Iván Zamorano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ivan Zamorano)
Jump to navigation Jump to search
Iván Zamorano
Iván Zamorano.jpg
Zamorano nel 2013
Nazionalità Cile Cile
Altezza 179 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2003
Carriera
Giovanili
1983-1985 Cobresal
Squadre di club1
1985-1986 Cobresal 2 (0)
1986 Trasandino 29 (27)
1987-1988 Cobresal 26 (9)
1988-1990 San Gallo 56 (34)
1990-1992 Siviglia 59 (21)
1992-1996 Real Madrid 137 (77)
1996-2001 Inter 101 (26)[1]
2001-2002 América 63 (33)
2003 Colo-Colo 14 (8)
Nazionale
2000Cile Cile olimpica5 (6)
1987-2001 Cile Cile 69 (34)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Argentina 1987
Bronzo Cile 1991
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Sydney 2000
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Iván Luis Zamorano Zamora (Santiago del Cile, 18 gennaio 1967) è un procuratore sportivo ed ex calciatore cileno, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato Bam-Bam,[2][3] era un attaccante combattivo[4] che aveva nel colpo di testa la sua maggiore prerogativa, grazie a una notevole elevazione[4] e a un ottimo tempismo, con cui compensava la non eccelsa statura;[2] lo stesso Zamorano ha dichiarato di aver affinato questa sua specialità sin da bambino, allenandosi a colpire un lampadario nel corridoio di casa.[3] Era solito attirare su di sé i difensori avversari, aprendo spazi per i compagni di reparto.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera nel Cobresal, club cileno con cui debuttò in massima serie nella stagione 1985.[6] Nel corso della stagione 1986-1987 venne prestato al Trasandino, in seconda serie, e segnò 27 reti in 29 partite. Anche nella Coppa di Cile tenne una media di un gol a partita.

Zamorano all'Inter nel 1996

Approda in Europa nel 1988, trasferendosi in Svizzera, al San Gallo (con cui vinse la classifica cannonieri nell'annata 1990-1991 con 23 centri); in precedenza aveva effettuato un provino per il Bologna con il connazionale Hugo Rubio, ma venne scartato in favore dell'allora più celebre compagno.[4] Dopo il biennio al San Gallo si trasferì al Siviglia e poi al Real Madrid, in Spagna (con cui fu capocannoniere del campionato, oltre che calciatore straniero dell'anno[7]). Nel 1995 fu candidato al Pallone d'oro, classificandosi 27º.[8]

A dispetto dell'ottimo rendimento sotto rete, Zamorano non fu ritenuto tecnicamente all'altezza di compagni di reparto come Michael Laudrup e Raúl,[4] e nel 1996 passò all'Inter per 4 miliardi di lire.[9] Durante la sua permanenza nel club milanese, la sua media realizzativa subì un netto calo rispetto alle annate precedenti: ciononostante, Zamorano si fece apprezzare per grinta e spirito di sacrificio.[4][10][11] Coi nerazzurri disputò due finali consecutive di Coppa UEFA, andando a segno in entrambe le occasioni: nel 1997 realizzò, contro lo Schalke 04, la rete dell'1-0 nella gara di ritorno, ribaltando la sconfitta dell'andata (l'Inter si arrese poi ai tiri di rigore, a seguito degli errori dello stesso Zamorano e di Aron Winter);[12] nel 1998 segnò il primo dei tre gol con cui i meneghini sconfissero la Lazio al Parco dei Principi e servì a Javier Zanetti l'assist per la seconda rete, aggiudicandosi il trofeo.[13] Rimase all'Inter per quattro stagioni, realizzando 41 gol in 149 partite complessive tra campionato, Coppa Italia e coppe europee.

Alla sua militanza nell'Inter risale un particolare aneddoto legato alla sua divisa da gioco: a partire dalla stagione 1998-1999, il numero indossato da Zamorano nelle due annate precedenti, il 9, fu assegnato al compagno di reparto Ronaldo;[14] per ovviare a ciò, il cileno fece aggiungere un "+" tra le cifre del suo nuovo numero, il 18, simulando un'addizione che desse come risultato 9.[15]

Nel 2001 lasciò Milano per giocare in Messico con il Club América, ma un infortunio gli impedì di scendere in campo: dopo altri due anni in patria con il Colo-Colo, si ritirò dal calcio giocato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la nazionale cilena ha partecipato a due edizioni della Copa América (secondo classificato ad Argentina 1987, terzo a Cile 1991), al campionato del mondo 1998 (eliminato dal Brasile ai quarti di finale) e ai Giochi olimpici di Sydney 2000 (in cui vinse la medaglia di bronzo). Conta 69 presenze e 34 reti.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Padrino della figlia di Javier Zanetti,[16] con Hugo Rubio gestisce PassBall, procura internazionale di calciatori cileni[17]. È anche osservatore per l'Inter.[18]

Nel 2003 suggerisce Mauricio Pinilla al direttore tecnico dell'Inter Marco Branca che lo acquista per € 2 520 000[19][20]. Tra i tanti giocatori sotto la sua procura, gestisce Mark González, Nicolás Córdova, Reinaldo Navia, Héctor Tapia e Claudio Maldonado.[17].

Dal 2007 ha realizzato un centro sportivo nel suo paese, a Santiago del Cile, denominato Ciudad Deportiva Ivan Zamorano, con campi da calcio, palestre, piste olimpiche e un centro medico, oltre a un centro studi per discipline sportive.[21]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1985 Cile Cobresal PD 2 0 CC - - - - - - - - 2 0
1986 PD - - CC 3 1 - - - - - - 3 1
1986 Cile Trasandino SD 29 27 CC - - - - - - - - 29 27
1987 Cile Cobresal PD 26 9 CC 17 13 - - - - - - 43 22
1988 PD - - CC 14 14 - - - - - - 14 14
Totale Cobresal 28 9 31 28 - - - - 59 37
1988-1989 Svizzera San Gallo LNA 17 10 CS 1 0 - - - - - - 18 10
1989-1990 LNA 33 23 CS 4 3 - - - - - - 37 26
lug.-ott. 1990 LNA 6 1 CS - - - - - - - - 6 1
Totale St. Gallen 56 34 5 3 - - - - 61 37
ott. 1990-1991 Spagna Siviglia PD 29 9 CR 3 1 CU 0 0 - - - 32 10
1991-1992 PD 30 12 CR 3 1 - - - - - - 33 13
Totale Siviglia 59 21 6 2 0 0 - - 65 23
1992-1993 Spagna Real Madrid PD 34 26 CR 4 6 CU 7 5 - - - 45 37
1993-1994 PD 36 11 CR 6 4 CdC 4 2 SS+CIbr 2+1 2+0 49 19
1994-1995 PD 38 28 CR 1 0 CU 5 3 - - - 44 31
1995-1996 PD 29 12 CR 4 0 UCL 5 4 SS 2 0 40 16
Totale Real Madrid 137 77 15 10 21 14 5 2 178 103
1996-1997 Italia Inter A 31 7 CI 6 4 CU 10 2 - - - 47 13
1997-1998 A 13 2 CI 2 0 CU 5 2 - - - 20 4
1998-1999 A 25 9 CI 3 2 UCL 10 3 - - - 38 14
1999-2000 A 30+1[22] 7+1 CI 5 1 - - - - - - 36 9
2000-2001 A 2 1 CI 1 0 CU 4 0 - - - 7 1
Totale Inter 101+1 26+1 17 7 29 7 - - 148 41
2001 Messico América PD 17 11 - - - - - - - - - 17 11
2001-2002 PD 35 18 CM 9 5 CL 6 0 - - - 50 23
2002 PD 11 4 - - - - - - - - - 11 4
Totale América 63 33 9 5 6 0 - - 78 38
2003 Cile Colo-Colo PD 14 8 - - - CL 4 0 - - - 18 8
Totale carriera 487+1 235+1 83 55 60 21 5 2 636 314

