Albo d'oro e statistiche della Supercoppa UEFA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Supercoppa UEFA.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

In grassetto la squadra campione

Anno Data Sede Coppa dei Campioni
Champions League
Coppa delle Coppe
Coppa UEFA
Europa League
Risultato Edizione
1972[1][2]
non ufficiale
16 gennaio '73

24 gennaio '73
Glasgow - Ibrox Stadium

Amsterdam - Olympisch Stadion
Ajax Rangers 3-1

2-3
1973 9 gennaio '74

16 gennaio '74
Milano - San Siro

Amsterdam - Olympisch Stadion
Ajax Milan 0-1

6-0
I
1974 n/a n/a Bayern Monaco Magdeburgo n/a[3]
1975 9 settembre

6 ottobre
Monaco - Olympiastadion

Kiev - Stadio Centrale
Bayern Monaco Dinamo Kiev 0-1

0-2
II
1976 17 agosto

30 agosto
Monaco - Olympiastadion

Bruxelles - Stadio Émile Versé
Bayern Monaco Anderlecht 2-1

1-4
III
1977 22 novembre

6 dicembre
Amburgo - Volksparkstadion

Liverpool - Anfield
Liverpool Amburgo 1-1

6-0
IV
1978 4 dicembre

19 dicembre
Bruxelles - Stadio Émile Versé

Liverpool - Anfield
Liverpool Anderlecht 1-3

2-1
V
1979 30 gennaio '80

5 febbraio '80
Nottingham - City Ground

Barcellona - Camp Nou
Nottingham Forest Barcellona 1-0

1-1
VI
1980 25 novembre

17 dicembre
Nottingham - City Ground

Valencia - Estadio Luis Casanova
Nottingham Forest Valencia 2-1

0-1[4]
VII
1981 n/a n/a Liverpool Dinamo Tbilisi n/a[5]
1982 19 gennaio '83

26 gennaio '83
Barcellona - Camp Nou

Birmingham - Villa Park
Aston Villa Barcellona 0-1

3-0 dts
VIII
1983 22 novembre

20 dicembre
Amburgo - Volksparkstadion

Aberdeen - Pittodrie Stadium
Amburgo Aberdeen 0-0

0-2
IX
1984 16 gennaio '85 Torino - Stadio Comunale Liverpool Juventus 0-2[6] X
1985 n/a n/a Juventus Everton n/a[7]
1986 24 febbraio '87 Monaco - Stade Louis II Steaua Bucarest Dinamo Kiev 2-0[8] XI
1987 21 novembre

13 gennaio '88
Amsterdam - Olympisch Stadion

Porto - Estádio das Antas
Porto Ajax 1-0

1-0
XII
1988 1 febbraio '89

8 febbraio '89
Malines - Achter de Kazerne

Eindhoven - Philips Stadion
PSV Malines 0-3

1-0
XIII
1989 23 novembre

7 dicembre
Barcellona - Camp Nou

Milano - Stadio Giuseppe Meazza
Milan Barcellona 1-1

1-0
XIV
1990 10 ottobre

29 novembre
Genova - Stadio Luigi Ferraris

Bologna - Stadio Renato Dall'Ara[9]
Milan Sampdoria 1-1

2-0
XV
1991 19 novembre Manchester - Old Trafford Stella Rossa Manchester Utd 0-1[10] XVI
1992 10 febbraio '93

10 marzo '93
Brema - Weserstadion

Barcellona - Camp Nou
Barcellona Werder Brema 1-1

2-1
XVII
1993 12 gennaio '94

2 febbraio '94
Parma - Stadio Ennio Tardini

Milano - Stadio Giuseppe Meazza
Milan[11] Parma 1-0

0-2 dts
XVIII
1994 1 febbraio '95

8 febbraio '95
Londra - Highbury

Milano - Stadio Giuseppe Meazza
Milan Arsenal 0-0

2-0
XIX
1995 6 febbraio '96

28 febbraio '96
Saragozza - La Romareda

Amsterdam - Olympisch Stadion
Ajax Real Saragozza 1-1

4-0
XX
1996 15 gennaio '97

5 febbraio '97
Parigi - Parco dei Principi

Palermo - La Favorita
Juventus Paris Saint-Germain 6-1

3-1
XXI
1997 8 gennaio '98

11 marzo '98
Barcellona - Camp Nou

Dortmund - Westfalenstadion
Borussia Dortmund Barcellona 0-2

1-1
XXII
1998 28 agosto Monaco - Stade Louis II Real Madrid Chelsea 0-1 XXIII
1999 27 agosto Monaco - Stade Louis II Manchester Utd Lazio 0-1 XXIV
2000 25 agosto Monaco - Stade Louis II Real Madrid Galatasaray 1-2 dts XXV
2001 24 agosto Monaco - Stade Louis II Bayern Monaco Liverpool 2-3 XXVI
2002 30 agosto Monaco - Stade Louis II Real Madrid Feyenoord 3-1 XXVII
2003 29 agosto Monaco - Stade Louis II Milan Porto 1-0 XXVIII
2004 27 agosto Monaco - Stade Louis II Porto Valencia 1-2 XXIX
2005 26 agosto Monaco - Stade Louis II Liverpool CSKA Mosca 3-1 dts XXX
2006 25 agosto Monaco - Stade Louis II Barcellona Siviglia 0-3 XXXI
2007 31 agosto Monaco - Stade Louis II Milan Siviglia 3-1 XXXII
2008 29 agosto Monaco - Stade Louis II Manchester Utd Zenit S. Pietroburgo 1-2 XXXIII
2009 28 agosto Monaco - Stade Louis II Barcellona Šachtar 1-0 dts XXXIV
2010 27 agosto Monaco - Stade Louis II Inter Atlético Madrid 0-2 XXXV
2011 26 agosto Monaco - Stade Louis II Barcellona Porto 2-0 XVI
2012 31 agosto Monaco - Stade Louis II Chelsea Atlético Madrid 1-4 XVII
2013 30 agosto Praga - Eden Aréna Bayern Monaco Chelsea 2-2 dts 5-4 dcr XVIII
2014 12 agosto Cardiff - Cardiff City Stadium Real Madrid Siviglia 2-0 XXXIX
2015 11 agosto Tbilisi - Stadio Boris Paichadze Barcellona Siviglia 5-4 dts XL
2016 9 agosto Trondheim - Lerkendal Stadion Real Madrid Siviglia 3-2 dts XLI
2017 8 agosto Skopje - Arena Philip II Real Madrid Manchester Utd 2-1 XLII
2018 15 agosto Tallinn - A. Le Coq Arena Real Madrid Atlético Madrid 2-4 dts XLIII
2019 14 agosto Istanbul - Vodafone Arena - XLIV
2020 agosto Porto - Estádio do Dragão - XLV

Vittorie per club[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Nazione Club
5 Spagna Barcellona (1992, 1997, 2009, 2011, 2015)
Italia Milan (1989, 1990, 1994, 2003, 2007)
4 Spagna Real Madrid (2002, 2014, 2016, 2017)
3 Inghilterra Liverpool (1977, 2001, 2005)
Spagna Atlético Madrid (2010, 2012, 2018)
2 Paesi Bassi Ajax (1973, 1995)[12]
Belgio Anderlecht (1976, 1978)
Italia Juventus (1984, 1996)[13]
Spagna Valencia (1980, 2004)
1 Scozia Aberdeen (1983)
Inghilterra Aston Villa (1982)
Germania Bayern Monaco (2013)
Inghilterra Chelsea (1998)
URSS Dinamo Kiev (1975)
Turchia Galatasaray (2000)
Italia Lazio (1999)
Inghilterra Manchester Utd (1991)
Belgio Malines (1988)
Inghilterra Nottingham Forest (1979)
Italia Parma (1993)
Portogallo Porto (1987)
Spagna Siviglia (2006)
Romania Steaua Bucarest (1986)
Russia Zenit S. Pietroburgo (2008)

Vittorie per federazione[modifica | modifica wikitesto]

Federazione Squadre
Spagna Spagna 15 Barcellona (5); Real Madrid (4); Atlético Madrid (3); Valencia (2); Siviglia (1)
Italia Italia 9 Milan (5); Juventus (2)[13], Lazio, Parma (1)
Inghilterra Inghilterra 7 Liverpool (3); Aston Villa, Chelsea, Manchester Utd, Nottingham Forest (1)
Belgio Belgio 3 Anderlecht (2); Malines (1)
Paesi Bassi Paesi Bassi 2 Ajax (2)[12]
Portogallo Portogallo 1 Porto
Romania Romania 1 Steaua Bucarest
Russia Russia 1 Zenit S. Pietroburgo
Scozia Scozia 1 Aberdeen
Turchia Turchia 1 Galatasaray
URSS Unione Sovietica 1 Dinamo Kiev
Germania Germania 1 Bayern Monaco

Vittorie per città[modifica | modifica wikitesto]

Dati aggiornati alla Supercoppa UEFA 2018

Città Vittorie Secondi posti Vincitori Finalisti
Spagna Madrid 7 3 Real Madrid (4)
Atlético Madrid (3)
Real Madrid (3)
Spagna Barcellona 5 4 Barcellona (5) Barcellona (4)
Italia Milano 5 3 Milan (5) Milan (2)
Inter (1)
Inghilterra Liverpool 3 2 Liverpool (3) Liverpool (2)
Paesi Bassi Amsterdam 2 1 Ajax (2) Ajax (1)
Belgio Bruxelles 2 0 Anderlecht (2)
Italia Torino 2 0 Juventus (2)
Spagna Valencia 2 0 Valencia (2)
Spagna Siviglia 1 4 Siviglia (1) Siviglia (4)
Germania Monaco di Baviera 1 3 Bayern Monaco (1) Bayern Monaco (3)
Inghilterra Manchester 1 3 Manchester Utd (1) Manchester Utd (3)
Portogallo Porto 1 3 Porto (1) Porto (3)
Inghilterra Londra 1 3 Chelsea (1) Chelsea (2)
Arsenal (1)
Inghilterra Nottingham 1 1 Nottingham Forest (1) Nottingham Forest (1)
Ucraina Kiev 1 1 Dinamo Kiev (1) Dinamo Kiev (1)
Scozia Aberdeen 1 0 Aberdeen (1)
Inghilterra Birmingham 1 0 Aston Villa (1)
Romania Bucarest 1 0 Steaua Bucarest (1)
Belgio Mechelen 1 0 Malines (1)
Italia Parma 1 0 Parma (1)
Italia Roma 1 0 Lazio (1)
Russia San Pietroburgo 1 0 Zenit S. Pietroburgo (1)
Turchia Istanbul 1 0 Galatasaray (1)
Germania Amburgo 0 2 Amburgo (2)
Jugoslavia Belgrado 0 1 Stella Rossa (1)
Francia Parigi 0 1 Paris Saint-Germain (1)
Germania Dortmund 0 1 Borussia Dortmund (1)
Paesi Bassi Rotterdam 0 1 Feyenoord (1)
Paesi Bassi Eindhoven 0 1 PSV (1)
Italia Genova 0 1 Sampdoria (1)
Germania Brema 0 1 Werder Brema (1)
Spagna Saragozza 0 1 Real Saragozza (1)
Ucraina Donec'k 0 1 Šachtar (1)
Russia Mosca 0 1 CSKA Mosca (1)

Distribuzione dei successi[modifica | modifica wikitesto]

Trofeo detenuto Vincitori
Detentori della Coppa dei Campioni/Champions League
23
Detentori della Coppa delle Coppe
(fino al 1999)
12
Detentori della Coppa UEFA/Europa League
(dal 2000)
8

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Record di presenze[modifica | modifica wikitesto]

Presenze Nome Anni Squadre
8 Italia Alessandro Costacurta 1989-1994 Milan (8)
Italia Roberto Donadoni 1989-1994 Milan (8)
7 Italia Paolo Maldini 1989-2007 Milan (7)
Italia Daniele Massaro 1989-1994 Milan (7)
Italia Mauro Tassotti 1989-1994 Milan (7)
6 Italia Franco Baresi 1990-1994 Milan (6)
Paesi Bassi Arie Haan 1973-1978 Ajax (2), Anderlecht (4)
5 Brasile Dani Alves 2006-2015 Siviglia (2), Barcellona (3)
Francia Marcel Desailly 1993-1998 Milan (4), Chelsea (1)
Spagna Albert Ferrer 1992-1998 Barcellona (4), Chelsea (1)
Paesi Bassi Ronald Koeman 1988-1992 PSV (2), Barcellona (3)
Italia Attilio Lombardo 1990-1999 Sampdoria (2), Juventus (2), Lazio (1)
Inghilterra Phil Neal 1977-1984 Liverpool (5)

Record di reti[modifica | modifica wikitesto]

Reti Nome Anni Squadre
3 URSS Oleh Blochin 1975-1986 Dinamo Kiev (3)
Inghilterra David Fairclough 1977-1978 Liverpool (3)
Colombia Radamel Falcao 2012 Atlético Madrid (3)
Paesi Bassi Arie Haan 1973-1978 Ajax (1), Anderlecht (2)
Inghilterra Terry McDermott 1977-1978 Liverpool (3)
Argentina Leo Messi 2006-2015 Barcellona (3)
Germania Ovest Gerd Müller 1975-1976 Bayern Monaco (3)
Paesi Bassi Rob Rensenbrink 1976-1978 Anderlecht (3)
Belgio François Van der Elst 1976-1978 Anderlecht (3)

Allenatori plurivincitori[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Nome Edizioni e Squadre Note
3 Italia Carlo Ancelotti  Milan (2003, 2007

Real Madrid (2014

Ha vinto la Supercoppa UEFA anche da calciatore
Spagna Josep Guardiola  Barcellona (2009, 2011

Bayern Monaco (2013

Ha vinto la Supercoppa UEFA anche da calciatore
2 Inghilterra Alex Ferguson  Aberdeen (1983

Manchester Utd (1991

Italia Arrigo Sacchi  Milan (1989, 1990
Paesi Bassi Louis van Gaal  Ajax (1995

Barcellona (1997

Francia Zinédine Zidane Real Madrid (2016, 2017) Ha vinto la Supercoppa UEFA anche da calciatore
Argentina Diego Simeone Atlético Madrid (2012, 2018)
  • Lo scarto massimo di gol per singolo incontro (6) è stato conseguito due volte, sempre con la formula a doppia partita e sempre in quella di ritorno: nell'edizione 1973 fu l'Ajax a battere il Milan 6-0 il 16 gennaio 1974 all'Olympisch Stadion di Amsterdam; in quella del 1977 fu il Liverpool a battere 6-0 l'Amburgo il 6 dicembre 1977 ad Anfield.
  • Lo scarto massimo di gol complessivo (7) è detenuto dalla Juventus che, nell'edizione 1996 della Supercoppa, sconfisse per un 9-2 cumulativo il Paris Saint-Germain, così ripartito: 6-1 al Parco dei Principi di Parigi il 15 gennaio 1997, 3-1 alla "Favorita" di Palermo il 5 febbraio 1997.
  • Alla citata edizione appartengono anche i record di incontro disputato con la vecchia formula (andata e ritorno) che ha registrato il maggior numero di gol (7), e di edizione con il maggior numero di gol in assoluto (11).
  • All'edizione 2015 che si è disputata tra Barcellona e Siviglia appartiene il record assoluto di gol segnati in gara unica (8 dopo i tempi regolamentari, 9 dopo i tempi supplementari). Questa edizione ha rappresentato il primo caso in cui due squadre (della stessa nazione) si sono affrontate nella competizione per la seconda volta (il primo confronto risaliva al 2006) con una vittoria a testa (per il Siviglia nel 2006 e per il Barcellona nel 2015). Nell'edizione 2016 si è verificato il secondo caso di questo tipo, con Real Madrid e Siviglia avversarie, dopo esserlo già state nel 2014 (in questo caso c'è stata la vittoria dei madrileni in entrambe le edizioni), terza edizione consecutiva con due squadre della stessa nazione a contendersi il trofeo.
  • Relativamente ai club che hanno vinto la Supercoppa più di una volta, il Milan, oltre ad avere il maggior numero di successi (a pari merito con il Barcellona), ha sempre vinto il trofeo quando si è presentato da campione d'Europa (5 volte, escludendo il 1993 dove prese il posto dell'Olympique Marsiglia, perdendo), così come l'Ajax (2 volte); allo stesso modo l'Anderlecht vanta le sue vittorie (2) da campione uscente della Coppa delle Coppe, mentre l'Atlético Madrid ha ottenuto le sue 3 vittorie come detentore dell'Europa League.
  • Le 43 edizioni ufficiali della Supercoppa disputate a tutt'oggi (2018) vedono la vittoria in 23 di esse della squadra campione d'Europa;[14] le rimanenti 20 sono state appannaggio per 12 volte (fino al 1999) della vincitrice della Coppa delle Coppe e per 8 volte (dal 2000) della vincitrice della Coppa UEFA/Europa League.
  • A tal proposito, a titolo di curiosità statistica, è interessante notare come sia l'ultima edizione che ha visto partecipante la squadra vincitrice della Coppa delle Coppe che la prima che ha visto partecipante la squadra vincitrice della Coppa UEFA sono state perse dalla squadra campione d'Europa (nel 1999 vinse la Lazio che sconfisse il Manchester United, nel 2000 il Galatasaray che sconfisse il Real Madrid).
  • La citata edizione del 2000 tra Galatasaray e Real Madrid ha visto, tra l'altro, l'unico incontro della storia della Supercoppa risolto al golden goal (2-1).
  • Dopo sette finali perse (il Bayern Monaco ne ha perse tre, l'Amburgo due, il Werder Brema e il Borussia Dortmund una ciascuno), e la mancata disputa dell'edizione del 1974 tra il Bayern Monaco ed il Magdeburgo (che si affrontarono, tuttavia, in Coppa dei Campioni), la prima vittoria di un club della Germania si è avuta solo nel 2013, con la squadra bavarese che ha battuto il Chelsea ai rigori.
  • In sette edizioni la Supercoppa è stata disputata tra squadre appartenenti alla stessa federazione. Nei primi due casi, entrambi al tempo del doppio incontro, le squadre furono italiane e in entrambe le occasioni una delle contendenti fu il Milan, sempre in qualità di vincitore della Coppa Campioni/Champions, la prima volta (1990) vincitore contro la Sampdoria, la seconda (1993) sconfitto dal Parma,[15] anche se va rilevato che in tale occasione la squadra rossonera si presentava da supplente, essendo l'incontro previsto Olympique Marsiglia - Parma (il club francese, campione d'Europa 1993, fu squalificato dall'UEFA a seguito di episodi di corruzione avvenuti nel campionato francese a opera del presidente Bernard Tapie).[16][17] Negli altri cinque casi si sono affrontate squadre spagnole, in occasione della Supercoppa 2006, Siviglia - Barcellona 3-0, in occasione della Supercoppa 2014 che ha visto impegnate Real Madrid - Siviglia (terminata per 2-0 per i madrileni), di nuovo avversarie nella Supercoppa 2016 (ancora successo dei merengues, 3-2 dopo i supplementari), nella Supercoppa 2015 che ha visto nuovamente protagoniste Barcellona - Siviglia (terminata 5-4 in favore dei catalani dopo i tempi supplementari) e nella Supercoppa 2018, Real Madrid - Atlético Madrid (terminata 4-2 a favore dell'Atletico dopo i supplementari), primo derby cittadino nella storia della competizione.[15]
  • Con la partecipazione alla Supercoppa 2016, il Siviglia è stata la prima squadra a disputare per tre volte consecutive la competizione, record poi eguagliato dal Real Madrid, che ha partecipato consecutivamente alle edizioni 2016, 2017 e 2018. L'edizione del 2016 è, stata, inoltre, la terza consecutiva giocata tra due squadre della stessa nazione. Per la squadra andalusa è stata, questa, la quarta sconfitta consecutiva in Supercoppa (su cinque partecipazioni).
  • Più di un club ha partecipato alla Supercoppa sia da campione d'Europa che da vincitore della Coppa delle Coppe o della Coppa UEFA. Tra le curiosità statistiche c'è quella dell'Amburgo che ha partecipato all'edizione 1977 da vincitore della Coppa delle Coppe e nel 1983 da campione d'Europa, venendo sconfitto in entrambi i casi. Più statisticamente notevole invece il Porto (comunque vincitore dell'edizione 1987), che si è presentato due volte consecutive alla Supercoppa, nel 2003 da vincitore della Coppa UEFA e l'anno successivo da campione d'Europa, venendo sconfitto in entrambe le occasioni.
  • Il Chelsea (vincitore dell'edizione 1998), come già accaduto precedentemente al Porto, si è presentato due volte consecutive alla Supercoppa, nel 2012 da vincitore della Champions League e l'anno successivo da detentore dell'Europa League, venendo sconfitto in entrambe le occasioni, la seconda ai calci di rigore. Una situazione analoga si è verificata successivamente per il Siviglia, vincitore nel 2006, sconfitto consecutivamente nel 2014, nel 2015 e nel 2016 (dopo aver già perso nel 2007).
  • Solo 3 club, comunque, hanno vinto la Supercoppa sia da campioni d'Europa che da vincitori della Coppa delle Coppe o della Coppa UEFA: il Liverpool nel 1977 e nel 2005 da campione d'Europa e nel 2001 da vincitore della Coppa UEFA; la Juventus nel 1984 (vincitore della Coppa delle Coppe) e nel 1996 (campione d'Europa); il Barcellona nel 1992, nel 2009, nel 2011 e nel 2015 da campione d'Europa e nel 1997 da vincitore della Coppa delle Coppe.
  • La Supercoppa, fino al 2012, è stato l'unico torneo ufficiale dell'UEFA a livello sia di club che di Nazionali a non essere deciso ai tiri di rigore[15] sebbene il regolamento lo prevedesse, in caso di parità al termine dei tempi supplementari. Nel 2013 è successo per la prima volta che una squadra ha vinto ai rigori.
  • Per quanto riguarda, invece, il sistema di assegnazione con doppio incontro, solo in un'occasione la Supercoppa fu decisa secondo la regola dei gol segnati fuori casa (1979, Nottingham Forest - Valencia 2 - 1 e 0 - 1, vittoria al Valencia).
  • Il giocatore che vanta il maggior numero di Supercoppe vinte è Paolo Maldini che, con il Milan, ha conquistato il trofeo 5 volte, nel 1989, 1990, 1994, 2003 e 2007. Dietro di lui con 4 trofei il suo ex compagno di squadra Alessandro Costacurta (gli stessi di Maldini tranne l'edizione del 2007) e il brasiliano Daniel Alves con due club diversi: il Siviglia nel 2006 (in finale contro il Barcellona) e lo stesso Barcellona nel 2009, 2011 e 2015 (quest'ultima in finale proprio contro il Siviglia). A seguire l'olandese Arie Haan con 3 (più una non ufficiale nel 1972), con due club diversi: l'Ajax nel 1973 e l'Anderlecht nel 1976 e 1978.
  • La finale dell'edizione 2009 ha messo a confronto il Barcellona e lo Shakhtar che si erano già incontrate nel girone C di Champions League. L'andata fu vinta dai catalani per 2-1 in Ucraina mentre il ritorno fu vinto per 3-2 dallo Shakhtar al Camp Nou. Il Barcellona ha vinto l'edizione 2009 battendo dopo i tempi supplementari per 1-0 lo Shakhtar.
  • Con la partecipazione del 2013, il Chelsea è stata la prima squadra ad aver disputato la competizione come detentore di tre diversi trofei, avendo partecipato nel 1998 quale vincitore della Coppa delle Coppe (vittoria), nel 2012 quale vincitore della Champions League (sconfitta) e nel 2013 da detentore dell'Europa League (sconfitta ai rigori). Tale edizione ha riproposto la finale di Champions del 2012, quando i Blues vinsero in casa del Bayern Monaco ai rigori.
  • Due allenatori hanno vinto la Supercoppa per tre volte: Josep Guardiola (due col Barcellona e una col Bayern Monaco) e Carlo Ancelotti (due col Milan e una col Real Madrid), i quali l'hanno pure vinta da giocatori. Alex Ferguson (una con l'Aberdeen e una con il Manchester United), Louis Van Gaal (una con l'Ajax e una con il Barcellona), Arrigo Sacchi (due con il Milan) e Zinédine Zidane (due con il Real Madrid) sono gli allenatori che hanno vinto il trofeo due volte. Sacchi e Zidane sono gli unici ad aver vinto due edizioni consecutive del trofeo.
  • Il Barcellona è la squadra che ha disputato più finali di Supercoppa, nove (cinque vinte e quattro perse), seguito dal Milan (cinque vinte e due perse) e dal Real Madrid (quattro vinte e tre perse) con sette. Il Siviglia è la squadra che ne ha perse di più (quattro), in rapporto al numero di finali disputate (cinque).
  • Il Barcellona ed il Siviglia sono le squadre che hanno perso il maggior numero di finali (quattro per entrambe).
  • La nazione che ha vinto più volte il trofeo, al 2018, è la Spagna (15), con cinque squadre diverse (Barcellona, Real Madrid, Atletico Madrid, Valencia, Siviglia), seguita dall'Italia (nove successi; dal computo è esclusa l'edizione 1985, consegnata dalla UEFA alla Juventus in maniera non ufficiale), con quattro squadre diverse (Milan, Juventus, Parma, Lazio).
  • La vittoria del trofeo con cinque squadre diverse, è un record condiviso dalla Spagna e dall'Inghilterra (sette trofei, con Liverpool, Manchester United, Aston Villa, Chelsea, Nottingham Forest).
  • La Spagna detiene anche il record di vittorie consecutive (cinque dal 2014 al 2018, con una vittoria del Barcellona, una dell'Atletico Madrid e tre del Real Madrid).
  • Madrid è l'unica città europea ad avere vinto il trofeo con due squadre diverse (Real ed Atlético) e l'unica ad aver visto protagoniste le sue due squadre in una finale, nell'edizione 2018. I sette successi complessivi delle squadre madrilene (Real 4, Atletico 3) costituiscono il primato di vittorie complessive del trofeo (sette), seguita da Milano e Barcellona (che hanno ottenuto i loro successi con una sola squadra, Milan e Barcellona rispettivamente, con cinque vittorie a testa).
  • Oltre a Madrid, solo Milano e Londra hanno disputato almeno una finale con due squadre diverse (rispettivamente Milan ed Inter per Milano e Chelsea ed Arsenal per Londra).
  • Nell'edizione 2018 si sono affrontate per la prima volta nella storia della competizione due squadre della stessa città (Real Madrid ed Atlético Madrid), entrambe già vincitrici del trofeo in precedenza. Le due squadre erano già state protagoniste di due finali di Champions League (2014 e 2016). In tutti e tre i casi, la partita è arrivata almeno ai tempi supplementari (nel 2016 la finale di Champions League si è decisa ai tiri di rigore).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scontro fra campioni, uefa.com. URL consultato il 15 aprile 2011.
  2. ^ 1973: L'Ajax rompe il ghiaccio, uefa.com. URL consultato il 15 aprile 2011.
  3. ^ Non disputata tra il Bayern e il Magdeburgo per motivi diplomatici; le due squadre si incontrarono, però, negli ottavi di finale della Coppa dei Campioni 1974-1975: Bayern - Magdeburgo 3 - 2 e 2 - 1.
  4. ^ Vincitore per la regola dei gol fuori casa.
  5. ^ Non disputata tra il Liverpool e la Dinamo Tbilisi perché il Liverpool non trovò date disponibili in calendario; non disputata neanche tra il Real Madrid, finalista della Coppa dei Campioni 1980-1981 e la Dinamo Tbilisi.
  6. ^ Finale disputata in partita unica allo Stadio Comunale di Torino, perché il 13 dicembre 1984 la Juventus rinunciò dapprima a partecipare a una doppia finale con il Liverpool; tuttavia, a seguito del sorteggio dei quarti di finale della Coppa dei Campioni 1984-1985, effettuato a Zurigo il giorno dopo, che non oppose i bianconeri e i Reds, il club italiano cambiò la sua posizione, soprattutto dopo che gli inglesi accettarono di disputare la manifestazione in partita unica a Torino. Fu il primo caso (il secondo si verificherà nel 1991 a causa delle Guerre jugoslave) in cui la finale si disputò in partita unica ed in casa di una delle due finaliste.
  7. ^ La Supercoppa UEFA 1985 tra la Juventus e l'Everton non fu disputata né con partite di andata e ritorno e neanche con partita unica allo stadio Wembley di Londra (No dell’UEFA alla Supercoppa, in La Stampa, 9 agosto 1985, p. 17.), a seguito della squalifica imposta dall'UEFA alle squadre di club inglesi dopo i fatti dello Stadio Heysel di Bruxelles del 29 maggio 1985; non disputata neanche tra la Juventus e il Rapid Vienna, finalista della Coppa delle Coppe 1984-1985. L'UEFA successivamente decise di consegnare la coppa alla Juventus, squadra che ancora oggi possiede fisicamente il trofeo; non è ancora chiaro l'anno in cui l'UEFA consegnò alla Juventus la Supercoppa UEFA 1985; tuttavia dato che non ci fu mai un'assegnazione ufficiale, la Juventus non può annoverare tale coppa nel suo palmarès.
  8. ^ Finale disputata in campo neutro per motivi politici.
  9. ^ Il Milan ha deciso di disputare la partita a Bologna in quanto il manto erboso di San Siro era danneggiato, cfr. Almanacco Illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005, p. 507.
  10. ^ Disputata in partita unica a causa delle Guerre jugoslave.
  11. ^ Il Milan, finalista della Champions League 1992-1993, disputò la Supercoppa in seguito alla squalifica internazionale inflitta all'Olympique Marsiglia, campione europeo, per corruzione.
  12. ^ a b Esclusa l'edizione non ufficiale del 1972.
  13. ^ a b Esclusa l'edizione del 1985: a seguito della squalifica imposta alle squadre di club inglesi l'UEFA consegnò la coppa alla Juventus, che ancora oggi possiede fisicamente il trofeo, ma non può annoverarlo nel suo palmarès ufficiale perché la stessa UEFA non assegnò mai ufficialmente la coppa alla Juventus.
  14. ^ Supercoppa UEFA 2010 - Cartella stampa (PDF), uefa.com, 27 agosto 2010, p. 21. URL consultato il 15 aprile 2011.
  15. ^ a b c Supercoppa UEFA 2010 - Cartella stampa (PDF), uefa.com, 27 agosto 2010, p. 20. URL consultato il 15 aprile 2011.
  16. ^ Almanacco Illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005, p. 524.
  17. ^ Ulderico Munzi, Il Marsiglia espulso dall'Europa, Corriere della Sera, 7 settembre 1993. URL consultato il 30 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2013).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio