Stéphane Demol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stèphane Demol
Stéphane Demol.jpg
Demol al Bologna nel 1988
Nazionalità Belgio Belgio
Altezza 190 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2000 - giocatore
Carriera
Giovanili
1980-1984Anderlecht
Squadre di club1
1984-1988Anderlecht52 (6)
1988-1989Bologna21 (2)
1989-1990Porto31 (11)
1990-1991Tolosa33 (2)
1991-1993Standard Liegi56 (5)
1993-1994Cercle Bruges12 (0)
1994-1995Braga3 (0)
1995-1996Paniōnios3 (0)
1996-1997Lugano6 (0)
1997-1998Tolone27 (1)
1998-1999Dender6 (1)
1999-2000Halle0 (0)
Nazionale
1986-1991Belgio Belgio38 (1)
Carriera da allenatore
1999-2000Halle
2000-2001Turnhout
2001-2002Verbroedering Geel
2002-2003Malines
2003Dender
2004-2005Egaleo
2005-2006RFC Liegi
2006-2008Belgio BelgioVice
2008-2010Ethnikos Achnas
2010Aris Limassol
2010-2012PAS Giannina
2012Brussels
2012-2013BEC Tero Sasana[1]
2014-2015Al-Faisaly
2015-2016Hajer
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 marzo 2016

Stèphane Demol (Watermael-Boitsfort, 11 marzo 1966) è un allenatore di calcio ed ex calciatore belga, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Demol inizia a giocare all'età di 9 anni nelle giovanili del Drogenbos, squadra belga. Il suo talento fu notato dall'Anderlecht nel 1980. Quattro anni dopo esordisce in prima squadra e si afferma come uno dei migliori difensori belgi del periodo. Nell'estate 1988 Demol passa nelle file del Bologna, collezionando tuttavia solo 21 partite con 2 gol nella sua unica stagione in Italia. L'annata successiva viene acquistato dal Porto con cui vince il campionato portoghese. Nel 1990 al Tolosa, dove rimane solo un anno, giocando un buon calcio e mettendo a referto 2 gol in Francia.

Demol (a destra) in nazionale al campionato del mondo 1990, alle prese con l'uruguaiano Francescoli.

Nel 1991 torna in Belgio, nelle file dello Standard Liegi dove in un biennio riesce a vincere la coppa nazionale. Nel 1993 passa al Cercle Bruges, all'età di 27 anni. Nel 1994 ritenta fortuna in Portogallo nella squadra dello Braga, ma a causa di numerosi infortuni scende in campo in sole 3 occasioni. Nel 1995 vola in Grecia nelle file del Paniōnios ma pure qui mette a referto solo 3 partite. Nel 1996 prova fortuna in Svizzera nella squadra del Lugano, ma anche quest'ultima esperienza è segnata da alti e bassi riuscendo a giocare solo 6 partite. Torna quindi in Francia, nel Tolone, con cui scende in campo 27 volte segnando 1 gol.

Chiude la carriera nel 2000 in patria, nell'Halle, dopo aver vestito nella stagione precedente la maglia del Dender.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

In carriera Demol ha collezionato in totale 38 partite con il Belgio, segnando anche 1 gol al campionato del mondo 1986 nel rocambolesco ottavo di finale contro l'URSS vinto dai belgi per 4-3 dopo i tempi supplementari,[2] in cui Demol ha segnato al 102esimo minuto (esattamente il 12esimo minuto dei supplementari) il goal del provvisorio 3-2 dei diavoli rossi.[2] Ha partecipato anche al campionato del mondo 1990, e quella è stata la sua ultima competizione con la Nazionale belga.

Quella contro l'URSS è stata la sua unica rete con la selezione belga con cui ha militato dal 1986 (esordendo 2 mesi prima del Mondiale in Messico in amichevole contro la Bulgaria)[3] al 1991.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Demol inizia la carriera in panchina nel 1999, quando giocava ancora nell'Halle e ricopriva il doppio ruolo di giocatore e allenatore. Dopo aver guidato formazioni di secondo piano, nel 2002 passa ad allenare il Malines dove rimane per un anno, per poi prendere in mano nel 2003 la sua ex squadra del Dender.

Nel 2004 torna in Grecia come allenatore dell'Egaleo, mentre nel 2005 fa ritorno in Belgio nel RFC Liegi. Tra il 2006 e il 2008 è il vice della nazionale belga, per poi passare nell'estate 2008 alla squadra ellenica dell'Ethnikos Achnas. Dopo una breve parentesi al Brussels, nel 2012 si trasferisce in Thailandia, al BEC Tero Sasana.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Belgio
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-4-1986 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole -
19-5-1986 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 3 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
3-6-1986 Città del Messico Messico Messico 2 – 1 Belgio Belgio Mondiali 1986 - 1º turno - Ingresso al 66’ 66’
8-6-1986 Toluca Belgio Belgio 2 – 1 Iraq Iraq Mondiali 1986 - 1º turno - Uscita al 66’ 66’
11-6-1986 Toluca Belgio Belgio 2 – 2 Paraguay Paraguay Mondiali 1986 - 1º turno -
15-6-1986 León Belgio Belgio 4 – 3 dts URSS URSS Mondiali 1986 - Ottavi di finale 1
22-6-1986 Puebla de Zaragoza Belgio Belgio 1 – 1 dts
(5 – 4 dcr)
Spagna Spagna Mondiali 1986 - Quarti di finale - Ammonizione al 24’ 24’
25-6-1986 Città del Messico Argentina Argentina 2 – 0 Belgio Belgio Mondiali 1986 - Semifinale -
28-6-1986 Puebla de Zaragoza Belgio Belgio 2 – 4 Francia Francia Mondiali 1986 - Finale 3º posto -
10-9-1986 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 1988 -
14-10-1986 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 6 Belgio Belgio Qual. Euro 1988 - Uscita al 51’ 51’
19-11-1986 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 1 Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 1988 -
4-2-1987 Braga Portogallo Portogallo 1 – 0 Belgio Belgio Amichevole -
1-4-1987 Anderlecht Belgio Belgio 4 – 1 Scozia Scozia Qual. Euro 1988 -
26-3-1988 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole - Uscita al 46’ 46’
5-6-1988 Odense Danimarca Danimarca 3 – 1 Belgio Belgio Amichevole -
12-10-1988 Anversa Belgio Belgio 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
19-10-1988 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 1990 -
16-11-1988 Bratislava Cecoslovacchia Cecoslovacchia 0 – 0 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1990 -
15-2-1989 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1990 - Ammonizione al 6’ 6’ Uscita al 81’ 81’
29-4-1989 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 1 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Qual. Mondiali 1990 -
1-6-1989 Lilla Lussemburgo Lussemburgo 0 – 5 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1990 -
23-8-1989 Bruges Belgio Belgio 3 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole - Uscita al 62’ 62’
6-9-1989 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 1990 -
11-10-1989 Basilea Svizzera Svizzera 2 – 2 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1990 - Ammonizione al 71’ 71’
21-2-1990 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
26-5-1990 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 2 Romania Romania Amichevole -
2-6-1990 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 0 Messico Messico Amichevole - Uscita al 46’ 46’
6-6-1990 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 1 Polonia Polonia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
12-6-1990 Verona Corea del Sud Corea del Sud 0 – 2 Belgio Belgio Mondiali 1990 - 1º turno -
17-6-1990 Verona Belgio Belgio 3 – 1 Uruguay Uruguay Mondiali 1990 - 1º turno -
21-6-1990 Verona Belgio Belgio 1 – 2 Spagna Spagna Mondiali 1990 - 1º turno -
26-6-1990 Bologna Belgio Belgio 0 – 1 dts Inghilterra Inghilterra Mondiali 1990 - Ottavi di finale -
12-9-1990 Anderlecht Belgio Belgio 0 – 2 Germania Est Germania Est Amichevole - Uscita al 46’ 46’
17-10-1990 Cardiff Galles Galles 3 – 1 Belgio Belgio Qual. Euro 1992 -
11-9-1991 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 2 Belgio Belgio Qual. Euro 1992 - Uscita al 80’ 80’
9-10-1991 Székesfehérvár Ungheria Ungheria 0 – 2 Belgio Belgio Amichevole -
20-11-1991 Anderlecht Belgio Belgio 0 – 1 Germania Germania Qual. Euro 1992 - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 38 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Anderlecht: 1984-1985, 1985-1986, 1986-1987
Anderlecht: 1984-1985
Standard Liegi: 1992-1993
Porto: 1989-1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fino a novembre 2012 al fianco del direttore tecnico Sven-Göran Eriksson.
  2. ^ a b Planet World Cup - 1986 - Second Round - Soviet Union v Belgium, su www.planetworldcup.com. URL consultato il 12 gennaio 2019.
  3. ^ Belgium - Bulgaria 2:0 (23/4/1986), su eu-football.info. URL consultato il 12 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]