Claudio López

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Claudio López
Claudio López - SS Lazio (2000).jpg
López esulta per la Lazio nel 2000
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Termine carriera 2011
Carriera
Giovanili
1990-1992Estudiantes
Squadre di club1
1992-1996Racing Club116 (25)
1996-2000Valencia130 (47)
2000-2004Lazio106 (29)
2004-2007América75 (21)[1]
2007Racing Club34 (10)
2008-2010K.C. Wizards57 (13)[2]
2010-2011Colorado Rapids11 (0)[3]
Nazionale
1996Argentina Argentina olimpica17 (7)
1995-2003Argentina Argentina54 (10)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Atlanta 1996
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º gennaio 2011

Claudio Javier López (Río Tercero, 17 luglio 1974) è un dirigente sportivo ed ex calciatore argentino, di ruolo attaccante, direttore sportivo dei Colorado Rapids.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Rio Tercero, nella provincia di Córdoba, era soprannominato El Piojo (Il Pidocchio).[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera da professionista nell'Estudiantes fino al debutto nel grande calcio nel 1992.

Racing Avellaneda[modifica | modifica wikitesto]

Con la maglia del Racing Club, Lopez mise a segno in 4 anni (116 presenze) 25 reti giocando nel ruolo di ala sinistra.

Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 giunse per lui il grande trasferimento in Europa, al Valencia, in Spagna. Con la squadra valenciana conquistò una Coppa del Re e una Supercoppa Spagnola nel 1999, con Claudio Ranieri come allenatore. Partecipò al grande cammino della sua squadra verso la finale di Champions League 1999-2000, dove la formazione allenata da Héctor Cúper perse contro i connazionali del Real Madrid per 3-0 a Parigi.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

La finale di Champions League con il Valencia fu l'ultimo atto della carriera spagnola di Claudio López: in estate il centravanti fu acquistato dalla Lazio per una cifra vicina ai 35 miliardi di lire. Esordì con i biancocelesti l'8 settembre 2000 nell'incontro di Supercoppa italiana contro l'Inter, indossando la maglia numero 7: l'argentino contribuì alla vittoria per 4-3, segnando due reti nell'arco di cinque minuti. Il 1º ottobre seguente debuttò invece in Serie A, scendendo in campo nella partita Atalanta-Lazio (finita 2-2). Il 1º novembre nella gara contro il Brescia, uscì al 12' del primo tempo dopo aver riportato un grave infortunio al ginocchio sinistro: la lesione del legamento collaterale lo tenne lontano dai campi per gran parte della stagione. In campionato non segnò mai, mentre in Champions League segnò 5 gol: andò in rete contro lo Sparta Praga e lo Šachtar nella prima fase a gironi (realizzò una tripletta contro gli ucraini, in un match finito 5-1) e il 6 marzo 2001 segnò contro i belgi dell'Anderlecht, in una partita della seconda fase a gruppi.

Nella stagione 2001-2002 tornò a giocare con continuità, realizzando 15 reti totali (10 in campionato, 2 in Coppa Italia e 3 in Champions League includendo i preliminari).

Ancora migliore è la stagione 2002-03: López dimostra di aver ritrovato la miglior condizione fisica e con 15 gol in campionato contribuisce a portare la Lazio al quarto posto. El Piojo segna poi 3 reti in Coppa Italia ed altre 3 in Coppa UEFA: in entrambe le competizioni, i biancocelesti vengono eliminati in semifinale. Il 7 dicembre 2002 nell'incontro pareggiato 3-3 contro l'Inter, realizza una tripletta.[5]

Nella stagione 2003-04 l'attaccante segna 4 gol in campionato, 2 in Champions League e 1 in Coppa Italia vincendo con la squadra quest'ultimo trofeo. All'inizio della stagione seguente, il giocatore fu ceduto a causa dei gravi problemi economici che affliggevano la società romana: in quattro stagioni ha disputato 144 partite e segnato 40 gol, di cui 29 in campionato.

Club América[modifica | modifica wikitesto]

L'argentino si trasferì nella massima divisione messicana, al América, che, anche grazie ai suoi gol, riuscì a vincere il suo primo titolo nazionale. Con i messicani vinse anche la CONCACAF Champions' Cup 2006. In 3 anni con i "messicani" mette a segno 27 gol in 87 partite.

Ritorno al Racing Avellaneda[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 è tornato in patria, ancora con la maglia del Racing Club. Il 29 dicembre 2007, termina la sua avventura col Racing, per la scadenza del suo contratto, durante la sua seconda avventura in patria, Lopez mette a segno 10 gol in 34 partite.

Kansas City e Colorado Rapids[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 marzo 2008, viene annunciato in una conferenza stampa il passaggio di López ai K.C. Wizards, nella Major League Soccer. Il 25 luglio 2009 segna un gol da centrocampo contro i LA Galaxy, incontro terminato col punteggio di 1-1. Il 26 febbraio 2010 lascia il Kansas City Wizards facendo scadere il contratto.[6] Il 2 aprile 2010 firma un contratto con i Colorado Rapids.[7]

Il 19 maggio 2011 dichiara in una conferenza stampa che, con tutta probabilità, a fine anno dirà addio al calcio, con la voglia di rimanere in questo sport, magari come allenatore.[8]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

In nazionale conta 54 presenze e 10 gol dal 1995 al 2003. El Piojo ha preso parte al campionato del mondo 1998 (5 presenze e 1 gol contro l'Olanda nella sconfitta per 2-1 ai quarti di finale)[9] e al campionato del mondo 2002, dove giocò 3 partite e l'Argentina fu eliminata nella fase a gironi.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Una volta ritiratosi dal calcio giocato, López rimane comunque nel mondo di questo sport, diventando nel dicembre 2014 il nuovo direttore sportivo dei Colorado Rapids, sua ultima squadra da calciatore.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 novembre 2010.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1991-1992 Argentina Estudiantes PD 0 0 - - - - - - - - - 0 0
1992-1993 Argentina Racing Club PD 19 1 - - - - - - - - - 19 1
1993-1994 PD 36 3 - - - - - - - - - 36 3
1994-1995 PD 26 3 - - - - - - - - - 26 3
1995-1996 PD 35 18 - - - - - - - - - 35 18
1996-1997 Spagna Valencia PD 32 3 CR 2 0 CU 6 2 - - - 40 5
1997-1998 PD 32 12 CR 5 0 - - - - - - 37 12
1998-1999 PD 32 21 CR 6 8 Int+CU 5+4 5+3 - - - 47 37
1999-2000 PD 34 11 CR 2 0 UCL 18 6 SS 2 1 56 18
Totale Valencia 130 47 15 8 33 16 2 1 180 72
2000-2001 Italia Lazio A 16 0 CI 0 0 UCL 6 5 SI 1 2 23 7
2001-2002 A 29 10 CI 1 0 UCL 8 2 - - - 38 12
2002-2003 A 34 15 CI 4 0 CU 9 2 - - - 47 17
2003-2004 A 27 4 CI 5 0 UCL 4 0 - - - 36 4
Totale Lazio 106 29 10 0 27 9 1 2 144 40
2004-2005 Messico América PD 33+6[10] 13+5[10] CM 0 0 - - - - - - 39 18
2005-2006 PD 30+2[10] 5+0 CM 0 0 CCL+CS 4+4 0+1 - - - 40 6
2006-gen. 2007 PD 12+4[10] 3+1[10] CM 0 0 - - - Cmc 3 0 19 4
Totale América 75+12 21+6 0 0 8 1 3 0 98 28
gen.-giu. 2007 Argentina Racing Club PD 18 5 - - - - - - - - - 18 5
2007-feb. 2008 PD 16 5 - - - - - - - - - 16 5
Totale Racing Club 150 35 - - - - - - 150 35
2008 Stati Uniti K.C. Wizards MLS 28+2[10] 6+0 OC 2 1 - - - - - - 32 7
2009 MLS 29 7 OC 2 0 SLNA 3 1 - - - 34 8
Totale K.C. Wizards 57+2 13+0 4 1 3 1 - - 66 15
2010 Stati Uniti Colorado Rapids MLS 11+1[10] 0 OC 2 0 - - - - - - 14 0
Totale carriera 529+15 145+6 31 9 71 27 6 3 652 190

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-5-1995 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 1 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
31-5-1995 Cordoba Argentina Argentina 1 – 0 Perù Perù Copa Municipalidad de Córdoba -
24-4-1996 Buenos Aires Argentina Argentina 3 – 1 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 1998 - Ingresso al 86’ 86’
2-6-1996 Quito Ecuador Ecuador 2 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 1998 - Ingresso al 76’ 76’
1-9-1996 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 1998 - Ingresso al 52’ 52’
9-10-1996 San Cristóbal Venezuela Venezuela 2 – 5 Argentina Argentina Qual. Mondiali 1998 - Ingresso al 87’ 87’
12-2-1997 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 1998 1 Uscita al 87’ 87’
30-4-1997 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 1 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 76’ 76’
8-6-1997 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 1998 -
6-7-1997 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 1998 -
20-7-1997 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 76’ 76’
10-9-1997 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 1998 1
12-10-1997 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 0 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 74’ 74’
16-11-1997 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 56’ 56’
10-3-1998 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole 1
15-4-1998 Gerusalemme Israele Israele 2 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
22-4-1998 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 84’ 84’
29-4-1998 Rio de Janeiro Brasile Brasile 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 88’ 88’
14-5-1998 Córdoba Argentina Argentina 5 – 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
19-5-1998 Mendoza Argentina Argentina 1 – 0 Cile Cile Amichevole - Uscita al 74’ 74’
25-5-1998 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole - Ammonizione al 59’ 59’
14-6-1998 Tolosa Argentina Argentina 1 – 0 Giappone Giappone Mondiali 1998 - 1º turno - Uscita al 61’ 61’
21-6-1998 Parigi Argentina Argentina 5 – 0 Giamaica Giamaica Mondiali 1998 - 1º turno - Uscita al 75’ 75’
26-6-1998 Bordeaux Argentina Argentina 1 – 0 Croazia Croazia Mondiali 1998 - 1º turno - Ingresso al 52’ 52’
30-6-1998 Saint-Étienne Argentina Argentina 2 – 2 dts
(4 – 3 dtr)
Inghilterra Inghilterra Mondiali 1998 - Ottavi di finale - Uscita al 68’ 68’
4-7-1998 Marsiglia Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 1 Argentina Argentina Mondiali 1998 - Quarti di finale 1
31-3-1999 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ammonizione
4-9-1999 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 46’ 46’
7-9-1999 Porto Alegre Brasile Brasile 4 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
17-11-1999 Siviglia Spagna Spagna 0 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 77’ 77’
29-3-2000 Buenos Aires Argentina Argentina 4 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 2002 1
26-4-2000 Maracaibo Venezuela Venezuela 0 – 4 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 68’ 68’
4-6-2000 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 88’ 88’
29-6-2000 Bogotá Colombia Colombia 1 – 3 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Ammonizione al 80’ 80’
19-7-2000 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2002 1
26-7-2000 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Ammonizione al 26’ 26’
3-9-2000 Lima Perù Perù 1 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 84’ 84’
8-10-2000 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 1 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 73’ 73’
28-3-2001 Buenos Aires Argentina Argentina 5 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2002 - Ingresso al 75’ 75’
25-4-2001 La Paz Bolivia Bolivia 3 – 3 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Ingresso al 46’ 46’
3-6-2001 Buenos Aires Argentina Argentina 3 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2002 1 Ammonizione al 44’ 44’ Uscita al 79’ 79’
15-8-2001 Quito Ecuador Ecuador 0 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Ingresso al 84’ 84’
5-9-2001 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 1 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 87’ 87’
7-10-2001 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 - Ingresso al 63’ 63’
8-11-2001 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2002 1 Ingresso al 46’ 46’
14-11-2001 Montevideo Uruguay Uruguay 1 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 1
27-3-2002 Ginevra Argentina Argentina 2 – 2 Camerun Camerun Amichevole -
17-4-2002 Stoccarda Germania Germania 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
2-6-2002 Kashima Argentina Argentina 1 – 0 Nigeria Nigeria Mondiali 2002 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
7-6-2002 Sapporo Argentina Argentina 0 – 1 Inghilterra Inghilterra Mondiali 2002 - 1º turno - Ingresso al 64’ 64’
12-6-2002 Rifu Svezia Svezia 1 – 1 Argentina Argentina Mondiali 2002 - 1º turno -
20-11-2002 Saitama Giappone Giappone 0 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 65’ 65’
12-2-2003 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Ammonizione al 48’ 48’ Uscita al 81’ 81’
20-8-2003 Firenze Argentina Argentina 3 – 2 Uruguay Uruguay Amichevole - Uscita al 64’ 64’
Totale Presenze 54 Reti 10

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 1998-1999
Valencia: 1999
Lazio: 2003-2004
Lazio: 2000
Club America: Clausura 2005
Colorado Rapids: 2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 1998
Club America: 2006

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1998-1999 (9 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 87 (27) se si comprendono anche i Play-off.
  2. ^ 59 (13) se si comprendono anche i Play-off.
  3. ^ 12 (0) se si comprendono anche i Play-off.
  4. ^ (ES) piojolopez.8k.com Archiviato il 7 luglio 2012 in Internet Archive.
  5. ^ Inter, la grande rimonta All'Olimpico finisce 3-3, su repubblica.it. URL consultato il 22 febbraio 2021.
  6. ^ Wizards part ways with Claudio Lopez, su web.mlsnet.com, 23 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2010).
  7. ^ (EN) Rapids Sign Argentine Claudio Lopez, su coloradorapids.com, 2 aprile 2010.
  8. ^ (ES) El retiro de Claudio López se acerca tras no encontrar equipo a sus 36 años, su mediotiempo.com. URL consultato il 22 febbraio 2021.
  9. ^ Emilio Marrese, Mondiali a sorpresa, in la Repubblica, 5 luglio 1998, p. 46. URL consultato il 22 febbraio 2021.
  10. ^ a b c d e f g Nei Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]