Jamie Vardy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jamie Vardy
Jamie Vardy 2018.jpg
Vardy con la nazionale inglese nel 2018
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 179 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Leicester City
Carriera
Giovanili
2002-2003Sheffield Wednesday
2003-2007Stocksbridge P.S.
Squadre di club1
2007-2010Stocksbridge P.S.108 (66)
2010-2011Halifax Town38 (28)
2011-2012Fleetwood Town36 (32)
2012-Leicester City320 (147)
Nazionale
2015-2018Inghilterra Inghilterra26 (7)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 novembre 2021

Jamie Richard Vardy (Sheffield, 11 gennaio 1987) è un calciatore inglese, attaccante del Leicester City.

In carriera ha giocato per vari club minori, prima di affermarsi con la maglia del Leicester City, con cui ha conquistato un campionato inglese di seconda divisione (2013-14), un campionato inglese (2015-16), una Coppa d'Inghilterra (2020-21) e una Community Shield (2021). Con la nazionale inglese, nella quale conta 26 presenze e 7 gol, ha preso parte ad un campionato europeo (2016) e ad un campionato mondiale (2018).

Quando militava nelle serie dilettantistiche del calcio inglese e prima di diventare un calciatore professionista a tutti gli effetti, Vardy ha svolto numerosi lavori, tra cui anche il metalmeccanico in alcune fabbriche di Sheffield.[1][2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ottimo finalizzatore,[1][3] Vardy è un attaccante versatile, capace di ricoprire più ruoli sul fronte offensivo.[4] Molto rapido, dote che lo rende particolarmente efficace nelle ripartenze,[3][4] è stato spesso elogiato per lo spirito di sacrificio e la forza caratteriale.[3][5] Dotato di un ottimo senso della posizione, è abile anche come assist-man.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Vardy (in alto, terzo da destra) allo Stocksbridge Park Steels nel 2007.

Nato a Sheffield, South Yorkshire, Vardy ha iniziato la sua carriera a 16 anni nel settore giovanile dello Stocksbridge Park Steels dopo essere stato rilasciato dallo Sheffield Wednesday. Si fa strada nella squadra delle riserve e debutta in prima squadra nel 2007, dove guadagna 30£ a settimana, sotto la guida del manager Gary Marrow. Dopo un inizio di carriera impressionante, un certo numero di squadre di calcio della Lega si interessano a lui: nel 2009 trascorre una settimana in prova nella squadra Crewe Alexandra. Il passaggio di club non si concretizza e rifiuta inoltre un contratto a breve termine con il Rotherham Utd.

Nel giugno del 2010 Neil Aspin, manager dell'Halifax Town e ammiratore del talento di Vardy, lo acquista per la cifra di 15.000 £. Debutta il 21 agosto 2010 nella partita casalinga contro il Buxton, segnando il gol della vittoria in una partita conclusasi 2-1. Vardy ha avuto una prima stagione di successo con gli ”Shaymen": diventa infatti il capocannoniere del club con 25 reti e viene votato come miglior giocatore della stagione. I suoi goal aiutano la squadra ad assicurarsi il titolo della Northern Premier League della stagione 2010-2011. L'anno successivo inizia il campionato con 3 goal in 4 partite, prima di essere ceduto al Fleetwood Town.

Vardy all'epoca del Fleetwood Town nel 2012.

Dopo poco più di un anno con l'Halifax, Vardy firma per la squadra Fleetwood Town, che milita nella Premier Conference, per una cifra non resa nota. Segna i suoi primi goal con la nuova squadra nella sua terza partita, il 3 settembre contro il Kettering Town, in una vittoria per 3-2. Nel corso della stagione stabilisce un record personale, andando a segno per 6 partite consecutive. Vince inoltre il premio come miglior giocatore della Premier Conference per il mese di novembre. Il 14 aprile il Fleetwood vince il titolo della Premier Conference e ottiene per la prima volta della sua storia la promozione nella Football League. Termina la stagione con 31 goal, diventando così il capocannoniere della Conference Premier.

Leicester City[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2012 viene acquistato dal Leicester, squadra militante nella Championship, per 1 milione di sterline. Mai, fino a quel momento, un calciatore militante nel calcio dilettantistico inglese era stato pagato una cifra così alta.[6] Nella sua prima stagione totalizza 29 presenze e 5 gol.

