Nazionale di calcio della Repubblica del Congo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rep. del Congo Repubblica del Congo
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FECOFOOT
Fédération Congolaise de Football
Confederazione CAF
Codice FIFA CGO
Soprannome Diables Rouges
(I Diavoli Rossi)
Selezionatore Brasile Valdo Filho
Ranking FIFA 87º (25 ottobre 2018)[1]
Esordio internazionale
Costa d'Avorio Costa d'Avorio 4 - 2 Rep. del Congo Rep. del Congo
febbraio 1960
Migliore vittoria
Rep. del Congo Rep. del Congo 11 - 0 Ciad Ciad
Rep. del Congo; 28 marzo 1964
Congo-Brazzaville Rep. del Congo 11 - 0 São Tomé e Príncipe São Tomé e Príncipe
Gabon; 7 luglio 1976
Peggiore sconfitta
Madagascar Madagascar 8 - 1 Rep. del Congo Rep. del Congo
Madagascar; 18 aprile 1960
Coppa d'Africa
Partecipazioni 7 (esordio: 1968)
Miglior risultato Oro Campioni nel 1972

La nazionale di calcio della Repubblica del Congo (fr. Équipe du Congo de football) è la rappresentativa nazionale calcistica dell'omonimo paese africano ed è posta sotto l'egida della Fédération Congolaise de Football.

Fu costituita nel 1962 e nello stesso anno ottenne l'affiliazione alla FIFA. Non ha mai preso parte alla fase finale del campionato del mondo, ma ha raggiunto importanti traguardi a livello continentale, come la vittoria nella Coppa d'Africa 1972 e il successo nel torneo di calcio dei Giochi panafricani del 1965 (disputati in casa). I giocatori della selezione vengono soprannominati Diables rouges (Diavoli rossi), proprio come i calciatori del Belgio.

Nella graduatoria FIFA in vigore da agosto 1993 il miglior posizionamento raggiunto dal Congo è stato il 48º posto nel settembre 2014, mentre il peggiore è stato il 139º posto di aprile 1996; occupa l'87º posto della graduatoria.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

La nazionale della Repubblica del Congo esordì nel febbraio 1960 in amichevole contro la Costa d'Avorio, contro la quale perse per 4-2. Il primo incontro ufficiale lo disputò il 13 aprile, quando sconfisse la Riunione per 4-1 e si qualificò per i quarti di finale del torneo tra nazionali francofone tenuto sull'isola di Madagascar, dove il 15 aprile sconfisse per 3-2 gli ivoriani. Perse poi per 5-4 contro il Camerun in semifinale il 17 aprile e per 8-1 contro il Madagascar nella finale per il terzo posto, il 19 aprile, chiudendo dunque al quarto posto il torneo.

Nell'aprile 1963 disputò i Giochi dell'Amicizia in Senegal, dove affrontò Tunisia, Costa d'Avorio, Congo Kinshasa e Mauritania. Persa la partita d'esordio contro la Tunisia (2-0) il 13 aprile, batté la Costa d'Avorio per 3-2 l'indomani, per 2-1 il Congo Kinshasa il 15 aprile e per 11-0 la Mauritania il 17 aprile, ma non si qualificò per il turno successivo.

Nel luglio 1965 ospitò i Giochi panafricani del 1965, prima edizione del torneo, dove affrontò nel girone Mali, Uganda e Togo. Il 18 luglio pareggiò per 1-1 contro il Mali, l'indomani batté per 2-1 l'Uganda e il 21 luglio pareggiò per 1-1 contro il Togo, avanzando alla semifinale, dove affrontò e regolò la Costa d'Avorio per 1-0 il 23 luglio. Il 25 luglio pareggiò per 0-0 contro il Mali nella finale, ma vinse perché ottenne più calci d'angolo degli avversari (dieci contro uno) nella partita conclusiva del torneo.

L'11 gennaio 1967 il Congo giocò per la prima volta contro una nazionale non africana, la Romania, e la batté per 1-0 in amichevole. Il 19 febbraio 1967 esordì nelle qualificazioni alla Coppa d'Africa sul campo della Tunisia, pareggiando per 1-1. Il 2 agosto di quell'anno ospitò una partita di qualificazione contro il Camerun e lo batté per 2-1, qualificandosi così alla fase finale della Coppa d'Africa 1968.

