I liga 1992-1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I liga 1992-1993
Competizione I liga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 67ª
Organizzatore PZPN
Date dall'8 agosto 1992
al 20 giugno 1993
Luogo Polonia Polonia
Partecipanti 18
Formula girone all'italiana
Risultati
Vincitore Lech Poznań
(5º titolo)
Retrocessioni Szombierki Bytom
Sląsk Wrocław
Olimpia Poznań
Jagiellonia
Statistiche
Miglior marcatore Polonia Jerzy Podbrożny (25)
Incontri disputati 306
Gol segnati 792 (2,59 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1991-92 1993-94 Right arrow.svg

La I liga 1992-1993 fu la 67ª edizione della massima serie del campionato polacco di calcio, la 59ª edizione nel formato di campionato. La stagione iniziò l'8 agosto 1992 e si concluse il 20 giugno 1993. Il Lech Poznań vinse il campionato per la quinta volta nella sua storia, la seconda consecutiva. Capocannoniere del torneo fu Jerzy Podbrożny, attaccante del Lech Poznań, con 25 reti realizzate.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Dalla I liga 1991-1992 vennero retrocessi in II liga il Motor Lublino, lo Stal Stalowa Wola, lo Zagłębie Sosnowiec e l'Igloopol Dębica; mentre vennero promossi dalla II liga 1992-1993 il Siarka Tarnobrzeg, lo Jagiellonia, il Pogoń Stettino e il Szombierki Bytom.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le diciotto squadre partecipanti si affrontavano in un girone all'italiana con partite di andata e ritorno, per un totale di 34 giornate. La squadra prima classificata era campione di Polonia e si qualificava per il primo turno preliminare della UEFA Champions League 1993-1994. La squadra classificata al secondo posto si qualificava per il turno preliminare della Coppa UEFA 1993-1994. La vincitrice della Coppa di Polonia veniva ammessa al turno preliminare della Coppa delle Coppe 1993-1994. Le ultime quattro classificate venivano retrocesse direttamente in II liga.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ad una giornata dalla fine del campionato, Legia Varsavia e ŁKS Łódź erano prime a pari punti: l'assegnazione del titolo quindi, in caso di vittoria per entrambe, sarebbe stata decisa dalla migliore differenza reti. Le due partite, che vedevano entrambe le pretendenti al titolo affrontare squadre senza più obbiettivi, rispettarono il pronostico con le favorite che si imposero con un ampio margine di reti (Wisła-Legia 0-6 e ŁKS-Olimpia 7-1)[1]. La federazione polacca decise, però, di aprire un'indagine in seguito alle polemiche scaturite dallo svolgimento delle partite: all'esito del procedimento, entrambe le gare furono annullate[1]. Venne quindi dichiarato vincitore del campionato il Lech Poznań, terzo classificato[1]. Intervenne anche la UEFA che, dichiarato immorale quanto avvenuto, tolse al paese i posti in Coppa UEFA distribuendoli ad altre nazioni[1].

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stagione precedente
GKS Katowice Katowice 2º posto in I liga
Górnik Zabrze Zabrze 4º posto in I liga
Hutnik Cracovia Cracovia 12º posto in I liga
Jagiellonia Białystok 2º posto nel girone est di II liga
Lech Poznań Poznań Campione di Polonia
Legia Varsavia Varsavia 10º posto in I liga
ŁKS Łódź 11º posto in I liga
Olimpia Poznań Poznań 14º posto in I liga
Pogoń Stettino Stettino 1º posto nel girone ovest di II liga
Ruch Chorzów Chorzów 5º posto in I liga
Siarka Tarnobrzeg Tarnobrzeg 1º posto nel girone est di II liga
Sląsk Wrocław Breslavia 6º posto in I liga
Stal Mielec Mielec 13º posto in I liga
Szombierki Bytom Bytom 2º posto nel girone ovest di II liga
Widzew Łódź Łódź 3º posto in I liga
Wisła Cracovia Cracovia 7º posto in I liga
Zagłębie Lubin Lubin 9º posto in I liga
Zawisza Bydgoszcz Bydgoszcz 8º posto in I liga

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Lech Poznań 47 34 17 13 4 70 29 +41
2. Legia Varsavia 47 33 20 7 6 50 26 +24
3. ŁKS 47 33 18 11 4 53 32 +21
4. Ruch Chorzów 44 34 19 6 9 52 27 +25
5. Widzew Łódź 43 34 16 11 7 60 42 +18
6. Stal Mielec 39 34 12 15 7 41 28 +13
7. Pogoń Stettino 39 34 15 9 10 35 33 +2
8. GKS Katowice 37 34 13 11 10 52 36 +16
9. Górnik Zabrze 35 34 11 13 10 43 40 +3
10. Wisła Cracovia 34 33 12 10 11 49 37 +12
11. Siarka Tarnobrzeg 31 34 11 9 14 39 42 -3
12. Zagłębie Lubin 30 34 10 10 14 48 41 +7
13. Zawisza Bydgoszcz 30 34 12 6 16 41 60 -19
14. Hutnik Cracovia 29 34 8 13 13 40 46 -6
1downarrow red.svg 15. Szombierki Bytom 23 34 8 7 19 31 59 -28
1downarrow red.svg 16. Sląsk Wrocław 23 34 9 5 20 33 74 -41
1downarrow red.svg 17. Olimpia Poznań 21 33 7 7 19 27 49 -22
1downarrow red.svg 18. Jagiellonia 9 34 2 5 27 28 91 -63

Legenda:

      Campione di Polonia e ammessa alla UEFA Champions League 1993-1994.
      Ammessa alla Coppa delle Coppe 1993-1994.
      Ammessa alla Coppa UEFA 1993-1994.
      Retrocessa in II liga 1993-1994.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

LcP Leg ŁKS RuC Wid StM Pog GKS GóZ WiC Sia ZaL Zaw Hut Szo Ślą Oli Jag
Lech Poznań –––– 2-2 0-0 2-0 3-3 0-0 3-0 1-2 5-0 2-3 1-1 2-0 2-2 7-1 1-0 3-1 6-1 5-0
Legia Varsavia 1-1 –––– 2-0 0-0 2-1 1-0 1-0 3-1 1-0 1-1 2-0 2-1 5-1 2-0 4-0 1-0 2-0 1-0
ŁKS 0-0 1-1 –––– 2-1 3-3 0-0 2-0 1-0 1-2 1-1 3-0 2-1 3-2 2-2 2-1 3-2 7-1 5-0
Ruch Chorzów 2-0 2-0 2-2 –––– 0-2 0-1 0-1 1-0 1-0 2-1 3-1 1-0 2-0 2-1 1-0 5-0 2-0 2-0
Widzew Łódź 0-3 2-0 2-0 3-3 –––– 1-2 2-1 1-2 1-1 2-0 3-0 2-2 2-1 2-2 1-0 2-0 3-0 2-0
Stal Mielec 1-2 0-1 1-1 2-1 1-1 –––– 1-1 2-1 0-0 0-0 2-0 0-0 3-2 0-0 1-1 0-2 2-0 4-1
Pogoń Stettino 2-0 1-1 0-1 0-3 1-1 1-0 –––– 1-1 0-0 1-1 0-0 0-0 3-1 2-0 2-1 3-1 1-0 3-2
GKS Katowice 1-3 1-1 0-0 1-1 1-3 2-2 1-0 –––– 0-0 2-0 4-1 2-0 2-1 0-2 5-0 4-2 0-0 7-1
Górnik Zabrze 2-2 0-3 1-2 1-1 1-2 0-0 3-1 1-1 –––– 3-1 0-1 3-1 3-0 1-1 4-2 3-2 4-0 3-2
Wisła Cracovia 0-0 0-6 0-3 0-1 4-0 2-0 0-1 1-1 1-1 –––– 0-2 2-0 6-1 1-1 2-0 5-0 1-0 6-3
Siarka Tarnobrzeg 0-1 1-2 0-1 1-0 1-0 2-2 0-1 1-1 1-1 0-0 –––– 3-3 2-0 2-0 3-0 3-1 3-0 2-0
Zagłębie Lubin 2-2 3-1 2-3 1-1 2-1 1-1 0-1 0-1 0-1 3-0 2-0 –––– 4-1 1-0 1-2 7-0 2-0 3-0
Zawisza Bydgoszcz 0-2 0-1 1-3 4-1 1-1 1-3 0-3 1-0 1-0 2-1 2-1 2-1 –––– 2-2 1-0 0-0 3-0 4-3
Hutnik Cracovia 1-2 1-0 2-3 0-2 2-2 1-1 3-0 1-4 3-0 2-2 1-1 0-0 0-1 –––– 3-0 2-0 1-0 4-0
Szombierki Bytom 0-0 1-2 0-0 0-4 0-1 1-2 0-0 0-3 1-0 2-1 4-2 1-1 0-0 3-1 –––– 1-2 0-2 2-1
Śląsk Wrocław 0-0 1-0 0-1 0-2 1-3 0-2 3-1 3-1 0-2 0-3 1-0 3-2 0-0 1-0 3-3 –––– 0-4 2-1
Olimpia Poznań 1-2 1-3 2-0 1-0 2-2 1-0 1-2 1-0 0-0 0-2 1-1 0-0 1-2 0-0 1-2 5-0 –––– 1-1
Jagiellonia 0-5 3-1 1-2 0-3 0-3 0-5 0-1 0-0 2-2 0-1 0-3 1-2 0-1 0-0 2-3 2-2 2-1 ––––

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Poland Final Tables (1st and 2nd level), su rsssf.com, 23 febbraio 2017. URL consultato il 10 novembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]