Aldo Monza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aldo Monza
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2007 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1987-1988 Inter 0 (0)
1988 Catanzaro 1 (0)
1988-1989 Prato 23 (2)
1989-1991 Parma 44 (2)
1991-1992 Modena 30 (3)
1992 Parma 1 (0)
1992-1996 Cosenza 122 (4)
1996-1997 Lucchese 31 (0)
1997-1998 Ancona 30 (1)
1998-2000 Savoia 38 (2)
2000 Nocerina 13 (0)
2000-2002 Taranto 59 (4)
2002-2005 Novara 93 (2)
2005-2006 Como 31 (2)
2006-2007 non conosciuta Veveri ? (?)
Nazionale
1990-1992 Italia Italia U-21 11 (0)
Carriera da allenatore
2007 Novara Berretti
2007-2009 600px Azzurro e Granata.png Folgore Verano
2009-2010 Seregno
2011-2012 Novara Giovan. naz.
2012-2014 Novara Allievi naz.
2014 Pro Patria
2015-2016 Legnano
2016-2017 Ciserano Calcio
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Aldo Monza (Rho, 20 agosto 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista mediano-incontrista. Ha militato in serie A col Parma collezionando 18 presenze. 254 sono le complessive in Serie B, con 10 reti realizzate. Undici le gare con la Nazionale Under21, guidata da Cesare Maldini, biennio 1990-92.

Compie la trafila nel settore giovanile dell'Inter, approdando alla formazione Primavera guidata dal Campione del Mondo 82, Giampiero Marini per l'annata 1987-88. In una formazione che tra gli altri annovera Paolo Tramezzani, Fabio Gallo, Fausto Pizzi, Dario Morello, Luca Mondini. Per il campionato 1988-89, diciottenne, firma il suo primo contratto da professionista col Catanzaro, in serie B, avendo come allenatore Gianni Di Marzio, scende una sola volta in campo, poi nel calciomercato autunnale, agli inizi di novembre 1988 passa all'Prato in serie C1. Forma la linea mediana del centrocampo laniero con Roberto Labadini. Lotta per la promozione fino all'ultima giornata,[senza fonte] quando nello scontro diretto in trasferta con la Reggiana, i toscani vengono sconfitti, mentre i granata salgono. Alla termine del campionato colleziona 23 presenze e due gol.

L'Inter lo gira nuovamente in prestito questa volta al Parma in serie B (27 partite 2 gol) con cui conquista la promozione in serie A degli emiliani. Confermato nei gialloblu nella successiva stagione di serie A, disputa 17 partite su 34 incontri esordendo in massima serie il 23 settembre 1990 in Parma-Napoli 1-0.

Nel 1991 torna a giocare in serie B col Modena disputando 30 partite, 3 gol. L'anno successivo rientra al Parma in serie A, con cui colleziona una presenza in campionato, una presenza in Coppa delle Coppe (contro l'Újpest FC) prima di trasferirsi a ottobre in Calabria: viene ingaggiato dall'ambizioso Cosenza che punta alla promozione in serie A. Con la formazione rossoblu gioca 4 positive stagioni di serie B, collezionando in campionato 122 presenze, 4 gol. Il Cosenza, è la squadra dove Monza gioca di più in carriera.

Terminata la parentesi calabrese, continua a giocare nei cadetti altre due stagioni: nel 1996-97 gioca nella Lucchese (31 partite), nel 1997-98 nell'Ancona (30 partite 1 gol) con cui retrocede in C1. Nel 1998-99 è capitano del Savoia (29 partite 2 gol) con cui conquista la promozione in serie B (l'ultima avvenne 50 anni prima) attraverso i playoff. L'anno successivo inizia coi campani il torneo di B (13 partite), a gennaio si trasferisce alla Nocerina (13 gare) con cui ottiene l'ottavo posto in C1.

Ottiene nella stagione successiva la promozione in C1 col Taranto giocando 32 partite e mettendo a segno 2 gol. Resta coi pugliesi l'anno seguente, sfiorando la Serie B persa nello spareggio playoff col Catania (realizza in campionato 2 gol in 27 presenze). Nella stagione 2002-03 ottiene la promozione col Novara che vince il campionato di C2: 27 partite 1 gol.

Coi piemontesi gioca i due successivi campionati di C1, collezionando 30 presenze il primo anno, 31 presenze 1 gol il secondo. Nel 2005 passa al Como in serie D (31 partite 2 gol) in una stagione che vede i lariani perdere gli spareggi playoff con la Tritium; nel 2006-07 gioca nel Veveri, club d'Eccellenza piemontese dove a 38 anni chiude la carriera.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera da allenatore da febbraio 2007 con la formazione Berretti del Novara. La stagione 2007-08 è allenatore della U.S. Folgore Verano, squadra di Verano Brianza che milita nel campionato d'Eccellenza lombarda: la squadra si piazza terza in campionato, vince i playoff battendo il Seregno in casa (1-0), Ponte S.Pietro fuori casa (4-0) ma viene eliminata perdendo in casa 5-2 con l'Albignasego dopo aver vinto l'andata 3-2. Per la stagione 2008-2009 è confermato allenatore della Folgore Verano (Eccellenza), venendo esonerato il 20 gennaio 2009. Il 25 settembre 2009 diventa allenatore del Seregno, in Eccellenza lombarda, ottenendo la Coppa Italia regionale (Aurora Seriate-Seregno 1-2)[1], e conquista la promozione in Serie D con la vittoria del campionato a quattro giornate dalla fine[2] (1º aprile 2010 in Seregno-Mapello 1-0)[3]. La stagione 2010-2011 siede sulla panchina del Seregno fino all'11 ottobre quando dopo una vittoria e nella zona alta della classifica (13 punti in 7 partite) viene esonerato.[4][5]

La stagione 2011-2012 allena i Giovanissimi Nazionali del Novara, portandoli alla conquista della finali nazionali, dopo aver superato i parietà della Sampdoria; viene eliminato dall'Inter che vince lo scudetto di categoria.[6] Da luglio 2012 a giugno 2014 allena gli Allievi Nazionali del Novara.[7] Il 3 luglio 2014, sostiene gli esami e la discussione della tesi al Centro tecnico federale di Coverciano per il corso Master per abilitazione a Allenatori professionisti di prima categoria UEFA Pro.[8]

Il 29 ottobre 2014, diventa vice-allenatore della Pro Patria, secondo di Luis Oliveira. Il 4 novembre è chiamato alla guida della prima squadra biancoblù.[9] Esordisce l'8 novembre in Pordenone-Pro Patria 2-3, primo successo stagionale esterno dei biancoblù, che per la prima volta nella storia espugnano l'Ottavio Bottecchia.[10][11][12] Viene esonerato il successivo 9 dicembre.[13]

Il 2 gennaio 2015 viene ingaggiato dal Legnano come allenatore della prima squadra, in sostituzione dell'esonerato Stefano Di Gioia[14]. Porta la squadra alla vittoria del campionato dopo essersi piazzato secondo nella regular season alle spalle del Varese.Vince i play off battendo nell'ordine Ardor Lazzate(2-1) Torviscosa (2-1 e 2-0) ed in finale il S.Georghen (2-1 e 2-1). Il 30 giugno 2016 viene ufficializzata la risoluzione del contratto che lo legava ai lilla.[15]. Nella stagione 2016/17 è l'allenatore del Ciserano squadra bergamasca militante nel girone B del campionato Nazionale di serie D.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti con i club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Totale
Campionato Presenze Reti Presenze Reti
1987-1988 Italia Inter A 0 0 0 0
set.-nov. 1988 Italia Catanzaro B 1 0 1 0
nov. 1988-1989 Italia Prato C1 23 2 23 2
1989-1990 Italia Parma B 27 2 27 2
1990-1991 A 17 0 17 0
Totale Parma 44 2 44 2
1991-1992 Italia Modena B 30 3 30 3
set.-ott. 1992 Italia Parma A 1 0 1 0
ott. 1992-1993 Italia Cosenza B 24 0 24 0
1993-1994 B 35 1 35 1
1994-1995 B 33 1 33 1
1995-1996 B 30 2 30 2
Totale Cosenza 122 4 122 4
1996-1997 Italia Lucchese B 31 0 31 0
1997-1998 Italia Ancona B 30 1 30 1
1998-1999 Italia Savoia C1 25 2 25 2
1999-gen. 2000 B 13 0 13 0
Totale Savoia 38 2 38 2
gen.-giu. 2000 Italia Nocerina C1 13 0 13 0
2000-2001 Italia Taranto C2 32 2 32 2
2001-2002 C1 27 2 27 2
Totale Taranto 59 4 59 4
2002-2003 Italia Novara C2 27 1 27 1
2003-2004 C1 30 0 30 0
2004-2005 C1 31 1 31 1
Totale Novara 93 2 93 2
2005-2006 Italia Como D 31 2 31 2
2006-2007[16] Italia Veveri Eccellenza  ?  ?  ?  ?
Totale carriera[17] 516 22 516 22

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1989-90
Savoia: 1998-1999
Taranto: 2000-2001

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Seregno: 2009-10
Legnano: 2015-16
Seregno: 2009-10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Auroraseriate.it
  2. ^ Lombardia.informacalcio.quotidiano.net
  3. ^ Sportinlombardia.com
  4. ^ Bgcalcionews.it
  5. ^ Esagonoweb.it
  6. ^ Novara alle finali! Aldo Monza: «Che orgoglio!» - Sprint&Sport - Settimanale del calcio giovanile e dilettantistico
  7. ^ Novara Calcio
  8. ^ GLI ABILITATI DEL CORSO MASTER UEFA PRO 2013-2014 settoretecnico.figc.it
  9. ^ Pro Patria, esonerato Lulù Oliveira informazioneonline.it
  10. ^ Dopo la vittoria di Pordenone, Monza: “Oggi contava solo vincere”. varesesport.com
  11. ^ PORDENONE - PRO PATRIA 2-3 bustocco.it
  12. ^ Pordenone-Pro Patria 2-3: ok la prima di Monza informazioneonline.it
  13. ^ Pro Patria, altro esonero: silurato Aldo Monza, in varesenews.it, 9 dicembre 2014. URL consultato il 10 dicembre 2014.
  14. ^ Calcio Eccellenza / Aldo Monza nuovo allenatore del Legnano - Il Giorno, su Legnano - Il Giorno - Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  15. ^ Ufficiale il divorzio fra Aldo Monza e i lilla.
  16. ^ Non si conoscono i dati su presenze e reti in questa stagione.
  17. ^ Dati parziali. Non si conoscono i dati sulle presenze e le reti al Veveri.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]