Gilbert Bodart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gilbert Bodart
Nazionalità Belgio Belgio
Altezza 181 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 2002 - giocatore
Carriera
Giovanili
1972-1976 Verlaine
1976-1980 Standard Liegi
Squadre di club1
1981-1996Standard Liegi 369 (-?;4)
1996-1997Bordeaux 38 (-?)
1997-1998Standard Liegi 21 (-?)
1998-2000Brescia 55 (-45)
2000-2001Ravenna 13 (-22)
2001-2002Beveren 11 (-?)
Nazionale
1986-1995 Belgio Belgio 12 (-?)
Carriera da allenatore
2002-2003Visé
2003-2005Ostenda
2005Eendracht Aalst
2005-2006La Louvière
2006-2008Wegelgem
2008RJ Rochefort
2012-2013Montegnée
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gilbert Bodart (Ougrée, 2 settembre 1962) è un allenatore di calcio ed ex calciatore belga, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Bodart è un ex portiere che militò nello Standard Liegi dal 1981 al 1996. Nel 1996 il portiere si è trasferito nella squadra francese del Bordeaux e successivamente, dopo un altro anno allo Standard, in Italia, dove ha militato nei nel Brescia e nel Ravenna in Serie B. Ha terminato la carriera nel 2002 tornando in Belgio al Beveren.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale belga Bodart ha giocato 12 volte tra il 1986 e il 1995.

Ha giocato poche partite con la squadra nazionale perché in concorrenza con due mostri sacri del calcio belga: prima Jean-Marie Pfaff e poi Michel Preud'homme. Bodart fece parte tuttavia della squadra belga nella selezione per la Coppa del Mondo 1986, nella quale il Belgio ha raggiunto le semifinali, e per la Coppa del Mondo 1990.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver appeso le scarpe al chiodo, Bodart intraprese la carriera di allenatore. iniziò nel 2002 al Visé, per poi passare la stagione seguente all'Oostende. Nell'ottobre del 2005 iniziò ad allenare il Louviéroise nella Jupiler League, ma fu costretto a dimettersi il 21 febbraio 2006, dopo essere stato coinvolto in uno scandalo che ha sconvolto il calcio belga. A settembre 2006 ritorna ad allenare il Wevelgem City in Seconda Divisione.

Il 27 agosto 2008 fu arrestato per aver partecipato, secondo la polizia, ad azioni criminose operate da falsari (tra cui una rapina). L'avvocato di Bodart si giustificò dicendo che l'ex calciatore fu tra le vittime della truffa, a causa di debiti di gioco; ciònonostante venne condannato a 3 anni e mezzo di prigione.[1]

Nel 2017 venne accusato di stalking dalla sua ex compagna Virginie Neuray.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Belgio, arrestato l'ex portiere Bodart, TMW.com. URL consultato il 27 agosto 2008.
  2. ^ Tempi duri per l'ex Brescia Bodart: accusato di stalking | Goal.com. URL consultato il 14 novembre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]