Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ekstraklasa 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ekstraklasa 2009-2010
Competizione Ekstraklasa
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 84ª
Organizzatore PZPN
Date dal 31 luglio 2009
al 15 maggio 2010
Luogo Polonia Polonia
Partecipanti 16
Formula girone all'italiana
Risultati
Vincitore Lech Poznań
(6º titolo)
Secondo Wisła Cracovia
Retrocessioni Odra
Piast Gliwice
Statistiche
Miglior marcatore Polonia Lewandowski (18)
Incontri disputati 240
Gol segnati 532 (2,22 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008-2009 2010-2011 Right arrow.svg

L'Ekstraklasa 2009-2010 fu l'84ª edizione della massima serie del campionato polacco di calcio, la 76ª edizione nel formato di campionato. La stagione iniziò il 21 luglio 2009 e si concluse il 15 maggio 2010. Il Lech Poznań vinse il campionato per la sesta volta nella sua storia. Capocannoniere del torneo fu Robert Lewandowski, attaccante del Lech Poznań, con 18 reti realizzate.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Dalla Ekstraklasa 2008-2009 vennero retrocessi in I liga il Górnik Zabrze e il ŁKS, relegato all'ultimo posto in classifica poiché gli venne revocata la licenza di partecipazione al campionato[1]. Dalla I liga 2008-2009 vennero promossi il Widzew Łódź e lo Zagłębie Lubin, rispettivamente classificate al primo e al secondo posto.

Al Widzew Łódź venne rifiutata la promozione in Ekstraklasa dalla federazione polacca per il suo coinvolgimento nello scandalo corruzione scoppiato nel calcio polacco[2]. Di conseguenza, venne ammesso in Ekstraklasa il Korona Kielce, terzo classificato in I liga.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le sedici squadre partecipanti si affrontavano in un girone all'italiana con partite di andata e ritorno, per un totale di 30 giornate. La squadra prima classificata era campione di Polonia e si qualificava per il secondo turno preliminare della UEFA Champions League 2010-2011, mentre le squadre classificate al secondo e al terzo posto si qualificavano, rispettivamente, per il secondo e per il primo turno preliminare della UEFA Europa League 2010-2011, assieme alla vincitrice della Coppa di Polonia ammessa al terzo turno preliminare. Le ultime due classificate venivano retrocesse direttamente in I liga.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Stagione precedente
Arka Gdynia Gdynia Stadion GOSiR 13º posto in Ekstraklasa
GKS Bełchatów Bełchatów Stadion GKS Bełchatów 5º posto in Ekstraklasa
Jagiellonia Białystok Stadion Miejski 8º posto in Ekstraklasa
Korona Kielce Kielce Stadion Miejski 3º posto in I liga
KS Cracovia Cracovia Stadion Cracovii 14º posto in Ekstraklasa
Lech Poznań Poznań Stadion Miejski 3º posto in Ekstraklasa
Lechia Danzica Danzica Stadion MOSiR 11º posto in Ekstraklasa
Legia Varsavia Varsavia Stadio dell'esercito polacco 2º posto in Ekstraklasa
Odra Wodzisław Śląski Stadio MOSiR 12º posto in Ekstraklasa
Polonia Bytom Bytom Stadion Edwarda Szymkowiaka 7º posto in Ekstraklasa
Polonia Varsavia Varsavia Stadion Polonii Warszawa 4º posto in Ekstraklasa
Ruch Chorzów Chorzów Stadion Ruchu Chorzów 9º posto in Ekstraklasa
Sląsk Wrocław Breslavia Stadion Oporowska 6º posto in Ekstraklasa
Piast Gliwice Gliwice Stadio Piast 10º posto in Ekstraklasa
Wisła Cracovia Cracovia Stadion Miejski Campione di Polonia
Zagłębie Lubin Lubin Dialog Arena 2º posto in I liga

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Lech Poznań 65 30 19 8 3 51 20 +31
2. Wisła Cracovia 62 30 19 5 6 48 20 +28
3. Ruch Chorzów 53 30 16 5 9 40 30 +10
4. Legia Varsavia 51 30 15 6 9 34 21 +13
5. GKS Bełchatów 48 30 13 9 8 37 27 +10
6. Korona Kielce 37 30 9 10 11 35 41 -6
7. Polonia Bytom 37 30 10 9 11 29 31 -2
8. Lechia Danzica 37 30 9 10 11 30 32 -2
9. Sląsk Wrocław 36 30 8 12 10 32 33 -1
10. Zagłębie Lubin 35 30 8 11 11 30 38 -8
11. Jagiellonia[3] (-10) 34 30 11 11 8 29 27 +2
12. KS Cracovia 34 30 9 7 14 25 39 -14
13. Polonia Varsavia 33 30 9 6 15 25 38 -13
14. Arka Gdynia 28 30 7 7 16 28 39 -11
1downarrow red.svg 15. Odra 27 30 7 6 17 27 45 -18
1downarrow red.svg 16. Piast Gliwice 27 30 7 6 17 30 50 -20

Legenda:

      Campione di Polonia e ammessa alla UEFA Champions League 2010-2011.
      Ammessa alla UEFA Europa League 2010-2011.
      Retrocessa in I liga 2010-2011.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Lo Jagiellonia ha scontato 10 punti di penalizzazione perché coinvolta nello scandalo che riguardava anche lo Zagłębie Lubin.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

LcP Wis Ruc Leg GKS Kor PoB LcD Ślą Zag Jag KSC PoV Ark Odr Pia
Lech Poznań –––– 1-0 3-1 1-0 2-2 2-0 3-0 2-1 1-0 2-0 2-0 3-1 2-4 2-0 1-0 1-1
Wisła Cracovia 0-0 –––– 2-0 0-1 3-0 0-1 1-1 3-0 1-0 1-0 2-1 0-1 2-1 0-1 1-1 2-1
Ruch Chorzów 1-2 1-3 –––– 1-0 1-0 0-0 2-1 1-0 0-0 0-2 5-2 2-0 2-0 1-0 3-2 2-0
Legia Varsavia 2-0 0-3 2-0 –––– 2-2 5-2 1-0 2-0 1-1 4-0 2-1 0-0 1-1 1-0 0-1 3-0
GKS Bełchatów 1-1 1-0 2-1 0-1 –––– 1-0 2-2 2-1 2-0 1-3 1-1 3-0 3-0 1-0 3-0 0-1
Korona Kielce 0-5 2-3 3-0 0-1 1-1 –––– 1-0 1-0 1-1 3-3 1-0 1-1 4-0 1-2 1-1 3-2
Polonia Bytom 1-1 1-3 0-1 1-0 1-0 1-0 –––– 1-1 0-0 2-1 1-1 1-2 1-0 3-1 1-1 4-0
Lechia Danzica 0-0 0-1 1-1 2-3 0-2 1-1 0-0 –––– 1-1 1-0 2-0 1-0 1-1 2-1 0-2 0-1
Śląsk Wrocław 0-3 1-3 0-0 0-0 0-0 1-1 2-1 1-2 –––– 2-0 1-2 2-0 1-0 2-1 4-0 2-1
Zagłębie Lubin 0-1 1-4 0-1 0-0 1-1 2-2 2-0 2-2 1-1 –––– 0-0 0-0 2-0 0-2 2-1 1-1
Jagiellonia 2-3 0-0 1-0 2-0 2-1 2-0 0-0 0-0 2-0 0-0 –––– 0-0 1-0 2-1 2-1 2-0
KS Cracovia 1-0 1-1 1-4 1-2 0-1 3-0 1-2 2-6 1-0 1-1 0-1 –––– 1-2 1-1 1-0 3-2
Polonia Varsavia 0-3 0-1 1-1 1-0 0-0 1-1 1-0 0-1 3-2 0-1 2-0 0-1 –––– 2-1 2-1 0-2
Arka Gdynia 1-1 0-1 0-3 0-1 2-1 1-2 2-2 1-2 1-1 0-2 0-0 2-0 0-0 –––– 2-0 2-1
Odra 0-0 1-3 1-3 1-0 0-1 0-2 0-1 0-0 2-4 1-2 2-2 1-0 2-1 2-1 –––– 2-0
Piast Gliwice 1-3 1-4 1-2 1-1 1-2 1-0 1-0 0-2 2-2 4-1 0-0 0-1 0-2 2-2 2-1 ––––

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Lech Poznań e Wisła Cracovia (19)
  • Maggior numero di pareggi: Sląsk Wrocław (12)
  • Maggior numero di sconfitte: Odra, Piast Gliwice (17)
  • Minor numero di sconfitte: Lech Poznań (3)
  • Miglior attacco: Lech Poznań (51)
  • Miglior difesa: Lech Poznań e Wisła Cracovia (20)
  • Miglior differenza reti: Lech Poznań (31)

Partite

  • Primo gol: Arkadiusz Głowacki, Wisła Cracovia - Ruch Chorzów 2-0 (20')
  • Gol più veloce: Marcelo, Zagłębie Lubin - Wisła Cracovia 1-4 (1')
  • Partita con più gol: KS Cracovia - Lechia Danzica 2-6 (8)
  • Partita con maggiore scarto di gol: Korona Kielce - Lech Poznań 0-5 (5)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: 90minut.pl[4]

Gol Giocatore Squadra
18 Polonia Robert Lewandowski Lech Poznań
14 Bulgaria Ilijan Micanski Zagłębie Lubin
11 Polonia Tomasz Frankowski Jagiellonia
10 Polonia Paweł Brożek Wisła Cracovia
10 Polonia Artur Sobiech Ruch Chorzów
9 Polonia Dawid Nowak GKS Bełchatów
9 Serbia Vuk Sotirović Sląsk Wrocław
8 Polonia Lukasz Janoszka Ruch Chorzów
8 Polonia Patryk Małecki Wisła Cracovia
8 Polonia Sławomir Peszko Lech Poznań
7 Brasile Marcelo Wisła Cracovia
7 Polonia Andrzej Niedzielan Ruch Chorzów
7 Polonia Sebastian Olszar Piast Gliwice

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PL) Łódzki KS nadal bez licencji, su 90minut.pl, 16 giugno 2010. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  2. ^ (PL) Widzew znów klubem zdegradowanym, su miasta.gazeta.pl, 10 giugno 2009. URL consultato il 15 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2009).
  3. ^ Jagiellonia ammesso al terzo turno di UEFA Europa League 2010-2011 in qualità di vincitore della Coppa di Polonia.
  4. ^ (PL) Classifica marcatori 2009-2010, su 90minut.pl. URL consultato il 15 febbraio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]