Jack Grealish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jack Grealish
Jack Grealish 2021.jpg
Grealish con il Manchester City nel 2021
Nazionalità Irlanda Irlanda
Inghilterra Inghilterra (dal 2016)
Altezza 180 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Manchester City
Carriera
Giovanili
2001-2002Highgate United
2002-2013Aston Villa
Squadre di club1
2013-2014Notts County37 (5)
2014-2021Aston Villa185 (29)[1]
2021-Manchester City28 (3)
Nazionale
2011-2012Irlanda Irlanda U-177 (3)
2012-2013Irlanda Irlanda U-186 (2)
2013-2014Irlanda Irlanda U-216 (1)
2016-2017Inghilterra Inghilterra U-217 (2)
2020-Inghilterra Inghilterra23 (1)
Palmarès
Transparent.png Torneo di Tolone
Oro Francia 2016
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Europa 2020
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 agosto 2022

Jack Peter[2] Grealish (Birmingham, 10 settembre 1995) è un calciatore inglese con cittadinanza irlandese, centrocampista o attaccante del Manchester City e della nazionale inglese. Il suo passaggio dall'Aston Villa al Manchester City, avvenuto nell'estate del 2021 a fronte di un corrispettivo fisso pari a 100 milioni di sterline (117 milioni di euro), ha segnato un record nella storia della Premier League.[3][4]

Dopo aver giocato nelle rappresentative giovanili irlandesi, ha deciso di accettare le convocazioni dell'Inghilterra; con la rappresentativa Under 21 ha vinto il Torneo di Tolone nel 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Inghilterra da genitori di origini irlandesi, quindi in possesso di doppia cittadinanza, nel 2016 ha deciso di rappresentare il suo paese natale.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un'ala sinistra dal fisico strutturato che, grazie alla sua duttilità tattica, può agire anche da trequartista o mezzala. Di piede destro, dispone di una buona visione di gioco e di ottima tecnica individuale.[6] Al contempo, si dimostra particolarmente abile sia nel dribbling sia nel servire assist alle punte.[6][7]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Aston Villa[modifica | modifica wikitesto]

Grealish con la maglia dell'Aston Villa nel 2014.

Cresciuto nel settore giovanile dell'Aston Villa, il 13 settembre 2013 viene mandato in prestito al Notts County, squadra militante in Football League One.[8] Il giorno seguente debutta come professionista nell'incontro di campionato perso contro il MK Dons (3-1).[9] Il 7 dicembre, invece, realizza la sua prima rete in carriera, ai danni del Gillingham (3-1).[10] Il 7 maggio 2014, dopo esser tornato all'Aston Villa, debutta in Premier League nella partita persa contro il Manchester City (4-0).[11] Nella stagione 2014-2015 viene quindi inserito in prima squadra.[12] Il 7 aprile 2015 viene schierato per la prima volta titolare, nel pareggio con il QPR (3-3).[13] Il 30 maggio seguente disputa, sempre da titolare, la finale di FA Cup persa contro l'Arsenal (4-0).[14]

Il 13 settembre 2015 trova la sua prima marcatura di sempre in Premier League, in occasione della sconfitta esterna contro il Leicester City (3-2).[15] Nel novembre dello stesso anno, il calciatore viene messo fuori rosa dal tecnico Rémi Garde, dopo essere stato sorpreso ad una festa in discoteca poche ore dopo una sconfitta dei Villains.[16] A partire dal suo reintegro, datato 8 dicembre 2015, Grealish scende in campo per il resto del campionato solo in occasione di sconfitte dell'Aston Villa, per ben 16 volte, infrangendo così il precedente primato di Sean Thornton con il Sunderland.[17]

A seguito della retrocessione dei Villains in Football League Championship, il 13 agosto 2016 l'inglese fa il suo debutto nella suddetta serie, contribuendo al successo finale sul Rotherham Utd con una rete (3-0).[18] Nel settembre seguente, il calciatore viene multato e sospeso dal club per aver partecipato ad una festa in un hotel di Birmingham, sospesa dalle forza dell'ordine nella prima mattinata.[19][20] Ciononostante, il percorso di crescita maturato successivamente da Grealish gli vale la conquista della fascia di capitano nel corso della medesima annata.[21] Dopo tre anni trascorsi in Football League Championship, al termine della stagione 2018-2019 l'Aston Villa conquista infine la promozione in Premier League ai play-off stagionali.[22]

Nella stagione 2019-2020, più precisamente nel marzo 2020, Grealish viene punito dal proprio club per aver violato le norme di sicurezza imposte dal governo inglese in risposta allo scoppio della pandemia di COVID-19.[23] Il buon rendimento stagionale gli vale comunque l'ottenimento del premio Aston Villa Player of the Season al termine dell'annata.[24] Il 4 ottobre 2020, nel corso della sua ultima stagione in forza ai Villains, Grealish partecipa attivamente al reboante successo per 7-2 di campionato sul Liverpool, realizzando una doppietta e tre assist, a causa dei quali i Reds maturano la loro più ampia sconfitta negli ultimi 57 anni.[25]

Manchester City[modifica | modifica wikitesto]

Grealish in azione con la maglia del Manchester City durante una partita di Champions League nel 2021.

Il 5 agosto 2021 viene ufficializzato il passaggio a titolo definitivo di Grealish al Manchester City, a fronte di un corrispettivo fisso pari a 117 milioni di euro, cifra che lo rende l'acquisto più oneroso nella storia del calcio inglese.[4][3] Debutta con i Citizens due giorni più tardi, in occasione del match di FA Community Shield perso contro il Leicester City (1-0).[26] Debutta in Premier League il 15 agosto seguente, in occasione della sconfitta esterna contro il Tottenham (1-0).[27] Il 21 agosto mette invece a segno il suo primo centro di sempre con il nuovo club, a danno del Norwich City (5-0).[28] Il 15 settembre 2021 fa il suo debutto in UEFA Champions League, bagnando l'esordio con il suo primo centro internazionale, contribuendo al successo casalingo sul RB Lipsia (6-3).[29]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato nelle giovanili della nazionale irlandese, nel 2016 ha partecipato, vincendo, al Torneo di Tolone del 2016 con l'Under-21 inglese. Nel giugno dell'anno successivo viene convocato all'Europeo di categoria disputato in Polonia, tuttavia senza mai esordire.

Il 31 agosto 2020 riceve la sua prima convocazione in nazionale maggiore.[30] L'8 settembre debutta in occasione del pareggio esterno a reti bianche contro la Danimarca in UEFA Nations League.[31]

Nel 2021 viene inserito nella lista dei partecipanti all'Europeo 2020, servendo gli assist per Raheem Sterling ed Harry Kane nelle vittorie per 1-0 contro la Repubblica Ceca, nella fase a gironi, e per 2-0 contro la Germania negli ottavi di finale.[32] Scende in campo anche nella finale, persa contro l'Italia ai calci di rigore.[33]

Il 9 ottobre 2021 realizza il suo primo gol con la selezione inglese in occasione del successo per 0-5 contro Andorra.[34]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 agosto 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-mag. 2014 Inghilterra Notts County FL1 37 5 FACup+CdL 1+0 0 - - - FLT 1 0 39 5
mag. 2014 Inghilterra Aston Villa PL 1 0 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 1 0
2014-2015 PL 17 0 FACup+CdL 6+1 0 - - - - - - 24 0
2015-2016 PL 16 1 FACup+CdL 2+3 0 - - - - - - 21 1
2016-2017 FLC 31 5 FACup+CdL 1+1 0 - - - - - - 33 5
2017-2018 FLC 27+3[35] 3 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 31 3
2018-2019 FLC 31+3[35] 6 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 35 6
2019-2020 PL 36 8 FACup+CdL 0+5 0+2 - - - - - - 41 10
2020-2021 PL 26 6 FACup+CdL 0+1 0+1 - - - - - - 27 7
Totale Aston Villa 185+6 29 22 3 - - - - 213 32
2021-2022 Inghilterra Manchester City PL 26 3 FACup+CdL 4+1 2+0 UCL 7 1 CS 1 0 39 6
2022-2023 PL 2 0 FACup+CdL 0+0 0 UCL 0 0 CS 1 0 3 0
Totale Manchester City 28 3 5 2 7 1 2 0 42 6
Totale carriera 256 37 28 5 7 1 3 0 294 43

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Inghilterra
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
8-9-2020 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 0 Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Ingresso al 76’ 76’
8-10-2020 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Galles Galles Amichevole - Uscita al 75’ 75’
12-11-2020 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole - Uscita al 62’ 62’
15-11-2020 Lovanio Belgio Belgio 2 – 0 Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
18-11-2020 Londra Inghilterra Inghilterra 4 – 0 Islanda Islanda UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
2-6-2021 Middlesbrough Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Austria Austria Amichevole - Uscita al 71’ 71’
6-6-2021 Middlesbrough Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Romania Romania Amichevole -
18-6-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Scozia Scozia Euro 2020 - 1º turno - Ingresso al 63’ 63’
22-6-2021 Londra Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 1 Inghilterra Inghilterra Euro 2020 - 1º turno - Uscita al 68’ 68’
29-6-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Germania Germania Euro 2020 - Ottavi di finale - Ingresso al 63’ 63’
7-7-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 1 dts Danimarca Danimarca Euro 2020 - Semifinale - Ingresso al 69’ 69’ Uscita al 106’ 106’
11-7-2021 Londra Italia Italia 1 – 1 dts
(3 – 2 dtr)
Inghilterra Inghilterra Euro 2020 - Finale - Ingresso al 99’ 99’
2-9-2021 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 4 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 88’ 88’
5-9-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 4 – 0 Andorra Andorra Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 62’ 62’
8-9-2021 Varsavia Polonia Polonia 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2022 -
9-10-2021 Andorra la Vella Andorra Andorra 0 – 5 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2022 1 Ingresso al 73’ 73’
12-10-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Ungheria Ungheria Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 62’ 62’
12-11-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 5 – 0 Albania Albania Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 63’ 63’
26-3-2022 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 62’ 62’
29-3-2022 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Uscita al 62’ 62’
4-6-2022 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 0 Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Ingresso al 62’ 62’
7-6-2022 Monaco di Baviera Germania Germania 1 – 1 Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Ingresso al 72’ 72’
11-6-2022 Wolverhampton Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Italia Italia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Ammonizione al 29’ 29’
Totale Presenze 23 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Aston Villa: 2012-2013

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Manchester City: 2021-2022

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Francia 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 191 (29) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ (EN) Jack Peter Grealish, su findmypast.co.uk.
  3. ^ a b (EN) Jack Grealish: Manchester City sign Aston Villa captain for £100m, su skysports.com. URL consultato il 5 agosto 2021.
  4. ^ a b (EN) Rob Pollard, City seal Grealish deal, su mancity.com. URL consultato il 6 agosto 2021.
  5. ^ (EN) Jack Grealish chooses England over Republic of Ireland, in BBC Sport, 28 settembre 2015.
  6. ^ a b Calcio gaelico, polpacci "oversize", freccette e… Nel mondo di Jack Grealish, su gazzetta.it. URL consultato il 10 luglio 2021.
  7. ^ catenaccioecontropiede.it, https://catenaccioecontropiede.it/grealish/.
  8. ^ (EN) Haber & Grealish join Notts on loan, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  9. ^ (EN) MK Dons 3-1 Notts County, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  10. ^ (EN) Notts County 3-1 Gillingham, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  11. ^ (EN) Manchester City 4-0 Aston Villa, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  12. ^ (EN) Grealish signs new deal with Villa, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  13. ^ (EN) Aston Villa 3-3 Queens Park Rangers, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  14. ^ (EN) Arsenal 4-0 Aston Villa, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  15. ^ (EN) Leicester City 3-2 Aston Villa, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  16. ^ (EN) Garde drops Grealish from first team, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  17. ^ (EN) Aston Villa's Jack Grealish sets unwanted Premier League record, su goal.com. URL consultato il 5 agosto 2021.
  18. ^ (EN) Aston Villa 3-0 Rotherham United, in BBC Sport. URL consultato il 24 settembre 2021.
  19. ^ (EN) Villa investigate Grealish hotel party, in BBC Sport. URL consultato il 24 settembre 2021.
  20. ^ (EN) Jack Grealish suspended for Aston Villa's game against Newcastle, confirms Roberto di Matteo, su skysports.com. URL consultato il 24 settembre 2021.
  21. ^ Calcio gaelico, polpacci "oversize", freccette e… Nel mondo di Jack Grealish, su gazzetta.it. URL consultato il 5 agosto 2021.
  22. ^ (EN) Playoff final: Aston Villa promoted to the Premier League - CBBC Newsround. URL consultato il 24 settembre 2021.
  23. ^ (EN) Club statement, su avfc.co.uk, 30 marzo 2020. URL consultato il 5 agosto 2021 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2020).
  24. ^ (EN) Jack Grealish voted Supporters' and Players' Player of the Year, su avfc.co.uk.
  25. ^ (EN) Villa score seven against Liverpool, in BBC Sport. URL consultato il 5 agosto 2021.
  26. ^ Community Shield: vince il Leicester, il City di Guardiola si arrende solo su rigore, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 21 agosto 2021.
  27. ^ (EN) Pep Guardiola hails 'incredible' Jack Grealish debut for Manchester City, but has worries over Ilkay Gundogan, su Eurosport, 15 agosto 2021. URL consultato il 21 agosto 2021.
  28. ^ (EN) Grealish scores as Man City rout Norwich, in BBC Sport. URL consultato il 21 agosto 2021.
  29. ^ (EN) Martin Hardy, Jack Grealish scores on Champions League debut as Manchester City beat Leipzig in nine-goal thriller. URL consultato il 24 settembre 2021.
  30. ^ (EN) Grealish receives maiden England call-up 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿, su avfc.co.uk. URL consultato il 9 settembre 2020.
  31. ^ (EN) Match Centre: Denmark 0-0 England, su thefa.com. URL consultato il 9 settembre 2020.
  32. ^ Jack Grealish non fa solo spettacolo, cambia anche le partite, su rivistaundici.com, 30 giugno 2021.
  33. ^ Italia campione d'Europa, Inghilterra battuta 4-3 dopo i calci di rigore - LO SPECIALE - Europei 2020, su ANSA.it, 11 luglio 2021. URL consultato il 5 agosto 2021.
  34. ^ (EN) Neil Leigh, Grealish: I'll never forget my first England goal, su mancity.com. URL consultato il 10 ottobre 2021.
  35. ^ a b Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]