Hugo Sánchez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'altro calciatore messicano, vedi Hugo Sánchez Guerrero.
Hugo Sánchez
Hugo Sánchez 1988.jpg
Hugo Sánchez nel 1988
Nome Hugo Sánchez Márquez
Nazionalità Messico Messico
Altezza 174 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1998 - giocatore
Carriera
Giovanili
1976 Pumas UNAM
Squadre di club1
1976-1981 Pumas UNAM 183 (99)
1979-1980 San Diego Sockers 19 (13)
1981-1985 Atlético Madrid 111 (54)
1985-1992 Real Madrid 207 (164)
1992-1993 América 29 (11)
1993-1994 Rayo Vallecano 29 (16)
1994-1995 Atlante 32 (13)
1995-1996 LASK Linz 20 (6)
1996 Dallas 23 (6)
1996-1998 Atlético Celaya 12 (2)
Nazionale
1977-1994 Messico Messico 58 (29)[1]
Carriera da allenatore
2000 Pumas UNAM
2001-2005 Pumas UNAM
2006 Necaxa
2006-2008 Messico Messico
2008 Messico Messico U-23
2008-2009 Almería
2012 Pachuca
Palmarès
Flag of PASO.svg Giochi panamericani
Oro Città del Messico 1975
Transparent.png Campionato CONCACAF
Oro Messico 1977
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Ecuador 1993
Bronzo Venezuela 2007
Transparent.png CONCACAF Gold Cup 2007
Argento Stati Uniti 2007
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 ottobre 2015

Hugo Sánchez Márquez (Città del Messico, 11 luglio 1958) è un allenatore di calcio ed ex calciatore messicano, di ruolo attaccante.

Vanta numerose presenze nella nazionale messicana, della quale è stato commissario tecnico dal 2006 al 2008.

Viene ricordato da molti per il numero che l'ha reso famoso e che meglio lo identifica nel panorama calcistico, la rovesciata. Durante la militanza al Real Madrid ha vinto la Scarpa d'oro, nel 1990. Era solito esibirsi, dopo le sue reti, in un'acrobazia frontale in onore della sorella, atleta di ginnastica. Grazie alla sua militanza nell'Atletico Madrid, nel Real Madrid e nel Rayo Vallecano risulta aver giocato nelle tre maggiori squadre calcistiche rappresentanti della capitale spagnola.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera calcistica comincia nel 1975 con la squadra messicana dei Los Pumas de la Universidad Autónoma de México, coi quali mette subito in mostra le sue doti realizzative, guadagnandosi anche, nel 1976, la convocazione nella nazionale olimpica che prende parte ai Giochi della XXI Olimpiade di Montreal. Nel 1981 esordisce in Spagna nell'Atletico Madrid, dove resterà fino al 1985, ed è con questa maglia che vince una Coppa di Spagna, ottiene un secondo posto in classifica e diventa capocannoniere delle Primera División spagnola. Nel 1985 passa al Real Madrid, quando ormai da molti è giudicato un buon giocatore, e coi madrileni vince cinque campionati di fila, una Coppa di Spagna e una Coppa UEFA; anche se tuttavia è ricordato da molti per i suoi innumerevoli "siparietti".

Hugo Sánchez al Real Madrid nel 1986, mentre consola lo juventino Favero al termine della sfida di Coppa dei Campioni sul campo di Torino.

Lascia Madrid a 33 anni, nel 1992, quando, complici anche vari infortuni, la stella di Hugo Sánchez comincia a offuscarsi. Tornato in Messico, gioca per la squadra dell'América, decidendo poi di ritornare in Spagna per la stagione 1993-94, vestendo la maglia del Rayo Vallecano con la quale segna 16 gol. Dopo la parentesi al Rayo ancora un ritorno in Messico, per disputare la stagione 1994-95 nell'Atlante. L'anno successivo va in Austria per vestire la maglia del LASK Linz, avventura che però durerà solo un anno, prima del suo rientro in patria.

Nell'annata 1996-97 gioca nel Celaya con i suoi ex compagni di squadra ai tempi del Real Madrid, Emilio Butragueño e Míchel.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce nella nazionale maggiore messicana nel 1977, realizzando 29 reti e arrivando secondo nella Copa América 1993. Ha inoltre vinto con il Messico il Campionato CONCACAF 1977 e in precedenza, con la nazionale olimpica, i VII Giochi panamericani di Città del Messico nel 1975. La sua ultima presenza in nazionale risale al 19 giugno 1994, nella partita persa contro la Norvegia durante il campionato del mondo 1994 negli Stati Uniti e valida per la fase a gironi. Ha disputato i mondiali del 1978, 1986 e 1994.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua esperienza con il Pumas in due occasioni: la prima dura solo cinque mesi, dal 21 marzo al 14 agosto 2000, mentre la seconda dal 18 settembre 2001 al 1º novembre 2005. Dal 24 settembre al 31 dicembre 2006 è allenatore del Necaxa. Dal 16 novembre 2006 diventa inoltre commissario tecnico della nazionale messicana, arrivando terzo alla Copa América 2007. Il 15 luglio dello stesso anno gli viene affidata la panchina dell'Under-23 messicana, per ottenere il pass ai Giochi della XXIX Olimpiade di Pechino; viene esonerato il 31 marzo 2008 dopo la mancata qualificazione, subentrandogli lo svedese Sven-Göran Eriksson. Dal 22 dicembre 2008 al 21 dicembre 2009 è stato allenatore dell'Almeria. Il 16 maggio 2012 firma con i messicani del Pachuca, ma il successivo 15 novembre viene esonerato.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

L'8 novembre 2014, il figlio Hugo Sanchez Portugal, è stato trovato senza vita per una intossicazione di gas, nel suo appartamento a Polanco, zona residenziale di Città del Messico.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
UNAM Pumas: 1976-1977, 1980-1981
Atlético Madrid: 1984-1985
Real Madrid: 1988-1989
Real Madrid: 1985-1986, 1986-1987, 1987-1988, 1988-1989, 1989-1990
Real Madrid: 1988, 1989,[2] 1990
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
UNAM Pumas: 1980
América: 1992
UNAM Pumas: 1980
Real Madrid: 1985-1986

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Città del Messico 1975
Messico 1977

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1984-1985 (19 gol), 1985-1986 (22 gol), 1986-1987 (34 gol), 1987-1988 (29 gol), 1989-1990 (38 gol)
1990 (ex aequo con Hristo Stoičkov)

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

UNAM Pumas: Clausura 2004, Apertura 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Appearances and goals for Mexico National Team, rsssf.com.
  2. ^ Vittoria automatica del trofeo avendo vinto sia la Primera División che la Coppa del Re.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN2269800