Munir El Haddadi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Munir El Haddadi
Barça - Napoli - 20140806 - 27 - Munir el Haddadi cropped 1.jpg
Munir con la maglia del Barcellona nel 2014.
Nome Munir El Haddadi Mohamed
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 173 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Alavés
Carriera
Giovanili
2007-2009Giallo e Nero.png Galapagar
2010-2011Atlético Madrid
2010-2011Majadahonda
2011-2014Barcellona
Squadre di club1
2014-2015Barcellona B28 (8)
2014-2016Barcellona25 (4)
2016-2017Valencia34 (6)
2017-Alavés10 (1)
Nazionale
2014Spagna Spagna U-194 (6)
2014-2016Spagna Spagna U-2116 (10)
2014Spagna Spagna1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 novembre 2017

Munir El Haddadi Mohamed, noto semplicemente come Munir (in arabo منير الحدادي; El Escorial, 1º settembre 1995), è un calciatore spagnolo di origini marocchine, attaccante dell'Alavés,.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino puro, è forte di testa ed è in possesso di un ottimo tiro. È molto bravo nell'uno contro uno.[1] È considerato uno dei giovani talenti del Barça.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili e arrivo al Barcellona[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Spagna, è di origine marocchina.[3] Vedendolo giocare in un parco vicino a casa, il padre decide di portarlo al CD Galapagar, una squadra locale. Successivamente sostiene un provino con l'Atlético Madrid e in seguito passa al Rayo Majadahonda, società nella quale mette a segno 32 marcature in 29 incontri nel campionato regionale, durante la stagione 2010-2011.

Notato dagli osservatori del Barcellona, arriva alla Masia nel luglio del 2011.[1][4] Durante la sua prima annata, sigla 22 gol, che consentono alla Juvenil B di conquistare il campionato. Si ripete anche nella seconda stagione, permettendo alla Juvenil B di bissare il successo dell'anno precedente. L'allenatore Jordi Vinyals lo promuove nella Juvenil A, consentendogli di giocare la UEFA Youth League, vinta proprio dal Barça, dove vince il titolo di capocannoniere della competizione con 11 reti[1][5] e risulta grande protagonista del torneo.[1] Durante la finale della competizione contro il Benfica (3-0), si fa notare segnando con un pallonetto da centrocampo, firmando così la sua doppietta.[6]

Nel marzo 2014 ha siglato il suo primo contratto col Barcellona, firmando fino al 2017 con una clausola rescissoria di 35 milioni di euro, attiva solo qualora il giocatore fosse entrato a far parte della prima squadra.[7] Il nuovo tecnico blaugrana, Luis Enrique, decide di aggregarlo in prima squadra dopo aver visto le sue prestazioni nelle sfide precampionato.[2] In prima squadra ha debuttato il 24 agosto 2014, nella prima giornata della Liga, durante la vittoria per 3-0 contro l'Elche al Camp Nou, mettendo a segno anche il secondo dei tre gol del Barcellona.[3] In Coppa del Re mette a segno due doppiette contro Villanovense (6-1) e nel Derbi Barceloní contro l'Espanyol vinto per 0-2.

Valencia e Alaves[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2016 il Valencia ufficializza il suo trasferimento in prestito secco dal Barcellona. Il giovane attaccante arriva a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2017 e il Valencia avrà un'opzione d'acquisto da 12 milioni di euro, esercitabile entro la fine della stagione. Nell'accordo, la cui trattativa si è sviluppata in parallelo col passaggio di Alcacer ai blaugrana, è previsto che al Barcellona andrà una percentuale di una possibile cessione futura del giocatore dal Valencia ad altre squadre. A fine stagione il Valencia non esercita il riscatto e fa ritorno al Barcellona.

Il 1 settembre 2017 passa in prestito al Deportivo Alavés.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2014 il giocatore del Barcellona è stato convocato da Vicente del Bosque al posto dell'infortunato Diego Costa per delle gare delle qualificazioni al campionato europeo di calcio 2016. Esordisce l'8 settembre 2014 contro la Macedonia, entrando nella ripresa dell'incontro vinto dagli iberici 5-1.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21novembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Spagna Barcellona B SD 11 4 - - - - - - - - - 11 4
2014-2015 SD 17 4 - - - - - - - - - 17 4
Totale Barcellona B 28 8 - - - - - - 28 8
2014-2015 Spagna Barcellona PD 10 1 CR 3 0 UCL 3 0 - - - 16 1
2015-2016 PD 15 3 CR 5 5 UCL 4 0 SU+SS+Cmc 0+1+1 0 26 8
Totale Barcellona 25 4 8 5 7 0 2 0 42 9
2016-2017 Spagna Valencia PD 34 6 CR 3 1 - - - - - - 37 7
2017-2018 Spagna Alavés PD 10 1 CR - - - - - - - - 10 1
Totale carriera 97 19 11 6 7 0 2 0 117 25

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
8-9-2014 Valencia Spagna Spagna 5 – 1 Macedonia Macedonia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 77’ 77’
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona: 2013-2014

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona: 2014-2015, 2015-2016
Barcellona: 2014-2015, 2015-2016
Barcellona: 2016

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona: 2014-2015
Barcellona: 2015
Barcellona: 2015

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2015-2016 (5 gol, a pari merito con John Guidetti, Lionel Messi, Luis Suárez e Álvaro Negredo)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Paul Bryan, Il Barça si gode i progressi di El Haddadi, in UEFA.com, 17 aprile 2014. URL consultato il 26 agosto 2014.
  2. ^ a b Emiliano Pozzoni, Munir El Haddadi, il nuovo talento del Barcellona, in La Gazzetta dello Sport, 25 agosto 2014. URL consultato il 28 agosto 2014.
  3. ^ a b Liga, Barcellona-Elche 3-0: doppietta di Messi e gol del baby-fenomeno Munir, gazzetta.it, 24 agosto 2014. URL consultato il 10 maggio 2015.
  4. ^ Entrevista exclusiva con el nuevo jugador del Barça Munir El Haddadi, futbolmarroqui.blogspot.co.uk, 26 luglio 2011. URL consultato il 7 giugno 2015.
  5. ^ Statistiche UEFA.com
  6. ^ Vota per la perla di El Haddadi, in UEFA.com, 19 luglio 2014. URL consultato il 26 agosto 2014.
  7. ^ starafrica

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]