Brentford Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brentford F.C.
Calcio Football pictogram.svg
Brentford FC logo.png
The Bees, The Red and White army
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Quadripartito con Rosso Bianco e Nero e quadrante a Strisce.svg Rosso, bianco
Simboli Ape
Dati societari
Città Londra
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Premier League
Fondazione 1889
Presidente Inghilterra Cliff Crown
Allenatore Danimarca Thomas Frank
Stadio Brentford Community Stadium
(17.250 posti)
Sito web www.brentfordfc.com
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Brentford Football Club, meglio noto come Brentford, è una società calcistica inglese fondata nel 1889, con sede nell'omonimo distretto di Londra. Milita in Premier League, massima divisione del campionato inglese di calcio.

Disputa le partite casalinghe al Brentford Community Stadium[1], impianto da circa 17 000 posti che ha sostituito nel 2020 il Griffin Park, dove la squadra era di scena dal 1904. Nella stagione 1935-36 il club ottenne il migliore risultato della propria storia, piazzandosi quinto in First Division.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

1889-1939[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato nel 1889 con l'obiettivo di svolgere un'attività invernale per il club di canottaggio locale, il Canottieri Brentford. Il club giocò nei suoi primi anni sempre nelle serie inferiori della Football League e non ebbe alcun successo notevole. Nel 1904, il Brentford si trasferì a Griffin Park. Nel 1921 il club fu uno dei membri fondatori della Third Division dove giocò dalla fine del 1920 fino al 1930. L'8 novembre 1924 subì la sua sconfitta più pesante, 7-0 contro lo Swansea City FC. Nella stagione 1929-30 il Brentford vinse tutte le 21 partite casalinghe: nonostante questo, il club non riuscì a ottenere la promozione. Dopo un altro breve ma infruttuoso tentativo nel 1933, alla fine il Brentford salì in Second Division. Appena due anni dopo salì per la prima volta in First Division e finì la prima stagione nella massima serie inglese con una sorprendente quinta posizione, il miglior risultato fino ad oggi nella storia del club. Nelle due stagioni successive il Brentford ottenne due sesti posti e rimase in First Division per il resto del decennio, fino allo scoppio della seconda guerra mondiale che interruppe i campionati nazionali.

1939-1989[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra, il club partecipò alla Coppa di Londra, perdendo nel 1941 la finale di Wembley, ma riuscendo a vincere solo un anno dopo contro il Portsmouth. Il club ebbe una flessione nel 1954 e nel 1962, quando retrocedette fino alla Third Division e alla Fourth Division. Tuttavia, in questo periodo ottenne il record di spettatori del club: il 26 febbraio 1949 nella partita di FA Cup contro il Leicester City assistettero alla gara 38.678 spettatori. Fino alla fine degli anni '60 sul club aleggiò la minaccia di acquisizione da parte del Queens Park Rangers FC a causa della grave situazione economica del club. Il pericolo fu evitato con un prestito di emergenza da oltre 104.000 sterline. In questo periodo il Brentford navigava costantemente tra la terza e la quarta divisione. Le promozioni degli anni 1963, 1972 e 1978 furono contrapposte con le retrocessioni negli anni 1966 e 1973. Il 15 novembre 1963 ottenne la sua vittoria più larga, 9-0 contro il Wrexham AFC. Il club si mise in evidenza in questo periodo raggiungendo la finale del Trofeo Freight Rover a Wembley nel 1985, dove perse contro il Wigan Athletic. Un altro momento di gloria fu la cavalcata nel 1989 in FA Cup: dopo tre vittorie contro squadre di categoria superiore raggiunse i quarti di finale, dove fu sconfitto dal Liverpool.

1989-oggi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un'assenza di quarantacinque anni, il Brentford riuscì, nel 1992, a tornare in Second Division, che, dopo l'introduzione della Premier League, divenne la Division One. Dopo una retrocessione diretta nella stagione successiva, il club fallì diverse volte la promozione. Nel 1994 fu ingaggiato come allenatore David Webb, con cui il club raggiunse per due volte i play-off, perdendo la finale nel 1997 allo stadio di Wembley contro il Crewe Alexandra. Negli anni successivi il club ottenne altri buoni risultati: un quarto e, soprattutto, un primo posto nel 1999.

Nel 2002 il club, sotto la guida di Steve Coppell, vide sfumare la promozione, sconfitto nella finale dei play-off contro lo Stoke City. Nel 2005, con il nuovo allenatore Martin Allen e, dopo aver terminato il campionato al quarto posto, perse la finale dei play-off contro lo Sheffield Wednesday. Il 20 gennaio 2006 fu nominato un nuovo presidente. Nella stagione 2005-2006 il club fece parlare di sé, quando al quarto turno di FA Cup batté il Sunderland, club di massima serie, per 2-1. Nella stessa annata il Brentford raggiunse nuovamente i play-off, ma, nonostante la vittoria per 1-0 in trasferta nella prima semifinale contro lo Swansea City, fu eliminato a causa della sconfitta per 0-2 subita in casa contro i gallesi.

Dopo la retrocessione in quarta divisione nella stagione 2006-2007, il Brentford tornò in League One nella stagione 2008-2009 come campione della League Two. Nella stagione 2009-2010 la squadra si classificò nona e nel 2011-2012 raggiunse la finale del Football League Trophy, dove fu sconfitto dal Carlisle Utd. La formazione dell'ovest di Londra chiuse al nono posto la stagione 2011-2012, nonostante l'arrivo del nuovo allenatore Uwe Rösler. Il campionato 2012-2013 vide il Brentford raggiungere il terzo posto nella stagione regolare e uscire sconfitto dalla finale dei play-off contro lo Yeovil Town, dopo aver battuto ai tiri di rigore lo Swindon Town in semifinale. L'impresa della promozione in Championship riuscì l'anno dopo, in virtù del secondo posto finale.[2]

Nel 2014-2015 la squadra londinese riuscì a raggiungere i play-off per la promozione in massima serie, ma la sua corsa verso la Premier League si arrestò in semifinale, quando fu eliminata dal Middlesbrough. Negli anni seguenti il club continuò a navigare a metà classifica nel Championship, fino alla stagione 2019-2020, quando terminò al terzo posto la stagione regolare ed eliminò nella semifinale dei play-off lo Swansea City, prima di cadere in finale contro il Fulham dopo i tempi supplementari.[3]

Nella stagione 2020-2021 il Brentford raggiunse, per la prima volta, le semifinali di Coppa di Lega inglese; nella stessa annata ottenne la promozione in Premier League dopo aver battuto Bournemouth in semifinale e Swansea City nella finale dei play-off, tornando così in massima serie dopo settantaquattro anni; per i londinesi è la prima partecipazione alla massima divisione inglese dall'istituzione della Premier League.[4]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Brentford Football Club
  • - Nel 1889 nasce il Brentford Football Club. Che inizia a disputare il primo torneo ufficiale nella West London Alliance.
  • 1892-1893 - 1° in West London Alliance.
  • - Dal 1893 al 1896 non disputa alcun tipo di torneo eccezion fatta per la West Middlesex Cup che vince nel 1895.
  • - Dal 1896 torna a giocare in campionati dilettantistici partendo dalla London League.
  • 1896-1897 - Green Arrow Up.svg 2° in London League Division Two. Promosso in London League Division One
  • 1897-1898 - 2° in London League Division One. Vince la London Senior Cup e la Middlesex Senior Cup. Al termine della stagione passa alla Southern League.
  • 1898-1899 - 4° in Southern League Division Two London.
  • 1899-1900 - 9° in Southern League Division Two.












Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2021-2022[modifica | modifica wikitesto]

Rosa, numerazione e ruoli, tratti dal sito ufficiale, sono aggiornati al 1º settembre 2021.

