Mario Been

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Been
Mario Been (2007).jpg
Been alla guida del N.E.C. nel 2007
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1995 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1982-1988 Feyenoord 137 (53)
1988-1990 Pisa 62 (6)
1990-1991 Roda JC 12 (1)
1991-1992 Heerenveen 24 (3)
1992-1993 Tirol Innsbruck 14 (1)
1993-1995 Excelsior 44 (14)
Nazionale
1983 Paesi Bassi Paesi Bassi U-20 2+ (2)
1984 Paesi Bassi Paesi Bassi 1 (0)
Carriera da allenatore
2000-2004 Feyenoord Vice
2005-2006 Excelsior
2006-2009 N.E.C.
2009-2011 Feyenoord
2011-2014 Genk
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mario Been (Rotterdam, 11 dicembre 1963) è un allenatore di calcio ed ex calciatore olandese, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

In campo ricopriva il ruolo di mezzapunta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato nel calcio il 5 settembre 1982 in occasione di Feyenoord-NEC Nijmegen (1-0), in prima divisione olandese, e ha giocato la sua ultima partita il 17 settembre 1995, nell'Excelsior, in occasione di Haarlem-Excelsior (4-0). Ha giocato dal 1982 al 198] con la maglia del Feyenoord, segnando 53 gol in 137 partite.

All'inizio della stagione 1988-1989 viene acquistato dal Pisa, espressamente richiesto dal presidente Romeo Anconetani; l'acquisto di Been si rivelerà azzeccato: con la squadra nerazzurra disputerà due stagioni, la prima in Serie A e la seconda in Serie B. Nel 1990-1991 inizia il campionato con il club toscano, ma a novembre torna nei Paesi Bassi, destinazione Roda JC.

Been (a sinistra) al Pisa nel 1989, mentre discute con il milanista e connazionale van Basten.

L'anno successivo passa all'Heerenveen, in seconda divisione, militando successivamente un anno in Austria, nel Tirol Innsbruck, e concludendo la sua carriera da calciatore tornando nei Paesi Bassi, dal 1993 al 1996, giocando con la maglia dell'Excelsior Rotterdam, in seconda divisione olandese.

Nonostante le buone doti, ha ricevuto una sola convocazione in Nazionale, all'inizio della carriera, nel 1984.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Come allenatore, è stato il vice del Feyenoord dal 2000 al 2004, a fianco di Bert van Marwijk. Nella stagione 2005-2006 diventa il tecnico della prima squadra dell'Excelsior Rotterdam, con cui vince il campionato di seconda divisione olandese. Dal 2006 al 2009 è stato alla guida del NEC Nijmegen.

Dal 2009 è l'allenatore del Feyenoord. Nel 2010 i biancorossi subiscono la peggiore sconfitta della lorostoria, uno 0-10 sul campo del PSV Eindhoven, ma Been non viene esonerato e, grazie al trio d'attacco Castaignos-Wijnaldum-Miyaichi, riesce a portare la squadra a ridosso della zona play-off; tuttavia il 13 luglio si dimette in seguito alla sfiducia datagli dalla squadra a nome del capitano Ron Vlaar.

Il 30 agosto 2011 diventa l'allenatore del Genk, con cui nella stagione 2012-2013 trionfa nella Coppa del Belgio. Nel febbraio del 2014 viene sollevato dall'incarico.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Feyenoord: 1983-1984
Feyenoord: 1983-1984

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1984

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Genk: 2012-2013

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]