Division 1 1998-1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Division 1 1998-1999
Competizione Division 1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 62ª
Organizzatore LFP
Date dal 7 agosto 1998
al 29 maggio 1999
Luogo Francia Francia
Partecipanti 18
Formula Girone all'italiana A/R
Sito web lfp.fr
Risultati
Vincitore Bordeaux
(5º titolo)
Retrocessioni Lorient
Sochaux
Tolosa
Statistiche
Miglior giocatore Algeria Ali Benarbia
Miglior marcatore Francia Sylvain Wiltord (22)
Incontri disputati 306
Gol segnati 722 (2,36 per incontro)
Pubblico 12 056 660
(39 401 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1997-1998 1999-2000 Right arrow.svg

La Division 1 1998-1999 è stata la 62ª edizione della massima serie del campionato francese di calcio, disputata tra il 7 agosto 1998 e il 29 maggio 1999 e concluso con la vittoria del Bordeaux, al suo quinto titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Sylvain Wiltord (Bordeaux) con 21 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al ruolo di primo piano nel ranking UEFA[1], il campionato poté beneficiare di un'ulteriore riforma apportata dalla UEFA sul formato delle proprie competizioni: l'accesso alla fase a gironi della Champions League fu esteso alla seconda classificata, con la terza che avrebbe invece ottenuto la qualificazione per il turno preliminare. L'abolizione della Coppa delle Coppe e la conseguente decisione di qualificare la vincitrice della coppa nazionale in Coppa UEFA comportò inoltre la riduzione della zona valida per l'accesso diretto alla terza competizione europea, appannaggio della quarta classificata. Le tre squadre successive avrebbero infine guadagnato il diritto a disputare l'Intertoto.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Con una striscia di cinque risultati utili consecutivi, il Bordeaux tentò una prima fuga[2]: inizialmente inseguito dall'Olympique Lione[3], dall'ottava giornata si fece avanti l'Olympique Marsiglia, che diede avvio a una lotta al vertice che caratterizzò l'andamento dell'intero campionato: effettuato il sorpasso all'undicesimo turno[4], i marsigliesi mantennero il primato fino alla quindicesima giornata, concludendo poi il girone di andata a pari merito con i girondini[5].

In apertura del girone di ritorno l'Olympique Marsiglia, sebbene sconfitto per 4-1 nello scontro diretto a Bordeaux[6], sembrò essere in grado di mantenere il primato, ma nelle giornate successive le due squadre si alternarono in vetta alla classifica fino alla terzultima[7], quando una vittoria in rimonta del Bordeaux contro i campioni uscenti del Lens e il recupero del Paris Saint-Germain contro l'Olympique Marsiglia lanciarono definitivamente i girondini verso il titolo. Decisivo, per il verdetto finale, fu l'andamento dell'ultima giornata: mentre i marsigliesi mantennero il vantaggio acquisito contro il Nantes fino al fischio finale[8], il Bordeaux si fece rimontare due volte dal Paris Saint-Germain, risolvendo definitivamente l'incontro con un gol di Pascal Feindouno allo scadere[9].

All'Olympique Marsiglia rimase quindi la qualificazione diretta in Champions League mentre l'Olympique Lione ottenne l'accesso ai preliminari della massima competizione europea prevalendo sul Monaco, che poté beneficiare dell'unico posto valevole per la qualificazione in Coppa UEFA mediante classifica. In Intertoto ebbero accesso il Rennes e il Montpellier assieme al Metz, quest'ultimo per rinuncia del Paris Saint-Germain[10].

Vincendo all'ultima giornata contro un Rennes ancora in corsa per i preliminari di Champions League, l'Auxerre superò il Lorient, che retrocesse per via della peggior differenza reti nei confronti del Le Havre[11]. Chiusero la classifica il Sochaux ed il Tolosa, arresesi rispettivamente con 90[12] e 180 minuti di anticipo[7].

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Bordeaux 72 34 22 6 6 66 29 +37
2. Olympique Marsiglia 71 34 21 8 5 56 28 +28
3. Olympique Lione 63 34 18 9 7 51 31 +20
4. Monaco 62 34 18 8 8 52 32 +20
5. Rennes 59 34 17 8 9 45 38 +7
6. Lens 49 34 14 7 13 45 38 +7
7. Nantes 48 34 12 12 10 40 34 +6
8. Montpellier 43 34 11 10 13 53 50 +3
9. Paris Saint-Germain 39 34 10 9 15 34 35 -1
10. Metz 39 34 9 12 13 28 37 -9
11. Nancy 39 34 10 9 15 35 45 -10
12. Strasburgo 38 34 8 14 12 30 36 -6
13. Bastia 38 34 10 8 16 37 46 -9
14. Auxerre 37 34 9 10 15 40 45 -5
15. Le Havre 35 34 8 11 15 23 38 -15
1downarrow red.svg 16. Lorient 35 34 8 11 15 33 49 -16
1downarrow red.svg 17. Sochaux 33 34 6 15 13 30 54 -24
1downarrow red.svg 18. Tolosa 29 34 6 11 17 24 53 -29

Legenda:

      Campione di Francia e ammessa alla UEFA Champions League 1999-2000.
      Ammessa alla UEFA Champions League 1999-2000.
      Ammesse alla Coppa UEFA 1999-2000.
      Ammesse alla Coppa Intertoto 1999.
      Retrocesse in Division 2 1999-2000.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:

  • Differenza reti generale.
  • Reti realizzate in generale.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Football Club des Girondins de Bordeaux 1998-1999.
Formazione tipo Giocatori (presenze)[13]
Francia Ulrich Ramé (32)
Francia Hervé Alicarte (29)
Jugoslavia Niša Saveljić (25)
Francia Romain Ferrier (22)
Francia François Grenet (23)
Francia Michel Pavon (29)
Costa d'Avorio Lassina Diabaté (30)
Francia Johan Micoud (31)
Algeria Ali Benarbia (25)
Francia Sylvain Wiltord (33)
Francia Lilian Laslandes (33)
Altri giocatori: Víctor Torres Mestre (24), Kodjo Afanou (19), Bruno Da Rocha (19), Kaba Diawara (17), Kiki Musampa (17), David Jemmali (13), Iván Pérez Muñoz (11), Ivan Vukomanović (8), Pascal Feindouno (3), Marc Delaroche (2), Cédric Anselin (1), Pascal Philippe (1).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————
BordeauxO. MarsigliaBordeauxO.
Marsiglia
OMBordeauxOMBordeauxOMBordeaux
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Bordeaux (22)
  • Minor numero di sconfitte: Olympique Marsiglia (5)
  • Migliore attacco: Bordeaux (66)
  • Miglior difesa: Olympique Marsiglia (28)
  • Miglior differenza reti: Bordeaux (+37)
  • Maggior numero di pareggi: Sochaux (15)
  • Minor numero di pareggi: Bordeaux (6)
  • Maggior numero di sconfitte: Tolosa (17)
  • Minor numero di vittorie: Sochaux, Tolosa (6)
  • Peggior attacco: Le Havre (23)
  • Peggior difesa: Sochaux (54)
  • Peggior differenza reti: Tolosa (-29)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
22   Francia Sylvain Wiltord Bordeaux
17   Francia Alain Caveglia Olympique Lione
15   Francia Lilian Laslandes Bordeaux
15   RD del Congo Shabani Nonda Rennes
14   Francia Florian Maurice Olympique Marsiglia
13   Italia Fabrizio Ravanelli Olympique Marsiglia
12   Irlanda Tony Cascarino Nancy
12   Francia David Trézéguet Monaco
11   Nigeria Victor Ikpeba Monaco
11   Francia Frédéric Née Bastia
11   Francia Laurent Robert Montpellier
11   Francia Bruno Rodriguez Metz
Paris Saint-Germain

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]