Mario Bortolazzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Bortolazzi
Mario Bortolazzi - SSC Neapel (1).jpg
Bortolazzi nel 2009
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Bologna
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Giovanili
197?-1980 non conosciuta Tebaldi Verona
Squadre di club1
1980-1982 Mantova 27 (0)
1982-1985 Fiorentina 11 (0)
1985-1986 Milan 7 (0)
1986-1987 Parma 34 (7)
1987-1988 Milan 13 (1)
1988-1989 Verona 33 (4)
1989-1990 Atalanta 20 (2)
1990-1998 Genoa 251 (16)
1998-1999 West Bromwich 35 (2)
1999-2000 Livorno 29 (0)
2000-2002 Lecco 74 (13)
2002-2003 Livorno 17 (1)
Carriera da allenatore
2005-2006 Livorno Vice
2006-2008 Italia Italia Vice
2009 Napoli Vice
2012-2015 Parma Coll. tecnico
2015- Bologna Coll. tecnico
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mario Bortolazzi (Verona, 10 gennaio 1965) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, collaboratore tecnico del Bologna.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Tebaldi Verona, viene acquistato dal Mantova dove esordisce in Serie C1 a 16 anni: saranno 27 in tutto le partite disputate con il club lombardo. Passa nell'ottobre 1982 alla Fiorentina dove però in tre stagioni, trovando tuttavia poco spazio, scende in campo in sole 11 occasioni.

Bortolazzi al Verona nel 1988

Nel 1985 viene acquistato dal Milan dove disputa due stagioni intervallate da un prestito al Parma; con i rossoneri vince uno scudetto nel 1988. In successione gioca poi con Verona e Atalanta, prima di approdare nel 1990 al Genoa dove rimane per otto stagioni raccogliendo 251 presenze e 16 reti; con i liguri ottiene un quarto posto in campionato nel 1991 e la partecipazione alla successiva edizione della Coppa UEFA, dove la squadra viene eliminata in semifinale.

Nel 1998 si accasa in Inghilterra al West Bromwich, per poi tornare in Italia la stagione successiva nel Livorno. Nel 2000 passa al Lecco di Roberto Donadoni, allora tecnico della formazione lombarda, che segue poi nella squadra labronica, segnando così il ritorno di Bortolazzi alla società toscana dove chiude la carriera.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal gennaio 2005 assume il ruolo di secondo di Roberto Donadoni al Livorno, carica che riveste dopo il suo esonero nel febbraio 2006 e la conseguente nomina di Carlo Mazzone come suo successore.

Nel 2006 è vice di Donadoni sulla panchina della Italia per il biennio di qualificazione al campionato d'Europa 2008, dove gli azzurri vengono poi eliminati dalla competizione ai quarti di finale; a seguito della mancata conferma del commissario tecnico, anche Bortolazzi lascia lo staff azzurro.

Il 10 marzo 2009 assume nuovamente il ruolo di allenatore in seconda di Donadoni, ingaggiato come tecnico del Napoli. Seguirà Donadoni anche al Parma, dove rimane dal 2012 al 2015, e da qui in avanti al Bologna.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1987-1988

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Genoa: 1996

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Mario Bortolazzi, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.