León (Messico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
León
comune
(ES) León de los Aldama
León – Stemma León – Bandiera
León – Veduta
Localizzazione
StatoMessico Messico
Stato federatoFlag of Guanajuato.png Guanajuato
Amministrazione
SindacoLeón (Partita Azione Nazionale (PAN)) dal 2018
Territorio
Coordinate21°06′59.76″N 101°40′59.88″W / 21.1166°N 101.6833°W21.1166; -101.6833 (León)Coordinate: 21°06′59.76″N 101°40′59.88″W / 21.1166°N 101.6833°W21.1166; -101.6833 (León)
Altitudine1,815 m s.l.m.
Superficie487 km²
Abitanti1 578 626[1] (2015)
Densità3 241,53 ab./km²
Altre informazioni
LingueSpagnolo
Cod. postale37000
Prefisso477 479
Fuso orarioUTC-6
TargaG
Nome abitantiLeoneses
PatronoMadre Sacra della Luce
Giorno festivo5 giugno (patrono)
20 gennaio (fondazione)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Messico
León
León
Sito istituzionale

León, ufficialmente León de los Aldama, è una città di 1 578 626 abitanti del Messico[1], capoluogo del municipio omonimo, nello stato del Guanajuato, di cui è il centro più popoloso. È la quarta città messicana per popolazione e tra le cinque maggiori città del Messico, insieme alla capitale, Guadalajara, Monterrey e Puebla, nonché il principale centro della regione del Bajío.

Fondata il 20 gennaio 1576, sorge a 384 km dalla capitale Città del Messico ed è il polo principale di una vasta aera metropolitana (comprendente anche Silao de la Victoria, San Francisco del Rincón, Purísima del Rincón) che risulta, per popolazione, la settima del paese e la prima della regione del Bajío, con poco più di 2 115 000 abitanti.[2][3][4][5]

È conosciuta anche come "la perla" e la "capitale mondiale della calzatura". Dagli anni '40 del XIX secolo l'economia della città ruota, infatti, attorno alla catena di produzione di pelletteria e calzature, sebbene all'inizio del XXI secolo si sia orientata verso il settore dei servizi e dell'industria automobilistica. Altre vocazioni economiche di León, consolidatesi negli anni, sono l'assistenza sanitaria e la diagnosi altamente specializzate, l'istruzione superiore e la ricerca, nonché il turismo d'affari.[6] Pertanto, pur non essendo la capitale politica dello stato, ne è considerata la capitale economica, sociale, commerciale e dei servizi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città fu fondata il 20 gennaio 1576 da Martín Enríquez de Almanza con il nome di Villa de León e assunse l'attuale denominazione nel 1830 in onore dei fratelli Ignacio e Juan Aldama[7], che parteciparono alla guerra d'indipendenza messicana.

Nel 1580 il centro fu elevato alla categoria di comune separato da Guanajuato, con giurisdizione sull'attuale territorio comunale.

Nel giugno 1830 fu ufficialmente adottato il nome di León de los Aldama. Durante le sommosse per l'indipendenza del Messico, la città ha sofferto economicamente, socialmente e politicamente. Quando le miniere di Guanajuato furono abbandonate a causa della guerra, molti lavoratori si stabilirono a León. L'agricoltura è stata la principale attività economica fino al XVIII secolo, quando l'artigianato e le calzature iniziarono a competere con il settore primario.

Gli anni successivi alla Rivoluzione segnarono la prosperità e il progresso di León, nonché la crescita della popolazione. Lo sviluppo economico fu evidente nella straordinaria mostra industriale, agricola e zootecnica del 1923.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune si presenta inquartato: nel primo quarto è rappresentato san Sebastiano martire, patrono della città, la cui festa si celebra il 20 gennaio, lo stesso giorno in cui León venne fondata. Nel secondo quarto un leone, simbolo di León in Spagna, da cui deriva il nome della città. Nel terzo si trovano le insegne del viceré della Nuova Spagna Martín Enríquez de Almanza, a cui si deve l'atto di fondazione di León del 1576. Nel quarto vi sono un alveare e tre api a simboleggiare l'operosità della sua popolazione. Al di sotto dello scudo, un nastro con il motto latino Labor omnia vincit ("Il lavoro vince tutto").

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La città si trova nella zona settentrionale dello stato di Guanajuato, a -101° 41' di longitudine ovest e 21° di latitudine nord; ad un'altitudine di 1 798 metri sul livello del mare. La superficie comunale comprende 1 183,20 km², equivalenti al 3,87% della superficie totale dello stato di Guanajuato. Il comune confina a nord con San Felipe; a est con Guanajuato (città) e Silao; a sud con Silao, Romita, e San Francisco del Rincón; a ovest con Purísima del Rincón e lo stato di Jalisco.[8]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima è temperato, semisecco, con piogge durante il periodo estivo, da maggio a ottobre, mentre la stagione secca va da novembre ad inizio maggio. Il mese più caldo è maggio, il più freddo gennaio, la temperatura è condizionata anche dai rilievi, per il terreno irregolare della zona in cui sorge la città.

fonte: http://www.foreca.com Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 222426293229272626252423232927,32526,1
T. min. mediaC) 791013151615151412108812,715,31212
Precipitazioni (mm) 9,64,66,04,120,562,5111,886,279,718,05,93,818,030,6260,5103,6412,7

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 ha ricevuto una menzione d'onore in occasione della consegna del premio Sustainable Transport insieme a Canton, San Francisco e Zurigo.[9]. Si classifica al terzo posto in America latina per estensione della rete di piste ciclabili.[10]

Nel marzo 2012 ha ricevuto il premio di città "campione d'acqua", insieme a Buenos Aires, Rotterdam e Lione, assegnato al World Water Council di Marsiglia, per aver mostrato grandi progressi nell'igiene e nel riutilizzo delle risorse residue e nella cogenerazione di energia dal biogas.[11]

Nel febbraio 2018, León è stata inserita tra le 100 città più rinnovabili del mondo, in base al risultato del Progetto di Divulgazione di Carbonio (CDP), pubblicato da Bloomberg. La città di Leon risalta perché il 76% dell'energia che si usa nella regione è rinnovabile. I risultati del CDP menzionano i seguenti dati: nella città si utilizza il 2,5% di energia solare, il 73,86% di energia geotermica e il 23,64% di gas. Un'altra particolarità è che risulta l'unica città messicana in questa lista.[12]

Industria calzaturiera[modifica | modifica wikitesto]

León è una città nota per la sua importante industria scarpiera. Secondo l'Archivio storico municipale, la fabbricazione delle prime scarpe è iniziata nel 1645; a quell'epoca i calzolai artigiani lavoravano con attrezzi rudimentali, ma già nel 1872, con l'apertura della prima fabbrica, si cominciò ad utilizzare macchinari specializzati.

Con l'inaugurazione della ferrovia, la città di Leon fu pioniera nell'esportazione di questo prodotto verso gli Stati Uniti. Dal 1920 molte delle officine si trasformarono in grandi imprese.

Attualmente l'industria calzaturiera León copre il 72% della produzione nazionale del settore.

Festival[modifica | modifica wikitesto]

Festival internazionale dei palloncini[modifica | modifica wikitesto]

La città è famosa perché sede, dell'annuale festival internazionale della mongolfiera, che si svolge nell'arco di quattro giorni nel mese di novembre e conta oltre 200 partecipanti e più di 500 000 spettatori[13]. Si svolge nel parco metropolitano con la partecipazione di piloti di tutto il mondo, è il più grande del suo genere in America Latina e il terzo al mondo.

Campionato mondiale di rally[modifica | modifica wikitesto]

Il Rally del Messico è un grande evento di auto da rally. È la data del World Rally Championship (WRC) della FIA, appuntamento fisso del calendario della Coppa del mondo dak 2003 e attualmente l'unico evento WRC tenuto in Nord America.

Campionato mondiale di motocross[modifica | modifica wikitesto]

Il León MX1, che si svolge nel Parque Metropolitano della città, è una competizione di motocross regolamentata dalla Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM) ed è la penultima data del calendario mondiale del campionato di motocross. Il campionato fu inaugurato nel 1957, dopo il campionato europeo, che aveva avuto luogo dal 1952. Inizialmente la competizione era riservata alla categoria 500 cc, ma nel 1962 fu aperta ala categoria 250 cc e nel 1975 alla categoria 125 cc.

Motofiesta[modifica | modifica wikitesto]

León è il sito del più importante evento motociclistico in America Latina, dall'ultimo giovedì di ottobre all'ultima domenica di ottobre: la Motofiesta si svolge nelle strutture di La Feria de León, con numerosi ospiti speciali e attività internazionali.

Porto interno (area industriale)[modifica | modifica wikitesto]

È un importante porto industriale e una piattaforma di esportazione globale. È sorto nel 2006 per promuovere lo sviluppo dello stato di Guanajuato, con sede nella regione metropolitana di León. Attualmente ospita una delle aree industriali più importanti della regione di Bajío. L'area di Guanajuato Puerto Interior comprende anche un parco industriale e commerciale in via di sviluppo. Questa zona è progettata per ospitare aziende commerciali e servizi complementari alle attività logistiche e produttive che si stanno stabilendo a Guanajuato Puerto Interior. Alcuni usi previsti per quest'area sono business hotel, servizi bancari e finanziari, servizi alimentari e di convenienza, servizi di trasporto e logistica e uffici per vari usi. Si trova nella zona strategica della ZML, tra León e Silao, molto vicino alla fabbrica automobilistica General Motors. Dieci anni dopo la sua attuazione, Guanajuato Puerto Interior (GPI) si è posizionata come il motore dello sviluppo statale e il più importante complesso logistico non solo in Messico ma anche in America Latina.

Tra le aziende che sono state aggiunte a quest'area ci sono produttori di livello mondiale, come:

  • Pirelli
  • Volkswagen
  • AAM - American Axle Manufacturing
  • Tigerpoly
  • Hino Motors (Toyota branch)
  • Dispensazione Guala
  • Mailhot
  • Teco Westinghouse
  • Samot
  • Più morbido
  • Sovere
  • Alluminio Hiroshima
  • Nestlé
  • Azienda Macauto Automobile
  • Hal alluminio
  • Asahi Aluminium Mexico
  • Nivea
  • Imballaggio Bio Pappel
  • SkyPlus

Strategicamente situato vicino agli stati di Aguascalientes, San Luis Potosí e Querétaro; Nel raggio di 160 km, le case automobilistiche sono: Mazda, Toyota, Honda, GM, VW, Nissan e BMW, rendendolo il più grande gruppo automobilistico in America.

  • Zona franca (area fiscale strategica)

Nel territorio di questo parco industriale, i prodotti al di fuori del Messico vengono introdotti, fabbricati, immagazzinati e spediti senza il pagamento di tasse sul commercio estero e IVA, a condizione che ritornino all'estero.

  • Centro servizi comunitari

Questo centro è stato progettato per servire le aziende situate a Guanajuato Puerto Interior e i loro dipendenti. Contiene un asilo nido, una caserma dei pompieri e un centro sanitario con aree per cure mediche e pronto soccorso. Queste strutture sono incluse in un parco ricreativo e sportivo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La piazza principale, detta Zócalo, si distingue per le arcate antiche. Qui si trova anche la cattedrale barocca del XVIII secolo. Del Palacio Municipal è notevole la facciata riccamente decorata.

La chiesa del castigo neogotica, costruita nel XX secolo, ha più di venti altari e numerose cripte, che servirono da nascondiglio durante la guerra di Cristero, tra il 1926 e il 1929.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Ha sede in città il Club León, squadra di calcio fondata nel 1944 e laureatasi campione nazionale per 7 volte, il che ne fa la quinta squadra con più titoli nel paese.

La città ha anche una squadra di pallacanestro che milita nella massima serie nazionale, Las Abejas de León, e una di baseball, Los Bravos de Leon.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Guanajuato è lo stato con il maggior numero di cattolici nel paese con il 94%.[14].

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Panorama sociodemográfico de Guanajuato 2015, INEGI. URL consultato l'8 novembre 2016.
  2. ^ El Bajío Mexicano, su interegiones.canacintracelaya.org.mx. URL consultato il 18 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  3. ^ (ES) Osiel Cruz, Bajío, el nuevo milagro mexicano, su t21.com.mx, 16 agosto 2013. URL consultato il 18 aprile 2020.
  4. ^ Zonas metropolitanas de los Estados Unidos Mexicanos - 1 (PDF), su inegi.org.mx.
  5. ^ Zonas metropolitanas de los Estados Unidos Mexicanos - 2 (PDF), su inegi.org.mx.
  6. ^ (ES) Desarrollarán UNAM, Guanajuato y el municipio de León, complejo académico, deportivo y ecológico, in Boletín UNAM-DGCS-360, 14 giugno 2010. URL consultato il 18 aprile 2020.
  7. ^ Storia e fondazione di León, su elclima.com.
  8. ^ page = 405 Portal de León, Guanajuato - Contenuto, su leon.gob.mx. URL consultato il 1º dicembre 2009 (archiviato il 18 settembre 2009).
  9. ^ http://www.embarq.org/ctsmexico/node/386, su embarq.org.[collegamento interrotto]
  10. ^ Milenio, su impreso.milenio.com (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2020).
  11. ^ Reconocen a León como una de las urbes con mayores avances en el tratamiento y reuso del agua residual y cogeneracion de.energias, su sapal.gob.mx. URL consultato il 18 aprile 2020.
  12. ^ (ES) Éstas son las 100 ciudades más renovables del mundo y León es una de ellas, su forbes.com.mx. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  13. ^ http://www.leonguanajuato.com/festivaldelglobo/
  14. ^ Guanajuato es el estado con mayor población católica: INEGI, su sinembargo.mx.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN145481743 · LCCN (ENn85136055 · GND (DE4457911-1 · WorldCat Identities (ENlccn-n85136055
Messico Portale Messico: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Messico