Coppa delle nazioni africane 2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa delle nazioni africane 2021
TotalEnergies Africa Cup of Nations Cameroon 2021
Competizione Coppa delle nazioni africane
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 33ª
Organizzatore CAF
Date dal 9 gennaio 2022
al 6 febbraio 2022[1]
Luogo   Camerun (5 città)
Partecipanti 24 (52 alle qualificazioni)
Impianto/i 6 stadi
Statistiche (al 25 gennaio 2022)
Miglior marcatore   Vincent Aboubakar (6)
Incontri disputati 42
Gol segnati 80 (1,9 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2019 2023 Right arrow.svg

La Coppa delle nazioni africane 2021, o TotalEnergies Africa Cup of Nations 2021 per ragioni di sponsorizzazione, è la 33ª edizione del torneo di calcio continentale per squadre nazionali maschili (spesso detta Coppa d'Africa) organizzato dalla CAF.

Inizialmente prevista tra l'11 giugno e il 9 luglio 2021, la fase finale del torneo è stata anticipata nel periodo compreso tra il 9 gennaio e il 6 febbraio 2021 a causa delle avverse condizioni meteo che caratterizzano il Paese ospitante, il Camerun, nei mesi estivi.[2] Il 30 giugno 2020 la CAF ha spostato il torneo per la seconda volta al gennaio 2022, a seguito degli effetti della pandemia di COVID-19.[3] Il 31 marzo 2021 vennero ufficializzate le date del torneo, con inizio il 9 gennaio e conclusione il 6 febbraio 2022.[1]

Scelta della nazione ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'incontro del comitato esecutivo della CAF del 24 gennaio 2014, furono annunciate tre candidature ufficiali per l'edizione 2021:[4]

Candidature:

Candidature ritirate:

La lista era diversa da quella ospitante le edizioni del 2019 e 2021 della Coppa delle Nazioni annunciata dalla CAF a novembre 2013; nella lista originale erano presenti anche Gabon, Zambia e Repubblica Democratica del Congo.[5] Questi tre stati erano anche candidati per ospitare la Coppa delle nazioni africane 2019.

La scelta dell'ospitante fu posticipata a inizio 2014 per dare ai candidati abbastanza tempo da ricevere la delegazione d'ispezione.[4] Dopo l'ultimo voto all'incontro del comitato esecutivo della CAF del 20 settembre 2014, la CAF annunciò gli ospiti delle edizioni 2019, 2021 e 2023 della Coppa delle nazioni africane: Camerun per il 2019, Costa d'Avorio per il 2021, e Guinea per il 2023.[6]

Il 30 novembre 2018, la CAF tolse al Camerun la possibilità di ospitare la Coppa delle nazioni africane 2019, che fu ceduta all'Egitto;[7] Il presidente della CAF Ahmad Ahmad dichiarò però che il Camerun avrebbe ospitato quella del 2021; di conseguenza, la Costa d'Avorio, ospitante originale del 2021, avrebbe ospitato l'edizione 2023, e la Guinea, ospitante originale del 2023, avrebbe ospitato quella del 2025.[8][9]

Il 30 gennaio 2019, il presidente della CAF confermò il cambio di candidatura e tabella di marcia dopo un incontro con quello ivoriano Alassane Ouattara ad Abidjan in Costa d'Avorio.[10]

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Douala Yaoundé
Complesso polisportivo di Japoma Stadio Paul Biya Stadio Ahmadou Ahidjo
Capacità: 50 000 Capacità: 60 000 Capacità: 42 500
Complexe Multisports de Japoma 3.jpg 09 janvier 2022 Lancement CAN 2021-2.jpg Stade Ahmadou Ahidjo 2014 (1).JPG
Garoua Bafoussam Limbe
Stadio Roumdé Adjia Stadio Kouekong Stadio di Limbe
Capacità: 30 000 Capacità: 20 000 Capacità: 20 000
LIMBE STADIUM BY MTTFA.jpg

