Silvano Magheri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silvano Magheri
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1968
Carriera
Giovanili
19??600px bisection vertical HEX-FFFF00 HEX-00008B.svg Rifredi
Squadre di club1
1953-1956Giulianova97 (94)
1956-1958Sarom Ravenna57 (49)
1958-1960Trapani59 (25)
1960-1962Biellese66 (38)
1962Sambenedettese5 (0)
1962-1964Forlì59 (22)
1964-1967Biellese86 (41)
1967-1968Ivrea22 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Silvano Magheri (Firenze, 18 maggio 1933Ravenna, 1º ottobre 2014) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Fonti d'epoca ne lodavano le grandi capacità realizzative, in particolare grazie al colpo di testa, evidenziando altresì la necessità di compagni di reparto abili in costruzione, fase nella quale risultava carente[1]. Scriveva il quotidiano «Stampa Sera» nel 1961: «ciondola per lunghi periodi attraverso il campo come se quanto accade intorno a lui non lo interessasse [...]: si tratta però di un "sonno artificiale": quando il pallone gli capita a portata di piede in area di rigore, l'inesorabile stoccatore si rivela»[2].

In un'intervista del 2002, ricordando la sua militanza nella Biellese, dichiarò: «Il pezzo forte era il colpo di testa. Ogni rete che ho realizzato giungeva al termine di un gioco corale, [...] perché erano il frutto del lavoro operato sulle fasce da calciatori deliziosi e imprendibili come Gazza, Cugnolio, Ninni, Voltolina e Piccioni»[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

In gioventù militò nel Rifredi di Firenze[4] e nel Giulianova[5]. Dopo la vittoria del campionato di IV Serie 1956-1957 ottenuta nelle file della Sarom Ravenna, militò per dieci stagioni consecutive in Serie C; con 145 reti, ad oggi risulta essere il quinto cannoniere di sempre in questa categoria. Vinse tre classifiche dei cannonieri (1961, 1962 e 1966), e risulta essere l'unico calciatore ad esservi riuscito con la stessa squadra, la Biellese[6]. Arrivò secondo in tre occasioni, staccato di una rete da Giuseppe Orlando nel 1958[7] e da Albino Cella nel 1965, e di due reti da Agide Lenzi nel 1960[8].

A livello di club non riuscì a vincere alcun campionato di terza serie, ottenendo unicamente piazzamenti, in particolare quattro secondi posti nel 1961, 1962 e nel 1965 con la Biellese e nel 1964 con il Forlì e un terzo posto nel 1960, con il Trapani.

Giocò in Serie B nella prima parte del campionato 1962-1963, con la Sambenedettese[9][10][11]. Nel 1967-1968 giocò in Serie D con l'Ivrea[12]; dopo il ritiro dai campi di gioco diresse una scuola calcio nel Ravennate[13].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali
Comp Pres Reti Comp Pres Reti
1954-1955 Italia Giulianova IV ? ?
1956-1957 Italia Ravenna IV 29 30
1957-1958 C 28 19 CI ? 1
Totale Ravenna 57 49 ? 1
1958-1959 Italia Trapani C 30 8 CI ? 3
1959-1960 C 29 17
Totale Trapani 57 25 ? 3
1960-1961 Italia Biellese C 34 21
1961-1962 C 32 17
1962 Italia Sambenedettese B 5 0 CI 1 0
1962-1963 Italia Forlì C 25 9
1963-1964 C 34 13
Totale Forlì 59 22
1964-1965 Italia Biellese C 34 17
1965-1966 C 34 16
1966-1967 C 18 8
Totale Biellese[3] 152 79
1967-1968 Italia Ivrea D 22 0
Totale carriera 354 175 ? 4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sarom Ravenna: 1956-1957

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Giulianova: 1953-1954

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Capocannoniere della Serie C: 3
1960-1961 (21 gol)
1961-1962 (17 gol)
1965-1966 (16 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Pignata, Le illusioni della Biellese svanite sul campo di Modena, da «Stampa Sera», 115/1961, 15 maggio 1961, p. 6
  2. ^ Gianni Pignata, Una Biellese da primato, da «Stampa Sera», 7/1961, 9 gennaio 1961, p. 6
  3. ^ a b Corrado Neggia. Magheri, il bomber che fece sognare i tifosi[collegamento interrotto], da «La Stampa» di Vercelli, 147/2002, 1º giugno 2002, p. 45
  4. ^ Giovani per la società viola, da «Il Corriere dello Sport», 26 marzo 1953, p. 4
  5. ^ N. Maurini, Il Chinotto Neri espugna il campo di Giulianova, da «L'Unità», 21 febbraio 1955, p. 4
  6. ^ Italy - Serie C1 Top Scorers, Rsssf.com, 17 luglio 2012. URL consultato il 2 aprile 2013.
  7. ^ Mario Pennacchia. Le classifiche anno per anno dei cannonieri Archiviato il 5 maggio 2014 in Internet Archive., da «Il Corriere dello Sport», 5 agosto 1958, p. 3
  8. ^ Licio Esposito, Campionato 1959-60. Marcatori, Tifochieti.com, 14 febbraio 2012. URL consultato il 2 aprile 2013.
  9. ^ Michele Muro, I nuovi della B, da «L'Unità», 23 luglio 1962, p. 7
  10. ^ Piero Gasco, Alessandria-Sambenedettese 2-1, da «Stampa Sera», 24 settembre 1962, p. 6
  11. ^ Il Bologna passa solo su rigore, da «L'Unità», 10 settembre 1962, p. 5
  12. ^ Cossatese-Ivrea 1-1, da «Stampa Sera», 262/1967, 6 novembre 1967, p. 12
  13. ^ Walter De Biasio. I baby campioni all'esame Juve[collegamento interrotto], da «La Stampa», 72/2000, 14 marzo 2000, p. 47

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 1962-63. Panini-La Gazzetta dello Sport.
  • Massimo Cremonese. I Bomber. Milano, Oscar Mondadori, 1984.
  • Carlo Fontanelli, Massimo Montanari. Unione Sportiva Ravenna. Milano, Libreria dello Sport, 1995.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]