Claude Puel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claude Puel
Claude Puel.jpg
Nazionalità Francia Francia
Altezza 178 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Southampton
Ritirato 1996 - giocatore
Carriera
Giovanili
1970-1977 Castres
1977-1979 Monaco
Squadre di club1
1979-1996 Monaco 488 (4)
Carriera da allenatore
1999-2002 Monaco
2002-2008 Lilla
2008-2011 O. Lione
2012-2016 Nizza
2016- Southampton
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 giugno 2016

Claude Puel (Castres, 2 settembre 1961) è un allenatore di calcio ed ex calciatore francese, di ruolo centrocampista, attualmente alla guida tecnica del Southampton.

È il padre di Grégoire Puel.

Carriera da Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Come calciatore trascorre 17 anni nelle file del Monaco. Con la squadra monegasca collezionò in totale 601 presenze (488 in campionato) dal 1979 al 1996. Prima del suo incarico come allenatore del Monaco, inizia facendo il preparatore fisico e l'allenatore della seconda squadra dei monegaschi.

Carriera da Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

AS Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 1999 diviene allenatore del Monaco, con cui conquista il titolo di Ligue 1 nel 2000 grazie anche a giocatori come Ludovic Giuly,David Trezeguet,Marco Simone e Marcelo Gallardo. Successivamente si impone anche nella Supercoppa di Lega nello stesso anno. Nel Giugno del 2001, dopo un 11° posto in campionato, il contratto non gli fu rinnovato.

Lille OSC[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2002 è ingaggiato dal Lille. Durante la sua tappa nel Lille porta la squadra alla secondo posto in Ligue 1 e ad arrivare agli ottavi di finale della Champions League. Puel polemizzò il 20 febbraio 2007 in Champions League durante la partita contro il Manchester United dopo che Giggs realizzò un gol rapidamente su calcio di punizione senza il fischio dell'arbitro e per questo episodio sollecitò ai suoi giocatori di lasciare il campo per protesta cosa che non avvenne ma che comunque fece definire da Sir Alex Ferguson come episodio «vergognoso» e da «intimidazione all'arbitro».

Olympique Lione[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2008 diventa il nuovo allenatore del Lione firmando un contratto di 4 anni con il club sette volte campione di Francia. Riuscì ad arrivare alle semifinali di Champions League nella stagione 2009-2010 però in campinato non riuscì a vincere il titolo dopo anni di dominio, raggiungendo il secondo posto seguito dal terzo posto l'anno successivo e questo gli fu fatale nel corso della sua esperienza lionese. Dopo tre anni di militanza, il 15 giugno 2011 viene ufficializzato il suo divorzio dal club di Lione.

OGC Nizza[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2012 firma un contratto di tre anni con il Nizza per due anni. Dopo una stagione abbastanza positiva, porta la squadra al quarto posto in Ligue 1 classificandola per l'Europa League della seguente stagione, e un notevole miglioramento rispetto alla stagione precedente che vide il Nizza concludere tredicesimo.Ottiene lo stesso piazzamento anche nella sua ultima stagione in costa Azzurra.

Southampton[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 giugno 2016 diventa il nuovo allenatore del Southampton.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Monaco: 1979-1980, 1984-1985. 1990-1991
Monaco: 1981-1982, 1987-1988
Monaco: 1985

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Monaco: 1999-2000
Monaco: 2000
Lilla: 2004

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior allenatore della Ligue 1: 2000, 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SOUTHAMPTON FC | Claude Puel appointed Southampton's First Team Manager, saintsfc.co.uk. URL consultato il 30 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]