La fase finale del torneo si tenne in Etiopia nel gennaio 1968. Inserito in un girone con Zaire, Senegal e Ghana, il Congo perse per 3-0 contro lo Zaire il 12 gennaio e due giorni dopo perse anche contro il Senegal, per 2-1 (gol di Jeannot Foutika). Il 16 gennaio uscì sconfitto pure dalla gara contro il Ghana (3-1, gol di Jean-Michel Mbono) e fu eliminato.

Il 16 giugno 1968 giocò un'altra amichevole contro la nazionale rumena, vinta per 4-2. Il 30 luglio dello stesso anno giocò per la prima volta contro una nazionale sudamericana, il Brasile, che si impose per 2-0 in Congo.

La vittoria in Coppa d'Africa (1972)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1972 il Congo allenato da Adolphe Bibanzoulou vinse la Coppa d'Africa alla sua seconda partecipazione al torneo. Dopo aver superato Nigeria e poi Costa d'Avorio nei turni preliminari, nella fase finale pareggiò contro il Marocco (1-1, gol di Paul Moukila), poi fu sconfito dallo Zaire per 2-0 e sconfisse per 4-2 il Sudan (doppietta di Jean-Michel Mbono e gol di François M'Pelé e Jonas Bahamboula), superando così il girone come seconda classificata alle spalle dello Zaire. Poi prevalse per 1-0 (gol di Noël Minga) sul Camerun padrone di casa in semifinale e poi per 3-2 il Mali in finale (doppietta di Mbono e gol di M'Pelé), laureandosi campione d'Africa per la prima e sinora unica volta nella propria storia. Il calciatore più rappresentativo di quel Congo era sicuramente François M'Pelé, attivo dalla metà degli anni '60 ai primi anni '80, prima in patria e poi a lungo nel campionato francese, con le maglie di Ajaccio, Paris Saint-Germain, Lens e Rennes.

Anni settanta e ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Eliminato dalla Nigeria al primo turno delle qualificazioni al mondiale del 1974, il Congo di Robert Ndoudi si qualificò automaticamente per la Coppa d'Africa 1974 in quanto detentore del titolo continentale. Nella fase finale vinse per 2-0 contro Mauritius (gol di Moukila e Sébastien Lakou) e per 2-1 contro lo Zaire (gol di Minga e Mbono), poi pareggiò per 1-1 contro la Guinea (gol di Jean-Jacques N'Domba), qualificandosi al turno successivo come prima del girone. In semifinale perse per 4-2 contro lo Zambia (gol di N'Domba e M'Pelé), per poi uscire sconfitto anche dalla finale per il terzo posto contro l'Egitto (4-0).

Il 7 luglio 1976 fece registrare la vittoria più larga della propria storia, battendo 11-0 São Tomé e Príncipe in Gabon. Nelle eliminatorie della Coppa d'Africa 1976 uscì contro la Nigeria al secondo turno dopo aver eliminato al primo turno la Costa d'Avorio.

Nelle qualificazioni al campionato del mondo 1978 superò il Camerun al primo turno, ma fu eliminato dalla Costa d'Avorio al secondo turno. Le cose non andarono meglio alla Coppa d'Africa 1978, dove il Congo arrivò eliminando nei turni preliminari Camerun e Camerun. I congolesi subirono due sconfitte (1-3 contro l'Uganda con gol di Jacques Mamounoubala e 0-1 contro il Marocco) e raccolsero un pari contro la Tunisia (0-0), chiudendo con l'eliminazione al primo turno.

Nella Coppa UDEAC il Congo fu finalista nel 1984 e nel 1985, entrambe le volte sconfitto, da Camerun e Gabon.

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 vinse il trofeo in casa, battendo in finale il Camerun (2-1).

Qualificatosi alla Coppa d'Africa 1992, pareggiò contro Costa d'Avorio (0-0) e Algeria (1-1, gol di Pierre Tchibota), risultati sufficienti per accedere alla fase a eliminazione diretta, grazie al secondo posto nel minigirone. Ai quarti di finale fu sconfitto per 2-1 (gol di Tchibota) dal Ghana ed eliminato.

Nelle eliminatorie del campionato del mondo 1994 uscì al primo turno, contro Nigeria e Sudafrica. Finalista ai Giochi della Francofonia del 1997, non andò lontano dalla qualificazione al campionato del mondo 1998. Superata al primo turno la Costa d'Avorio, il Congo si piazzò secondo nel girone di secondo turno, dietro il Sudafrica e davanti a Zambia e RD del Congo. Dopo aver sconfitto in casa Zambia, Rep. Democratica del Congo e Sudafrica, all'ultima giornata con una vittoria avrebbe ottenuto la qualificazione al mondiale francese, ma perse per 1-0 in casa del Sudafrica e fu eliminato.

Anni duemila[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi qualificato alla Coppa d'Africa 2000 fu eliminato al primo turno, a causa di due sconfitte contro Marocco (0-1) e Tunisia (0-1) e al pareggio contro la Nigeria (0-0).

Non riuscì a qualificarsi per il campionato del mondo 2002. Dopo aver eliminato la Guinea Equatoriale al primo turno, nel girone di secondo turno si classificò ultimo, dietro a Madagascar, Tunisia, Costa d'Avorio e Repubblica Democratica del Congo. Fu assente anche dalla Coppa del mondo 2006, eliminato nelle qualificazioni, dove estromise la Sierra Leone al primo turno, ma si piazzò quarto su sei squadre nel girone di secondo turno, dietro Togo, Senegal, Zambia e davanti a Mali, Liberia.

Nel 2007 vinse la Coppa CEMAC in Ciad, battendo in finale il Gabon per 1-0 (gol di Destin Makita) e l'anno dopo arrivò in finale del torneo, ma fu sconfitto dal Camerun (0-3). Inserito in un girone di qualificazione al campionato del mondo 2010 con Mali, Sudan e Ciad, si piazzò terzo, mancando l'accesso alla fase seguente.

Anni duemiladieci[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 vinse nuovamente la Coppa CEMAC battendo in finale il Camerun padrone di casa per 9-8 ai tiri di rigore (1-1 dopo i tempi supplementari, gol di Jusly Gitel Boukama-Kaya).

Qualificatosi alla Coppa d'Africa 2015, dopo aver vinto il proprio girone di prima fase uscì ai quarti di finale, sconfitto per 4-2 dalla Repubblica Democratica del Congo.

Commissari tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1972
1 vittoria (1990)
2 secondi posti
  • Giochi Centrafricani:
2 secondi posti

Partecipazioni ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa[modifica | modifica wikitesto]

  • Dal 1957 al 1965 - Non partecipante
  • 1968 - Primo turno
  • 1970 - Non partecipante
  • 1972 - Campione
  • 1974 - Quarto posto
  • 1976 - Non qualificata
  • 1978 - Primo turno
  • Dal 1980 al 1988 - Non qualificata
  • 1990 - Non partecipante
  • 1992 - Quarti di finale
  • Dal 1994 al 1998 - Non qualificata
  • 2000 - Primo turno
  • 2002 - Non qualificata
  • 2004 - Non qualificata
  • 2006 - Non qualificata
  • 2008 - Non qualificata
  • 2010 - Non qualificata
  • 2012 - Non qualificata
  • 2013 - Non qualificata
  • 2015 - Quarti di finale
  • 2017 - Non qualificata
  • 2019 - Non qualificata

Statistiche dettagliate sui tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1957 Sudan Sudan Non partecipante - - - -
1959 bandiera Repubblica Araba Unita Non partecipante - - - -
1962 Etiopia Etiopia Non partecipante - - - -
1963 Ghana Ghana Non partecipante - - - -
1965 Tunisia Tunisia Non partecipante - - - -
1968 Etiopia Etiopia Primo turno 0 0 3 2:8
1970 Sudan Sudan Non partecipante - - - -
1972 Camerun Camerun Campione Coppa Africa.svg 3 1 1 9:7
1974 Egitto Egitto Quarto posto 2 1 2 7:10
1976 Etiopia Etiopia Non qualificata - - - -
1978 Ghana Ghana Primo turno 0 1 2 1:4
1980 Nigeria Nigeria Non qualificata - - - -
1982 Libia Libia Non qualificata - - - -
1984 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Non qualificata - - - -
1986 Egitto Egitto Non qualificata - - - -
1988 Marocco Marocco Non qualificata - - - -
1990 Algeria Algeria Non partecipante - - - -
1992 Senegal Senegal Quarti di finale 0 2 1 2:3
1994 Tunisia Tunisia Non qualificata - - - -
1996 Sudafrica Sudafrica Non qualificata - - - -
1998 Burkina Faso Burkina Faso Non qualificata - - - -
2000 Ghana Ghana / Nigeria Nigeria Primo turno 0 1 2 0:2
2002 Mali Mali Non qualificata - - - -
2004 Tunisia Tunisia Non qualificata - - - -
2006 Egitto Egitto Non qualificata - - - -
2008 Ghana Ghana Non qualificata - - - -
2010 Angola Angola Non qualificata - - - -
2012 Gabon Gabon / Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale Non qualificata - - - -
2013 Sudafrica Sudafrica Non qualificata - - - -
2015 Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale Quarti di finale 2 1 1 6:6
2017 Gabon Gabon Non qualificata - - - -

Tutte le rose[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa[modifica | modifica wikitesto]

Coppa d'Africa 1992
Mouanga, P Ngoya, P Samba, D Baloki, D Bouketo, D Mbongo, D Mouyabi, D Nsombi, D Ntounou, D Okemba, C Bongo, C J. C. Mbemba, C J. M. Mbemba, C Moukassa, C N'Domba, C Nzamba, C Tsoumou, A Amouzoud, A Makita, A Malonga, A Ngapy, A Tchibota-Zaou, CT: Minga


Coppa d'Africa 2000
Samba, 2 Bitoumbou, 3 Diamesso, 4 N'Keoua, 5 Oponga, 6 Moyimbouabeka, 7 Bokatola, 8 Embingou, 9 Akiana, 10 Rock Malonga, 11 Ewolo, 12 Younga-Mouhani, 13 Ntounou, 14 Guié-Mien, 15 Service, 16 Etouayo, 17 Eta, 18 Ibara, 19 Nanitelamio, 20 Mackaya-Tchitembo, 21 Tchimbakala, 22 Mouko, CT: Mémy


Coppa d'Africa 2015
Mafoumbi, 2 N'Ganga, 3 Nganga, 4 Ngonga, 5 Bouka Moutou, 6 Bissiki, 7 Oniangué, 8 Ndinga, 9  M'Boussy, 10 Doré, 11 N'Guessi, 12 Litsingi, 13 Bifouma, 14 Gandzé, 15 Douniama, 16 Massa, 17 C. Malonga, 18 Baudry, 19 D. Malonga, 20 Binguila, 21 Babélé, 22 Ndzila, 23 Mavoungou, CT: Le Roy

Rosa attuale[modifica | modifica wikitesto]

Lista dei convocati per la partita di qualificazione alla Coppa d'Africa 2019 contro la RD del Congo del 18 novembre 2018[2]
Presenze e reti aggiornate al 18 novembre 2018.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
16 P Chancel Massa 24 gennaio 1983 (36 anni) 18 0 Rep. del Congo CARA
1 P Joé Ombandza 9 aprile 1998 (21 anni) 0 0 Rep. del Congo La Mancha
2 D Béranger Itoua 9 maggio 1992 (27 anni) 9 0 Rep. del Congo Otôho
3 D Marvin Baudry 26 gennaio 1990 (29 anni) 33 3 Belgio Zulte Waregem
4 D Fernand Mayembo 9 gennaio 1996 (23 anni) 10 0 Francia Le Havre
5 D Baron Kibamba 23 marzo 1998 (21 anni) 12 0 Spagna Linense
6 D Dimitri Bissiki 17 marzo 1991 (28 anni) 35 0 Rep. del Congo Léopards
D Carof Bakoua 9 settembre 1993 (25 anni) 14 1 Rep. del Congo Diables Noirs
D Varel Rozan 9 settembre 1994 (24 anni) 7 0 Rep. del Congo Diables Noirs
7 C Prince Oniangué 4 novembre 1988 (30 anni) 43 9 Francia Caen (capitano)
8 C Amour Loussoukou 5 dicembre 1996 (22 anni) 9 0 Tunisia Stade Tunisien
13 C Merveil Ndockyt 20 luglio 1998 (20 anni) 16 1 Spagna Mallorca
17 C Durel Avounou 25 settembre 1997 (21 anni) 9 0 Francia Orléans
18 C Alexandre Obambot 14 febbraio 1999 (20 anni) 0 0 Italia Caronnese
9 A Prince Ibara 7 febbraio 1996 (23 anni) 7 2 Algeria USM Alger
10 A Thievy Bifouma 13 maggio 1992 (27 anni) 31 15 Turchia Ankaragücü
11 A Christopher Maboulou 19 marzo 1990 (29 anni) 0 0 Francia Nancy
12 A Junior Makiesse 12 giugno 1993 (25 anni) 17 2 Libia Al Ahli
15 A Dylan Saint-Louis 26 aprile 1995 (24 anni) 6 1 Francia Paris FC
A Cabwey Kivutuka 7 febbraio 1998 (21 anni) 1 0 Rep. del Congo CARA
A Béni Makouana 28 settembre 2002 (16 anni) 1 0 Rep. del Congo Diables Noirs

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio