Division 1 1963-1964

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Division 1 1963-1964
Competizione Division 1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 26ª
Organizzatore LFP
Date dal 1º settembre 1963
al 7 giugno 1964
Luogo Francia Francia
Partecipanti 18
Formula Girone unico
Sito web lfp.fr
Risultati
Vincitore Saint-Étienne
(2º titolo)
Retrocessioni RC Parigi
Stade Reims
Nizza
Statistiche
Miglior marcatore Algeria Ahmed Oudjani (30)
Incontri disputati 306
Gol segnati 977 (3,19 per incontro)
Pubblico 5 882 546
(19 224 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1962-1963 1964-1965 Right arrow.svg

La Division 1 1963-1964 è stata la 26ª edizione della massima serie del campionato francese di calcio, disputato tra il 1º settembre 1963 e il 7 giugno 1964 e concluso con la vittoria del Saint-Étienne, al suo secondo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Ahmed Oudjani (Lens) con 30 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato, che prevedeva la partecipazione di 18 squadre, vide l'introduzione dei play-off promozione-salvezza: le squadre classificatesi al 15º e al 16º posto avrebbero incontrato la 3ª e la 4ª classificata di seconda divisione in un girone all'italiana, ottenendo la salvezza se avessero concluso nelle prime due posizioni o retrocedendo se si fossero piazzate nella metà inferiore. Le ultime due classificate al termine della stagione regolare sarebbero invece retrocesse direttamente.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Alla seconda giornata già nessuna squadra poteva contare punteggio pieno salvo il Tolosa[1], che in seguito lottò per il primato contro lo Stade Reims[2] e soprattutto il neopromosso Saint-Étienne, primo al nono turno[3]. Dopo un'iniziale bagarre contro i campioni in carica del Monaco[4], i Verts presero il largo e conclusero il girone di andata con quattro punti di vantaggio sull'Olympique Lione[5].

Nel corso del girone di ritorno i Verts marciarono indisturbati verso il titolo, resistendo a un tentativo di rimonta del Monaco, capace di annullare completamente lo svantaggio nel giro di due giornate[6][7]. Recuperata immediatamente la vetta, il Saint-Étienne piazzò l'allungo finale divenendo, con un turno di anticipo[8], il secondo caso di squadra neopromossa a vincere il titolo nazionale francese.

All'ultima giornata, una serie di risultati sfavorevoli obbligarono lo Stade Français e il RC Parigi a disputare i playoff[9], con quest'ultima squadra che ne uscì svantaggiata per via di una peggior differenza reti nei confronti delle altre avversarie. Assieme al Nizza, già al giro di boa ultimo con diversi punti di ritardo sulle avversarie[5], retrocesse direttamente un altro nome importante come lo Stade Reims, colpito da una serie di circostanze sfavorevoli a livello tecnico che lo condannarono con una gara di anticipo alla caduta in seconda divisione.[10]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Saint-Étienne 44 34 18 8 8 71 48 +23
2. Monaco 41 34 17 7 10 62 45 +17
3. Lens 40 34 17 6 11 71 46 +25
4. Olympique Lione 39 34 15 9 10 58 53 +5
5. Tolosa 37 34 13 11 10 56 54 +2
6. Valenciennes 35 34 14 7 13 49 39 +1
7. Bordeaux 34 34 13 8 13 55 58 -3
8. Nantes 34 34 13 8 13 51 59 -8
9. Strasburgo 33 34 11 11 12 43 41 +2
10. Angers 33 34 11 11 12 54 62 -8
11. Rennes 33 34 12 9 13 54 65 -11
12. Sedan-Torcy 32 34 14 4 16 62 52 +10
13. Nîmes 32 34 12 8 14 45 45 0
14. Rouen 32 34 12 8 14 50 51 -1
Noatunloopsong (nuvola).svg 15. Stade Français 32 34 13 6 15 48 53 -5
Noatunloopsong (nuvola).svg 16. RC Parigi 31 34 12 7 15 66 76 -10
1downarrow red.svg 17. Stade Reims 27 34 8 11 15 37 56 -19
1downarrow red.svg 18. Nizza 23 34 7 9 18 45 74 -29