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Cile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
19-6-1987 Lima Perù Perù 1 – 3 Cile Cile Amichevole 1
21-6-1987 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
24-6-1987 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 0 Venezuela Venezuela Amichevole -
3-7-1987 Córdoba Brasile Brasile 0 – 4 Cile Cile Coppa America 1987 - 1º turno -
9-12-1987 Uberlândia Colombia Colombia 2 – 1 Cile Cile Amichevole 1
23-5-1988 Toronto Cile Cile 0 – 1 Grecia Grecia Amichevole -
25-5-1988 Ottawa Canada Canada 1 – 0 Cile Cile Amichevole -
1-6-1988 Stoccolma Svezia Svezia 1 – 1 Cile Cile Amichevole 1
3-6-1988 San Diego Stati Uniti Stati Uniti 1 – 3 Cile Cile Amichevole 2
5-6-1988 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 0 Cuba Cuba Amichevole -
6-8-1989 Caracas Venezuela Venezuela 1 – 3 Cile Cile Qual. Mondiali 1990 1
13-8-1989 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 1 Brasile Brasile Qual. Mondiali 1990 -
26-6-1991 Montevideo Uruguay Uruguay 2 – 1 Cile Cile Amichevole -
30-6-1991 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Ecuador Ecuador Amichevole 1
6-7-1991 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 1991 - 1º turno 1
8-7-1991 Concepción Cile Cile 4 – 2 Perù Perù Coppa America 1991 - 1º turno 2
10-7-1991 Santiago del Cile Argentina Argentina 1 – 0 Cile Cile Coppa America 1991 - 1º turno -
14-7-1991 Santiago del Cile Cile Cile 4 – 0 Paraguay Paraguay Coppa America 1991 - 1º turno 1
17-7-1991 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 1 Colombia Colombia Coppa America 1991 - 2º turno 1
19-7-1991 Santiago del Cile Argentina Argentina 0 – 0 Cile Cile Coppa America 1991 - 2º turno -
21-7-1991 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 2 Brasile Brasile Coppa America 1991 - 2º turno -
24-6-1993 Cuenca Perù Perù 1 – 0 Cile Cile Coppa America 1993 - 1º turno -
22-3-1994 Lione Francia Francia 3 – 1 Cile Cile Amichevole 1
25-5-1994 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Perù Perù Amichevole 1
29-3-1995 Los Angeles Messico Messico 1 – 2 Cile Cile Amichevole 1
23-4-1996 Antofagasta Cile Cile 3 – 0 Australia Australia Amichevole 2
26-5-1996 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
2-6-1996 Barinas Cile Cile 1 – 1 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 1998 -
6-7-1996 Santiago del Cile Cile Cile 4 – 1 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 1998 2
25-8-1996 Liberia Costa Rica Costa Rica 1 – 1 Cile Cile Amichevole -
1-9-1996 Barranquilla Venezuela Venezuela 4 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 1998 -
9-10-1996 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 1998 -
15-12-1996 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 1998 -
12-1-1997 Lima Perù Perù 2 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 1998 1
12-2-1997 La Paz Bolivia Bolivia 1 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 1998 -
29-4-1997 Santiago del Cile Cile Cile 6 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 1998 -
5-7-1997 Santiago del Cile Cile Cile 4 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 1998 1
20-7-1997 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 1998 2
19-5-1998 Mendoza Argentina Argentina 1 – 0 Cile Cile Amichevole -
24-5-1998 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 2 Uruguay Uruguay Amichevole 1
31-5-1998 Montélimar Cile Cile 3 – 2 Tunisia Tunisia Amichevole 1
4-6-1998 Avignone Marocco Marocco 1 – 1 Cile Cile Amichevole -
11-6-1998 Bordeaux Italia Italia 2 – 2 Cile Cile Mondiali 1998 - 1º turno -
17-6-1998 Saint-Étienne Cile Cile 1 – 1 Austria Austria Mondiali 1998 - 1º turno -
23-6-1998 Nantes Cile Cile 1 – 1 Camerun Camerun Mondiali 1998 - 1º turno -
27-6-1998 Parigi Brasile Brasile 4 – 1 Cile Cile Mondiali 1998 - Ottavi di finale -
20-6-1999 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
23-6-1999 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole -
30-6-1999 Ciudad del Este Cile Cile 0 – 1 Messico Messico Coppa America 1999 - 1º turno -
3-7-1999 Ciudad del Este Cile Cile 3 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 1999 - 1º turno 1
6-7-1999 Ciudad del Este Brasile Brasile 1 – 0 Cile Cile Coppa America 1999 - 1º turno -
11-7-1999 Luque Cile Cile 3 – 2 Colombia Colombia Coppa America 1999 - Quarti di finale 1
13-7-1999 Asunción Uruguay Uruguay 1 – 1
(5 - 3 dcr)
Cile Cile Coppa America 1999 - Semifinale 1
17-7-1999 Asunción Cile Cile 1 – 2 Messico Messico Coppa America 1999 - Finale 3º posto -
29-3-2000 Buenos Aires Argentina Argentina 4 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 2002 -
26-4-2000 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 1 Perù Perù Qual. Mondiali 2002 -
3-6-2000 Montevideo Uruguay Uruguay 2 – 1 Cile Cile Amichevole 1
29-6-2000 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole 1
19-7-2000 La Paz Bolivia Bolivia 1 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2002 -
25-7-2000 San Cristóbal Venezuela Venezuela 0 – 2 Cile Cile Qual. Mondiali 2002 1
15-8-2000 Santiago del Cile Cile Cile 3 – 0 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2002 1
2-9-2000 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2002 -
8-10-2000 Quito Ecuador Ecuador 1 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2002 -
15-11-2000 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2002 -
21-3-2001 San Pedro Sula Honduras Honduras 3 – 1 Cile Cile Amichevole 1
27-3-2001 Lima Perù Perù 3 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 2002 -
11-4-2001 Monterrey Messico Messico 1 – 0 Cile Cile Amichevole -
24-4-2001 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 1 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2002 -
1-9-2001 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Spagna Spagna Amichevole -
Totale Presenze (15º posto) 69 Reti (4º posto) 34

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cobresal: 1987
Real Madrid: 1992-1993
Real Madrid: 1993
Real Madrid: 1994-1995
América: 2002

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 1994
Inter: 1997-1998

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Sydney 2000

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1989-1990
1992-1993 , 1994-1995
1994-1995
1994-1995
1995
Sydney 2000 (6 gol)
2004
  • Inserito nella lista dei 250 giocatori più forti di sempre della rivista The Football History Boys

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 102 (27) includendo lo spareggio della stagione 1999-2000.
  2. ^ a b (EN) Zamorano, su realmadrid.com (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  3. ^ a b Roberto Perrone, Ivan Zamorano, mister Bam-Bam. Toccava il cielo con la fronte, in Corriere della Sera, 25 novembre 2014, p. 13.
  4. ^ a b c d e Filippo Nassetti, Se Icardi avesse la metà della grinta di Zamorano..., su panorama.it, 6 maggio 2016.
  5. ^ Nino Sormani, Pagliuca & Fiori, gli esorcisti, in La Stampa, 21 settembre 1998, p. 31.
  6. ^ (ES) Cobresal 1985 - Campeonato Nacional, su solofutbol.cl.
  7. ^ Galasso, p. 370.
  8. ^ (EN) José Luis Pierrend, European Footballer of the Year ("Ballon d'Or") 1995, su rsssf.com, 26 marzo 2005.
  9. ^ Panini, p. 10.
  10. ^ Monti.
  11. ^ Franco Arturi, La notte da Fenomeno di quell'indio cileno, in La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 1998, p. 1.
  12. ^ Gianni Mura, L'Inter finisce in pezzi. Gettata la Coppa UEFA, in la Repubblica, 22 maggio 1997, p. 46.
  13. ^ Gianni Mura, L'Inter trionfa a Parigi. Un bel successo nato in panchina, in la Repubblica, 7 maggio 1998, pp. 1 e 46.
  14. ^ (ES) Daniel Sanz, Las excentricidades en las camisetas de los futbolistas, su marca.com, 20 ottobre 2011.
  15. ^ Vi ricordate Zamorano? Noi vi diciamo come vive, su corrieredellosport.it, 25 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  16. ^ Simone Della Sala, Zanetti: "Moratti come un padre, lo ringrazierò a vita. Mourinho, Simoni e Cuper...", su fcinter1908.it, 4 novembre 2017.
  17. ^ a b Pass Ball, su transfermarkt.it (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2012).
  18. ^ Iván Zamorano, su transfermarkt.it.
  19. ^ Pinilla, lo raccomanda Hugo Rubio, su tuttomercatoweb.com.
  20. ^ Pinilla cuore Inter: "Tifo per loro, e col Milan...", su tuttomercatoweb.com.
  21. ^ (ES) Juan Castro e Diego Acedo, Ciudad Deportiva Iván Zamorano, su marca.com, 14 giugno 2015.
  22. ^ Spareggio per il quarto posto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabio Monti, ZAMORANO, Ivan, in Enciclopedia dello Sport – Calcio, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2002, p. 887.
  • Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, vol. 13 (1996-1997), ed. speciale per La Gazzetta dello Sport, Modena, Panini, 30 luglio 2012.
  • Vito Galasso, L'Inter dalla A alla Z, Roma, Newton Compton Editori, 2015, ISBN 978-88-541-8224-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN58489307 · ISNI (EN0000 0000 3632 5203 · LCCN (ENn2005065056