Coppa delle Nazioni Africane 2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Coppa delle nazioni africane 2019)
Jump to navigation Jump to search
Coppa delle Nazioni Africane 2019
كأس الأمم الأفريقية 2019
Logo della competizione
Competizione Coppa delle Nazioni Africane
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 32ª
Organizzatore CAF
Date dal 21 giugno 2019
al 19 luglio 2019
Luogo Egitto Egitto
(4 città)
Partecipanti 24 (52 alle qualificazioni)
Impianto/i 6 stadi
Risultati
Terzo Nigeria Nigeria
Quarto Tunisia Tunisia
Statistiche (al 17 luglio 2019)
Miglior marcatore Nigeria Odion Ighalo (5)
Incontri disputati 51
Gol segnati 101 (1,98 per incontro)
Pubblico 861 713
(16 896 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2017 2021 Right arrow.svg

La Coppa delle Nazioni Africane 2019, o Total Africa Cup of Nations 2019 per ragioni di sponsorizzazione, è la 32ª edizione del torneo di calcio continentale per squadre nazionali maschili (spesso detta Coppa d'Africa) organizzato dalla CAF e la cui fase finale si svolge dal 21 giugno e al 19 luglio 2019. È la prima edizione a disputarsi in estate nonché la prima a cui hanno preso parte 24 nazionali.

L'edizione avrebbe dovuto svolgersi in Camerun, ma il 30 novembre 2018 la CAF, a causa di ritardi nella costruzione delle infrastrutture e per motivi di sicurezza,[1][2] ha deciso di togliere la concessione alla nazionale campione in carica,[3] riaprendo le candidature ad altri Paesi. L'8 gennaio seguente la fase finale del torneo è stata affidata all'Egitto.[4] Inoltre, il torneo ha subito variazioni circa le date nelle quali la competizione avrebbe dovuto disputarsi (originariamente il torneo era previsto dal 15 giugno al 13 luglio, poi spostato dal 21 giugno al 19 luglio) a causa del Ramadan[5].

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

Nazioni Ultima edizione ospitata
Algeria Algeria 1990
Camerun Camerun 1972
RD del Congo RD del Congo N/A
Guinea Guinea N/A
Costa d'Avorio Costa d'Avorio 1984
Zambia Zambia N/A

Le nazioni che si candidarono ufficialmente furono Algeria, Camerun, Costa d'Avorio, Guinea, Repubblica Democratica del Congo e Zambia[6].

La Repubblica Democratica del Congo ha rinunciato alla candidatura a luglio 2014[7] per via delle preoccupazioni per la sicurezza e le minacce provenienti da vari gruppi militanti.[8]

Il 20 settembre 2014 la CAF ha annunciato che le edizioni 2019, 2021 e 2023 si disputeranno rispettivamente in Camerun, Costa d'Avorio e Guinea.[9] A seguito di evidenti ritardi nella costruzione di stadi e infrastrutture adatte, oltre allo scoppio di conflitti interni al Paese, il Camerun è stato dapprima messo sotto esame[10][11] e poi sanzionato dalla stessa CAF con la revoca della possibilità di ospitare l'edizione 2019 della Coppa.[3]

L'8 gennaio 2019 la CAF ha annunciato che le edizioni 2019, 2021, 2023 e 2025 sarebbero state disputate rispettivamente in Egitto[4], Camerun, Costa d'Avorio e Guinea.

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 febbraio 2019 sono state ufficializzate le sei sedi che ospiteranno il torneo: esse sono lo Stadio Internazionale del Cairo, lo Stadio del 30 giugno a Il Cairo, lo Stadio di Alessandria ad Alessandria d'Egitto, lo Stadio di Suez a Suez, lo Stadio Ismailia a Ismailia e l'Al Masry Club Stadium a Porto Said, quest'ultimo sostituito il 13 marzo dallo stadio Al Salam a Il Cairo a seguito del rilevamento di un problema con uno degli stand principale dello stadio.

La partita inaugurale e la finale si disputeranno allo Stadio Internazionale del Cairo.

Il Cairo
Stadio Internazionale del Cairo Stadio del 30 giugno Stadio Al Salam
Capienza: 74,100 Capienza: 30,000 Capienza: 30,000
Cairo International Stadium.jpg Al Salam Stadium 2.jpg
Coppa delle Nazioni Africane 2019 (Egitto)
Alessandria d'Egitto Suez Ismailia
Stadio di Alessandria Stadio di Suez Stadio Ismailia
Capienza: 19,676 Capienza: 27,000 Capienza: 18,525
GD-EG-Alex-Stade002.JPG Suez Stadium.jpg Ismailia Stadium.jpg

Marketing[modifica | modifica wikitesto]

Pallone[modifica | modifica wikitesto]

Il pallone ufficiale del torneo è prodotto da Umbro,[12] che subentra così a Mitre con il quale la CAF ha avuto rapporti di partnership nella scorsa edizione. Il design della sfera è ispirato ai colori della bandiera egiziana: bianca con sfumature di colore nero e rosso. Una pallone Neo Pro di alto livello approvato dalla Fifa e dotato di un rivestimento esterno in microfibra Teijin[12].

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

La mascotte ufficiale dell'evento è stata annunciata il 19 maggio 2019.[13]

Chiamato Tut, consiste in un bambino ispirato al faraone egiziano Tutankhamon che indossa una maglia rossa e pantaloncini bianchi, come la divisa della nazionale ospitante.[13]

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

In Asia, Australia, Canada, Stati Uniti e Medio Oriente e Nord Africa è visibile su beIN Sports.

In Italia è visibile in esclusiva su DAZN.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni alla Coppa delle Nazioni Africane 2019.

     Qualificata

     Non qualificata

     Squalificata o non ammessa

     Non membro della CAF

A causa del ritiro del Marocco da nazionale ospitante nel 2015, la CAF ha vietato la partecipazione della nazionale marocchina nelle edizioni 2017 e 2019,[14] pena poi annullata dal Tribunale Arbitrale dello Sport.[15]

Al Ciad, in seguito al volontario ritiro durante le qualificazioni alla Coppa delle Nazioni Africane 2017, è stata vietata la partecipazione anche alla Coppa d'Africa 2019.[16]

Il 30 novembre 2018 la Sierra Leone è stata bandita dalle qualificazioni a causa di dissidi politici all'interno del Paese.[17][18]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Ultima presenza Miglior risultato
1 Madagascar Madagascar 16 ottobre 2018 2ª classificata nel gruppo A di qualificazione Debutto
2 Tunisia Tunisia 16 ottobre 2018 1ª classificata nel gruppo J di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 2004
3 Egitto Egitto 16 ottobre 2018 2ª classificata nel gruppo J di qualificazione / Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Gabon 2017 Campioni nel 1957, 1959, 1986, 1998, 2006, 2008, 2010
4 Senegal Senegal 16 ottobre 2018 1ª classificata nel gruppo A di qualificazione Gabon 2017 Secondo posto nel 2002
5 Marocco Marocco 17 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo B di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 1976
6 Nigeria Nigeria 17 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo E di qualificazione Sudafrica 2013 Campioni nel 1980, 1994, 2013
7 Uganda Uganda 17 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo L di qualificazione Gabon 2017 Secondo posto nel 1978
8 Mali Mali 17 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo C di qualificazione Gabon 2017 Secondo posto nel 1972
9 Guinea Guinea 18 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo H di qualificazione Guinea Equatoriale 2015 Secondo posto nel 1976
10 Algeria Algeria 18 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo D di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 1990
11 Mauritania Mauritania 18 novembre 2018 2ª classificata nel gruppo I di qualificazione Debutto
12 Costa d'Avorio Costa d'Avorio 18 novembre 2018 2ª classificata nel gruppo H di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 1992, 2015
13 Kenya Kenya 30 novembre 2018 2ª classificata nel gruppo F di qualificazione Tunisia 2004 Primo turno nel 1972, 1988, 1990, 1992, 2004
14 Ghana Ghana 30 novembre 2018 1ª classificata nel gruppo F di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 1963, 1965, 1978, 1982
15 Angola Angola 22 marzo 2019 1ª classificata nel gruppo I di qualificazione Sudafrica 2013 Quarti di finale nel 2008, 2010
16 Burundi Burundi 23 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo C di qualificazione Debutto
17 Camerun Camerun 23 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo B di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 1984, 1988, 2000, 2002, 2017
18 Guinea-Bissau Guinea-Bissau 23 marzo 2019 1ª classificata nel gruppo K di qualificazione Gabon 2017 Primo turno nel 2017
19 Namibia Namibia 23 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo K di qualificazione Ghana 2008 Primo turno nel 1998, 2008
20 Zimbabwe Zimbabwe 24 marzo 2019 1ª classificata nel gruppo G di qualificazione Gabon 2017 Primo turno nel 2004, 2006, 2017
21 RD del Congo RD del Congo 24 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo G di qualificazione Gabon 2017 Campioni nel 1968, 1974
22 Benin Benin 24 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo D di qualificazione Angola 2010 Primo turno nel 2004, 2008, 2010
23 Tanzania Tanzania 24 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo L di qualificazione Nigeria 1980 Primo turno nel 1980
24 Sudafrica Sudafrica 24 marzo 2019 2ª classificata nel gruppo E di qualificazione Guinea Equatoriale 2015 Campioni nel 1996

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio per stabilire i gruppi della fase finale si è tenuto di fronte alla sfinge e alle piramidi di Giza il 12 aprile 2019.[19] Le 24 squadre sono state schierate in sei gruppi da quattro squadre ciascuno[20]. La nazione organizzatrice (Egitto) è stata automaticamente assegnata alla posizione A1, come da regolamento, mentre la nazione detentrice del trofeo (Camerun) è stata designata nell'Urna 1.[21] Le restanti 22 squadre sono state classificate in base al proprio posizionamento nella classifica mondiale della FIFA[22].

Nella seguente tabella le quattro urne e i sei gruppi così definiti come nei documenti ufficiali della CAF.

Gruppo Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4
Egitto Egitto (57 nel ranking FIFA) RD del Congo RD del Congo (46) Uganda Uganda (79) Zimbabwe Zimbabwe (110)
Nigeria Nigeria (42) Guinea Guinea (68) Madagascar Madagascar (107) Burundi Burundi (136)
Senegal Senegal (23) Algeria Algeria (70) Kenya Kenya (108) Tanzania Tanzania (131)
Marocco Marocco (45) Costa d'Avorio Costa d'Avorio (65) Sudafrica Sudafrica (73) Namibia Namibia (113)
Tunisia Tunisia (28) Mali Mali (65) Mauritania Mauritania (103) Angola Angola (122)
Camerun Camerun (54) Ghana Ghana (49) Benin Benin (91) Guinea-Bissau Guinea-Bissau (118)

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Qui di seguito è riportata la lista degli arbitri e degli assistenti scelti per la manifestazione.[23]

Arbitri
  • Madagascar Andofetra Rakotojaona
  • Mali Mahamadou Keita
  • Mauritania Beida Dahane
  • Mauritius Ahmad Imetehaz Heeralall
  • Marocco Noureddine El Jaafari
  • Marocco Redouane Jiyed
  • RD del Congo Jean Jacques Ndala Ngambo
  • Ruanda Louis Hakizimana
  • Senegal Maguette Ndiaye
  • Senegal Issa Sy
  • Seychelles Bernard Camille
  • Sudafrica Victor Gomes
  • Tunisia Sadok Selmi
  • Tunisia Youssef Essrayri
  • Tunisia Haythem Guirat
  • Zambia Janny Sikazwe
Assistenti
  • Algeria Mokrane Gourari
  • Algeria Abdelhak Etchiali
  • Angola Jerson Emiliano Dos Santos
  • Burkina Faso Seydou Tiama
  • Camerun Nguegoue Elvis Guy Noupue
  • Camerun Evarist Menkouande
  • Ciad Issa Yaya
  • Comore Soulaimane Almadine
  • Egitto Tahssen Abo El Sadat
  • Egitto Abouelregal Mahmoud
  • Egitto Ahmed Hossam Taha
  • Eritrea Tesfagiorghis Berhe
  • Etiopia Samuel Temesgin
  • Guinea Sidibe Sidiki
  • Kenya Gilbert Cheruiyot
  • Kenya Timothy Kiprono Kirui
  • Lesotho Souru Phatsoane
  • Libia Attia Amsaaed
  • Madagascar Lionel Andrianantenaina
  • Marocco Azgaou Lahcen
  • Marocco Mustapha Akarkad
  • Mozambico Arsenio Maringule
  • Niger Mahamadou Yahaya
  • Nigeria Baba Adel
  • RD del Congo Oliver Safari
  • Senegal El Hadji Malick Samba
  • Sudafrica Zakhele Thusi Siwela
  • Sudan Mohammed Ibrahim
  • Sudan Waleed Ahmed Ali
  • Tunisia Yamen Mellouchi
  • Tunisia Anouar Hmila
  • Uganda Mark Ssonko

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per la Coppa delle Nazioni Africane 2019.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Con l'allargamento a 24 partecipanti, la fase finale vede le seguenti novità:

  • 6 gironi eliminatori invece di 4;
  • introduzione degli ottavi di finale nella fase a eliminazione diretta;
  • qualificazione diretta agli ottavi di finale per le prime due classificate di ogni girone più le quattro migliori terze.

Per determinare la posizione in classifica di squadre che si trovano a parità di punti saranno presi in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);

Se tuttavia dopo aver applicato i criteri precedenti due squadre si trovassero ancora in parità, si applicheranno nuovamente i tre criteri alle due squadre in questione per determinare la loro posizione finale. Se questa procedura non permetterà di separarle verranno utilizzati, sempre nell'ordine, gli ulteriori parametri qui di seguito:

  1. migliore differenza reti globale;
  2. maggiore numero di reti segnate globale;
  3. sorteggio da parte del comitato CAF.

Le prime due nazionali classificate di ogni raggruppamento più le quattro migliori terze accedono alla fase a eliminazione diretta che consiste in un tabellone di quattro turni (ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finali) ad accoppiamenti interamente prestabiliti e con incontri basati su partite uniche ed eventuali tempi supplementari e tiri di rigore in caso di persistenza della parità tra le due contendenti, ad eccezione della finale per il terzo posto nella quale, in caso di parità alla fine dei tempi regolamentari, il vincitore verrà stabilito direttamente mediante i tiri di rigore.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Egitto Egitto 9 3 3 0 0 5 0 +5
2. Uganda Uganda 4 3 1 1 1 3 3 0
3. RD del Congo RD del Congo 3 3 1 0 2 4 4 0
4. Zimbabwe Zimbabwe 1 3 0 1 2 1 6 -5

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
21 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 1
Egitto Egitto1 – 0
referto
Zimbabwe ZimbabweStadio Internazionale del Cairo (73 299 spett.)
Arbitro: Camerun Alioum

Il Cairo
22 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 2
RD del Congo RD del Congo0 – 2
referto
Uganda UgandaStadio Internazionale del Cairo (1 083 spett.)
Arbitro: Marocco Jiyed

Il Cairo
26 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 14
Uganda Uganda1 – 1
referto
Zimbabwe ZimbabweStadio Internazionale del Cairo (73 589 spett.)
Arbitro: Gabon Otogo-Castane

Il Cairo
26 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 15
Egitto Egitto2 – 0
referto
RD del Congo RD del CongoStadio Internazionale del Cairo (74 219 spett.)
Arbitro: Sudafrica Gomes

Il Cairo
30 giugno 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 25
Uganda Uganda0 – 2
referto
Egitto EgittoStadio Internazionale del Cairo (74 566 spett.)
Arbitro: Senegal Ndiaye

Il Cairo
30 giugno 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 26
Zimbabwe Zimbabwe0 – 4
referto
RD del Congo RD del CongoStadio del 30 giugno (4 364 spett.)
Arbitro: Algeria Ghorbal

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Madagascar Madagascar 7 3 2 1 0 5 2 +3
2. Nigeria Nigeria 6 3 2 0 1 2 2 0
3. Guinea Guinea 4 3 1 1 1 4 3 +1
4. Burundi Burundi 0 3 0 0 3 0 4 -4

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria d'Egitto
22 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 3
Nigeria Nigeria1 – 0
referto
Burundi BurundiStadio di Alessandria (3 192 spett.)
Arbitro: Seychelles Camille

Alessandria d'Egitto
22 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 4
Guinea Guinea2 – 2
referto
Madagascar MadagascarStadio di Alessandria (5 342 spett.)
Arbitro: Egitto Omar

Alessandria d'Egitto
26 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 13
Nigeria Nigeria1 – 0
referto
Guinea GuineaStadio di Alessandria (10 388 spett.)
Arbitro: Angola de Carvalho

Alessandria d'Egitto
27 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 16
Madagascar Madagascar1 – 0
referto
Burundi BurundiStadio di Alessandria (4 900 spett.)
Arbitro: Tunisia Guirat

Alessandria d'Egitto
30 giugno 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 27
Madagascar Madagascar2 – 0
referto
Nigeria NigeriaStadio di Alessandria (9 895 spett.)
Arbitro: Gambia Gassama

Il Cairo
30 giugno 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 28
Burundi Burundi0 – 2
referto
Guinea GuineaStadio Al Salam (5 753 spett.)
Arbitro: Marocco El Jaafari

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Algeria Algeria 9 3 3 0 0 6 0 +6
2. Senegal Senegal 6 3 2 0 1 5 1 +4
3. Kenya Kenya 3 3 1 0 2 3 7 -4
4. Tanzania Tanzania 0 3 0 0 3 2 8 -6

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
23 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 6
Senegal Senegal2 – 0
referto
Tanzania TanzaniaStadio del 30 giugno (7 249 spett.)
Arbitro: Tunisia Selmi

Il Cairo
23 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 7
Algeria Algeria2 – 0
referto
Kenya KenyaStadio del 30 giugno (8 071 spett.)
Arbitro: Mali Keita

Il Cairo
27 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 17
Senegal Senegal0 – 1
referto
Algeria AlgeriaStadio del 30 giugno (25 765 spett.)
Arbitro: Zambia Sikazwe

Il Cairo
27 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 18
Kenya Kenya3 – 2
referto
Tanzania TanzaniaStadio del 30 giugno (7 233 spett.)
Arbitro: Mauritius Heeralall

Il Cairo
1 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 31
Kenya Kenya0 – 3
referto
Senegal SenegalStadio del 30 giugno (13 224 spett.)
Arbitro: Egitto Grisha

Il Cairo
1 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 32
Tanzania Tanzania0 – 3
referto
Algeria AlgeriaStadio Al Salam (8 921 spett.)
Arbitro: Madagascar Rakotojaona

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Marocco Marocco 9 3 3 0 0 3 0 +3
2. Costa d'Avorio Costa d'Avorio 6 3 2 0 1 5 2 +3
3. Sudafrica Sudafrica 3 3 1 0 2 1 2 -1
4. Namibia Namibia 0 3 0 0 3 1 6 -5

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
23 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 5
Marocco Marocco1 – 0
referto
Namibia NamibiaStadio Al Salam (6 857 spett.)
Arbitro: Ruanda Hakizimana

Il Cairo
24 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 8
Costa d'Avorio Costa d'Avorio1 – 0
referto
Sudafrica SudafricaStadio Al Salam (4 961 spett.)
Arbitro: Algeria Ghorbal

Il Cairo
28 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 20
Marocco Marocco1 – 0
referto
Costa d'Avorio Costa d'AvorioStadio Al Salam (27 500 spett.)
Arbitro: Camerun Alioum

Il Cairo
28 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 21
Sudafrica Sudafrica1 – 0
referto
Namibia NamibiaStadio Al Salam (16 090 spett.)
Arbitro: Senegal Sy

Il Cairo
1 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 29
Sudafrica Sudafrica0 – 1
referto
Marocco MaroccoStadio Al Salam (12 098 spett.)
Arbitro: RD del Congo Ngambo

Il Cairo
1 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 30
Namibia Namibia1 – 4
referto
Costa d'Avorio Costa d'AvorioStadio del 30 giugno (7 530 spett.)
Arbitro: Kenya Waweru

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Mali Mali 7 3 2 1 0 6 2 +4
2. Tunisia Tunisia 3 3 0 3 0 2 2 0
3. Angola Angola 2 3 0 2 1 1 2 -1
4. Mauritania Mauritania 2 3 0 2 1 1 4 -3

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Suez
24 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 9
Tunisia Tunisia1 – 1
referto
Angola AngolaStadio di Suez (7 345 spett.)
Arbitro: Etiopia Weyesa

Suez
24 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 10
Mali Mali4 – 1
referto
Mauritania MauritaniaStadio di Suez (6 202 spett.)
Arbitro: RD del Congo Ngambo

Suez
28 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 19
Tunisia Tunisia1 – 1
referto
Mali MaliStadio di Suez (16 085 spett.)
Arbitro: Botswana Bondo

Suez
29 giugno 2019, ore 16:30 UTC+2
Incontro 22
Mauritania Mauritania0 – 0
referto
Angola AngolaStadio di Suez (10 120 spett.)
Arbitro: Egitto El Din

Suez
2 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 35
Mauritania Mauritania0 – 0
referto
Tunisia TunisiaStadio di Suez (7 732 spett.)
Arbitro: Ruanda Hakizimana

Ismailia
2 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 36
Angola Angola0 – 1
referto
Mali MaliStadio Ismailia (8 135 spett.)
Arbitro: Marocco Jiyed

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Ghana Ghana 5 3 1 2 0 4 2 +2
2. Camerun Camerun 5 3 1 2 0 2 0 +2
3. Benin Benin 3 3 0 3 0 2 2 0
4. Guinea-Bissau Guinea-Bissau 1 3 0 1 2 0 4 -4

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Ismailia
25 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 11
Camerun Camerun2 – 0
referto
Guinea-Bissau Guinea-BissauStadio Ismailia (5 983 spett.)
Arbitro: Marocco El Jaafari

Ismailia
25 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 12
Ghana Ghana2 – 2
referto
Benin BeninStadio Ismailia (8 094 spett.)
Arbitro: Tunisia Essrayri

Ismailia
29 giugno 2019, ore 19:00 UTC+2
Incontro 23
Camerun Camerun0 – 0
referto
Ghana GhanaStadio Ismailia (16 724 spett.)
Arbitro: Etiopia Weyesa

Ismailia
29 giugno 2019, ore 22:00 UTC+2
Incontro 24
Benin Benin0 – 0
referto
Guinea-Bissau Guinea-BissauStadio Ismailia (9 212 spett.)
Arbitro: Burundi Ndabihawenimana

Ismailia
2 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 33
Benin Benin0 – 0
referto
Camerun CamerunStadio Ismailia (14 120 spett.)
Arbitro: Tunisia Selmi

Suez
2 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 34
Guinea-Bissau Guinea-Bissau0 – 2
referto
Ghana GhanaStadio di Suez (6 905 spett.)
Arbitro: Gabon Otogo-Castane

Raffronto tra le squadre terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Tra le terze classificate di ogni girone, si applicano i seguenti criteri per stabilire il passaggio del turno delle migliori quattro squadre:

  • maggior numero di punti ottenuti nella fase a gironi;
  • miglior differenza reti complessiva;
  • maggior numero di reti segnate nel girone;
  • migliore condotta fair play, calcolata partendo da 10 punti per squadra, che vengono decurtati in questo modo:
    1. ogni ammonizione: un punto;
    2. ogni doppia ammonizione o espulsione: tre punti;
  • sorteggio;
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR Girone
1. Guinea Guinea 4 3 1 1 1 4 3 +1 B
2. RD del Congo RD del Congo 3 3 1 0 2 4 4 0 A
3. Benin Benin 3 3 0 3 0 2 2 0 F
4. Sudafrica Sudafrica 3 3 1 0 2 1 2 -1 D
5. Kenya Kenya 3 3 1 0 2 3 7 -4 C
6. Angola Angola 2 3 0 2 1 1 2 -1 E

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
5 luglio – Il Cairo            
 2A. Uganda Uganda  0
10 luglio – Il Cairo
 2C. Senegal Senegal  1  
 Senegal Senegal  1
5 luglio – Il Cairo
   Benin Benin  0  
 1D. Marocco Marocco  1 (1)
14 luglio – Il Cairo
 3F. Benin Benin (dcr)  1 (4)  
 Senegal Senegal (dts)  1
7 luglio – Alessandria d'Egitto
   Tunisia Tunisia  0  
 1B. Madagascar Madagascar (dcr)  2 (4)
11 luglio – Il Cairo
 3A. RD del Congo RD del Congo  2 (2)  
 Madagascar Madagascar  0
8 luglio – Ismailia
   Tunisia Tunisia  3  
 1F. Ghana Ghana  1 (4)
19 luglio – Il Cairo
 2E. Tunisia Tunisia (dcr)  1 (5)  
 Senegal Senegal  
8 luglio – Suez
   Algeria Algeria  
 1E. Mali Mali  0
11 luglio – Suez
 2D. Costa d'Avorio Costa d'Avorio  1  
 Costa d'Avorio Costa d'Avorio  1 (3)
7 luglio – Il Cairo
   Algeria Algeria (dcr)  1 (4)  
 1C. Algeria Algeria  3
14 luglio – Il Cairo
 3B. Guinea Guinea  0  
 Algeria Algeria  2
6 luglio – Alessandria d'Egitto
   Nigeria Nigeria  1   Finale 3° posto
 2B. Nigeria Nigeria  3
10 luglio – Il Cairo 17 luglio – Il Cairo
 2F. Camerun Camerun  2  
 Nigeria Nigeria  2  Tunisia Tunisia  0
6 luglio – Il Cairo
   Sudafrica Sudafrica  1    Nigeria Nigeria  1
 1A. Egitto Egitto  0
 3D. Sudafrica Sudafrica  1  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
5 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 37
Marocco Marocco1 – 1
(d.t.s.)
referto
Benin BeninStadio Al Salam (7 500 spett.)
Arbitro: Angola de Carvalho

Il Cairo
5 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 38
Uganda Uganda0 – 1
referto
Senegal SenegalStadio Internazionale del Cairo (6 950 spett.)
Arbitro: Algeria Ghorbal

Alessandria d'Egitto
6 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 39
Nigeria Nigeria3 – 2
referto
Camerun CamerunStadio di Alessandria (10 000 spett.)
Arbitro: Botswana Bondo

Il Cairo
6 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 40
Egitto Egitto0 – 1
referto
Sudafrica SudafricaStadio Internazionale del Cairo (75 000 spett.)
Arbitro: Gabon Otogo-Castane

Alessandria d'Egitto
7 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 41
Madagascar Madagascar2 – 2
(d.t.s.)
referto
RD del Congo RD del CongoStadio di Alessandria (5 890 spett.)
Arbitro: Marocco El Jaafari

Il Cairo
7 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 42
Algeria Algeria3 – 0
referto
Guinea GuineaStadio del 30 giugno (8 205 spett.)
Arbitro: Seychelles Camille

Suez
8 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 43
Mali Mali0 – 1
referto
Costa d'Avorio Costa d'AvorioStadio di Suez (7 672 spett.)
Arbitro: Zambia Sikazwe

Ismailia
8 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 44
Ghana Ghana1 – 1
(d.t.s.)
referto
Tunisia TunisiaStadio Ismailia (8 890 spett.)
Arbitro: Sudafrica Gomes

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
10 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 45
Senegal Senegal1 – 0
referto
Benin BeninStadio del 30 giugno (5 798 spett.)
Arbitro: Algeria Ghorbal

Il Cairo
10 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 46
Nigeria Nigeria2 – 1
referto
Sudafrica SudafricaStadio Internazionale del Cairo (48 343 spett.)
Arbitro: Marocco Jiyed

Suez
11 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 47
Costa d'Avorio Costa d'Avorio1 – 1
(d.t.s.)
referto
Algeria AlgeriaStadio di Suez (8 233 spett.)
Arbitro: Etiopia Weyesa

Il Cairo
11 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 48
Madagascar Madagascar0 – 3
referto
Tunisia TunisiaStadio Al Salam (7 568 spett.)
Arbitro: Camerun Alioum

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
14 luglio 2019, ore 18:00 UTC+2
Incontro 49
Senegal Senegal1 – 0
(d.t.s.)
referto
Tunisia TunisiaStadio del 30 giugno (9 143 spett.)
Arbitro: Etiopia Weyesa

Il Cairo
14 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 50
Algeria Algeria2 – 1
referto
Nigeria NigeriaStadio Internazionale del Cairo (49 775 spett.)
Arbitro: Gambia Gassama

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
17 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 51
Tunisia Tunisia0 – 1
referto
Nigeria NigeriaStadio Al Salam
Arbitro: Egitto Grisha

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Cairo
19 luglio 2019, ore 21:00 UTC+2
Incontro 52
Senegal Senegal – 
referto
Algeria AlgeriaStadio Internazionale del Cairo
Arbitro: Sudafrica Gomes

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 17 luglio 2019.

5 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Camerun non ospiterà la Coppa d’Africa del 2019, Il Post, 1º dicembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  2. ^ Africa – Calcio, il Camerun non ospiterà la Coppa d’Africa, africarivista.it, 1º dicembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  3. ^ a b Coppa d'Africa: ritirata l'organizzazione al Camerun, www.calciomercato.com, 1º dicembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  4. ^ a b Coppa d’Africa 2019, cambia la sede: si giocherà in Egitto, www.spaziocalcio.it, 8 gennaio 2019. URL consultato l'8 gennaio 2019.
  5. ^ Ramadan pushes Africa Cup of Nations back by one week, su SuperSport, 28 gennaio 2019.
  6. ^ Decisions made by the CAF Executive Committee, convened January 24th 2014 (PDF), Cafonline.com, 26 gennaio 2014.
  7. ^ Football: DR Congo withdraw CAN candidature, Agence France-Presse, 25 luglio 2014 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2014).
  8. ^ DR Congo bids to host 2019 Africa Cup of Nations Official Website. Retrieved 16 February 2013
  9. ^ Nations Cup: 2019, 2012 and shock 2023 hosts unveiled by Caf, BBC Sport, 20 settembre 2014.
  10. ^ Coppa d’Africa, Camerun verso la rinuncia. Si giocherà in Marocco, Corriere della Sera, 19 novembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  11. ^ Coppa d’Africa, Camerun sotto esame per l’organizzazione del 2019: ecco l’alternativa, calcioweb.eu, 20 novembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  12. ^ a b (EN) Caf and Umbro announce 2019 Afcon match ball, goal.com, 30 maggio 2019.
  13. ^ a b (EN) 2019 AFCON Mascot revealed, CAF, 19 maggio 2019.
  14. ^ Morocco Fined, Banned From Two AFCON Tournaments, CAF Online, 6 febbraio 2015. URL consultato l'8 febbraio 2015.
  15. ^ Morocco win appeal over Afcon 2017 and 2019 bans, BBC Sport, 2 aprile 2015.
  16. ^ Withdrawal of Chad from AFCON 2017 qualifiers, CAF, 27 marzo 2016.
  17. ^ Sierra Leone bandita, il Ghana di Asamoah alla fase finale di Coppa d'Africa, fcinternews.it, 3 dicembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  18. ^ Coppa D’Africa, ufficiale la squalifica della Sierra Leone. Pass per Ghana e Kenya, sportnews.eu, 3 dicembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  19. ^ (EN) Decisions of the Emergency Committee Of the Confédération Africaine de Football (PDF), su CAF, 26 gennaio 2019.
  20. ^ (EN) The AFCON 2019 games revealed, su cafonline.com, 12 aprile 2019.
  21. ^ (FR) CAN-2019 : les chapeaux du tirage au sort dévoilés par la CAF, su france24.com, 11 aprile 2019.
  22. ^ (FR) Classement mondial FIFA du 5 avril 2019, CAF. URL consultato il 5 aprile 2019.
  23. ^ (FR) CAN 2019 : la liste des arbitres dévoilée, orangefootballclub.com. URL consultato il 17 aprile 2019.