Legenda:

      Campione di Francia e ammessa alla Coppa dei Campioni 1964-1965.
      Ammesse alla Coppa delle Fiere 1964-1965.
      Ammesse alla Coppa delle Coppe 1964-1965.
Noatunloopsong (nuvola).svg  Partecipa ai play-out.
      Retrocesse in Division 2 1964-1965.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:

  • Differenza reti generale.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Association Sportive de Saint-Étienne 1963-1964.
Formazione tipo Giocatori (presenze)[11]
Francia Pierre Bernard (32)
Francia Georges Polny (23)
Italia Nello Sbaiz (23)
Francia Richard Tylinski (31)
Francia Juan Casado (31)
Francia Robert Herbin (33)
Francia René Domingo (17)
Francia Robert Salen (17)
Algeria Rachid Mekloufi (34)
Francia Jacques Foix (32)
Francia André Guy (32)
Altri giocatori: René Ferrier (14), Frédéric N'Doumbé (14), Roland Mitoraj (10), Jean-Claude Baulu (8), Jacques Veggia (7), Roger Courbon (5), Joseph Hartmann (3), René Donoyan (2), Gérard Epalle (2), Aimé Jacquet (2), Jean Masson (2)

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Spareggio promozione-retrocessione[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre classificatesi al 15º e al 16º posto incontrano la 3ª e la 4ª classificata di Division 2, affrontandosi in un girone all'italiana. Le prime due classificate ottengono la salvezza se iscritte in Division 1 o avanzano di categoria se partecipanti alla seconda divisione. Le ultime due sono retrocesse se militano in Division 1 o non sono promosse se iscritte in seconda serie.

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Stade Français 5 4 2 1 1 10 8 +2
2. Tolone 4 4 2 0 2 9 9 0
3. RC Parigi 4 4 2 0 2 8 9 -1
4. Metz 3 4 1 1 2 8 9 -1

Legenda:

      Promosso in Division 1 1964-1965.
      Retrocesso in Division 2 1964-1965.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è indicata, in ordine alfabetico, la lista dei 27 arbitri che presero parte alla Division 1 1963-1964. Tra parentesi è riportato il numero di incontri diretti.[12]

  • Joseph Barbéran (15)
  • Roger Barde (12)
  • Claude Blum (4)
  • Marcel Bois (20)
  • Maurice Bondon (19)
  • Achille Carette (15)
  • Guy Carite (2)
  • André Debroas (9)
  • Laurent Duhamel (3)
  • Louis Dhumerelle (5)
  • François Eurdekian (14)
  • Henri Faucheux (17)
  • Robert Héliès (11)
  • Michel Kitabdjian (14)
  • Robert Lacoste (16)
  • Jacques Lamour (13)
  • Roger Machin (19)
  • Jean Maillard (1)
  • Emile Mallereau (8)
  • Jean Malleville (9)
  • André Petit (14)
  • Raymond Poncin (8)
  • Pierre Schwinte (6)
  • Robert Steiner (9)
  • Jean Tricot (17)
  • André Vuillemin (13)
  • Jean Zuszek (7)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 2. Round, worldfootball.net.
  2. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 7. Round, worldfootball.net.
  3. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 9. Round, worldfootball.net.
  4. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 11. Round, worldfootball.net.
  5. ^ a b (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 19. Round, worldfootball.net.
  6. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 26. Round, worldfootball.net.
  7. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 28. Round, worldfootball.net.
  8. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 33. Round, worldfootball.net.
  9. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » 34. Round, worldfootball.net.
  10. ^ (FR) Championnat de France 1963/1964, om4ever.com.
  11. ^ (FR) L'AS Saint-Étienne en Division Nationale saison 1963-1964, asse-stats.com. URL consultato il 24 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2016).
  12. ^ (EN) France » Ligue 1 1963/1964 » Referees, footballdatabase.eu.