N. Ruolo Giocatore
1 Spagna P David Raya
2 Inghilterra D Dominic Thompson
3 Inghilterra D Rico Henry
4 Inghilterra D Charlie Goode
5 Inghilterra D Ethan Pinnock
6 Danimarca C Christian Nørgaard
7 Spagna A Sergi Canós
8 Danimarca C Mathias Jensen
9 Finlandia A Marcus Forss
10 Inghilterra C Josh Dasilva
11 RD del Congo C Yoane Wissa
14 Iran A Saman Ghoddos
15 Nigeria C Frank Onyeka
16 Ecuador A Joel Valencia
17 Inghilterra A Ivan Toney
18 Svezia D Pontus Jansson Captain sports.svg
N. Ruolo Giocatore
19 Francia C Bryan Mbeumo
20 Norvegia D Kristoffer Ajer
22 Danimarca D Mathias Jørgensen
23 Guinea D Julian Jeanvier
24 Ghana C Tariqe Fosu
25 Inghilterra C Myles Peart-Harris
26 Grenada C Shandon Baptiste
27 Germania C Vitaly Janelt
28 Danimarca C Mads Bidstrup
29 Danimarca D Mads Bech Sørensen
30 Danimarca D Mads Roerslev Rasmussen
31 Rep. Ceca C Jan Žambůrek
32 Danimarca D Luka Racic
36 Galles D Fin Stevens
40 Spagna P Álvaro Fernández

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Brentford F.C.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Brentford F.C.
Nome Naz Da A
P V P S
William Lewis Inghilterra Agosto 1900 Maggio 1903 92 29 47 16
Dick Molyneux Inghilterra Agosto 1903 Gennaio 1906 102 33 44 25
William Lewis Inghilterra Marzo 1904 Aprile 1904 5 0 4 1
Bob Crone Irlanda Gennaio 1906 Febbraio 1906 6 3 2 1
William Brown Inghilterra Febbraio 1906 Gennaio 1908 79 31 35 13
George Parsonage Inghilterra Gennaio 1908 Maggio 1908 17 8 6 3
Fred Halliday Inghilterra Giugno 1908 Novembre 1912 181 62 83 36
Ephraim Rhodes Inghilterra Novembre 1912 Aprile 1915 87 38 30 19
Fred Halliday Inghilterra Agosto 1915 Agosto 1921 86 24 40 22
Archie Mitchell Inghilterra Agosto 1921 Dicembre 1924 155 51 69 35
Fred Halliday Inghilterra Dicembre 1924 Maggio 1926 68 22 33 12
Harry Curtis Inghilterra Maggio 1926 Febbraio 1949 708 306 245 157
Jackie Gibbons Inghilterra Febbraio 1949 Agosto 1952 148 52 56 40
Jimmy Bain Scozia Agosto 1952 Gennaio 1953 23 7 11 5
Tommy Lawton Inghilterra Gennaio 1953 Settembre 1953 31 8 14 9
Fred Monk Inghilterra Settembre 1953 Ottobre 1953 2 0 1 1
Bill Dodgin Sr. Inghilterra Ottobre 1953 Maggio 1957 183 65 61 57
Malky McDonald Scozia Maggio 1957 Gennaio 1965 386 163 128 95
Tommy Cavanagh Inghilterra Gennaio 1965 Aprile 1966 60 18 27 15
Ian Black Scozia Aprile 1966 Maggio 1966 3 1 1 1
Billy Gray Inghilterra Maggio 1966 Marzo 1967 42 15 15 12
Jimmy Sirrel Inghilterra Marzo 1967 Novembre 1969 137 55 50 32
Ron Fenton Inghilterra Novembre 1969 Dicembre 1969 6 2 2 2
Frank Blunstone Inghilterra Dicembre 1969 Luglio 1973 172 70 66 36
Mike Everitt Inghilterra Agosto 1973 Gennaio 1975 78 23 33 22
John Docherty Scozia Gennaio 1975 Settembre 1976 78 26 29 23
Eddie Lyons Inghilterra Settembre 1976 Settembre 1976 1 0 0 1
Bill Dodgin Jr. Inghilterra Settembre 1976 Marzo 1980 184 73 74 37
Fred Callaghan Inghilterra Marzo 1980 Febbraio 1984 203 69 77 57
Frank Blunstone Inghilterra Febbraio 1984 Febbraio 1984 1 0 1 0
Frank McLintock Scozia Febbraio 1984 Gennaio 1987 168 60 61 47
Steve Perryman Inghilterra Gennaio 1987 Agosto 1990 193 79 66 48
Phil Holder Inghilterra Agosto 1990 Maggio 1993 178 78 65 35
David Webb Inghilterra Maggio 1993 Agosto 1997 227 91 70 66
Kevin Lock Inghilterra Agosto 1997 Agosto 1997 1 0 1 0
Eddie May Inghilterra Agosto 1997 Novembre 1997 19 5 9 5
Micky Adams Inghilterra Novembre 1997 Luglio 1998 33 7 11 15
Ron Noades Inghilterra Luglio 1998 Novembre 2000 130 51 46 33
Ray Lewington Inghilterra Novembre 2000 Maggio 2001 37 14 12 11
Steve Coppell Inghilterra Maggio 2001 Giugno 2002 54 27 15 12
Wally Downes Inghilterra Giugno 2002 Marzo 2004 96 29 46 21
Garry Thompson Inghilterra Marzo 2004 Marzo 2004 1 0 0 1
Martin Allen Inghilterra Marzo 2004 Maggio 2006 124 54 34 36
Leroy Rosenior Inghilterra Giugno 2006 Novembre 2006 23 3 10 10
Scott Fitzgerald Irlanda Novembre 2006 Aprile 2007 25 4 16 5
Barry Quinn Inghilterra Aprile 2007 Maggio 2007 4 1 3 0
Terry Butcher Inghilterra Maggio 2007 Dicembre 2007 23 5 13 5
Andy Scott Inghilterra Dicembre 2007 Febbraio 2011 168 68 50 50
Nicky Forster Inghilterra Febbraio 2011 Maggio 2011 21 9 7 5
Uwe Rösler Germania Giugno 2011 Dicembre 2013 136 60 36 40
Alan Kernaghan Irlanda Dicembre 2013 Dicembre 2013 1 0 1 0
Mark Warburton Inghilterra Dicembre 2013 Maggio 2015 78 42 22 14
Marinus Dijkhuizen Paesi Bassi Giugno 2015 Settembre 2015 9 2 5 2
Lee Carsley Irlanda Settembre 2015 Novembre 2015 10 5 3 2
Dean Smith Inghilterra Novembre 2015 Ottobre 2018 144 57 51 36
Thomas Frank Danimarca Ottobre 2018 Presente 118 55 35 28

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1934-1935
1991-1992
1932-1933
1962-1963, 1998-1999, 2008-2009

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1897-1898

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista: 2020-2021
Terzo posto: 2019-2020, 2020-2021
Secondo posto: 2013-2014
Terzo posto: 2005-2006
Finalista play-off: 2012-2013
Secondo posto: 1994-1995
Terzo posto: 1958-1959, 2001-2002
Secondo posto: 1929–1930, 1957-1958
Terzo posto: 1930-1931
Terzo posto: 1971-1972
Promozione: 1977-1978
Secondo posto: 1904-1905
Finalista: 1984-1985, 2000-2001, 2010-2011
Semifinalista: 1991-1992
Semifinalista: 1992-1993

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La squadra e i suoi tifosi sono protagonisti di una certa rivalità con le squadre aventi sede nelle zone limitrofe di Londra. Il cosiddetto derby della West London si disputa quando si incontrano due compagini tra Brentford, Chelsea, Fulham e Queens Park Rangers. La competizione tra le prime tre non è attualmente molto sentita, mentre quella con il QPR è ancora accesa, soprattutto in ricordo del tentativo di acquisto del club da parte della squadra rivale, avvenuto nel 1967; tale tentativo, se concretizzato, avrebbe condotto alla fine del Brentford, mentre gli incontri si sarebbero disputati al Griffin Park.[5] Il diffondersi della notizia scatenò la rabbia e le proteste dei tifosi e le relazioni tra le due dirigenze si mantennero in seguito sempre molto fredde.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Cunazza, Com'è il nuovo stadio del Brentford, su archistadia.it. URL consultato il 10 agosto 2021.
  2. ^ (EN) J. Ridge, Brentford promoted to Championship a year on from final day heartache at Griffin Park, in Daily Mail, 18 aprile 2014. URL consultato il 15 aprile 2020.
  3. ^ Il Fulham torna in Premier League: battuto 2-1 il Brentford in finale playoff, Sky Sport, 4 agosto 2020.
  4. ^ Il Brentford fa la storia: torna in Premier League dopo 74 anni, goal.com, 29 maggio 2021.
  5. ^ (EN) Biggest Rivalries In London Football – Top 10, su 1sports1.com. URL consultato il 15 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN124691645 · LCCN (ENno2004119878 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004119878
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio