Djalminha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Djalminha
Djalminha.jpg
Nome Djalma Feitosa Dias
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 176 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista offensivo
Ritirato 2004
Carriera
Giovanili
1984-1989 Vasco da Gama
Squadre di club1
1989-1993 Flamengo 133 (28)
1993-1994 Guarani 11 (2)
1995 Shimizu S-Pulse 23 (15)
1996-1997 Palmeiras 29 (2)
1997-2004 Deportivo 148 (40)
2002-2003 Austria Vienna 12 (3)
2003-2004 América 4 (1)
Nazionale
1996-2002 Brasile Brasile 14 (5)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Bolivia 1997
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 marzo 2008

Djalminha, pseudonimo di Djalma Feitosa Dias (San Paolo del Brasile, 9 dicembre 1970), è un ex calciatore brasiliano.

Famoso per le sue doti tecniche superiori alla media, e anche per il suo carattere irrequieto, fu un calciatore del Flamengo e del Deportivo La Coruna, con il quale ha conseguito la conquista del campionato spagnolo nel 2000.[1][2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Djalminha è un calciatore in possesso di una grande tecnica individuale. Dotato di buonissime capacità nel dribbling, il suo gesto tecnico più famoso rimane senza dubbio la bicicletta, in particolare quella avanzata, che eseguì con efficacia in una partita contro il Real Madrid.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'ex calciatore Djalma Dias, è nato a Santos, San Paolo del Brasile, quando il padre militava nel Santos.[3] Ha iniziato la sua carriera tra le file del Flamengo, club con sede a Rio de Janeiro. Nel 1993 approda nel Guarani, per poi nel 1996 militare tra le file del Palmeiras, dove ricevette la Bola de Ouro, ovvero il Pallone d'oro brasiliano.

Dopo una breve avventura giapponese con il Shimizu, nel luglio del 1997, entra a far parte del Deportivo La Coruña, squadra militante nella Primera Division. L'avventura nella penisola iberica comincia nel migliore dei modi: Djalminha segna nelle prime tre stagioni 26 gol in 87 presenze in campionato, dando così un grande contribuito nella conquista della Liga avvenuta nel 2000.

Nel 2002 passa in prestito al club viennese dell'Austria Vienna, squadra della Bundesliga.[4] Dopo appena 11 presenze con il Deportivo nella stagione 2003-04, Djalminha conclude la sua carriera con il Club América, ritirandosi così a 34 anni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A causa del suo carattere irrequieto, scese in campo solamente 14 volte con la nazionale, segnando 5 reti. Ha fatto parte della squadra vincitrice della Copa América nel 1997.[5] Inseguito non venne convocato da Luiz Felipe Scolari per il campionato mondiale di calcio 2002 poiché giorni prima dell'annuncio della squadra debuttante diede una testata all'allenatore del Deportivo, Javier Irureta,[6] perdendo così il posto e venendo sostituito da Kaká.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Flamengo: 1988, 1989
Flamengo: 1990
Flamengo: 1991
Flamengo: 1991
Flamengo: 1991
Flamengo: 1992
Palmeiras: 1996
Deportivo: 1999-2000
Deportivo: 2000, 2002
Deportivo: 2001-2002
Austria Vienna: 2002-2003
Austria Vienna: 2002-2003

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bolivia 1997

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1996

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Djalminha, su National-football-teams.com, National Football Teams.