Nella stagione 2013-2014 trascina le Foxes alla promozione in Premier League e alla vittoria della Football League Championship, grazie ai 16 gol segnati in 37 partite di campionato.

Il 31 agosto 2014 esordisce in massima serie, nella partita pareggiata per 1-1 contro l'Arsenal. Il 21 settembre seguente realizza la sua prima rete in Premier League, nella vittoria per 5-3 contro il Manchester Utd. Termina la prima stagione di campionato con 34 presenze e 5 gol, oltre a 2 presenze in FA Cup.

Nella stagione 2015-2016 la guida del Leicester passa al tecnico italiano Claudio Ranieri. Vardy trova molto spazio nelle strategie di gioco del nuovo allenatore: va a segno per undici partite di campionato consecutive (13 reti realizzate), superando il record di gol segnati in partite consecutive di Premier League appartenente a Ruud van Nistelrooij[7], e conclude la stagione con 24 reti in 35 presenze in campionato, secondo solo al centravanti del Tottenham Harry Kane. Nella stessa stagione Vardy trascina il Leicester in vetta alla classifica, dapprima portandola alla qualificazione alla fase a gironi della UEFA Champions League, poi, grazie al pareggio fra Chelsea e Tottenham, a una clamorosa vittoria del titolo di campione d'Inghilterra.[8] Inserito, insieme a tre compagni di squadra, nella Squadra dell'anno della Premier League;[9] si aggiudica, qualche giorno più tardi, il premio Calciatore dell'anno della Premier League.[10]

Nella stagione 2016-2017, condizionata dall'impegno in UEFA Champions League, il Leicester delude in campionato. Il 10 dicembre 2016 Vardy riesce a siglare una tripletta contro il Manchester City (4-2), dopo un lungo periodo senza reti.[11] Il 22 febbraio 2017 trova la sua prima rete nelle competizioni europee nella partita persa per 2-1 con il Siviglia, valevole per l'andata degli ottavi di finale di Champions.[12] Successivamente, con l'esonero di Claudio Ranieri e l'arrivo di Craig Shakespeare, il Leicester si riprende anche in campionato, concludendo la stagione in crescendo. Negli ultimi tre mesi stagionali Vardy disputa 11 partite e realizza 8 gol, che lo fanno arrivare a quota 13 marcature in campionato. Va in gol anche nel quarto di finale di ritorno contro l'Atlético Madrid, squadra che tuttavia elimina gli inglesi.

Vardy con la maglia del Leicester City nel 2017.

Nella stagione 2017-2018 inizia con una doppietta nella partita persa per 4-3 sul campo dell'Arsenal alla prima giornata di campionato. Ad ottobre ottiene la duecentesima presenza con il club, in casa contro il West Bromwich, e segna, in casa contro l'Everton, il primo gol nella prima partita della gestione di Claude Puel, nominato nuovo allenatore del Leicester qualche giorno prima. A dicembre realizza la sua cinquantesima rete in Premier League, contro il Manchester Utd. Con la doppietta all'ultima giornata sul campo del Tottenham (vittorioso per 5-4), raggiunge i 20 gol in Premier League per la seconda stagione di fila; il totale di reti stagionale è di 23 in 42 presenze. Vince il premio "Gol della stagione della BBC" per la pregevole rete realizzata contro il West Bromwich.

Nell'agosto 2018 rinnova per altri quattro anni il proprio contratto con il Leicester. Esordisce nella stagione 2018-2019 subentrando dalla panchina nella partita persa per 2-1 sul campo del Manchester Utd, realizzando un gol al 2' di recupero. Nel marzo 2019 segna il suo centesimo gol con la maglia del Leicester, in occasione della doppietta realizzata in casa contro il Fulham, battuto per 3-1. Il 28 aprile seguente, con la doppietta nella vittoriosa gara casalinga contro l'Arsenal (3-0), si porta a quota 100 reti con la maglia delle Foxes in Premier League. I suoi gol totali saranno 18 in 36 presenze stagionali.

La stagione 2019-2020 vede Vardy in forma realizzativa ancora migliore. Il 4 luglio, dopo la ripresa del campionato, interrotto qualche mese prima per via della pandemia di COVID-19, segna il centesimo e il centunesimo gol in Premier League, contro il Crystal Palace, battuto per 3-0. Diviene così, all'età di 33 anni, il primo calciatore del Leicester a mettere a segno 100 gol in Premier League e il ventinovesimo giocatore nella storia del torneo a tagliare questo traguardo,[13] nonché il più anziano debuttante in Premier League (all'età di 27 anni e 232 giorni) a riuscire nell'impresa.[13] Con 23 reti si laurea capocannoniere della Premier League per la prima volta in carriera, il più anziano giocatore a ottenere questo titolo.[14] Il 26 agosto rinnova fino al 2023 il proprio contratto con il Leicester.

Nella stagione 2020-2021 mette a segno nove reti nelle prime dieci partite di campionato, realizzando una doppietta alla prima giornata al The Hawthorns, nella vittoria per 0-3 contro il West Bromwich, ed una tripletta alla terza, nella vittoria per 2-5 contro il Manchester City nella trasferta al City of Manchester Stadium. L'8 ottobre 2020, dopo aver segnato al 90' la rete della vittoria contro lo Sheffield Utd, esulta distruggendo in scivolata l'asta della bandierina d'angolo, che nell'occasione portava i colori arcobaleno, per celebrare l'avvio dell'annuale campagna Rainbow Laces, appoggiata dalla FA, per contrastare l'omofobia nello sport:[15][16] regala quindi la stessa bandierina con un messaggio di sostegno al Foxes Pride, gruppo di tifosi LGBT della squadra, vittima di commenti omofobi sui social network, il giorno successivo all'esultanza.[17][18][19] Il 15 maggio 2021 disputa la finale di FA Cup, vinta per 1-0 dal Leicester contro il Chelsea, e diviene il primo calciatore ad aver giocato in ogni turno della competizione, inclusi i turni preliminari.

La stagione 2021-2022 inizia con la vittoria del Community Shield per 1-0 sul Manchester City.[20]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Vardy in azione con la maglia dell'Inghilterra al campionato del mondo 2018.

Il 7 giugno 2015, a 28 anni, ha fatto il suo esordio con la maglia della nazionale inglese, nell'amichevole pareggiata per 0-0 contro l'Irlanda, subentrando a Wayne Rooney al 75º minuto di gioco. Il 26 marzo 2016, nella sua quinta presenza in nazionale, realizza il suo primo gol contro la Germania con un colpo di tacco al volo, portando l'Inghilterra sul momentaneo 2-2; la partita finirà 3-2 per la sua squadra.[21]

Viene convocato per il campionato d'Europa del 2016 in Francia.[22] Segna il suo primo goal nella competizione continentale nel derby britannico contro il Galles vinto per 2-1.[23] L'Inghilterra passerà poi il girone come seconda, dietro proprio ai gallesi,[24] per poi essere a sorpresa eliminata dall'Islanda per 2-1.[25] Viene convocato dal commissario tecnico Gareth Southgate per il campionato del mondo del 2018 in Russia, dove colleziona cinque presenze, nel percorso che porta la nazionale inglese fino alle semifinali. Nell'agosto successivo annuncia il proprio ritiro dalla nazionale, dichiarando che risponderà ad eventuali convocazioni solo in caso di estrema necessità.[26]

Vicende extra-campo[modifica | modifica wikitesto]

Quando era tesserato allo Stockbridge, a causa di una colluttazione in un pub, e successiva condanna, è stato costretto per circa sei mesi ad indossare, anche durante partite ed allenamenti, una cavigliera elettronica.[27][28]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 28 novembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Inghilterra Stocksbridge PS CS 35 18 - - - - - - - - - 35 18
2008-2009 CS 34 25 - - - - - - - - - 34 25
2009-2010 CS 38 23 - - - - - - - - - 38 23
Totale Stocksbridge PS 107 66 - - - - - - 107 66
2010-2011 Inghilterra Halifax Town NPL 37 27 FACup 3 1 - - - FT 1 1 41 29
2011-2012 Inghilterra Fleetwood Town CP 36 31 FACup 6 3 - - - - - - 42 34
2012-2013 Inghilterra Leicester City FLC 26 4 FACup+CdL 2+1 0+1 - - - - - - 29 5
2013-2014 FLC 37 16 FACup+CdL 1+3 0 - - - - - - 41 16
2014-2015 PL 34 5 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 36 5
2015-2016 PL 36 24 FACup+CdL 1+1 0 - - - - - - 38 24
2016-2017 PL 35 13 FACup+CdL 2+1 0 UCL 9 2 CS 1 1 48 16
2017-2018 PL 37 20 FACup+CdL 3+2 2+1 - - - - - - 42 23
2018-2019 PL 34 18 FACup+CdL 0+2 0 - - - - - - 36 18
2019-2020 PL 35 23 FACup+CdL 1+4 0 - - - - - - 40 23
2020-2021 PL 34 15 FACup+CdL 4+0 0 UEL 4 2 - - - 42 17
2021-2022 PL 12 9 FACup+CdL 0 0 UEL 3 0 CS 1 0 15 7
Totale Leicester City 320 147 30 4 16 4 2 1 368 156
Totale carriera 500 271 39 8 16 4 3 2 558 285

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Inghilterra
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-6-2015 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
5-9-2015 Serravalle San Marino San Marino 0 – 6 Inghilterra Inghilterra Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Estonia Estonia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 82’ 82’
12-10-2015 Vilnius Lituania Lituania 0 – 3 Inghilterra Inghilterra Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 79’ 79’
26-3-2016 Berlino Germania Germania 2 – 3 Inghilterra Inghilterra Amichevole 1 Ingresso al 71’ 71’
29-3-2016 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole 1
22-5-2016 Manchester Inghilterra Inghilterra 2 – 1 Turchia Turchia Amichevole 1
2-6-2016 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 66’ 66’
16-6-2016 Lens Inghilterra Inghilterra 2 – 1 Galles Galles Euro 2016 - 1º turno 1 Ingresso al 46’ 46’
20-6-2016 Saint-Étienne Slovacchia Slovacchia 0 – 0 Inghilterra Inghilterra Euro 2016 - 1º turno -
27-6-2016 Nizza Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Islanda Islanda Euro 2016 - Ottavi di finale - Ingresso al 60’ 60’
8-10-2016 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 74’ 74’
11-11-2016 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 74’ 74’
15-11-2016 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 2 Spagna Spagna Amichevole 1 Uscita al 67’ 67’
22-3-2017 Dortmund Germania Germania 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Uscita al 70’ 70’
26-3-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Lituania Lituania Qual. Mondiali 2018 1 Ingresso al 60’ 60’
1-9-2017 Ta' Qali Malta Malta 0 – 4 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 69’ 69’
11-11-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Germania Germania Amichevole - Uscita al 86’ 86’
14-11-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 75’ 75’
23-3-2018 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
27-3-2018 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Italia Italia Amichevole 1 Uscita al 70’ 70’
7-6-2018 Leeds Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Uscita al 61’ 61’
24-6-2018 Nižnij Novgorod Inghilterra Inghilterra 6 – 1 Panama Panama Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 63’ 63’
28-6-2018 Kaliningrad Inghilterra Inghilterra 0 – 1 Belgio Belgio Mondiali 2018 - 1º turno -
3-7-2018 Mosca Colombia Colombia 1 – 1 dts
(3 – 4 dtr)
Inghilterra Inghilterra Mondiali 2018 - Ottavi di finale - Ingresso al 88’ 88’
11-7-2018 Mosca Croazia Croazia 2 – 1 dts Inghilterra Inghilterra Mondiali 2018 - Semifinale - Ingresso al 112’ 112’
Totale Presenze 26 Reti 7

Record[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Halifax Town: 2010-2011
Fleetwood Town: 2011–2012
Leicester City: 2013-2014
Leicester City: 2015-2016
Leicester City: 2020-2021
Leicester City: 2021

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011-2012 (31 reti)
2016
2016, 2020
2019-2020 (23 reti)

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Luciano Cremona, Leicester, Vardy da operaio a uomo record, su sportmediaset.mediaset.it, Sport Mediaset, 29 novembre 2015. URL consultato il 26 aprile 2016.
  2. ^ Mario Agostino, Vardy, l'operaio del gol, su avvenire.it, Avvenire, 5 dicembre 2015. URL consultato il 4 maggio 2016.
  3. ^ a b c d (EN) Stuart James, Leicester’s Jamie Vardy scales new heights with England call-up, su theguardian.com, The Guardian, 21 maggio 2015. URL consultato il 26 aprile 2016.
  4. ^ a b Stefano Chioffi, Vardy, dai dilettanti alla maglia dell'Inghilterra, su corrieredellosport.it, Corriere dello Sport - Stadio, 9 ottobre 2015. URL consultato il 26 aprile 2016.
  5. ^ (EN) JJ Bull, Players of the season: Why Jamie Vardy is the real deal, su telegraph.co.uk, The Daily Telegraph, 26 marzo 2016. URL consultato il 26 aprile 2016.
  6. ^ http://m.calcionews24.com/ufficiale-leicester-preso-vardy-234808.html
  7. ^ Premier: il Leicester di Ranieri è in vetta, riscatto Mourinho, cade Wenger, su gazzetta.it. URL consultato il 21 novembre 2015.
  8. ^ Calcio: Tottenham pareggia con Chelsea, Leicester di Ranieri Campione!, su it.euronews.com.
  9. ^ (EN) PFA awards: Leicester and Spurs dominate Premier League team, su BBC Sport, 21 aprile 2016.
  10. ^ (EN) Jamie Vardy named Football Writers' Association Footballer of the Year 2015/16, su Sky Sports, 2 maggio 2016.
  11. ^ Ranieri esulta, il Leicester ha ritrovato Vardy: 3 tiri e 3 goal per Jamie, in Goal.com, 10 dicembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2016.
  12. ^ Simone Lorini, Il Leicester la riapre: a Siviglia il primo gol in Champions di Vardy, su TUTTOmercatoWEB, 22 febbraio 2017. URL consultato il 23 febbraio 2017.
  13. ^ a b (EN) Vardy joins Premier League 100-goal club & becomes first Leicester player to achieve that feat, su Goal, 4 luglio 2020.
  14. ^ (EN) Premier League Golden Boot: Leicester City's Jamie Vardy wins with 23 goals, BBC Sport, 26 luglio 2020.
  15. ^ (EN) Jordan Blackwell, What happened after Vardy shattered the corner flag – missed moments, su LeicestershireLive, 7 dicembre 2020. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  16. ^ (FR) Le joueur de foot britannique Jamie Vardy explose un drapeau arc-en-ciel, les internautes se déchaînent, su Têtu, 7 dicembre 2020. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  17. ^ Il regalo ha smentito chi, strumentalizzando, attribuiva al gesto di esultanza un significato di dissenso di Jamie Vardy rispetto al riconoscimento dei diritti delle persone LGBT. (EN) Reuters Staff, Vardy shows support for LGBT fans with message on rainbow corner flag, in Reuters, 9 dicembre 2020. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  18. ^ (EN) Jamie Vardy gifts rainbow corner flag to Leicester LGBT+ fans group with goodwill message, su Sky Sports. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  19. ^ (EN) Alex Reimer, Premier League striker writes supportive note to LGBTQ fans after shattering rainbow flag, su Outsports, 9 dicembre 2020. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  20. ^ Sky Sport, Al Manchester City sfugge anche il Community Shield, su sport.sky.it. URL consultato il 7 agosto 2021.
  21. ^ Gianluca Apicella, Premier League: La leggenda di Jamie Vardy, su Magazine Pragma, 28 novembre 2015. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  22. ^ (EN) Roy Hodgson confirms final squad for UEFA EURO 2016, su thefa.com. URL consultato il 31 maggio 2016.
  23. ^ Simone Eterno, Euro 2016 - Vardy e Sturridge! La panchina salva Hodgson: Inghilterra batte Galles 2-1, su Yahoo! Sport, 16 giugno 2016. URL consultato il 27 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2016).
  24. ^ Nicola Ianniello, #Euro2016, sorpresa Galles: vince il girone B. Inghilterra seconda, Russia out, su RaiNews, 20 giugno 2016. URL consultato il 27 giugno 2016.
  25. ^ Inghilterra-Islanda 1-2, clamorosa impresa, su Quotidiano.net, 27 giugno 2016. URL consultato il 27 giugno 2016.
  26. ^ Inghilterra, Vardy e Cahill annunciano l'addio alla Nazionale, in Goal.com. URL consultato il 27 agosto 2018.
  27. ^ Vardy, una storia da film: da operaio a stella del calcio, su Corriere della Sera. URL consultato il 3 maggio 2016.
  28. ^ Premier League, trionfa la working class. Un ex operaio capocannoniere e il West Ham terzo in classifica, su Il Fatto Quotidiano, 27 ottobre 2015. URL consultato il 3 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5668148209312700460000 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016151433