Gabriel Calderón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gabriel Calderón
Gabriel Calderón 2002.jpg
Nome Gabriel Humberto Calderón
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Qatar SC
Ritirato 1994 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1976-1977 El Porvenir 25 (3)
1977-1978 Racing Club 28 (3)
1978 Lanús 24 (0)
1979-1981 Racing Club 85 (13)
1981-1983 Independiente 160 (23)
1983-1987 Betis 131 (38)
1987-1990 Paris Saint-Germain 102 (11)
1990-1992 Sion 47 (17)
1992-1993 Caen 36 (2)
1993-1994 Losanna 31 (5)
Nazionale
1979 Argentina Argentina U-20 1+ (1)
1982-1990 Argentina Argentina 23 (1)
Carriera da allenatore
1997-2000 Caen
2002-2003 Losanna
2004-2005 Arabia Saudita Arabia Saudita
2007-2008 Oman Oman
2008-2009 Al-Ittihad
2010-2011 Al-Hilal
2011-2012 Baniyas
2012-2013 Bahrein Bahrein
2014 Betis
2014-2016 Al-Wasl
2017 -Qatar SC
Palmarès
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Oro Giappone 1979
Coppa America calcio.svg Copa América
Bronzo Brasile 1989
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gabriel Humberto Calderón (Rawson, 7 febbraio 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, di ruolo centrocampista, tecnico del Qatar SC.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Calderón ha giocato in molte squadre argentine, incluse Racing Club Avellaneda e Independiente. In Europa, ha giocato nel Betis e Paris Saint-Germain.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto parte dell'Argentina Under-20 che ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-20 nel 1979. Ha giocato anche nel campionato del mondo 1982 e nel campionato del mondo 1990.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro, è stato per un breve periodo un commentatore sportivo, ma successivamente ha scelto di diventare un allenatore. Ha allenato anche due sue ex squadre da calciatore: il Caen e il Losanna.

Calderón ha guidato l'Arabia Saudita dalla fine del 2004 e l'ha guidata nelle qualificazioni per il campionato del mondo 2006. Nella partita decisiva, l'Arabia Saudita ha sconfitto l'Uzbekistan per 3 a 0.

Nonostante questo, è stato licenziato dalla federazione nel 2005, che è rimasta insoddisfatta delle prestazioni della Nazionale saudita nel corso di un torneo continentale. È stato sostituito da Marcos Paquetá.

Il 9 aprile 2007, è stato nominato allenatore dell'Oman. Successivamente, è diventato tecnico dell'Al Ittihad.

Il 19 gennaio 2014 è stato nominato, per tre mesi, nuovo tecnico della prima squadra del Real Betis Balompié, prendendo il posto di Juan Carlos Garrido, esonerato dopo aver guidato il Betis in 6 gare (5 di Primera División (Spagna) e 1 di Copa del Rey).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Independiente: Metropolitano 1983
Sion: 1990-1991
Sion: 1991-92

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Al-Ittihad: 2009
Al-Hilal: 2010, 2011
Al-Hilal: 2010, 2011

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]