre, su tuttoudinese.it, 31 luglio 2016.
  12. ^ Sampdoria-Atalanta 2-1, risultato finale, su primocanale.it. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  13. ^ Le pagelle di Cagliari-Sampdoria 2-1, su Eurosport, 26 settembre 2016. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  14. ^ Sampdoria-Palermo 1-1, Bruno Fernandes salva Giampaolo all'ultimo secondo, su repubblica.it, 2 ottobre 2016. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  15. ^ Crotone-Sampdoria, giusto l'1-1. Proteste calabresi sul pari, su gazzetta.it. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  16. ^ Sampdoria-Pescara 3-1: a segno Bruno Fernandes, Cerri, Quagliarella e Schick, su gazzetta.it. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  17. ^ (PT) O Sporting CP informa que chegou a acordo com a UC Sampdoria para a transferência definitiva do jogador Bruno Fernandes, su sporting.pt. URL consultato il 28 giugno 2017.
  18. ^ Fernandes ceduto allo Sporting a titolo definitivo, su sampdoria.it. URL consultato il 28 giugno 2017.
  19. ^ (PT) Bruno Fernandes e os 100 jogos: «É uma marca espectacular», abola.pt, 30 marzo 2019.
  20. ^ (PT) Bruno Fernandes torna-se no médio mais goleador numa temporada, abola.pt, 5 maggio 2019.
  21. ^ Portogallo, Bruno Fernandes da record: mai nessun centrocampista con 31 gol, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 21 maggio 2019.
  22. ^ Coppa di Portogallo, vince lo Sporting ai rigori sul Porto. Casillas si commuove, sport.sky.it, 25 maggio 2019.
  23. ^ (EN) United agree deal to sign Bruno Fernandes, su manutd.com, 29 gennaio 2020.
  24. ^ (PT) Acordo por Bruno Fernandes, su sporting.pt, 29 gennaio 2020.
  25. ^ Manchester United, ecco Bruno Fernandes: operazione da 80 milioni, su sport.sky.it, 29 gennaio 2020.
  26. ^ (EN) Confirmed: United sign Bruno Fernandes, su manutd.com, 30 gennaio 2020.
  27. ^ (EN) Jamie Jackson, Bruno Fernandes’ debut for Manchester United ends in frustration against Wolves, in The Guardian, 1º febbraio 2020. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  28. ^ (EN) Bruno Fernandes wins Man of the Match against Wolves on debut, su manutd.com. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  29. ^ (EN) Ian Ladyman, Manchester United 3-0 Watford: Bruno Fernandes scores first goal, su dailymail.co.uk, 23 febbraio 2020. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  30. ^ Antonello Guerrera, Illusione e incubo, la Roma sparisce a metà della notte, in la Repubblica, 30 aprile 2021, p. 44.
  31. ^ Team replaces injured Pizzi with Bruno Fernandes pulse.ng
  32. ^ Portogallo - Arabia Saudita, Amichevoli 2017, su dirette.sport.repubblica.it. URL consultato l'11 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2017).
  33. ^ Portogallo, i convocati per il Mondiale: fuori a sorpresa Cancelo, ci sono due "italiani", in Mediagol, 17 maggio 2018. URL consultato l'8 giugno 2018.
  34. ^ Il gran gol di Rashford premia l'Inghilterra, Portogallo facile con l'Algeria, in Eurosport, 7 giugno 2018. URL consultato l'8 giugno 2018.
  35. ^ Amichevoli pre Mondiali: vincono Inghilterra e Portogallo. Pareggio per l'Islanda, su gazzetta.it. URL consultato l'8 giugno 2018.
  36. ^ Play-off.
  37. ^ 2 presenze nei turni preliminari
  38. ^ 1º titolo della UEFA Nations League

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]