Division 1 1999-2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Division 1 1999-2000
Competizione Division 1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 62ª
Organizzatore LFP
Date dal 30 luglio 1999
al 13 maggio 2000
Luogo Francia Francia
Partecipanti 18
Formula Girone unico
Sito web lfp.fr
Risultati
Vincitore Monaco
(7º titolo)
Retrocessioni Nancy
Le Havre
Montpellier
Statistiche
Miglior giocatore Argentina Marcelo Gallardo
Miglior marcatore Brasile Sonny Anderson (23)
Incontri disputati 306
Gol segnati 787 (2,57 per incontro)
Pubblico 13 648 226
(44 602 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1998-1999 2000-2001 Right arrow.svg

La Division 1 1999-2000 è stata la 62ª edizione della massima serie del campionato francese di calcio, disputato tra il 30 luglio 1999 e il 13 maggio 2000 e concluso con la vittoria del Monaco, al suo settimo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Sonny Anderson (Monaco), con 23 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Vincendo le prime tre partite il Paris Saint-Germain fu la prima squadra a portarsi al comando solitario della classifica[1]. I parigini furono raggiunti dal gruppo delle inseguitrici alla quinta[2] e alla settima giornata[3], finché nei turni successivi si alternarono alla vetta l'Auxerre[4] e l'Olympique Lione[5]. Alla quattordicesima giornata il Monaco prese il comando della classifica[6], inizialmente assieme all'Olympique Lione, quindi in solitaria dalla settimana successiva. Nei turni seguenti i monegaschi presero il largo, concludendo il girone di andata con cinque punti di vantaggio sul Lione[7].

All'inizio del girone di andata il Paris Saint-Germain tentò un avvicinamento sul Monaco, che aveva perso le prime due partite[8], ma la capolista riprese subito l'andatura arrivando alla ventiduesima a +10 dalle inseguitrici[9] e assicurandosi il titolo con tre gare di anticipo[10]. Nelle posizioni immediatamente successive, PSG e Olympique Lione si diedero battaglia per la qualificazione alla fase a gironi della Champions League, con i parigini che prevalsero all'ultimo turno[11].

La lotta per non retrocedere vide coinvolte alcune delle protagoniste di quegli anni: se il Lens si mise al riparo grazie a una rimonta nel finale, il Nantes e l'Olympique Marsiglia ottennero una salvezza stentata, con questi ultimi raggiunti all'ultimo turno da un Nancy svantaggiato dalla differenza reti[11]. I loreni accompagnarono nella caduta in seconda divisione Montpellier e Le Havre, arresesi anch'esse nelle ultime giornate.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Auxerre dettagli Auxerre Stadio dell'Abbé-Deschamps 14º posto in Division 1
Bastia dettagli Bastia Stadio Armand Cesari 13º posto in Division 1
Bordeaux dettagli Bordeaux Parc Lescure Campione di Francia
Le Havre dettagli Le Havre Stadio Jules-Deschaseaux 15º posto in Division 1
Lens dettagli Lens Stadio Félix-Bollaert 6º posto in Division 1
Metz dettagli Metz Stadio Saint-Symphorien 10º posto in Division 1
Monaco dettagli Principato di Monaco Stadio Louis II 4º posto in Division 1
Montpellier dettagli Montpellier Stade de La Mosson 8º posto in Division 1
Nancy dettagli Nancy Stadio Marcel Picot 11º posto in Division 1
Nantes dettagli Nantes Stadio della Beaujoire 7º posto in Division 1
Olympique Lione dettagli Lione Stadio di Gerland 3º posto in Division 1
Olympique Marsiglia dettagli Marsiglia Stadio Vélodrome 2º posto in Division 1
Paris Saint-Germain dettagli Parigi Parco dei Principi 9º posto in Division 1
Rennes dettagli Rennes Stade de la Route de Lorient 5º posto in Division 1
Saint-Étienne dettagli Saint-Étienne Stadio Geoffroy-Guichard 1º posto in Division 2
Sedan dettagli Sedan Stadio Louis Dugauguez 2º posto in Division 2
Strasburgo dettagli Strasburgo Stadio della Meinau 12º posto in Division 1
Troyes dettagli Troyes Stadio dell'Aubeu 3º posto in Division 2

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Monaco 65 34 20 5 9 69 38 +31
2. Paris Saint-Germain 58 34 16 10 8 54 40 +14
3. Olympique Lione 56 34 16 8 10 45 42 +3
4. Bordeaux 54 34 15 9 10 52 40 +12
5. Lens 49 34 14 7 13 42 41 +1
6. Saint-Étienne 48 34 13 9 12 46 47 -1
7. Sedan 48 34 13 9 12 43 44 -1
8. Auxerre 47 34 13 8 13 37 39 -2
9. Strasburgo 46 34 13 7 14 42 52 -10
10. Bastia 45 34 11 12 11 43 39 +4
11. Metz 44 34 9 17 8 38 33 +5
12. Nantes 43 34 12 7 15 39 40 -1
13. Rennes 43 34 12 7 15 44 48 -4
14. Troyes 43 34 13 4 17 36 52 -16
15. Olympique Marsiglia 42 34 9 15 10 45 45 0
1downarrow red.svg 16. Nancy 42 34 11 9 14 43 45 -2
1downarrow red.svg 17. Le Havre 34 34 9 7 18 30 52 -22
1downarrow red.svg 18. Montpellier 31 34 7 10 17 39 50 -11

Legenda:

      Campione di Francia e ammessa alla UEFA Champions League 2000-2001.
      Ammessa alla UEFA Champions League 2000-2001.
      Ammesse alla Coppa UEFA 2000-2001.
      Ammesse alla Coppa Intertoto 2000-2001.
      Retrocesse in Division 2 2000-2001.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:

  • Differenza reti generale.
  • Reti realizzate in generale.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Association Sportive de Monaco Football Club 1999-2000.
Formazione tipo Giocatori (presenze)[12]
Francia Fabien Barthez (24)
Messico Rafael Márquez (23)
Francia Philippe Christanval (25)
Francia Willy Sagnol (26)
Belgio Philippe Léonard (19)
Portogallo Costinha (28)
Francia Sabri Lamouchi (32)
Francia Ludovic Giuly (33)
Argentina Marcelo Gallardo (28)
Italia Marco Simone (34)
Francia David Trézéguet (30)
Altri giocatori: Martin Djetou (22), John Arne Riise (21), Dado Pršo (20), Pablo Contreras (17), Pontus Farnerud (15), Moussa N'Diaye (13), Sylvain Legwinski (10), Wagneau Eloi (9), Bruno Irles (8), David Di Tommaso (7), Tony Sylva (6), Christophe Pignol (5), Jean-Marie Aubry (4), Julien Rodriguez (2), Salif Diao (1), Grégory Lacombe (1), Patrice Luzi (1).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————
PSGPSGO.
Lione
AuxerreO.
Lione
Monaco
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª

Record[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Monaco (20)
  • Minor numero di sconfitte: Paris Saint-Germain (8)
  • Migliore attacco: Monaco (69)
  • Miglior difesa: Metz (33)
  • Miglior differenza reti: Monaco (+31)
  • Maggior numero di pareggi: Metz (17)
  • Minor numero di pareggi: Troyes (4)
  • Maggior numero di sconfitte: Le Havre (18)
  • Minor numero di vittorie: Montpellier (7)
  • Peggior attacco: Le Havre (30)
  • Peggior difesa: Le Havre, Troyes, Strasburgo (52)
  • Peggior differenza reti: Le Havre (-22)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
23 Brasile Sonny Anderson Olympique Lione
22 Francia David Trézéguet Monaco
21 Italia Marco Simone Monaco
16 Brasile Christian Paris Saint-Germain
16 RD del Congo Shabani Nonda Rennes
15 Brasile Alex Dias Saint-Étienne
15 Irlanda Tony Cascarino Nancy
14 Francia Stéphane Guivarc'h Auxerre
14 Francia Lilian Laslandes Auxerre
13 Francia Antoine Sibierski Nantes
13 Francia Sylvain Wiltord Bordeaux
11 Francia Frédéric Née Bastia
10 Jugoslavia Slađan Đukić Troyes

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]