Eleuterio Santos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eleuterio Santos Brito
Nazionalità Spagna Spagna
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1967
Carriera
Squadre di club1
1959-1963Tenerife74 (26)
1963-1972Real Saragozza199 (54)
1972-1973Tudelano? (?)
Nazionale
1968Spagna Spagna1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Eleuterio Santos Brito (Santa Cruz de Tenerife, 9 novembre 1940Santa Cruz de Tenerife, 28 gennaio 2008) è stato un calciatore spagnolo, di ruolo centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Morì a Santa Cruz de Tenerife a 67 anni, per un cancro al fegato.[1][2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un interno destro di centrocampo.[1] Giocatore a tutto campo, dotato di spirito di sacrificio, fisico, tecnica e senso del gol.[1]

È il quarto miglior marcatore di tutti i tempi del Real Saragozza, con 96 gol, realizzati in 280 partite ufficiali. Il più prolifico tra i centrocampisti.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Mosse i primi passi nella squadra giovanile del Prosperidad, nel quartiere di Salamanca, a Santa Cruz de Tenerife.[2] Da lì passò al Tarrasa e poi al Real Unión de Tenerife .[2]

Nel 1959 fu acquistato dal Tenerife. Con i canarini ottenne la prima storica promozione in massima serie nel 1961, allenato da Heriberto Herrera. Contribuì alla vittoria del campionato di Segunda División con 12 gol.[2] Disputò solo 12 partite in Primera, riuscendo a segnare 4 reti, perché fu arruolato per il servizio militare.[2] Il Tenerife dopo una sola stagione tornò in Segunda División.

Nel marzo 1963 fu acquistato dal Real Saragozza per 1.675.000 pesetas.[1] Vi restò per dieci stagioni.[2] Con gli aragonesi vinse due Coppe di Spagna e una Coppa delle Fiere. Nel 1965 fu il capocannoniere della Coppa di Spagna. Nella stagione 1966-1967 del Real Saragozza, fu il miglior marcatore della squadra con 15 reti.

Nel 1968 giocò una partita con la nazionale spagnola, a Malmö contro la Svezia (1-1).[1] In quella formazione c'erano altri quattro calciatori delle isole Canarie: Paco Castellano, Tonono, Juan Guedes e Germán Dévora.[2]

a 32 anni, nel 1972, passò al Tudelano, in Tercera, dove chiuse la carriera.[1] Dopo il ritiro, fu allenatore nelle giovanili del Tenerife.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Tenerife: 1960-61
Real Saragozza: 1963-1964, 1965-1966

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Saragozza: 1963-1964

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (ES) Pedro Luis Ferrer, Fallece Eleuterio Santos, el '8' de los Magníficos, su as.com, 29 gennaio 2008. URL consultato il 24 agosto 2016.
  2. ^ a b c d e f g h Muere Santos, uno de los "cinco magníficos" del Zaragoza, su elpais.com, 29 gennaio 2008. URL consultato il 24 agosto 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]