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni alla Coppa delle nazioni africane 2021.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Partecipazioni precedenti al torneo
1   Camerun 8 gennaio 2019 Rappresentante della nazione organizzatrice della fase finale 19 (1970, 1972, 1982, 1984, 1986, 1988, 1990, 1992, 1996, 1998, 2000, 2002, 2004, 2006, 2008, 2010, 2015, 2017, 2019)
2   Senegal 15 novembre 2020 1º classificato nel gruppo I di qualificazione 15 (1965, 1968, 1986, 1990, 1992, 1994, 2000, 2002, 2004, 2006, 2008, 2012, 2015, 2017, 2019)
3   Algeria 16 novembre 2020 1ª classificata nel gruppo H di qualificazione 18 (1968, 1980, 1982, 1984, 1986, 1988, 1990, 1992, 1996, 1998, 2000, 2002, 2004, 2010, 2013, 2015, 2017, 2019)
4   Mali 17 novembre 2020 1º classificato nel gruppo A di qualificazione 11 (1972, 1994, 2002, 2004, 2008, 2010, 2012, 2013, 2015, 2017, 2019)
5   Tunisia 17 novembre 2020 1ª classificata nel gruppo J di qualificazione 19 (1962, 1963, 1965, 1978, 1982, 1994, 1996, 1998, 2000, 2002, 2004, 2006, 2008, 2010, 2012, 2013, 2015, 2017, 2019)
6   Guinea 24 marzo 2021 2ª classificata nel gruppo A di qualificazione 12 (1970, 1974, 1976, 1980, 1994, 1998, 2004, 2006, 2008, 2012, 2015, 2019)
7   Burkina Faso 24 marzo 2021 1º classificato nel gruppo B di qualificazione 11 (1978, 1996, 1998, 2000, 2002, 2004, 2010, 2012, 2013, 2015, 2017)
8   Gambia 25 marzo 2021 1º classificato nel gruppo D di qualificazione Esordiente
9   Gabon 25 marzo 2021 2º classificato nel gruppo D di qualificazione 7 (1994, 1996, 2000, 2010, 2012, 2015, 2017)
10   Egitto 25 marzo 2021 1º classificato nel gruppo G di qualificazione 24 (1957, 1959, 1962, 1963, 1970, 1974, 1976, 1980, 1984, 1986, 1988, 1990, 1992, 1994, 1996, 1998, 2000, 2002, 2004, 2006, 2008, 2010, 2017, 2019)
11   Comore 25 marzo 2021 2ª classificata nel gruppo G di qualificazione Esordiente
12   Ghana 25 marzo 2021 1º classificato nel gruppo C di qualificazione 22 (1963, 1965, 1968, 1970, 1978, 1980 1982, 1984, 1992, 1994, 1996, 1998, 2000, 2002, 2006, 2008, 2010, 2012, 2013, 2015, 2017, 2019)
13   Guinea Equatoriale 25 marzo 2021 2ª classificata nel gruppo J di qualificazione 2 (2012, 2015)
14   Zimbabwe 25 marzo 2021 2º classificato nel gruppo H di qualificazione 4 (2004, 2006, 2017, 2019)
15   Costa d'Avorio 26 marzo 2021 1ª classificata nel gruppo K di qualificazione 23 (1965, 1968, 1970, 1974, 1980, 1984, 1986, 1988, 1990, 1992, 1994, 1996, 1998, 2000, 2002, 2006, 2008, 2010, 2012, 2013, 2015, 2017, 2019)
16   Marocco 26 marzo 2021 1º classificato nel gruppo E di qualificazione 17 (1972, 1976, 1978, 1980, 1986, 1988, 1992, 1998, 2000, 2002, 2004, 2006, 2008, 2012, 2013, 2017, 2019)
17   Nigeria 27 marzo 2021 1ª classificata nel gruppo L di qualificazione 18 (1963, 1976, 1978, 1980, 1982, 1984, 1988, 1990, 1992, 1994, 2000, 2002, 2004, 2006, 2008, 2010, 2013, 2019)
18   Sudan 28 marzo 2021 2º classificato nel gruppo C di qualificazione 8 (1957, 1959, 1963, 1970, 1972, 1976, 2008, 2012)
19   Malawi 29 marzo 2021 2º classificato nel gruppo B di qualificazione 2 (1984, 2010)
20   Mauritania 30 marzo 2021 2ª classificata nel gruppo E di qualificazione 1 (2019)
21   Etiopia 30 marzo 2021 2ª classificata nel gruppo K di qualificazione 10 (1957, 1959, 1962, 1963, 1965, 1968, 1970, 1976, 1982, 2013)
22   Guinea-Bissau 30 marzo 2021 2ª classificata nel gruppo I di qualificazione 2 (2017, 2019)
23   Capo Verde 30 marzo 2021 2º classificato nel gruppo F di qualificazione 2 (2013, 2015)
24   Sierra Leone 15 giugno 2021 2º classificato nel gruppo L di qualificazione 2 (1994, 1996)

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante fosse previsto il 25 giugno 2021, il sorteggio finale fu posticipato al 17 agosto successivo per problemi logistici legati alla pandemia di COVID-19.[11][12] Come la precedente edizione del 2019, le 24 nazionali sono state raggruppate in sei gruppi da quattro.

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4

  Camerun (organizzatore)
  Algeria (detentrice)
  Senegal
  Tunisia
  Nigeria
  Marocco

  Egitto
  Ghana
  Mali
  Costa d'Avorio
  Guinea
  Burkina Faso

  Capo Verde
  Gabon
  Mauritania
  Zimbabwe
  Guinea-Bissau
  Sierra Leone

  Sudan
  Malawi
  Comore
  Guinea Equatoriale
  Etiopia
  Gambia

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per la Coppa delle nazioni africane 2021.

Lista arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Per la competizione sono stati selezionati 24 fischietti provenienti da 21 federazioni diverse, di cui una della CONCACAF, 31 assistenti arbitrali da 24 paesi e 8 assistenti al VAR di cinque paesi, di cui uno CONCACAF.[13]

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Assistenti arbitrali[modifica | modifica wikitesto]

VAR[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Camerun 7 3 2 1 0 7 3 +4
2.   Burkina Faso 4 3 1 1 1 3 3 0
3.   Capo Verde 4 3 1 1 1 2 2 0
4.   Etiopia 1 3 0 1 2 2 6 -4

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Yaoundé
9 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 1
Camerun  2 – 1
referto
  Burkina FasoStadio Paul Biya
Arbitro:   Ghorbal

Yaoundé
9 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 2
Etiopia  0 – 1
referto
  Capo VerdeStadio Paul Biya
Arbitro:   Rodrigues de Carvalho

Yaoundé
13 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 13
Camerun  4 – 1
referto
  EtiopiaStadio Paul Biya
Arbitro:   Ndala Ngambo

Yaoundé
13 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 14
Capo Verde  0 – 1
referto
  Burkina FasoStadio Paul Biya
Arbitro:   Omar

Yaoundé
17 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 25
Capo Verde  1 – 1
referto
  CamerunStadio Paul Biya
Arbitro:   Selmi

Bafoussam
17 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 26
Burkina Faso  1 – 1
referto
  EtiopiaStadio Kouekong
Arbitro:   Heeralall

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Senegal 5 3 1 2 0 1 0 +1
2.   Guinea 4 3 1 1 1 2 2 0
3.   Malawi 4 3 1 1 1 2 2 0
4.   Zimbabwe 3 3 1 0 2 3 4 -1

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Bafoussam
10 gennaio 2022, ore 14:00 UTC+1
Incontro 3
Senegal  1 – 0
referto
  ZimbabweStadio Kouekong
Arbitro:   Escobar

Bafoussam
10 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 4
Guinea  1 – 0
referto
  MalawiStadio Kouekong
Arbitro:   Laryea

Bafoussam
14 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 15
Senegal  0 – 0
referto
  GuineaStadio Kouekong
Arbitro:   Tessema Weyesa

Bafoussam
14 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 17
Malawi  2 – 1
referto
  ZimbabweStadio Kouekong
Arbitro:   Beida

Bafoussam
18 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 27
Malawi  0 – 0
referto
  SenegalStadio Kouekong
Arbitro:   Ngwa

Yaoundé
18 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 28
Zimbabwe  2 – 1
referto
  GuineaStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Mukansanga

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Marocco 7 3 2 1 0 5 2 +3
2.   Gabon 5 3 1 2 0 4 3 +1
3.   Comore 3 3 1 0 2 3 5 -2
4.   Ghana 1 3 0 1 2 3 5 -2

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Yaoundé
10 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 5
Marocco  1 – 0
referto
  GhanaStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Bondo

Yaoundé
10 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 6
Comore  0 – 1
referto
  GabonStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Waweru

Yaoundé
14 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 16
Marocco  2 – 0
referto
  ComoreStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Selmi

Yaoundé
14 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 18
Gabon  1 – 1
referto
  GhanaStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Benbraham

Yaoundé
18 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 29
Gabon  2 – 2
referto
  MaroccoStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Beida

Garoua
18 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 30
Ghana  2 – 3
referto
  ComoreStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   Traore

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Nigeria 9 3 3 0 0 6 1 +5
2.   Egitto 6 3 2 0 1 2 1 +1
3.   Sudan 1 3 0 1 2 1 4 -3
4.   Guinea-Bissau 1 3 0 1 2 0 3 -3

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Garoua
11 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 9
Nigeria  1 – 0
referto
  EgittoStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   Gassama

Garoua
11 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 10
Sudan  0 – 0
referto
  Guinea-BissauStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   Sy

Garoua
15 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 19
Nigeria  3 – 1
referto
  SudanStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   Gomes

Garoua
15 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 20
Guinea-Bissau  0 – 1
referto
  EgittoStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   Ndabihawenimana

Garoua
19 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 31
Guinea-Bissau  0 – 2
referto
  NigeriaStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   Waweru

Yaoundé
19 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 32
Egitto  1 – 0
referto
  SudanStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Bondo

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Costa d'Avorio 7 3 2 1 0 6 3 +3
2.   Guinea Equatoriale 6 3 2 0 1 2 1 +1
3.   Sierra Leone 2 3 0 2 1 2 3 -1
4.   Algeria 1 3 0 1 2 1 4 -3

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Douala
11 gennaio 2022, ore 14:00 UTC+1
Incontro 7
Algeria  0 – 0
referto
  Sierra LeoneComplesso polisportivo di Japoma
Arbitro:   Heeralall

Douala
12 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 11
Guinea Equatoriale  0 – 1
referto
  Costa d'AvorioComplesso polisportivo di Japoma
Arbitro:   Jiyed

Douala
16 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 22
Costa d'Avorio  2 – 2
referto
  Sierra LeoneComplesso polisportivo di Japoma
Arbitro:   N'Diaye

Douala
16 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 24
Algeria  0 – 1
referto
  Guinea EquatorialeComplesso polisportivo di Japoma
Arbitro:   Escobar

Douala
20 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 33
Costa d'Avorio  3 – 1
referto
  AlgeriaComplesso polisportivo di Japoma
Arbitro:   Gomes

Limbe
20 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 34
Sierra Leone  0 – 1
referto
  Guinea EquatorialeStadio di Limbe
Arbitro:   Eid Mansour

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Mali 7 3 2 1 0 4 1 +3
2.   Gambia 7 3 2 1 0 3 1 +2
3.   Tunisia 3 3 1 0 2 4 2 +2
4.   Mauritania 0 3 0 0 3 0 7 -7

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Limbe
12 gennaio 2022, ore 14:00 UTC+1
Incontro 8
Tunisia  0 – 1
referto
  MaliStadio di Limbe
Arbitro:   Sikazwe

Limbe
12 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 12
Mauritania  0 – 1
referto
  GambiaStadio di Limbe
Arbitro:   Camille

Limbe
16 gennaio 2022, ore 14:00 UTC+1
Incontro 21
Gambia  1 – 1
referto
  MaliStadio di Limbe
Arbitro:   Guezzaz

Limbe
16 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+1
Incontro 23
Tunisia  4 – 0
referto
  MauritaniaStadio di Limbe
Arbitro:   El Banna

Limbe
20 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 35
Gambia  1 – 0
referto
  TunisiaStadio di Limbe
Arbitro:   Guerrero

Douala
20 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+1
Incontro 36
Mali  2 – 0
referto
  MauritaniaComplesso polisportivo di Japoma
Arbitro:   Camille

Raffronto tra le squadre terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Tra le terze classificate di ogni girone, si applicano i seguenti criteri per stabilire il passaggio del turno delle migliori quattro squadre:

  • maggior numero di punti ottenuti nella fase a gironi;
  • miglior differenza reti complessiva;
  • maggior numero di reti segnate nel girone;
  • sorteggio;
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR Girone
1.   Capo Verde 4 3 1 1 1 2 2 0 A
2.   Malawi 4 3 1 1 1 2 2 0 B
3.   Tunisia 3 3 1 0 2 4 2 +2 F
4.   Comore 3 3 1 0 2 3 5 -2 C
5.   Sierra Leone 2 3 0 2 1 2 3 -1 E
6.   Sudan 1 3 0 1 2 1 4 -3 D

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
23 gen. – Limbe            
 2A.   Burkina Faso (dtr)  1 (7)

29 gen. – Garoua

 2C.   Gabon  1 (6)  
   Burkina Faso  

23 gen. – Garoua

     Tunisia    
 1D.   Nigeria  0

2 feb. – Douala

 3F.   Tunisia  1  
   

25 gen. – Bafoussam

       
 1B.   Senegal  2

30 gen. – Douala

 3A.   Capo Verde  0  
   Senegal  

26 gen. – Limbe

       
 1F.   Mali  

6 feb. – Yaoundé (Olembe)

 2E.   Guinea Equatoriale    
   

24 gen. – Bafoussam

     
 2B.   Guinea  0

29 gen. – Douala

 2F.   Gambia  1  
   Gambia  

24 gen. – Yaoundé (Olembe)

     Camerun    
 1A.   Camerun  2

3 feb. – Yaoundé (Olembe)

 3C.   Comore  1  
   

26 gen. – Douala

        Finale 3° posto
 1E.   Costa d'Avorio  

30 gen. – Yaoundé (Olembe)

6 feb. – Yaoundé (Ahidjo)

 2D.   Egitto    
       

25 gen. – Yaoundé (Ahidjo)

     Marocco        
 1C.   Marocco  2
 3B.   Malawi  1  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Limbe
23 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 37
Burkina Faso  1 – 1
(d.t.s.)
referto
  GabonLimbe Stadium
Arbitro:   Jiyed

Garoua
23 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 38
Nigeria  0 – 1
referto
  TunisiaStadio Roumdé Adjia
Arbitro:   N'Diaye

Bafoussam
24 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 40
Guinea  0 – 1
referto
  GambiaKouekong Stadium
Arbitro:   Omar

Yaoundé
24 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 39
Camerun  2 – 1
referto
  ComoreStadio Paul Biya
Arbitro:   Tessema Weyesa

Bafoussam
25 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 41
Senegal  2 – 0
referto
  Capo VerdeKouekong Stadium
Arbitro:   Benbraham

Yaoundé
25 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 42
Marocco  2 – 1
referto
  MalawiStadio Ahmadou Ahidjo
Arbitro:   Ndabihawenimana

Douala
26 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 43
Costa d'Avorio   – 
referto
  EgittoJapoma Stadium
Arbitro:   Ndala Ngambo

Limbe
26 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 44
Mali   – 
referto
  Guinea EquatorialeLimbe Stadium
Arbitro:   Gassama

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Douala
29 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 46
Gambia   –   CamerunJapoma Stadium

Garoua
29 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 45
Burkina Faso   –   TunisiaStadio Roumdé Adjia

Yaoundé
30 gennaio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 47
non conosciuta   –   MaroccoStadio Paul Biya

Douala
30 gennaio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 48
Senegal   –   non conosciutaJapoma Stadium

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Douala
2 febbraio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 49
non conosciuta   –   non conosciutaJapoma Stadium

Yaoundé
3 febbraio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 50
non conosciuta   –   non conosciutaStadio Paul Biya

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Yaoundé
6 febbraio 2022, ore 17:00 UTC+2
Incontro 51
non conosciuta   –   non conosciutaStadio Ahmadou Ahidjo

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Finale della Coppa delle nazioni africane 2021.
Yaoundé
6 febbraio 2022, ore 20:00 UTC+2
Incontro 52
non conosciuta   –   non conosciutaStadio Paul Biya

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 25 gennaio 2022.

6 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

Episodi e controversie[modifica | modifica wikitesto]

Errori arbitrali in Tunisia-Mali[modifica | modifica wikitesto]

All'85' di Tunisia-Mali, valida per la prima giornata del Gruppo F, l'arbitro zambiano Janny Sikazwe fischia tre volte la fine dell'incontro, per poi comprendere il suo errore e far riprendere il gioco. All'89', quattro minuti dopo, l'arbitro fischia di nuovo tre volte la fine della partita; furibondi, i giocatori e lo staff della Tunisia invadono il campo per protesta e l'arbitro viene dunque scortato dalla sicurezza fuori dal campo. Segue una conferenza stampa con l'allenatore del Mali, che viene interrotta quando la CAF comunica che la partita riprenderà ma senza l'arbitro zambiano, escluso dopo aver commesso l'errore. Sul terreno di gioco tornano quindi i giocatori maliani e gli arbitri, ma i calciatori tunisini si rifiutano di fare altrettanto e il Mali festeggia la vittoria. Si apprenderà poi che Sikazwe era stato sospeso dalla CAF nel 2018 per sospetti di corruzione in un'altra partita di calcio africano.[14]

Incidenti prima di Camerun-Comore[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'incontro degli ottavi di finale tra Camerun e Comore, numerosi tifosi si sono ammassati fuori allo stadio Paul Biya di Yaoundé, anche se parte di loro non possedeva né il biglietto né la certificazione di negatività al SARS-CoV-2; questo ha provocato una ressa nella quale coloro che non erano riusciti a entrare nello stadio hanno cercato di forzare i varchi d'ingresso. Il bilancio conseguente è stato di otto morti e decine di feriti.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) CAF Executive Committee put infrastructures as one of the main priorities, su cafonline.com, 31 marzo 2021. URL consultato il 1º aprile 2021.
  2. ^ (EN) Statement from the Organising Committee of the Total African Cup of Nations Cameroon 2021, su cafonline.com, 15 gennaio 2020.
  3. ^ (EN) Decisions of CAF Executive Meeting – 30 June 2020, su cafonline.com, 30 giugno 2020. URL consultato il 24 dicembre 2021.
  4. ^ a b (EN) Decisions made by the CAF Executive Committee, convened January 24th 2014 (PDF), in Cafonline.com, 26 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) Six nations submit bids for 2019 & 2021 Africa Cup of Nations, in Goal.com, 27 novembre 2013.
  6. ^ (EN) Nations Cup: 2019, 2012 and shock 2023 hosts unveiled by Caf, in BBC Sport, 20 settembre 2014.
  7. ^ (EN) Cameroon stripped of hosting 2019 Africa Cup of Nations, su bbc.com, BBC, 30 novembre 2018.
  8. ^ (FR) CAN 2019 : le pays hôte sera connu le 9 janvier, in Le Monde, 10 dicembre 2018.
  9. ^ (EN) Daniel Etchells, Egypt named as hosts of 2019 Africa Cup of Nations, su www.insidethegames.biz, 8 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) COTE D'IVOIRE AGREES CAF TIMETABLE SHIFT, su cafonline.com, CAF, 30 gennaio 2019.
  11. ^ (EN) CAF postpones TotalEnergies Africa Cup final draw, new date to be set soon, CAF, 6 giugno 2021. URL consultato il 7 giugno 2021.
  12. ^ (FR) CAN 2021 : Le tirage au sort prévu au 15 août prochain, 21 luglio 2021. URL consultato il 21 luglio 2021.
  13. ^ (EN) TotalEnergies AFCON Cameroon match officials announced, su cafonline.com, Confederation of African Football, 21 dicembre 2021.
  14. ^ Coppa d'Africa, Tunisia-Mali: l'arbitro fischia prima la fine. Ricorso in vista, su sport.sky.it, 12 gennaio 2022.
  15. ^ Michele Mazzeo, Tragedia in Coppa d'Africa, ressa per entrare allo stadio per Camerun-Comore: otto morti, su fanpage.it, 24 gennaio 2022. URL consultato il 26 gennaio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio