Michael Oliver (arbitro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michael Oliver
Michael Oliver EM-Qualifikationsspiel Österreich-Russland 2014-11-15 013 (cropped).jpg
Oliver nel 2014
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Inghilterra FA
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2003-2005
2005-2007
2007-
2010-
Northern League
Football Conference
English Football League
Premier League
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Attività internazionale
2012- UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Corea del Sud-Croazia 0-4
6 febbraio 2013

Michael Oliver (Ashington, 20 febbraio 1985) è un arbitro di calcio inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Ashington, nel Northumberland, nord-est inglese, è figlio di Clive Oliver, arbitro ritiratosi nel 2009,[1] arrivato fino alla Championship, e marito di Lucy May, anche lei arbitro, sposata nel 2015.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Oliver con Diego Costa del Chelsea nel 2015

Inizia ad arbitrare a 14 anni, su spinta del padre.

Nel 2007 dirige la finale play-off di Football Conference vinta dal Morecambe per 2-1 sull'Exeter City nell'appena riaperto Wembley. Due anni dopo, il 24 maggio 2009, nello stesso stadio, arbitra Millwall-Scunthorpe Utd 2-3, finale dei playoff della Football League One 2008-2009.[3] Un giorno prima, sempre a Wembley, il padre aveva diretto invece la finale di Football League Two, Gillingham-Shrewsbury Town 1-0.[4]

Nel 2010 passa in Premier League, esordendo il 21 agosto, alla seconda di campionato, in Birmingham City-Blackburn 2-1, diventando il più giovane arbitro di sempre nella massima serie inglese, con i suoi 25 anni.[5][6]

Nel 2012 viene promosso internazionale, debuttando in campo europeo il 25 luglio, in Polonia, nella gara di ritorno del 2º turno di qualificazione di Champions League tra i padroni di casa dello Sląsk Wrocław e i montenegrini del Budućnost, vittoriosi per 1-0, ma eliminati in virtù della sconfitta per 2-0 dell'andata.[7] Nello stesso anno esordisce anche in Europa League, prima in Vitesse-Anži 0-2 del 9 agosto, 3º turno di qualificazione,[8] e poi il 4 ottobre, nella gara del girone K tra i norvegesi del Rosenborg e i tedeschi del Bayer Leverkusen, vincitori per 1-0.[9]

Arbitra per la prima volta una sfida tra nazionali maggiori il 6 febbraio 2013, dirigendo l'amichevole Corea del Sud-Croazia 0-4, giocata a Londra.[10] La prima ufficiale è invece Slovacchia-Lituania 1-1 del 22 marzo, valida per il girone G delle qualificazioni al Mondiale 2014 in Brasile.[11]

Nel 2013 è designato per l'Europeo Under-19 in Lituania, dove arbitra 3 partite.

L'anno successivo arbitra il Community Shield del 10 agosto 2014 vinto per 3-0 dall'Arsenal sul Manchester City.[12]

Nella stagione 2015-2016 arbitra due finali: prima, l'8 novembre 2015, quella tutta africana del Mondiale Under-17 in Cile tra Mali e Nigeria, vittoriosa per 2-0,[13] poi quella di Coppa di Lega inglese del 28 febbraio 2016, con il successo del Manchester City per 4-2 d.c.r. sul Liverpool.[14]

Il 27 settembre 2016 arriva il debutto nei gironi di Champions League, in Sporting Lisbona-Legia Varsavia 2-0, gara del gruppo F.[15]

L'11 aprile 2018 è di scena nel quarto di finale di ritorno di Champions League tra Real Madrid e Juventus, dove concede un rigore ai madrileni al 93', poi realizzato da Cristiano Ronaldo, mentre il risultato era di 3-0 per i bianconeri, il che avrebbe portato la gara ai tempi supplementari.[16] Nell'occasione espelle per proteste il capitano bianconero Gianluigi Buffon, che dopo la gara lo criticherà apertamente.[17]

Il mese successivo, il 19 maggio, ha arbitrato la finale di FA Cup vinta per 1-0 dal Chelsea sul Manchester Utd.[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il giovane prodigio, tra mille polemiche: chi è Michael Oliver, l'arbitro di Real Madrid-Juventus, su sport.sky.it, 12 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.
  2. ^ Real-Juve, spunta un tweet di lady Oliver: «Loving Madrid», su tuttosport.com, 12 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.
  3. ^ Millwall-Scuntorphe United, su transfermarkt.it, 24 maggio 2009. URL consultato il 13 aprile 2018.
  4. ^ Gillingham-Shrewsbury Town, su transfermarkt.it, 23 maggio 2009. URL consultato il 13 aprile 2018.
  5. ^ Michael Oliver Premiere League, su premierleague.com. URL consultato il 13 aprile 2018.
  6. ^ Birmingham City-Blackburn, su transfermarkt.it, 21 agosto 2010. URL consultato il 13 aprile 2018.
  7. ^ Slask Wroclaw-Buducnost, su transfermarkt.it, 25 luglio 2012. URL consultato il 13 aprile 2018.
  8. ^ Vitesse-Anzi, su transfermarkt.it, 9 agosto 2012. URL consultato il 13 aprile 2018.
  9. ^ Rosenborg-Bayer Leverkusen, su transfermarkt.it, 4 ottobre 2012. URL consultato il 13 aprile 2018.
  10. ^ Corea del Sud-Croazia, su transfermarkt.it, 6 febbraio 2013. URL consultato il 13 aprile 2018.
  11. ^ Slovacchia-Lituania, su transfermarkt.it, 22 marzo 2013. URL consultato il 13 aprile 2018.
  12. ^ Arsenal-Manchester City, su transfermarkt.it, 10 agosto 2014. URL consultato il 13 aprile 2018.
  13. ^ Mali U17-Nigeria U17, su transfermarkt.it, 8 novembre 2015. URL consultato il 13 aprile 2018.
  14. ^ Liverpool-Manchester City, su transfermarkt.it, 28 febbraio 2016. URL consultato il 13 aprile 2018.
  15. ^ Sporting Lisbona-Legia Varsavia, su transfermarkt.it, 27 settembre 2016. URL consultato il 13 aprile 2018.
  16. ^ Fabiana Della Valle, Real Madrid-Juventus 1-3: Ronaldo su rigore al 97' elimina i bianconeri, su gazzetta.it, 11 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.
  17. ^ Juventus, Buffon senza freni: "L'arbitro ha l'immondizia al posto del cuore", su gazzetta.it, 11 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.
  18. ^ Chelsea-Manchester United, su transfermarkt.it, 19 maggio 2018. URL consultato il 15 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]