Futbol Club Barcelona 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Futbol Club Barcelona.

Futbol Club Barcelona
2015 UEFA Super Cup 67.jpg
La formazione blaugrana scesa in campo l'11 agosto 2015 a Tbilisi, nella vittoriosa Supercoppa UEFA.
Stagione 2015-2016
AllenatoreSpagna Luis Enrique
All. in secondaSpagna Joan Barbará
PresidenteSpagna Josep Maria Bartomeu
Liga1º posto (in Champions League)
Coppa del ReVincitore
Supercoppa di SpagnaFinale
Champions LeagueQuarti di finale
Supercoppa UEFAVincitore
Coppa del mondo per clubVincitore
Maggiori presenzeCampionato: Rakitić (36)
Totale: Rakitić (57)
Miglior marcatoreCampionato: Suárez (40)
Totale: Suárez (59)
StadioCamp Nou (99 354)
Maggior numero di spettatori99 264 vs Real Madrid (2 aprile 2016)
Minor numero di spettatori60 635 vs Valencia (3 febbraio 2016)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Futbol Club Barcelona nelle competizioni ufficiali della stagione 2015-2016.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2015-2016 inizia con una vittoria in Supercoppa UEFA contro il Siviglia (5-4 dopo i tempi supplementari) ma riserva un'amarezza in Supercoppa di Spagna. Dopo aver subito un sonoro 4-0 nella partita di andata in casa dell'Athletic Bilbao, nel ritorno al Camp Nou i blaugrana non vanno oltre il pareggio per 1-1. Il 21 novembre 2015, alla dodicesima giornata, è in programma il primo Clásico stagionale: il Barcellona espugna il Santiago Bernabéu con un perentorio 4-0 (doppietta di Suárez, Neymar e Iniesta). Il trionfo conseguito nella capitale risulterà poi decisivo per la conquista del campionato.

Nella Coppa del mondo per club, a dicembre, il Barcellona batte per 3-0 i cinesi del Guangzhou Evergrande e guadagna l'accesso alla finale contro gli argentini del River Plate. Il 20 dicembre 2015 i blaugrana vincono per 3-0 e si laureano campioni del mondo per la terza volta nella loro storia.

L'avventura in Champions League si interrompe ai quarti di finale, ancora per mano dell'Atlético Madrid, che aveva già eliminato il club catalano nel 2014. Dopo il successo per 2-1 ottenuto al Camp Nou, il Barcellona perde per 2-0 al Vicente Calderon nella gara di ritorno.

Il 14 maggio 2016, con un successo esterno per 3-0 sul Granada, il Barcellona si conferma campione di Spagna, mettendo in bacheca il suo 24º titolo nazionale. Fondamentale per la vittoria finale è l'apporto del trio Messi-Suárez-Neymar, che realizza 90 dei 112 gol messi a segno in campionato (Suárez 40, Messi 26, Neymar 24). L'attaccante uruguaiano, oltre ad essersi aggiudicato il Pichichi, ha anche conseguito per la seconda volta nella sua carriera la Scarpa d'oro.

Il 22 maggio il Barcellona centra dopo sette anni il doblete, l'accoppiata titolo-coppa nazionale, mettendo in bacheca la sua 28ª Coppa del Re grazie al successo in finale a Madrid contro il Siviglia per 2-0 dopo i tempi supplementari, con reti di Jordi Alba e Neymar.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Il fornitore tecnico è Nike, mentre lo sponsor ufficiale è Qatar Airways. La divisa casalinga viene in questa stagione fortemente rivoluzionata per via del ricorso a una maglia, per la prima volta, a righe orizzontali blaugrana al posto delle canoniche verticali; il tutto è abbinato a calzoncini rossi e calzettoni blaugrana. La divisa da trasferta è gialla e, nella parte posteriore, presenta delle strisce rosse verticali che richiamano la bandiera della Catalogna.[1] La terza maglia è tutta azzurra con sfumature nere sulle maniche e nella parte inferiore dei pantaloncini.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza maglia

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa, numerazione e ruoli, tratti dal sito ufficiale, sono aggiornati al 6 gennaio 2016.[2]

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Marc-André ter Stegen
2 Brasile D Douglas
3 Spagna D Gerard Piqué
4 Croazia C Ivan Rakitić
5 Spagna C Sergio Busquets
6 Brasile D Dani Alves
7 Turchia C Arda Turan
8 Spagna C Andrés Iniesta (capitano)
9 Uruguay A Luis Suárez
10 Argentina A Lionel Messi (vice capitano)
11 Brasile A Neymar
12 Brasile C Rafinha
N. Ruolo Giocatore
13 Cile P Claudio Bravo
14 Argentina C Javier Mascherano
15 Spagna D Marc Bartra
17 Spagna A Munir
18 Spagna D Jordi Alba
19 Spagna A Sandro Ramírez
20 Spagna C Sergi Roberto
21 Brasile D Adriano
22 Spagna C Aleix Vidal
23 Belgio D Thomas Vermaelen
24 Francia C Jérémy Mathieu
25 Spagna P Jordi Masip

Staff[modifica | modifica wikitesto]

Staff aggiornato al 27 luglio 2015.[3]

Fc barcelona.png
Staff tecnico
  • Spagna Luis Enrique · Allenatore
  • Spagna Juan Carlos Unzué · Assistente allenatore
  • Spagna Roberto Moreno · Secondo assistente
  • Spagna Joan Barbarà · Assistente tecnico
  • Spagna Rafa Pol · Preparatore atletico
  • Spagna Joaquín Valdés · Psicologo
  • Spagna José Ramón de la Fuente · Allenatore dei portieri

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Trasferimenti della sessione estiva[4].

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Aleix Vidal Siviglia definitivo (17 mln €)
C Arda Turan Atlético Madrid definitivo (34 mln €)
C Ibrahim Afellay Olympiakos fine prestito
C Gerard Deulofeu Siviglia fine prestito
C Alexandre Song West Ham Utd fine prestito
C Denis Suárez Siviglia fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Martín Montoya Inter prestito oneroso (1 mln €) con obbligo di riscatto
C Ibrahim Afellay Stoke City svincolato
C Gerard Deulofeu Everton definitivo (6 mln €)
C Alen Halilović Sporting Gijón prestito
C Xavi Al-Sadd svincolato
C Alexandre Song West Ham Utd prestito
C Denis Suárez Villarreal definitivo (4 mln €)
C Adama Traoré Aston Villa definitivo (10 mln €)
A Pedro Chelsea definitivo (27 mln €)

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Martín Montoya Inter fine prestito
A Cristian Tello Porto fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Martín Montoya Betis prestito
A Cristian Tello Fiorentina prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Primera División[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Primera División 2015-2016 (Spagna).

Girone d'andata[modifica | modifica wikitesto]

Bilbao
23 agosto 2015, ore 18:30 CEST
1ª giornata
Athletic Bilbao 0 – 1
referto
Barcellona San Mamés (44.737 spett.)
Arbitro Carlos del Cerro Grande (Comitato madrileno)

Barcellona
29 agosto 2015, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Barcellona 1 – 0
referto
Málaga Camp Nou (80.812 spett.)
Arbitro Santiago Jaime Latre (Comitato aragonese)

Madrid
12 settembre 2015, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Atlético Madrid 1 – 2
referto
Barcellona Vicente Calderón (54.851 spett.)
Arbitro Mateu Lahoz (Comitato valenzano)

Barcellona
20 settembre 2015, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Barcellona 4 – 1
referto
Levante Camp Nou (76.013 spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Vigo
23 settembre 2015, ore 20:00 CEST
5ª giornata
Celta Vigo 4 – 1
referto
Barcellona Stadio Balaídos (23.311 spett.)
Arbitro Alberto Undiano Mallenco (Comitato navarro)

Barcellona
26 settembre 2015, ore 16:00 CEST
6ª giornata
Barcellona 2 – 1
referto
Las Palmas Camp Nou (74.916 spett.)
Arbitro Ricardo de Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Siviglia
3 ottobre 2015, ore 16:00 CEST
7ª giornata
Siviglia 2 – 1
referto
Barcellona Stadio Ramón Sánchez-Pizjuán (39.374 spett.)
Arbitro Jesús Gil Manzano (Comitato estremegno)

Barcellona
17 ottobre 2015, ore 20:30 CEST
8ª giornata
Barcellona 5 – 2
referto
Rayo Vallecano Camp Nou (75.472 spett.)
Arbitro Pedro Jesús Pérez Montero (Comitato andaluso)

Barcellona
25 ottobre 2015, ore 18.15 CET
9ª giornata
Barcellona 3 – 1
referto
Eibar Camp Nou (78.228 spett.)
Arbitro Carlos del Cerro Grande (Comitato madrileno)

Madrid
31 ottobre 2015, ore 20.30 CET
10ª giornata
Getafe 0 – 2
referto
Barcellona Coliseum Alfonso Pérez (10.089 spett.)
Arbitro Juan Martínez Munuera (Comitato valenzano)

Barcellona
8 novembre 2015, ore 16.00 CET
11ª giornata
Barcellona 3 – 0
referto
Villarreal Camp Nou (74.109 spett.)
Arbitro Carlos Clos Gómez (Comitato aragonese)

Madrid
21 novembre 2015, ore 18.15 CET
12ª giornata
Real Madrid 0 – 4
referto
Barcellona Santiago Bernabéu (80.500 spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Barcellona
28 novembre 2015, ore 16.00 CET
13ª giornata
Barcellona 4 – 0
referto
Real Sociedad Camp Nou (74.020 spett.)
Arbitro Ignacio Iglesias Villanueva (Comitato galiziano)

Valencia
5 dicembre 2015, ore 20.30 CET
14ª giornata
Valencia 1 – 1
referto
Barcellona Mestalla (46.799 spett.)
Arbitro Santiago Jaime Latre (Comitato aragonese)

Barcellona
12 dicembre 2015, ore 16.00 CET
15ª giornata
Barcellona 2 – 2
referto
Deportivo La Coruña Camp Nou (67.194 spett.)
Arbitro José María Sánchez Martínez (Comitato murciano)

Gijón
17 febbraio 2016, ore 18.30 CET
16ª giornata[5]
Template:Calcio Sporting Gijón 1 – 3
referto
Barcellona El Molinón (28.140 spett.)
Arbitro Ricardo de Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Barcellona
30 dicembre 2015, ore 20.30 CET
17ª giornata
Barcellona 4 – 0
referto
Betis Camp Nou (83.630 spett.)
Arbitro Iñaki Vicandi Garrido (Comitato basco)

Barcellona
2 gennaio 2016, ore 16.00 CET
18ª giornata
Espanyol 0 – 0
referto
Barcellona Cornellà-El Prat (40.500 spett.)
Arbitro José Luis González González (Comitato castiglianoleonese)

Barcellona
9 gennaio 2016, ore 16.00 CET
19ª giornata
Barcellona 4 – 0
referto
Granada Camp Nou (70.720 spett.)
Arbitro Carlos Velasco Carballo (Comitato madrileno)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona
17 gennaio 2016, ore 20.30 CET
20ª giornata
Barcellona 6 – 0
referto
Athletic Bilbao Camp Nou (68.019 spett.)
Arbitro Antonio Mateu Lahoz (Comitato valenzano)

Malaga
23 gennaio 2016, ore 16.00 CET
21ª giornata
Málaga 1 – 2
referto
Barcellona Estadio La Rosaleda (22.800 spett.)
Arbitro Carlos Clos Gómez (Comitato aragonese)

Barcellona
30 gennaio 2016, ore 16.00 CET
22ª giornata
Barcellona 2 – 1
referto
Atlético Madrid Camp Nou (94.990 spett.)
Arbitro Alberto Undiano Mallenco (Comitato navarro)

Valencia
7 febbraio 2016, ore 12.00 CET
23ª giornata
Levante 0 – 2
referto
Barcellona Estadio Ciutat de Valencia (22.638 spett.)
Arbitro Pedro Jesús Pérez Montero (Comitato andaluso)

Barcellona
14 febbraio 2016, ore 20.30 CET
24ª giornata
Barcellona 6 – 1
referto
Celta Vigo Camp Nou (72.580 spett.)
Arbitro Alejandro José Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

Las Palmas de Gran Canaria
20 febbraio 2016, ore 16.00 CET
25ª giornata
Las Palmas 1 – 2
referto
Barcellona Estadio de Gran Canaria (26.951 spett.)
Arbitro Carlos del Cerro Grande (Comitato madrileno)

Barcellona
28 febbraio 2016, ore 20.30 CET
26ª giornata
Barcellona 2 – 1
referto
Siviglia Camp Nou (79.684 spett.)
Arbitro Santiago Jaime Latre (Comitato aragonese)

Madrid
3 marzo 2016, ore 21.00 CET
27ª giornata
Rayo Vallecano 1 – 5
referto
Barcellona Campo de Fútbol de Vallecas (14.430 spett.)
Arbitro Iñaki Vicandi Garrido (Comitato basco)

Eibar
6 marzo 2016, ore 16.00 CET
28ª giornata
Eibar 0 – 4
referto
Barcellona Ipurúa (6.100 spett.)
Arbitro Alberto Undiano Mallenco (Comitato navarro)

Barcellona
12 marzo 2016, ore 16.00 CET
29ª giornata
Barcellona 6 – 0
referto
Getafe Camp Nou (87.533 spett.)
Arbitro Pedro Jesus Perez Montero (Comitato andaluso)

Vila-real
20 marzo 2016, ore 16.00 CET
30ª giornata
Villarreal 2 – 2
referto
Barcellona El Madrigal (24.398 spett.)
Arbitro José María Sánchez Martínez (Comitato murciano)

Barcellona
2 aprile 2016, ore 20.30 CEST
31ª giornata
Barcellona 1 – 2
referto
Real Madrid Camp Nou (99.264 spett.)
Arbitro Alejandro José Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

San Sebastián
9 aprile 2016, ore 20.30 CEST
32ª giornata
Real Sociedad 1 – 0
referto
Barcellona Anoeta (27.895 spett.)
Arbitro Ignacio Iglesias Villanueva (Comitato galiziano)

Barcellona
17 aprile 2016, ore 20.30 CEST
33ª giornata
Barcellona 1 – 2
referto
Valencia Camp Nou (88.667 spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

La Coruña
20 aprile 2016, ore 20.00 CEST
34ª giornata
Deportivo La Coruña 0 – 8
referto
Barcellona Estadio Riazor (28.956 spett.)
Arbitro Ricardo de Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Barcellona
23 aprile 2016, ore 20.30 CEST
35ª giornata
Barcellona 6 – 0
referto
Template:Calcio Sporting Gijón Camp Nou (77.299 spett.)
Arbitro Carlos Clos Gómez (Comitato aragonese)

Siviglia
30 aprile 2016, ore 20.30 CEST
36ª giornata
Betis 0 – 2
referto
Barcellona Estadio Benito Villamarín (44.015 spett.)
Arbitro Antonio Mateu Lahoz (Comitato valenzano)

Barcellona
8 maggio 2016, ore 17.00 CEST
37ª giornata
Barcellona 5 – 0
referto
Espanyol Camp Nou (91.610 spett.)
Arbitro Jesús Gil Manzano (Comitato estremegno)

Granada
14 maggio 2016, ore 17.00 CEST
38ª giornata
Granada 0 – 3
referto
Barcellona Nuevo Estadio de Los Cármenes (21.692 spett.)
Arbitro Alejandro José Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

Coppa del Re[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa del Re 2015-2016.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Villanueva de la Serena
28 ottobre 2015, ore 20:30 CET
Andata
Villanovense 0 – 0
referto
Barcellona Romero Cuerda (10.500 spett.)
Arbitro Eduardo Prieto Iglesias (Comitato navarro)

Barcellona
2 dicembre 2015, ore 20:00 CET
Ritorno
Barcellona 6 – 1
referto
Villanovense Camp Nou (67.703 spett.)
Arbitro Pedro Jesús Pérez Montero (Comitato andaluso)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona
6 gennaio 2016, ore 20:30 CET
Andata
Barcellona 4 – 1
referto
Espanyol Camp Nou (76.667 spett.)
Arbitro Juan Martínez Munuera (Comunità Valenzana)

Barcellona
13 gennaio 2016, ore 21:00 CET
Ritorno
Espanyol 0 – 2
referto
Barcellona Cornellà-El Prat (40.500 spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Bilbao
20 gennaio 2016, ore 21:00 CET
Andata
Athletic Bilbao 1 – 2
referto
Barcellona San Mamés (53.000 spett.)
Arbitro José Luis González González (Comitato castiglianoleonese)

Barcellona
27 gennaio 2016, ore 21:30 CET
Ritorno
Barcellona 3 – 1
referto
Athletic Bilbao Camp Nou (63.405 spett.)
Arbitro Alejandro José Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona
3 febbraio 2016, ore 21:00 CET
Andata
Barcellona 7 – 0
referto
Valencia Camp Nou (60.635 spett.)
Arbitro Ignacio Iglesias Villanueva (Comitato galiziano)

Valencia
10 febbraio 2016, ore 21:00 CET
Ritorno
Valencia 1 – 1
referto
Barcellona Mestalla (16.296 spett.)
Arbitro Carlos Velasco Carballo (Comitato madrileno)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
22 maggio 2016, ore 21:30 CEST
Finale
Barcellona 2 – 0
(d.t.s.)
referto
Siviglia Estadio Vicente Calderón (54.907 spett.)
Arbitro Carlos del Cerro Grande (Comitato madrileno)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Spagna Barcellona 14 6 4 2 0 15 4 +11
Italia Roma 6 6 1 3 2 11 16 -5
Germania Bayer Leverkusen 6 6 1 3 2 13 12 +1
Bielorussia BATĖ Borisov 5 6 1 2 3 5 12 -7
Roma
16 settembre 2015, ore 20:45 CET
1ª giornata - Gruppo E
Roma 1 – 1
referto
Barcellona Stadio Olimpico (57.836 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Björn Kuipers

Barcellona
29 settembre 2015, ore 20:45 CET
2ª giornata - Gruppo E
Barcellona 2 – 1
referto
Bayer Leverkusen Camp Nou (68.694 spett.)
Arbitro Inghilterra Martin Atkinson

Barysaŭ
20 ottobre 2015, ore 20:45 CET
3ª giornata - Gruppo E
BATĖ Borisov 0 – 2
referto
Barcellona Barysaŭ-Arėna (13.074 spett.)
Arbitro Portogallo Manuel de Sousa

Barcellona
4 novembre 2015, ore 20:45 CET
4ª giornata - Gruppo E
Barcellona 3 – 0
referto
BATĖ Borisov Camp Nou (68.502 spett.)
Arbitro Ungheria István Vad

Barcellona
24 novembre 2015, ore 20:45 CET
5ª giornata - Gruppo E
Barcellona 6 – 1
referto
Roma Camp Nou (71.433 spett.)
Arbitro Turchia Cüneyt Çakır

Leverkusen
9 dicembre 2015, ore 20:45 CET
6ª giornata - Gruppo E
Bayer Leverkusen 1 – 1
referto
Barcellona BayArena (29.412 spett.)
Arbitro Inghilterra Mark Clattenburg

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Londra
23 febbraio 2016, ore 20:45 CET
Andata
Arsenal 0 – 2
referto
Barcellona Emirates Stadium (59.889 spett.)
Arbitro Turchia Cüneyt Çakır

Barcellona
16 marzo 2016, ore 20:45 CET
Ritorno
Barcellona 3 – 1
referto
Arsenal Camp Nou (76.092 spett.)
Arbitro Russia Sergej Karasëv

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona
5 aprile 2016, ore 20:45 CEST
Andata
Barcellona 2 – 1
referto
Atlético Madrid Camp Nou (88.534 spett.)
Arbitro Germania Felix Brych

Madrid
13 aprile 2016, ore 20:45 CEST
Ritorno
Atlético Madrid 2 – 0
referto
Barcellona Estadio Vicente Calderón (52.851 spett.)
Arbitro Italia Nicola Rizzoli

Supercoppa di Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercopa de España 2015.
Bilbao
14 agosto 2015, ore 22:00 CEST
Andata
Athletic Bilbao 4 – 0
referto
Barcellona San Mamés (40.000 spett.)
Arbitro Castiglia e León González González

Barcellona
17 agosto 2015, ore 22:00 CEST
Ritorno
Barcellona 1 – 1
referto
Athletic Bilbao Camp Nou (88.834 spett.)
Arbitro Madrid Velasco Carballo

Supercoppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa UEFA 2015.
Tbilisi
11 agosto 2015, ore 20:45 CEST
Barcellona 5 – 4
(d.t.s.)
referto
Siviglia Stadio Boris Paichadze (51 490 spett.)
Arbitro Scozia William Collum

Coppa del mondo per club FIFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa del mondo per club FIFA 2015.
Yokohama
17 dicembre 2015, ore 19:30 UTC+9
Semifinale
Guangzhou Ever. 0 – 3
referto
Barcellona International Stadium Yokohama (63.870 spett.)
Arbitro El Salvador Joel Aguilar

Yokohama
20 dicembre 2015, ore 19:30 UTC+9
Finale
River Plate 0 – 3
referto
Barcellona International Stadium Yokohama (66.853 spett.)
Arbitro Iran Alireza Faghani

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale D.R
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Liga.png Liga BBVA 91 19 16 1 2 67 14 19 13 3 3 45 15 38 29 4 5 112 29 +83
Coppadelre.png Coppa del Re - 4 4 0 0 20 3 5 3 2 0 7 2 9 7 2 0 27 5 +22
RFEFSCE2.png Supercoppa di Spagna - 1 0 1 0 1 1 1 0 0 1 0 4 2 0 1 1 1 5 -4
Coppacampioni.png Champions League 14[6] 5 5 0 0 16 4 5 2 2 1 6 4 10 7 2 1 22 8 +14
Supercoppaeuropea.png Supercoppa UEFA - - - - - - - 1[7] 1 0 0 5 4 1 1 0 0 5 4 +1
FIFA Club World Cup.svg Coppa del mondo per club FIFA - - - - - - - 2[8] 2 0 0 6 0 2 2 0 0 6 0 +6
Totale - 29 25 2 2 104 22 33 21 7 5 69 29 62 46 9 7 173 51 +122

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T C T C C T C T C T C T C T C C T C T C T C T T C T C T C T C T C T
Risultato V V V V P V P V V V V V V N N V V N V V V V V V V V V V V N P P P V V V V V
Posizione 1 1 1 1 2 2 4 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Fonte: Liga – Classifiche, sport.sky.it.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

In corsivo i giocatori che hanno lasciato la squadra a stagione già iniziata.[9]

Giocatore Primera División Coppa di Spagna Champions League Altre competizioni[10] Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Adriano, Adriano 800060103100200019110
Alba, J. J. Alba 3102031109010201045150
Alves, D. D. Alves 29060612080305020481130
Barta, M. M. Barta 1320050004010200024210
Bravo, C. C. Bravo 32-22000-0000-0003-10035-2300
Busquets, S. S. Busquets 3506050009020401053090
Cámara, J. J. Cámara 00001000100000002000
Cantalapiedra, A. A. Cantalapiedra 00002000000000002000
Douglas, Douglas 10002000000000003000
El Haddadi, M. M. El Haddadi 1530055104000200026810
Gumbau, G. G. Gumbau 30002010302000008030
Iniesta, A. A. Iniesta 2812040307010501044170
Kaptoum, W. W. Kaptoum 00002100100000003100
Mascherano, J. J. Mascherano 32081602180205010510132
Masip, J. J. Masip 0-0002-1000-0000-0002-100
Mathieu, J. J. Mathieu 2102070003000301034030
Messi, L. L. Messi 332630551076104400494150
Neymar, Neymar 3424505420932010104931100
Pedro, Pedro00000000000031303130
Piqué, G. G. Piqué 302120522071304001465171
Rafinha, Rafinha 610010002000210011200
Rakitić, I. I. Rakitić 36730601010210501057960
Samper, S. S. Samper 10003010200010007010
Roberto, S. S. Roberto 3101060008100401049120
Sandro, Sandro 1000043003000300020300
Song, A. A. Song 00000000000000000000
Suárez, L. L. Suárez 3540604520982056005359100
ter Stegen, M. M. ter Stegen 7-7007-40010-8002-80026-2700
Turan, A. A. Turan 1825040103020000025280
Vermaelen, T. T. Vermaelen 1012050003000200020120
Vidal, A. A. Vidal 901050100000000014020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matteo Perri, Rivoluzione maglie Barcellona 2015-2016, le strisce blaugrana sono orizzontali, su passionemaglie.it, 24 maggio 2015.
  2. ^ (EN) FC Barcelona, fcbarcelona.com. URL consultato il 22 luglio 2015.
  3. ^ (EN) First Team, fcbarcelona.com. URL consultato il 12 agosto 2015.
  4. ^ Trasferimenti 2015, transfermarkt.it. URL consultato il 12 agosto 2015.
  5. ^ Partita posticipata a causa della partecipazione del Barcellona alla Coppa del mondo per club FIFA
  6. ^ Per le competizioni europee vengono presi in considerazione solamente i punti e la media inglese riguardanti la fase a gironi
  7. ^ Si tiene conto dell'incontro disputato sul neutro di Tbilisi
  8. ^ Si tiene conto degli incontri disputati sul neutro di Yokohama
  9. ^ Ovvero dopo la prima partita ufficiale della squadra, svoltasi il 11 agosto 2015 contro il Siviglia
  10. ^ I numeri riportati sotto riguardano la somma delle statistiche di Supercoppa di Spagna, Supercoppa UEFA e di Coppa del mondo per club
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio