Las Vegas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Las Vegas (disambigua).
Las Vegas
city
(EN) City of Las Vegas
Las Vegas – Bandiera
Las Vegas – Veduta
Panorama di Las Vegas
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Nevada.svg Nevada
ConteaClark
Amministrazione
SindacoCarolyn Goodman (I)
Data di istituzione1905
Territorio
Coordinate36°10′09″N 115°08′41″W / 36.169167°N 115.144722°W36.169167; -115.144722 (Las Vegas)Coordinate: 36°10′09″N 115°08′41″W / 36.169167°N 115.144722°W36.169167; -115.144722 (Las Vegas)
Altitudine610 m s.l.m.
Superficie351,88 km²
Abitanti583 756 (2010)
Densità1 658,96 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale89044–89199
Prefisso702 & 725
Fuso orarioUTC-8
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Las Vegas
Las Vegas
Las Vegas – Mappa
Sito istituzionale

Las Vegas (che in spagnolo significa "i prati"), ufficialmente "la" Città di Las Vegas (City of Las Vegas) e spesso conosciuta semplicemente come Vegas, è la 28ª città più popolosa degli Stati Uniti, la città più popolosa dello stato del Nevada, ed è il capoluogo della contea di Clark. La città è l'ancora dell'area metropolitana detta Las Vegas Valley ed è la città più grande all'interno del vasto deserto del Mojave.[1] Las Vegas è una rinomata località turistica di fama internazionale, conosciuta principalmente per il gioco d'azzardo, lo shopping, i ristoranti, i divertimenti e la vita notturna. La Las Vegas Valley nel suo complesso è il principale centro finanziario, commerciale e culturale del Nevada.

La città si autodefinisce "la capitale mondiale dell'intrattenimento" (The Entertainment Capital of the World) ed è famosa per i suoi mega casinò-hotel e le attività associate. È una delle prime tre destinazioni negli Stati Uniti per le convention aziendali e un leader globale nel settore dell'ospitalità, rivendicando più hotel AAA Five Diamond di qualsiasi altra città del mondo.[2][3][4] Oggi, Las Vegas si classifica annualmente come una delle destinazioni turistiche più visitate al mondo.[5][6] La tolleranza della città per numerose forme di intrattenimento per adulti gli è valsa il titolo di "città del peccato" (Sin City) e ha reso Las Vegas un ambiente popolare per letteratura, film, programmi televisivi e video musicali.

Las Vegas fu fondata nel 1905 e ufficialmente incorporata nel 1911. Alla fine del XX secolo, era la città statunitense più popolata fondata in quel secolo (una distinzione simile guadagnata da Chicago negli anni 1800). La crescita della popolazione è accelerata dagli anni 1960 e tra il 1990 e il 2000 la popolazione è quasi raddoppiata, aumentando dell'85,2%. La rapida crescita è continuata nel XXI secolo e, secondo una stima del 2018, la popolazione era di 648.224 abitanti con una popolazione regionale di 2.227.053 abitanti.

"Las Vegas" è spesso usato per descrivere aree al di fuori dei confini ufficiali della città, in particolare le aree su e vicino alla Las Vegas Strip, che in realtà si trova all'interno delle comunità non incorporate di Paradise e Winchester.[7][8]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo United States Census Bureau, ha un'area totale di 135,86 mi² (351,88 km²). Las Vegas sorge nel deserto del Mojave. Di conseguenza il paesaggio naturale è secco, roccioso e con vegetazione scarsa. La generale aridità del territorio circostante rende ancora più evidente l'abbondanza d'acqua utilizzata in città per scopi puramente decorativi, come alimentare il verde artificiale o riempire i laghi e le fontane che molti casinò hanno installato. Si tratta di uno spreco, ma il risultato di stupire il visitatore è sicuramente raggiunto. L'amministrazione comunale cerca, suggerendo la procedura nota come xeriscaping ("giardini" di pietrisco bianco, ciottoli e rocce abbinati a qualche pianta di aloe e cactus), di convincere gli abitanti a rinunciare al prato all'inglese e a ricorrere, per il giardinaggio, a specie vegetali autoctone e quindi più parche nei consumi.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima di Las Vegas non può che risentire dell'ambiente desertico in cui la città è costruita, con precipitazioni scarse e alte temperature estive. Massime intorno ai 40 °C sono comuni nel periodo da maggio a settembre. In certi giorni si toccano anche i 46 °C. 47 °C si registrarono il 24 luglio 1942, nell'area ora occupata dalla base di Nellis, e ancora il 19 luglio 2005, all'Aeroporto Internazionale di Las Vegas-McCarran ma il record storico è di +48 °C risalente al luglio 1931.

Gli inverni sono freschi e ventosi, con temperature che di giorno raggiungono anche i 20 °C e di notte si avvicinano allo zero. Le minime più basse mai registrate sono -13 °C nel gennaio 1963. Tuttavia i record relativi a dicembre e febbraio sono vicini (-12 °C). Le massime invernali più elevate mai registrate sono state di +27 °C per gennaio, +32 °C a novembre e febbraio e +33 °C a dicembre.

Le precipitazioni sono scarse (in media 102 mm di pioggia l'anno) e concentrate tra gennaio e marzo. Più raramente piove in autunno e primavera, mentre nei pomeriggi e nelle sere estive si possono verificare dei temporali.

D'inverno una nevicata in città è un evento piuttosto eccezionale, ma la neve fa spesso la sua comparsa sulle montagne che la circondano. Infatti, sui monti situati a meno di 50 chilometri dalla città, sorge anche una piccola stazione sciistica costituita da 3 seggiovie.

Ci sono anni in cui le piogge diventano torrenziali, con precipitazioni pari a quelle annuali in un giorno solo (monsone messicano). Dopo la seconda guerra mondiale ci sono state inondazioni nel 1955, 1984, 1999, e 2003.

LAS VEGAS[9] Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 14,416,921,325,731,637,140,138,934,427,019,113,715,026,238,726,826,7
T. mediaC) 9,311,615,519,625,230,433,632,628,120,813,68,79,920,132,220,820,7
T. min. mediaC) 4,16,39,713,418,823,727,226,321,714,78,13,74,714,025,714,814,8
T. max. assolutaC) 2530,633,337,242,846,147,246,745,039,430,625,030,642,847,245,047,2
T. min. assolutaC) −13,3−8,9−5,0−0,64,48,915,613,37,8−3,3−6,1−11,7−13,3−5,08,9−6,1−13,3
Precipitazioni (mm) 12,720,310,25,12,52,510,27,67,67,610,212,745,717,820,325,4109,2
Giorni di pioggia 3432113322231067629

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Forse i primi visitatori dell'area di Las Vegas erano i paleoindiani nomadi, che vi si recavano 10000 anni fa, lasciandosi dietro i petroglifi. Le tribù Anasazi e Paiute seguirono almeno 2000 anni fa.

Un giovane esploratore messicano di nome Rafael Rivera è accreditato come il primo non nativo americano ad incontrare la valle, nel 1829.[10][11][12][13] Il commerciante Antonio Armijo condusse un gruppo di 60 uomini lungo lo Spanish Trail a Los Angeles, California, nel 1829.[14][15] L'area è stata chiamata Las Vegas, che in spagnolo significa "i prati", in quanto presentava abbondanti erbe selvatiche, così come le acque sorgive del deserto necessarie ai viaggiatori dell'ovest.[16] L'anno 1844 segnò l'arrivo di John C. Frémont, i cui scritti contribuirono ad attirare i pionieri nell'area. Fremont Street, nel centro di Las Vegas, porta il suo nome.

Undici anni dopo i membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni hanno scelto Las Vegas come sito per costruire un forte a metà strada tra Salt Lake City e Los Angeles, dove avrebbero viaggiato per raccogliere provviste. Il forte fu abbandonato diversi anni dopo. Il resto di questo Old Mormon Fort è ancora visibile all'incrocio tra Las Vegas Boulevard e Washington Avenue.

Las Vegas fu fondata come città nel 1905, quando 110 acri (45 ha) di terreno adiacenti ai binari della Union Pacific Railroad furono messi all'asta in quella che sarebbe diventata l'area del centro. Nel 1911, Las Vegas fu incorporata come città.[17]

Il 1931 fu un anno cruciale per Las Vegas. A quel tempo, il Nevada ha legalizzato il gioco d'azzardo e ridotto i requisiti di residenza per il divorzio a sei settimane. Nello stesso anno si è assistito l'inizio della costruzione della vicina diga di Hoover. L'afflusso di lavoratori edili e delle loro famiglie aiutò Las Vegas a evitare la calamità economica durante la grande depressione. I lavori di costruzione furono completati nel 1935.

Nel 1941 fu istituita la Las Vegas Army Air Corps Gunnery School. Attualmente conosciuta come Nellis Air Force Base, è la sede della squadra acrobatica chiamata Thunderbirds.

Dopo la seconda guerra mondiale, hotel lussuosamente decorati, casinò e grande spettacolo divennero sinonimi di Las Vegas.

Negli anni 1950 il Moulin Rouge fu aperto e divenne il primo casinò-hotel razziale integrato a Las Vegas.

Nel 1951 iniziarono i test sulle armi nucleari nel Nevada Test Site, a 65 miglia (105 km) a nord-ovest di Las Vegas. I residenti e i visitatori della città sono stati in grado di assistere alle nuvole di funghi (e sono stati esposti al fallout) fino al 1963, quando il limitato Test Ban Treaty richiedeva che i test nucleari venissero spostati sottoterra.[18][19]

L'iconico cartello "Welcome to Fabulous Las Vegas", che non si trovava mai nei confini comunali, fu creato nel 1959 da Betty Willis.[20]

Durante gli anni 1960, le corporazioni e le potenze commerciali come Howard Hughes stavano costruendo e comprando proprietà di hotel-casinò. Il gioco d'azzardo è stato definito "gioco" che è passato a un attività legittima.

L'anno 1995 segnò l'apertura del Fremont Street Experience nell'area del centro di Las Vegas. Questa area a cinque blocchi con baldacchino offre 12.5 milioni di luci a LED e 550.000 watt di suono dal tramonto fino a mezzanotte durante gli spettacoli che si tengono nella parte superiore di ogni ora.

A causa della realizzazione di molti sforzi di rivitalizzazione, il 2012 è stato soprannominato "l'anno della Downtown" (The Year of Downtown). I progetti di centinaia di milioni di dollari hanno fatto il loro debutto in questo momento. Hanno incluso il Smith Center for the Performing Arts e il DISCOVERY Children's Museum, il Mob Museum, il Neon Museum, un nuovo complesso municipale e le ristrutturazioni per una nuova sede aziendale per zappos.com nell'edificio del vecchio municipio.[16][21]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[22] del 2010, la popolazione era di 583.756 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 62,1% di bianchi, l'11,1% di afroamericani, lo 0,7% di nativi americani, il 6,1% di asiatici, lo 0,6% di oceanici, il 14,5% di altre razze, e il 4,9% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 31,5% della popolazione.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'immagine della città è legata al gioco d'azzardo e ai divertimenti. Non bisogna però trascurare che Las Vegas è anche diventata una sede primaria per congressi e fiere, riuscendo così ad attirare un consistente turismo d'affari.

Un altro fattore essenziale è lo shopping. La continua presenza di turisti ha incrementato notevolmente il commercio al dettaglio, al punto che i centri commerciali sono ormai un polo attrattivo a sé stante. Identico discorso può essere fatto per i ristoranti.

Come sede di contea e di un distretto giudiziario federale, Las Vegas è caratterizzata da un gran numero di avvocati e addetti ai servizi legali in genere.

La crisi economica iniziata nel 2008 ha colpito duramente anche Las Vegas. Nel mese di settembre 2009 lo stato del Nevada risultava essere il secondo stato americano con la disoccupazione più alta con una percentuale di senza lavoro del 13,3% (al primo posto c'era il Michigan con il 15,3%): questa cifra è molto alta se si pensa che nel 2007 nel Nevada la percentuale dei disoccupati era del 4,7%. Il centro per l'impiego di Las Vegas dichiara che negli ultimi due anni più di 30.000 persone hanno perso il lavoro nel settore dei casinò e hotel. Nel 2014 i posti bruciati con la crisi vengono recuperati e Las Vegas assiste a un boom di aperture di nuovi negozi e hotel, infatti, negli ultimi anni si è assistito alla nascita di immensi centri commerciali e outlet che sfruttano l'arrivo di milioni di turisti che vengono a visitare questa "folle" città e quindi accrescono un indotto che dà lavoro a tantissimi americani e non solo.

Ristoranti, negozi, teatri, ecc. fanno da cornice a immensi casinò-hotel dove si arriva ad ospitare anche oltre 3 000 persone e che sono dei veri contenitori del divertimento. Infatti, in questi megaresort, si possono trovare, oltre a enormi casinò pieni di tutti i giochi d'azzardo possibili, anche shopping center, aree dedicate alla ristorazione oltre a magnifici teatri dove ogni giorno vengono allestiti grandi spettacoli, soprattutto quelli del Cirque du Soleil, i concerti delle più note star internazionali, come Céline Dion, Britney Spears e Shania Twain, che da anni cantano ogni sera al Ceasar Palace.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita dall'Aeroporto Internazionale di Las Vegas-McCarran. Inoltre la città dispone della Monorotaia di Las Vegas lunga circa 6 km.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

[23]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Find a County, National Association of Counties. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  2. ^ Charisse Jones, Top convention destinations: Orlando, Chicago, Las Vegas, in USA Today, 21 agosto 2013.
  3. ^ Nancy Trejos, USA TODAY, AAA chooses Five Diamond hotels, restaurants for 2014, Usatoday.com, 17 gennaio 2014. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  4. ^ Top 5 Cities to Get Hired in Hospitality, Hcareers.com. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  5. ^ Overseas Visitation Estimates for U.S. States, Cities, and Census Regions: 2013 (PDF), in International Visitation in the United States, US Office of Travel and Tourism Industries, US Department of Commerce, May 2014. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  6. ^ World's Most-Visited Tourist Attractions, in Travel + Leisure. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  7. ^ Joe Schoenmann, Vegas not alone in wanting in on .vegas, in Las Vegas Sun, 3 febbraio 2010.
  8. ^ County Turns 100 July 1, Dubbed 'Centennial Day', Clark County, Nevada, 23 giugno 2009. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  9. ^ Las Vegas Weatherbase.com
  10. ^ Lake, Richard, Road Warrior Q&A: Foliage removed for widening, 17 dicembre 2008. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  11. ^ Las Vegas, how did Las Vegas get its name, groundwater depletion, Victor Miguel Ponce, Lasvegas.sdsu.edu. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  12. ^ History of Las Vegas, Lvol.com. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  13. ^ Barbara Land, Myrick Land, "A short history of Las Vegas", University of Nevada Press, 2004, p. 4.
  14. ^ Clark County, NV – FAQs/History, su accessclarkcounty.com. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  15. ^ HOW DID LAS VEGAS GET ITS NAME?, HOW DID LAS VEGAS GET ITS NAME?. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  16. ^ a b History, City of Las Vegas. URL consultato il 23 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2014).
  17. ^ Federal Writers' Project, Origin of Place Names: Nevada (PDF), W.P.A., 1941, pp. 16.
  18. ^ Steven Simon e Andre Bouville, Cesium 137 deposition density resulting from the cumulative effect of the Nevada tests, su American Scientist, American Scientist.org, 2006. URL consultato il 23 ottobre 2018.
    «"Deposition...generally decreases with distance from the test site in the direction of the prevailing wind across North America, although isolated locations received significant deposition as a result of rainfall."».
  19. ^ Steven Simon e Andre Bouville, Wind shear (variations in wind speed and direction with altitude) causes fallout to spread over large areas., su American Scientist, American Scientist.org, 2006. URL consultato il 23 ottobre 2018.
    «"Trajectories of the fallout debris clouds across the U.S. are shown for four altitudes. Each dot indicates six hours."».
  20. ^ A Neon Come-Hither, Still Able to Flirt, in The New York Times. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  21. ^ Downtown Las Vegas Visitors Guide, 2014
  22. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  23. ^ (EN) Sister cities of Las Vegas, su en.sistercity.info. URL consultato il 23 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN134853092 · ISNI (EN0000 0004 0447 6890 · GND (DE4034659-6 · BNF (FRcb11945535x (data)
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America