Jorge Burruchaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jorge Burruchaga
Burruchaga gritando gol de argentina.JPG
Burruchaga, con la maglia dell'Argentina, esulta dopo una sua rete ai Mondiali del 1986.
Nome Jorge Luis Burruchaga
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 176 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista, attaccante)
Squadra Atletico de Rafaela Atlético de Rafaela
Ritirato 1998 - giocatore
Carriera
Giovanili
Arsenal Sarandi Arsenal Sarandí
Squadre di club1
1979-1981 Arsenal Sarandi Arsenal Sarandí 49 (7)
1982-1985 Independiente Independiente 146 (53)
1985-1992 Nantes Nantes 140 (27)
1992-1993 Valenciennes Valenciennes 32 (10)
1995-1998 Independiente Independiente 89 (19)
Nazionale
1983-1990 Argentina Argentina 59 (13)
Carriera da allenatore
2002-2005 Arsenal Sarandi Arsenal Sarandí
2005-2006 Estudiantes Estudiantes
2006-2007 Independiente Independiente
2008-2009 Banfield Banfield
2009-2010 Arsenal Sarandi Arsenal Sarandí
2011-2012 Libertad Libertad
2012- Atletico de Rafaela Atlético de Rafaela
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Messico 1986
Argento Italia 1990
Coppa America calcio.svg Copa América
Bronzo Brasile 1989
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 marzo 2013

Jorge Luis Burruchaga (Gualeguay, 9 ottobre 1962) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, Campione del Mondo con la Nazionale argentina nel 1986. Ha giocato sia da centrocampista sia da attaccante. Dal 2012 è allenatore dell'Atlético de Rafaela.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Burru ha iniziato la sua carriera nelle giovanili dell'Arsenal de Sarandí e del River Plate, per poi passare all'Independiente Avellaneda dove giocò il suo primo match da professionista il 12 febbraio 1982. Segnò il suo primo gol con l'Independiente il 27 febbraio, contro l'Unión San Vicente.

Insieme ad altri campioni quali Ricardo Bochini ed Enzo Trossero, si afferma come autentico pilastro della squadra. Con l'Independiente ha vinto una Primera División Argentina nel 1983, una Copa Libertadores (capocannoniere con 6 gol) e una Coppa intercontinentale nel 1984.

Nel 1985 si trasferisce al Nantes, dove a fine stagione viene eletto miglior giocatore del campionato francese. Nel 1992 Burru si è trasferito al Valenciennes, ma nel 1993 è stato sospeso per due anni dal calcio francese, essendo coinvolto nello scandalo conosciuto come Affaire VA-OM.

Ritornato in Argentina, nell'Independiente, giocò qui fino al 1998, quando si ritirò.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto parte, con il n°7, della squadra che ha vinto il Campionato mondiale di calcio 1986, segnando due gol, tra cui la rete che ha consentito la vittoria per 3-2 dell'Argentina contro la Germania Ovest in finale, all'83' minuto.

Da allora frequenti infortuni alle ginocchia ne limitano il rendimento, anche se mantiene il posto in nazionale: Burruchaga ha anche partecipato come titolare a tutte le partite dell'Argentina al Campionato mondiale di calcio 1990, segnando un gol.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha allenato l'Arsenal de Sarandí, guidando la squadra alla promozione in Prima divisione nel 2002. Nella stagione 2005/06 è passato al Estudiantes de La Plata. Infine nel maggio 2006 si è trasferito all'Independiente, da cui si è dimesso nell'aprile 2007. Per il campionato Apertura 2008 e Clausura 2009 è l'allenatore del Banfield e nel 2009 dell'Arsenal de Sarandì.

Il 30 aprile 2010 viene esonerato dall'Arsenal de Sarandì e viene rimpiazzato dall'esordiente David Ruiz. Dal 26 giugno 2011 allena la squadra paraguaiana del Club Libertad. Il 4 dicembre 2012 diventa allenatore dell'Atlético de Rafaela

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Independiente: Metropolitano 1983
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Independiente: 1984
Independiente: 1984
Independiente: 1995
Independiente: 1995

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Messico 1986

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]