Sofyan Amrabat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sofyan Amrabat
2018 FIFA World Cup Group B march IRN-MAR 28 (cropped).jpg
Amrabat con la nazionale marocchina ai Mondiali 2018
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi (2010-2011)
Marocco Marocco
Altezza 185 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Fiorentina
Carriera
Giovanili
2003-2007non conosciuta HSV De Zuidvogels
2007-2015Utrecht
Squadre di club1
2015-2017Utrecht42 (0)[1]
2017-2018Feyenoord21 (1)
2018-2019Club Bruges17 (1)[2]
2019-2020Verona[3] 34 (1)
2020-Fiorentina0 (0)
Nazionale
2010-2011Paesi Bassi Paesi Bassi U-154 (0)
2013-2014Marocco Marocco U-173 (0)
2015-Marocco Marocco14 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 agosto 2020

Sofyan Amrabat (in arabo: سفيان أمرابط‎; Huizen, 21 agosto 1996) è un calciatore marocchino con cittadinanza olandese, centrocampista della Fiorentina, e della nazionale marocchina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nei Paesi Bassi da genitori marocchini, è il fratello minore di Nordin, anch'egli calciatore.[4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

«Amrabat? Gioca finché non muore»

(Ivan Jurić in una conferenza stampa.[5])

Amrabat è un centrocampista centrale,[6] abile nel recuperare palla (spesso tramite spallate)[6] e far ripartire la squadra.[6] Lo contraddistinguono fisico, rapidità, tempismo e dinamismo oltre alla bravura nei contrasti.[6][7] Il suo agonismo lo porta anche a commettere molti falli.[6][8][9] Dispone di ottima visione di gioco, oltre che di buone doti aeree e una discreta abilità negli scambi stretti.[6] In campo è un lottatore, corre per 90 minuti dimostrando ottima resistenza e polmoni.[6][8][10][11] Quest'ultima gli consente di galoppare con la palla al piede dalla sua area fino alla trequarti avversaria,[7] ribaltando l'inerzia del gioco. Abile in dribbling,[6][7] può anche essere adattato da esterno di centrocampo.[12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Utrecht[modifica | modifica wikitesto]

Amrabat è cresciuto nell'Utrecht con cui ha esordito il 2 novembre 2014 tra i professionisti nel successo per 3-1 contro il Vitesse.[13] Dopo avere giocato poco nelle prime 2 stagioni, trova più spazio nella terza dove diventa titolare del centrocampo della squadra, giocando 31 gare su 34 (2 perse per infortunio e 1 per squalifica),[13][14] oltre che 3 nei play-off di qualificazione all'Europa League, in cui ha segnato la sua prima rete tra i professionisti nel successo per 1-3 contro l'Heerenven.[13]

Feyenoord e Club Bruges[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 luglio 2017 si trasferisce al Feyenoord,[13][15] con cui debutta in Champions League nella sconfitta per 0-4 contro il Manchester City il 13 settembre 2017.[16] Il 6 dicembre seguente realizza la sua prima rete nella massima competizione europea in occasione del prestigioso successo per 2-1 contro il Napoli.[17][18]

Il 24 agosto 2018 viene acquistato dal Club Bruges, con cui firma un contratto quadriennale.[19]

Verona[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 agosto 2019 passa al Verona con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni di euro.[20][21] Debutta quattro giorni più tardi alla prima giornata in occasione dell'1-1 in casa col Bologna, rimpiazzando al 49' Valerio Verre.[22] Con i gialloblù Amrabat diventa subito un titolare inamovibile del centrocampo[5][11] attirando su di sé l’attenzione di diversi top club.[23] Il 26 luglio 2020 realizza su calcio di rigore il suo primo gol nella massima serie, portando in vantaggio gli scaligeri nella partita interna con la Lazio, che poi la sua squadra perderà per 1-5.[24]

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2020 viene acquistato a titolo definitivo dalla Fiorentina che lo lascia in prestito fino al 31 agosto seguente al Verona.[25][26]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo avere giocato con l'Under-15 dei Paesi Bassi tra il 2010 e il 2011,[27] nel 2013 ha optato per rappresentare l'Under-17 del Marocco, nazione delle sue origini.[28] Con la nazionale maggiore marocchina ha debuttato il 28 marzo 2017 in amichevole contro la Tunisia.[29]

È stato poi convocato per i Mondiali 2018,[30] in cui ha disputato una delle tre gare della squadra africana (contro l'Iran, nel quale ha rimpiazzato il fratello Nordin),[31] eliminata al primo turno.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 2 agosto 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2014-2015 Paesi Bassi Utrecht ED 4 0 CO 0 0 - - - - - - 4 0
2015-2016 ED 7+4[32] 0 CO 1 0 - - - - - - 12 0
2016-2017 ED 31+3[32] 0+1[32] CO 4 0 - - - - - - 38 1
Totale Utrecht 42+7 1 5 0 - - - - 54 1
2017-2018 Paesi Bassi Feyenoord ED 21 1 CO 3 0 UCL 6 1 SO 1 0 31 2
ago. 2018 ED 0 0 CO 0 0 UEL 1[33] 0 SO 1 0 2 0
Totale Feyenoord 21 1 3 0 7 1 2 0 33 2
ago. 2018-2019 Belgio Club Bruges D1 16+8 1 CB 1 0 UCL+UEL 2+2 0 SB 0 0 29 1
ago. 2019 D1 1 0 CB 0 0 UCL 0 0 - - - 1 0
Totale Bruges 25 1 1 0 4 0 0 0 30 1
ago. 2019-2020 Italia Verona A 34 1 CI 0 0 - - - - - - 34 1
2020-2021 Italia Fiorentina A 0 0 0 0 - - - - - - 0 0
Totale carriera 114+15 3+1 9 0 11 1 2 0 151 5

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Marocco
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2017 Marrakech Marocco Marocco 1 – 0 Tunisia Tunisia Amichevole -
11-11-2017 Abidjan Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0 – 2 Marocco Marocco Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 82’ 82’
23-3-2018 Torino Serbia Serbia 1 – 2 Marocco Marocco Amichevole - Ingresso al 83’ 83’
27-3-2018 Casablanca Marocco Marocco 2 – 0 Uzbekistan Uzbekistan Amichevole -
31-5-2018 Ginevra Marocco Marocco 0 – 0 Ucraina Ucraina Amichevole - Ingresso al 83’ 83’
9-6-2018 Tallinn Estonia Estonia 1 – 3 Marocco Marocco Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
15-6-2018 San Pietroburgo Marocco Marocco 0 – 1 Iran Iran Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 76’ 76’
16-10-2018 Mitsamiouli Comore Comore 2 – 2 Marocco Marocco Qual. Coppa d'Africa 2019 -
6-9-2019 Marrakech Marocco Marocco 1 – 1 Burkina Faso Burkina Faso Amichevole - Uscita al 80’ 80’
10-9-2019 Marrakech Marocco Marocco 1 – 0 Niger Niger Amichevole - Uscita al 84’ 84’
11-10-2019 Oujda Marocco Marocco 1 – 1 Libia Libia Amichevole -
15-10-2019 Tangeri Marocco Marocco 2 – 3 Gabon Gabon Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
15-11-2019 Rabat Marocco Marocco 0 – 0 Mauritania Mauritania Qual. Coppa d'Africa 2021 - Ammonizione al 59’ 59’
19-11-2019 Bujumbura Burundi Burundi 0 – 3 Marocco Marocco Qual. Coppa d'Africa 2021 -
Totale Presenze 14 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Feyenoord: 2017, 2018
Feyenoord: 2017-2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 49 (1) se si comprendono le presenze nei play-off per l'Europa League.
  2. ^ 25 (1) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ A gennaio 2020 il giocatore viene acquistato dalla Fiorentina a titolo definitivo, ma la società viola lo lascia in prestito secco al Verona fino al 30 giugno seguente.
  4. ^ (EN) Ali Iveson, Nordin Amrabat's brother flattered by links to Premier League clubs, in Here Is The City. URL consultato il 14 giugno 2018.
  5. ^ a b Amrabat lo stakanovista. Juric: "Turnover? No, lo tengo in campo finché non muore..." eurosport.com
  6. ^ a b c d e f g h Amrabat è il miglior centrocampista difensivo della Serie A?, su L'Ultimo Uomo, 23 dicembre 2019. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  7. ^ a b c Cosa c'è dietro la grande stagione del Verona, su L'Ultimo Uomo, 19 febbraio 2020. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  8. ^ a b Le schede dei nuovi, Amrabat il guerriero, su tggialloblu.it. URL consultato il 22 settembre 2019.
  9. ^ Guerriero Amrabat, il più falloso della Serie A, su tggialloblu.it. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  10. ^ Da Tonali a Kumbulla: dieci sorprese del mercato, su corriere.it. URL consultato il 22 novembre 2019.
  11. ^ a b Come fa il Verona ad avere la migliore difesa del campionato, su L'Ultimo Uomo, 8 novembre 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  12. ^ Jacopo Michele Bellomi, Chi è Amrabat, il nuovo centrocampista del Verona, su hellas1903.it. URL consultato il 22 settembre 2019.
  13. ^ a b c d (NL) Elf feiten over Sofyan Amrabat- Feyenoord.nl, su feyenoord.nl. URL consultato il 3 novembre 2019.
  14. ^ Sofyan Amrabat - Rendimento per stagione, su transfermarkt.it. URL consultato il 3 novembre 2019.
  15. ^ RTV Rijnmond, Amrabat en El Ahmadi blij met elkaar als ploeggenoten, 24 luglio 2017. URL consultato il 14 giugno 2018.
  16. ^ (EN) Feyenoord 0-4 Manchester City, 13 settembre 2017. URL consultato il 3 novembre 2019.
  17. ^ (NL) Sofyan Amrabat na afloop van Feyenoord-Napoli 2-1: "En nu tegen FC Utrecht", su voetbalflitsen.nl, 6 dicembre 2017. URL consultato l'8 novembre 2019.
  18. ^ Feyenoord-Napoli 2-1, addio alla Champions. Non basta Zielinski, su gazzetta.it. URL consultato l'8 novembre 2019.
  19. ^ (EN) Club Brugge land Sofyan Amrabat clubbrugge.be
  20. ^ Ali Iveson, Verona, UFFICIALE: preso Amrabat.
  21. ^ Ufficiale: Amrabat è gialloblù, su hellasverona.it. URL consultato il 3 novembre 2019 (archiviato il 22 agosto 2019).
  22. ^ Le pagelle di Verona-Bologna 1-1: Miguel Veloso e Amrabat stoici, così così Orsolini, su Eurosport, 25 agosto 2019. URL consultato l'8 novembre 2019.
  23. ^ Inter, caccia ai rinforzi: incontro con il Verona per Amrabat, su repubblica.it, 12 dicembre 2019. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  24. ^ Le pagelle di Verona-Lazio 1-5: Immobile travolgente, Amrabat non basta all'Hellas, su Eurosport, 26 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  25. ^ Amrabat alla Fiorentina ma solo dal 1º luglio, su hellasverona.it. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  26. ^ LA FIORENTINA ACQUISTA AMRABAT, su it.violachannel.tv, 31 gennaio 2020.
  27. ^ (NL) Schaduwteam langs Willem II/RKC, su onsoranje.nl, 19 novembre 2010. URL consultato il 3 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2010).
  28. ^ (EN) FU17 World Cup 2013 Squads (PDF), su fifadata.com. URL consultato il 3 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  29. ^ (FR) Mountakhab.net - Première apparition de Sofyan Amrabat avec les Lions de l'Atlas, su mountakhab.net, 1º aprile 2017. URL consultato il 3 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2017).
  30. ^ (EN) Morocco World Cup squad guide: Full fixtures, group, ones to watch, odds and more, in The Independent, 5 giugno 2018. URL consultato il 26 maggio 2018.
  31. ^ Mondiali, Marocco-Iran 0-1: autogol di Bouhaddouz al 95', su corrieredellosport.it. URL consultato il 3 novembre 2019.
  32. ^ a b c Play-off.
  33. ^ Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]