Derby (sport)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine derby viene utilizzato, in ambito sportivo, per contraddistinguere alcuni eventi che rivestano particolare importanza.

L'origine del termine derby è da rintracciarsi nella corsa equestre inglese chiamata The Derby, ideata da Edward Stanley, dodicesimo conte di Derby, il 4 maggio 1780 all'ippodromo di Epsom.[1]

In generale[modifica | modifica wikitesto]

In generale nello sport, si usa il termine derby per definire sfide tra squadre della stessa città (stracittadine) o della stessa zona geografica. Il termine viene anche usato per gare che oppongono squadre che, per questioni geografiche, sociali o politiche hanno fra loro una rivalità storica molto accesa.

Ippica[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Derby italiano di trotto e Derby italiano di galoppo.

Nell'ippica il Derby è una particolare gara riservata, ogni anno, ai migliori puledri di tre anni.

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Derby (calcio).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quel derby inventato 222 anni fa, Corriere della Sera, 23 novembre 2002. (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]