Nazionale di calcio di Capo Verde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capo Verde Capo Verde
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FCF
Federação Caboverdiana de Futebol
Confederazione CAF
Codice FIFA CPV
Soprannome Tubarões Azuis
(Gli Squali Blu)
Crioulos
(I Creoli)
Selezionatore Portogallo Rui Águas
Record presenze Babanco (53)
Capocannoniere Héldon (15)
Ranking FIFA 64º (16 agosto 2018)[1]
Esordio internazionale
Capo Verde Capo Verde 0 - 1 Angola Angola
Capo Verde; 1978
Migliore vittoria
Capo Verde Capo Verde 7 – 1 São Tomé e Príncipe São Tomé e Príncipe
Praia, Capo Verde; 13 giugno 2015
Peggiore sconfitta
Senegal Senegal 5 - 1 Capo Verde Capo Verde
Mali; 12 febbraio 1981
Capo Verde Capo Verde 0 - 4 Ghana Ghana
Praia, Capo Verde; 8 ottobre 2005
Guinea Guinea 4 - 0 Capo Verde Capo Verde
Conakry, Guinea; 9 settembre 2007
Coppa d'Africa
Partecipazioni 2 (esordio: 2013)
Miglior risultato Quarti di finale nel 2013

La nazionale di calcio di Capo Verde è la rappresentativa nazionale calcistica di Capo Verde ed è posta sotto l'egida della Federação Caboverdiana de Futebol. I giocatori di Capo Verde sono soprannominati Crioulos (creoli) e Tubarões azuis (squali blu).

Mai qualificatasi per la Coppa del mondo (ha sfiorato la qualificazione alle edizioni del 2014 e 2018), ha preso parte per la prima volta a una fase finale di una rassegna internazionale alla Coppa d'Africa 2013. La nazionale capoverdiana vanta un trofeo a livello continentale, la Coppa Amílcar Cabral, vinta nell'edizione casalinga del 2000 ai danni del Senegal, sconfitto per 1-0 in finale.

Nella graduatoria FIFA in vigore da agosto 1993 il miglior posizionamento raggiunto da Capo Verde è stato il 27º posto nel febbraio 2014, mentre il peggiore è stato il 182º posto di aprile 2000; occupa attualmente il 64º posto della graduatoria.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 vinse la Coppa Amílcar Cabral nell'edizione casalinga, battendo per 1-0 in finale il Senegal.

Il 2 novembre 2002 affrontò per la prima volta una compagine non africana, il Lussemburgo in amichevole (0-0 il risultato finale).

Il 24 maggio 2010 la nazionale dell'arcipelago africano riuscì a strappare un lusinghiero 0-0 in casa del Portogallo, in un'amichevole di preparazione giocata dai lusitani in vista di Sudafrica 2010. Nel 2011 sfiorò la qualificazione alla Coppa d'Africa 2012, sfumata a causa della peggiore differenza reti rispetto a Mali (vincitore del gruppo A) e Sudan (seconda migliore tra le seconde). L'anno dopo però, il 14 ottobre 2012, Capo Verde conseguì la qualificazione all'edizione 2013 della Coppa d'Africa, la prima nella sua storia. Tale risultato fu ottenuto grazie alla vittoria nel doppio confronto contro il favorito Camerun. Un 2-0 casalingo nella partita di andata a Praia ed una sconfitta per 1-2 al ritorno a Yaoundé, permisero alla nazionale dell'arcipelago di ottenere per la prima volta l'accesso alla massima competizione per nazionali del continente africano. La prima esperienza nella fase finale si chiuse con il raggiungimento dei quarti di finale.

I buoni progressi mostrati furono confermati nelle successive qualificazioni al mondiale del 2014. I capoverdiani, inseriti in un girone di qualificazione con Tunisia, Sierra Leone e Guinea Equatoriale, chiusero addirittura al primo posto, con 4 vittorie e 2 sconfitte e la decisiva vittoria esterna sul campo della Tunisia. Poco dopo, però, la nazionale dell'arcipelago fu ufficialmente sanzionata dalla FIFA per aver schierato lo squalificato Fernando Varela proprio nella gara decisiva, Tunisia-Capo Verde 0-2, del 7 settembre 2013. Il massimo organismo internazionale decretò l'assegnazione della vittoria a tavolino per 3-0 alla nazionale tunisina, ponendo fine alle speranze di Capo Verde di qualificarsi al mondiale e mandando i tunisini a disputare i play-off di qualificazione al posto dei capoverdiani.

Nel novembre 2014 la nazionale dell'arcipelago si qualificò per la Coppa d'Africa 2015 in Guinea Equatoriale, chiudendo al primo posto il girone di qualificazione che includeva anche Zambia, Mozambico e Nigeria. La seconda partecipazione di fila alla fase finale del massimo torneo continentale si chiuse per i capoverdiani al primo turno per il minor numero di reti fatte rispetto alla RD del Congo, che pure aveva ottenuto tre pareggi come i Crioulos.

Nelle qualificazioni al campionato del mondo 2018 la squadra giunse alla terza fase in un girone contro Senegal, Burkina Faso e Sudafrica, ma chiuse al terzo posto con due vittorie (entrambe contro i sudafricani) e quattro sconfitte.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Divise storiche[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa 2013
Casa Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Tepa
Coppa d'Africa 2015
Casa Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Lacatoni

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Capo Verde 2000

Partecipazioni ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche dettagliate sui tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1957 Sudan Sudan Non partecipante - - - -
1959 Egitto Egitto Non partecipante - - - -
1962 Etiopia Etiopia Non partecipante - - - -
1963 Ghana Ghana Non partecipante - - - -
1965 Tunisia Tunisia Non partecipante - - - -
1968 Etiopia Etiopia Non partecipante - - - -
1970 Sudan Sudan Non partecipante - - - -
1972 Camerun Camerun Non partecipante - - - -
1974 Egitto Egitto Non partecipante - - - -
1976 Etiopia Etiopia Non partecipante - - - -
1978 Ghana Ghana Non partecipante - - - -
1980 Nigeria Nigeria Non partecipante - - - -
1982 Libia Libia Non partecipante - - - -
1984 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Non partecipante - - - -
1986 Egitto Egitto Non partecipante - - - -
1988 Marocco Marocco Non partecipante - - - -
1990 Algeria Algeria Non partecipante - - - -
1992 Senegal Senegal Non partecipante - - - -
1994 Tunisia Tunisia Non qualificata - - - -
1996 Sudafrica Sudafrica Ritirata - - - -
1998 Burkina Faso Burkina Faso Non partecipante - - - -
2000 Ghana Ghana / Nigeria Nigeria Non qualificata - - - -
2002 Mali Mali Non qualificata - - - -
2004 Tunisia Tunisia Non qualificata - - - -
2008 Ghana Ghana Non qualificata - - - -
2010 Angola Angola Non qualificata - - - -
2012 Gabon Gabon /
Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale
Non qualificata - - - -
2013 Sudafrica Sudafrica Quarti di finale 1 2 1 3:4
2015 Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale Primo Turno 0 3 0 1:1
2017 Gabon Gabon Non qualificata - - - -
2019 Egitto Egitto Non qualificata - - - -

Tutte le rose[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa 2013
Vozinha, 2 Sténio, 3 F. Varela, 4 Ramos, 5 Babanco, 6 Nando, 7 Platini, 8 T. Varela, 9 Rambé, 10 Héldon, 11 Tavares, 12 Fock, 13 Josimar, 14 Gêgê, 15 Soares, 16 Rilly, 17 Ronny, 18 Nivaldo, 19 Pecks, 20 Mendes, 21 Djaniny, 22 Silva, 23 Carlitos, CT: Antunes
Coppa d'Africa 2015
Vozinha, 2 Stopira, 3 F. Varela, 4 Kay, 5 Babanco, 6 Semedo, 7 O. Fortes, 8 T. Varela, 9 Kuca, 10 Héldon, 11 Rodrigues, 12 Ken, 13 Platini, 14 Gêgê, 15 Nuno Rocha, 16 Somada, 17 Calú, 18 Nivaldo, 19 Tavares, 20 Mendes, 21 Djaniny, 22 J. Fortes, 23 Carlitos, CT: Águas

Rosa attuale[modifica | modifica wikitesto]

Lista dei convocati per la Coppa delle Nazioni Africane 2015.[2][3]

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Vozinha 3 giugno 1986 (32 anni) 18 -? Angola Gil Vicente
2 D Stopira 20 maggio 1988 (31 anni) 14 0 Ungheria MOL Vidi
3 D Fernando Varela 26 novembre 1987 (31 anni) 32 3 Romania Steaua Bucarest
4 D Kay 5 gennaio 1988 (31 anni) 6 0 Romania Univ. Craiova
5 C Babanco Captain sports.svg 27 luglio 1985 (33 anni) 39 2 Portogallo Estoril Praia
6 C Sérgio Semedo 23 febbraio 1988 (31 anni) 1 0 Portogallo Olhanense
7 A Odaïr Fortes 31 marzo 1987 (32 anni) 17 3 Francia Stade Reims
8 C Toni Varela 13 giugno 1986 (32 anni) 23 1 Paesi Bassi Excelsior
9 A Kuca 2 agosto 1989 (29 anni) 6 1 Portogallo Estoril Praia
10 A Héldon 14 novembre 1988 (30 anni) 31 10 Portogallo Sporting Lisbona
11 A Garry Rodrigues 27 novembre 1990 (28 anni) 7 1 Spagna Elche
12 P Ken 6 giugno 1994 (24 anni) 1 -1 Portogallo Nacional
13 C Platini 16 aprile 1986 (33 anni) 12 1 Bulgaria CSKA Sofia
14 D Gegé 24 febbraio 1988 (31 anni) 19 0 Portogallo Marítimo
15 C Nuno Rocha 25 marzo 1992 (27 anni) 4 0 Romania Univ. Craiova
16 P Somada 3 maggio 1996 (23 anni) 0 -0 Portogallo Gil Vicente
17 C Calú 20 settembre 1983 (35 anni) 11 0 Angola Progresso
18 D Nivaldo 10 luglio 1988 (30 anni) 19 0 Rep. Ceca Teplice
19 A Júlio Tavares 19 novembre 1988 (30 anni) 11 1 Francia Digione
20 A Ryan Mendes 8 gennaio 1990 (29 anni) 19 5 Francia Lilla
21 A Djaniny 21 marzo 1991 (28 anni) 17 2 Messico Santos Laguna
22 D Jeffrey Fortes 22 marzo 1989 (30 anni) 2 0 Paesi Bassi Dordrecht
23 D Carlitos 23 aprile 1985 (34 anni) 18 0 Cipro AEL Limassol

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ (PT) CONVOCADOS CAN 2015, FCF.cv, 24 dicembre 2014.
  3. ^ (EN) AFCON2015: List of Cape Vert (PDF), CAFonline.com, 9 gennaio 2015. URL consultato il 9 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENno2017114029
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio