Carlos Diarte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlos Diarte
Nazionalità Paraguay Paraguay
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1987 - giocatore
2010 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1970-1973 Olimpia ? (?)
1973-1976 Real Saragozza 66 (31)
1976-1979 Valencia 71 (18)
1979-1980 Salamanca 31 (7)
1980-1983 Betis 75 (29)
1983-1986 Saint-Étienne 37 (7)
1986-1987 Olimpia ? (?)
Nazionale
1971 Paraguay Paraguay U-19 2+ (2)
1971-1981 Paraguay Paraguay 14 (0)
Carriera da allenatore
199? Deportivo Alginet
1996-1997 Atlético Madrid B
1999 Salamanca
2001-2002 Gimnàstic
2003 Guaraní
2006 Olimpia
2008 Atl. Colegiales
2009-2010 Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Carlos Martínez Diarte (Asunción, 26 gennaio 1954Valencia, 29 giugno 2011) è stato un calciatore e allenatore di calcio paraguaiano, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Minore di otto fratelli, Diarte nacque il 26 gennaio 1954 ad Asunción, la capitale del Paraguay[1], da una famiglia di origine Guaraní[2].

Quando aveva due anni suo padre abbandonò la famiglia e Carlos Diarte crebbe con la madre[1], che si impegnò affinché i figli studiassero oltre a svolgere umili lavori[1].

Era un appassionato di musica, suonava la chitarra, incise un disco e cantò alla radio e in televisione[2][3]. Amava anche la letteratura[1], scrisse molti racconti e poesie[3].

Nel 2010 gli vennero diagnosticati un tumore vertebrale e un tumore al colon[4]. A causa di questi problemi di salute lasciò la Guinea Equatoriale, dove lavorava come commissario tecnico, per tornare a Valencia, dove avrebbe ricevuto cure migliori[4].

Dopo una lunga lotta contro la malattia, è morto il 29 giugno 2011, all'età di 57 anni, all'Hospital Doctor Peset di Valencia[5][6]. Ha lasciato quattro figli[2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era molto forte fisicamente, abile nei dribbling e nei colpi di testa[3]. Aveva un passo rapido e lungo e per questo Mario Rivarola, suo compagno di squadra all'Olimpia, lo soprannominò El Lobo (Il lupo)[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Esordì nel Club Olimpia nel 1970, a 16 anni[3]. Nel 1971 aiutò la squadra della sua città a vincere la Primera División de Paraguay.

Il 9 gennaio 1974, grazie all'operato di Avelino Chaves, si trasferì in Spagna per giocare nel Real Saragozza[7]. Il costo del trasferimento fu di sette milioni di pesetas[1].

In Aragona, sotto la guida di Luis Carriega, trovò i connazionali Saturnino Arrúa, Felipe Santiago Ocampos, Jorge Insfrán e Adolfo Soto[6]. Questo gruppo di paraguaiani è ricordato ancora oggi come Los Zaraguayos[8]. Diarte restò per tre stagioni a Saragozza e fu per tre volte il capocannoniere della squadra[6].

"Los Zaraguayos" giocarono un buon calcio ma non vinsero nessun titolo[8]. Nella stagione 1973-1974 il Real Saragozza arrivò al terzo posto in campionato e nella stagione successiva arrivò secondo, raggiungendo il miglior piazzamento di sempre della storia del club aragonese. Il 25 giugno 1976 gli aragonesi furono sconfitti dall'Atlético Madrid nella finale della perdendo 1-0 con un gol di Gárate[8]. Una volta sconfissero il Real Madrid segnando sette reti. Il Real Madrid dopo quella partita tentò di ingaggiare Diarte, che aveva conosciuto anche Santiago Bernabéu, ma il trasferimento saltò all'ultimo momento per ragioni sentimentali[7].

Diarte fu convinto a lasciare Saragozza dall'allenatore paraguaiano del Valencia, Heriberto Herrera, che una notte si presentò a casa dell'attaccante per dirgli che con lui i valenziani sarebbero diventati campioni. Così Diarte passò al Valencia per 60 milioni di pesetas[2].

La sua prima stagione a Valencia fu molto buona[2], con 16 gol segnati. Nella stagione 1978-1979 vinse la Coppa del Re e poi lasciò il club per passare al Salamanca.

Nella sua unica stagione a Salamanca giocò 31 partite e segnò sette gol, poi passò al Betis Siviglia.

Nel 1983 lasciò la Spagna per giocare con la squadra francese del Saint-Étienne. Nel 1986 tornò in patria, al Club Olimpia, dove chiuse la carriera da giocatore.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Prese parte al Campionato sudamericano di calcio Under-19 1971, vincendo il titolo.[9] Diarte esordì con la Nazionale paraguaiana il 4 luglio 1971, quando Aurelio Ramón González lo fece scendere in campo contro l'Argentina in una partita della Copa Rosa Cheva.

Giocò per l'ultima volta con la maglia del Paraguay il 7 giugno 1981, in una partita contro il Cile. In totale giocò 14 partite senza mai segnare.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la carriera da allenatore nel 1988, come assistente al Valencia[10]. Successivamente ha allenato il Deportivo Alginet[10].

Nella stagione 1996-1997 ha preso il posto di Santiago Martín Prado sulla panchina dell'Atlético Madrid B, in Segunda División. Ha allenato la squadra in 26 incontri prima di essere sostituito da Wilfredo Gutiérrez a due giornate dalla fine. L'Atlético ha terminato il campionato al dodicesimo posto.

Nella stagione 1998-1999 è tornato al Salamanca, in Primera División. La squadra durante quella stagione aveva cambiato per quattro volte l'allenatore e Diarte nelle ultime nove giornate non riuscì a migliorare la situazione poiché il Salamanca concluse il campionato all'ultimo posto.

Nella stagione 2000-2001 ha allenato il Gimnàstic de Tarragona, in Segunda División. Anche la squadra catalana aveva cambiato più volte l'allenatore e Diarte non è riuscito ad evitare la retrocessione.

Dopo le esperienze in Spagna è tornato in Sudamerica, dove ha allenato il Guarani, l'Olimpia e l'Atlético Colegiales.

Nel 2009 è diventato commissario tecnico della Guinea Equatoriale[3]. Con la Nazionale del piccolo stato africano ha raggiunto la finale della Coupe CEMAC 2009, persa 3-0 contro la Repubblica Centroafricana. Nel 2010 ha dovuto abbandonare l'incarico per problemi di salute[3].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paraguay
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-7-1971 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 1 Argentina Argentina Copa Rosa Chevallier Boutell -
9-7-1971 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
11-7-1971 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 1 Paraguay Paraguay Copa Rosa Chevallier Boutell -
14-7-1971 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 3 Paraguay Paraguay Copa José Felix -
24-7-1971 Rio de Janeiro Brasile Brasile 0 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
27-7-1971 Lima|Lima (Perù)|Lima Perù Perù 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
8-8-1971 Asunción Cile Cile 2 – 0 Paraguay Paraguay Copa José Felix -
26-4-1972 Porto Alegre Brasile Brasile 2 – 3 Paraguay Paraguay Amichevole -
25-5-1972 Salta Argentina Argentina 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
2-9-1973 La Paz Bolivia Bolivia 2 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 1974 -
18-10-1922 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 1974 -
22-10-1922 Guayaquil Ecuador Ecuador 1 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 1982 -
31-5-1981 Asunción Paraguay Paraguay 3 – 1 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 1982 -
7-6-1981 Asunción Paraguay Paraguay 0 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 1982 -
Totale Presenze 14 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Olimpia: 1971
Valencia: 1978-1979

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (ES) Adiós al Lobo Diarte, exdelantero paraguayo del Valencia y el Zaragoza Elpais.com
  2. ^ a b c d e (ES) Diarte, un águila y un ciclón en el área[collegamento interrotto] Heraldo.es
  3. ^ a b c d e f (ES) Carlos Diarte se convierte en leyenda
  4. ^ a b (ES) "Me estoy 'peleando' con dos tumores" Archiviato il 28 luglio 2011 in Internet Archive. Donbalon.com
  5. ^ (ES) Fallece el ex jugador Carlos Diart Archiviato il 30 luglio 2011 in Internet Archive. Realbetisbalompie.es
  6. ^ a b c (ES) Fallece el ex delantero paraguayo Carlos 'Lobo' Diarte Elmundo.es
  7. ^ a b (ES) Ha muerto Carlos Diarte, el mejor Lobo de la manada Elconfidencial.com
  8. ^ a b c (ES) Historia del Real Zaragoza: "Los Zaraguayos" Archiviato il 1º settembre 2013 in Internet Archive. Realzaragoza.com
  9. ^ (ES) José Troche, Nota 5/1: Campeones del Juventud de América (ABC Digital), 15 settembre 2007. URL consultato il 27 luglio 2011.
  10. ^ a b Muere el exjugador ´Lobo´ Diarte[collegamento interrotto] Laopiniondegranada.es

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]