International Federation of Football History & Statistics

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da IFFHS)
Jump to navigation Jump to search
International Federation of Football History & Statistics
Logo
 
Fondazione1984
SedeSvizzera Losanna
PresidenteArabia Saudita Saleh Bahwini
Sito ufficialeiffhs.com

La International Federation of Football History & Statistics (it. Federazione Internazionale di Storia e Statistica del Calcio), più nota con l'acronimo IFFHS, è un organismo legalmente riconosciuto e autorizzato dalla FIFA[1][2][3] pur non facendo parte del suo organigramma[4] che si occupa delle statistiche e record (individuali e di squadre) riguardanti la storia del calcio nelle competizioni organizzate dalla FIFA o da federazioni affiliate a quest'ultima (uniche federazioni riconosciute dall'IFFHS)[2][5]; gare e tornei organizzati da altre federazioni o enti non sono presi in considerazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Federazione Internazionale di Storia e Statistica del calcio (IFFHS) è stata fondata a Lipsia il 27 marzo 1984 ed è registrata presso l'Ufficio di stato reale danese[1]. Nacque grazie a un'iniziativa del medico tedesco Alfredo Pöge, dell'allora segretario generale della FIFA (che diede il suo benestare)[1] Helmut Käser e con la collaborazione di quindici giornalisti di diversi paesi[6][7] per realizzare uno studio sul calcio.

I primi studi statistici – realizzati da giornalisti e storici del calcio quali l'inglese Colin José[8], il tedesco Karl-Heinz Jens[9] e il norvegese Kåre M. Torgrimsen[10] con il supporto economico di aziende quali adidas e i giornali tedeschi Bild e Sontag[11] – furono pubblicati su diverse riviste specializzate quali Fußball-Weltzeitschrift e Libero (Libero Spezial Deutsch e Libero International)[12] ed erano incentrati sulle origini della Football Association (1872), attraverso la raccolta di informazioni storiche come risultati di gare, formazioni e biografie dei calciatori dei club e delle nazionali, capocannonieri dei diversi tornei, squadre più titolate[11].

Nel 1991 l'IFFHS pubblicò, per la prima volta, una classifica mondiale per club basata sui risultati in tutte le competizioni nazionali e internazionali nel corso di un anno.[13]

Nel 2004 l'organizzazione partecipò alla redazione del FIFA Century Club, una lista dei calciatori con almeno 100 presenze in nazionale[14].

Nel primo trimestre del 2007 l'organo statistico pubblicò – attraverso il proprio sito web – un'indagine statistica riguardante il calcio fino agli anni 1910 del XX secolo. Nel medesimo anno la FIFA hldecise di sponsorizzare l'approfondimento di questa investigazione fino al 1940[11].

Dopo la morte del suo fondatore Alfredo Pöge il 24 marzo 2013, l'attività della federazione fu sospesa per diversi mesi, fino alla riorganizzazione dei vertici avvenuta nel gennaio 2014, con la nuova sede stabilita a Losanna.[15]

Rapporto con la FIFA[modifica | modifica wikitesto]

La FIFA fornisce all'IFFHS importante materiale logistico – accreditamenti, accesso esclusivo ai documenti ufficiali della Federazione e all'archivio FIDOM-FIFA, traduzioni degli studi pubblicati su Internet – per lo sviluppo e la pubblicazione dei suoi studi, informazioni storico-statistiche e diversi premi a calciatori, allenatori, commissari tecnici, arbitri e club, i quali sono riconosciuti dalla FIFA[1][2][16][17]. Il lavoro e gli obiettivi, sono conformi con gli orientamenti FIFA per la riproduzione statistica del calcio mondiale. Nel 1999 i nuovi statuti IFFHS sono stati esaminati dalla divisione legale FIFA (a testimonianza della piena sintonia tra i due organi). Ancor prima della sua fondazione ufficiale, l'IFFHS ha ricevuto assistenza legale dal noto esperto danese di diritto dello sport Lauridsen[1]. Gli statuti IFFHS contengono anche le seguenti sezioni:[1][2]

- la Federazione Internazionale di Storia e Statistica del calcio (IFFHS) è stata fondata a Lipsia il 27 marzo 1984 ed è registrata presso l'Ufficio di stato reale danese. Il progresso e lo scopo statutario della IFFHS avviene in corrispondenza e in accordo con gli statuti della FIFA.

- l'IFFHS mira a stabilire una documentazione cronologica scientifica del calcio mondiale e alla determinazione di record mondiali autentici in tutti i settori del calcio. Sulla base della sua qualifica universale, l'IFFHS organizza votazioni globali e determina ogni anno la classifica mondiale (per club, ndr).

Le due federazioni mondiali, sebbene non affiliate e quindi autonome l'una dall'altra[4], collaborano in modo tale da raggiungere uniformità di tutti i contenuti in base agli accordi stipulati[1][2]. L'IFFHS, in qualità di unica istituzione storico-statistica del calcio mondiale riconosciuta e autorizzata ufficialmente dalla FIFA[2][3][18][19][20] dalla sua fondazione[1][2], respinge ogni influenza governativa, politica o religiosa nello sviluppo del propri studi, in conformità con i principi dell'organo di governo del calcio mondiale e degli accordi con esso stipulati[1][2].

Comitato esecutivo[modifica | modifica wikitesto]

L'IFFHS è un'organizzazione decentralizzata composta da 200 membri di 120 paesi dei cinque continenti, i quali lavorano nelle investigazioni riguardanti la storia del calcio di ogni paese. Il membro più noto è il CIHEFE (Centro de Investigaciones de Historia y Estadística del Fútbol Español), che collabora con la RFEF[20][21][22].

Al gennaio 2015 l'organigramma è il seguente:

  • Presidente:
    • Arabia Saudita Saleh Salem Bahwini
  • vicepresidenti:
    • Danimarca Jørgen Nielsen
    • Francia Robert Ley
    • Argentina Julio Héctor Macías
  • Membri del comitato esecutivo:
    • Australia Edward Simmons
    • Brasile Clóvis Martins da Silva Filho
    • Messico Carlos F. Ramírez
    • Spagna José del Olmo
    • Russia Igor Goldes
    • Egitto Khaled Abul-Oyoun
    • Uruguay Miguel Romero Colina
  • Segretario:
    • Emirati Arabi Uniti Jassem Al-Sayed

Classifiche e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Classifica per club a livello mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1991 l'organismo pubblica mensilmente una classifica mondiale di rendimento dei club (en. IFFHS World Club Ranking),[23] basandosi sui risultati degli incontri ufficiali (campionati e coppe nazionali e internazionali) tenuti negli ultimi 12 mesi.[24]

I risultati nel campionato nazionale di massima serie e la principale competizione nazionale di coppa, in tutti i casi, sono valutati secondo un coefficiente nazionale - i club delle leghe più importanti (o Fascia 4) ricevono 4 punti per una vittoria, 2 per un pareggio, zero per una sconfitta, il 3º livello (Fascia 2) assegna rispettivamente 3, 1.5 e 0 punti e poi a scendere fino all'ultimo livello (Fascia 1). Questi risultati sono ulteriormente moltiplicati per la proporzione che l'istituto assegna ai campionati e coppe nazionali citati (3:1),[24][25] mentre i risultati in competizioni internazionali di uno stesso continente hanno valore diverso - una vittoria in una partita di UEFA Champions League vale più, secondo il criterio assegnato, di una vittoria in una gara di Europa League - anche tra competizioni organizzate da diverse confederazioni continentali.[24] I trofei intercontinentali vengono valutati singolarmente, quelli non organizzati dalla confederazione calcistica mondiale o da qualcuna delle sei confederazioni continentali non vengono conteggiati.[24]

I coefficienti possono variare negli anni.[26] Nel 2013 erano utilizzati i seguenti criteri:[24]

Per competizioni a livello nazionale:

Competizione PA vittoria PA pareggio PA sconfitta
Campionati nazionali di Fascia 4 4,00 2,00 -
Campionati nazionali di Fascia 3 3,50 2,00 -
Campionati nazionali di Fascia 2 3,00 1,50 -
Campionati nazionali di Fascia 1 2,50 1,00 -

Per competizioni a livello internazionale:

Competizione PA vittoria PA pareggio PA sconfitta
UEFA Champions League 14,00 7,00 -
Coppa UEFA/Europa League 12,00 6,00 -
Supercoppa UEFA 14,00 7,00 -
Copa Libertadores 14,00 7,00 -
Copa Sudamericana 12,00 6,00 -
CAF Champions League 9,00 4,50 -
Coppa CAF 7,00 3,50 -
AFC Champions League 9,00 4,50 -
AFC Cup 7,00 3,50 -
CONCACAF Champions League 9,00 4,50 -
Coppa del mondo per club FIFA (semifinali) 14,00 7,00 -
Coppa del mondo per club FIFA (finale)[27] 21,00 10,50 -
PA: punti assegnati

Nel 2014, per stabilire la classifica per club a livello mondiale l'istituto ha utilizzato i seguenti criteri:[28]

Per competizioni a livello nazionale:

Campionati

Competizione PA vittoria PA pareggio PA sconfitta
Fascia 4 4,00 2,00 -
Fascia 3 3,00 1,50 -
Fascia 2 2,00 1,00 -
Fascia 1 1,00 0,50 -

Coppe

Competizione PA vittoria PA pareggio PA sconfitta
Fascia 4 12,00 6,00 -
Fascia 3 8,00 4,00 -
Fascia 2 5,00 2,50 -
Fascia 1 1,50 0,75 -

N.B. Sono considerate tutte le Supercoppe nazionali; per le coppe nazionali sono considerati gli incontri dagli ottavi di finale in poi; in caso di incontri di andata e ritorno viene considerato solo il risultato complessivo.

Per competizioni a livello internazionale:

Competizione PA vittoria PA pareggio PA sconfitta
UEFA Champions League 14,00 7,00 -
Coppa UEFA/Europa League 12,00 6,00 -
Supercoppa UEFA 14,00 7,00 -
Copa Libertadores 14,00 7,00 -
Copa Sudamericana 12,00 6,00 -
CAF Champions League 9,00 4,50 -
Coppa CAF 7,00 3,50 -
AFC Champions League 9,00 4,50 -
AFC Cup 7,00 3,50 -
Coppa del Presidente dell'AFC 4,00 2,00 -
CONCACAF Champions League 9,00 4,50 -
Coppa del mondo per club FIFA (tutti gli incontri eccetto la finale) 14,00 7,00 -
Coppa del mondo per club FIFA (finale) 21,00 10,50 -
PA: punti assegnati
Classifica attuale[modifica | modifica wikitesto]
Top 20 a gennaio 2018
periodo 1º gennaio 2017 - 31 dicembre 2017
Posizione Squadra Campionato Punteggio Fascia[29]
1 Real Madrid Spagna Spagna 328 4
2 Grêmio Brasile Brasile 286 4
3 Manchester Utd Inghilterra Inghilterra 284 4
4 Barcellona Spagna Spagna 281 4
5 Paris Saint-Germain Francia Francia 266 4
6 Juventus Italia Italia 258 4
7 Flamengo Brasile Brasile 256 4
8 Bayern Monaco Germania Germania 250 4
9 Manchester City Inghilterra Inghilterra 244 4
10 Salisburgo Austria Austria 240,5 3
11 Atlético Madrid Spagna Spagna 232 4
12 River Plate Argentina Argentina 230 4
13 White & Red (Stripes), bordered blue.svg Junior Colombia Colombia 228 4
14 Tottenham Inghilterra Inghilterra 227 4
15 Chelsea Inghilterra Inghilterra 214 4
16 Olympique Lione Francia Francia 210 4
17 Maccabi Tel Aviv Israele Israele 208,5 3
18 Arsenal Inghilterra Inghilterra 208 4
19 600px Bianco con Bande sottili Blu.png Copenhagen Danimarca Danimarca 207,5 3
20 Botafogo Brasile Brasile 207 4

(EN) Classifica completa (top 400), su iffhs.de.

Squadra mondiale dell'anno[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991 l'IFFHS divenne la prima organizzazione calcistica a stilare un ranking mondiale per club (è tuttora l'unica a stilarlo annualmente) e di conseguenza a riconoscere i meriti sportivi delle squadre, assegnando alla compagine collocata al primo posto nella graduatoria dell'intero anno solare il titolo di "squadra mondiale dell'anno" (in inglese IFFHS The World's Club Team for the Year).[30] I club che concludono l'anno solare al primo posto della classifica mondiale per club sono premiati con un trofeo d'oro ed un certificato consegnato durante la cerimonia del World Football Gala.[31] L'IFFHS è l'unica organizzazione assieme alla FIFA ad assegnare un trofeo mondiale con cadenza annuale sulla base dei risultati ottenuti sul campo, ma servendosi di coefficienti, a differenza della Coppa del mondo per club FIFA (che è un torneo a eliminazione diretta), e non di votazioni di una giuria, come avviene per esempio nel caso dei Globe Soccer Awards. Inoltre questo trofeo, essendo stato creato nel 1991, è più antico della stessa Coppa del mondo per club FIFA, competizione la cui prima edizione pilota si è svolta nel 2000 e che dal 2005 ha sostituito la Coppa Intercontinentale, nata nel 1960 (quest'ultima nel 2017 ha ottenuto il riconoscimento ufficiale della FIFA come titolo mondiale, inizialmente attribuito soltanto ai vincitori della Coppa del mondo per club).[32]

La prima squadra a ricevere il riconoscimento fu la Roma nel 1991, mentre la Juventus fu la prima ad aggiudicarselo per due volte (1996), ottenendo inoltre il record di punti nel 1993 (372).[33] Nel 2016 la squadra colombiana dell'Atlético Nacional divenne la prima compagine non europea ad aggiudicarsi il titolo.[34]

Nel 2017 il Real Madrid tornò a essere la "squadra mondiale dell'anno" davanti al Grêmio, battuto nella finale della Coppa del mondo per club FIFA 2017;[35] mentre nel 2018 fu la volta dell'Atlético Madrid, che confermò il predominio delle squadre europee.[36]

Il trofeo di Squadra mondiale dell'anno IFFHS assegnato al Siviglia nel 2006.

I coefficienti e le fasce di valore dei campionati possono variare di anno in anno: dal 1991 al 1996 la fasce di valore dei campionati erano 5, dal 1997 sono 4 in ordine decrecente.[37]

Anno Squadra Campionato Fascia[29]
1991 Roma Italia Italia 5
1992 Ajax Paesi Bassi Olanda 3
1993 Juventus Italia Italia 5
1994 Paris Saint-Germain Francia Francia 4
1995 Milan Italia Italia 5
1996 Juventus Italia Italia 5
1997 Barcellona Spagna Spagna 4
1998 Inter Italia Italia 4
1999 Manchester Utd Inghilterra Inghilterra 4
2000 Real Madrid Spagna Spagna 4
2001 Liverpool Inghilterra Inghilterra 4
2002 Real Madrid Spagna Spagna 4
2003 Milan Italia Italia 4
2004 Valencia Spagna Spagna 4
2005 Liverpool Inghilterra Inghilterra 4
2006 Siviglia Spagna Spagna 4
2007 Siviglia Spagna Spagna 4
2008 Manchester Utd Inghilterra Inghilterra 4
2009 Barcellona Spagna Spagna 4
2010 Inter Italia Italia 4
2011 Barcellona Spagna Spagna 4
2012 Barcellona Spagna Spagna 4
2013 Bayern Monaco Germania Germania 4
2014 Real Madrid Spagna Spagna 4
2015 Barcellona Spagna Spagna 4
2016 Atlético Nacional Colombia Colombia 3
2017 Real Madrid Spagna Spagna 4
2018 Atlético Madrid Spagna Spagna 4
2019 Liverpool Inghilterra Inghilterra 4
2020 Bayern Monaco Germania Germania 4

Squadra mondiale del mese[modifica | modifica wikitesto]

Alla stessa maniera delle "squadre mondiali dell'anno", l'IFFHS riconosce le squadre che forniscono le migliori prestazioni durante un mese con il titolo di "squadra mondiale del mese" (in inglese IFFHS The World's Club Team for the Month) dal gennaio 2000.[38]

Nel 2013, dopo la morte del suo fondatore, l'IFFHS ha sospeso il proprio lavoro e le nomine mensili, mentre per il titolo annuale il lavoro è stato poi svolto ed il titolo regolarmente assegnato a gennaio.[39]

Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
2000 Brasile Corinthians Germania Bayern M. Spagna Barcellona Brasile Atl. Mineiro Argentina B. Juniors Brasile Cruzeiro Turchia Galatasaray Inghilterra Arsenal Inghilterra Chelsea Belgio Anderlecht Russia Spartak Mosca Brasile Vasco da Gama
2001 Spagna Barcellona Spagna Celta Vigo Germania Kaiserslautern Inghilterra Liverpool Inghilterra Liverpool Spagna Saragozza Brasile Flamengo Messico América Grecia Panathinaikos Germania Bayern M. Belgio Bruges Spagna R. Madrid
2002 Portogallo Sporting Lisbona Inghilterra Arsenal Germania Bayer Leverkusen Messico Morelia Messico América Perù Universitario Brasile Flamengo Germania Bayern M. Inghilterra Arsenal Germania B. Dortmund Scozia Celtic Spagna R. Madrid
2003 Portogallo Porto Egitto El-Zamalek Spagna R. Madrid Portogallo Porto Argentina River Plate Argentina B. Juniors Brasile Santos Scozia Celtic Monaco AS Monaco Spagna R. Madrid Monaco AS Monaco Perù Cienciano
2004 Italia Juventus Inghilterra Arsenal Argentina B. Juniors Spagna Valencia Argentina River Plate Messico UNAM Brasile Santos Spagna R. Madrid Spagna Barcellona Italia Milan Germania Schalke 04 Spagna Villarreal
2005 Italia Inter Inghilterra Newcastle Inghilterra Newcastle Italia Milan Russia CSKA Mosca Brasile Atlético Paranaense Inghilterra Liverpool Inghilterra Man Utd Italia Juventus Francia Lione Spagna Barcellona Brasile San Paolo
2006 Spagna R. Madrid Italia Roma Francia Lione Spagna Barcellona Spagna Siviglia Egitto Al-Ahly Romania Dinamo Bucarest Russia CSKA Mosca Inghilterra Chelsea Cile Colo-Colo Italia Milan Spagna Osasuna
2007 Italia Inter Brasile Paraná Brasile Santos Inghilterra Chelsea Argentina B. Juniors Brasile Fluminense Egitto Al-Ahly Scozia Rangers Uruguay Defensor Inghilterra Man Utd Inghilterra Liverpool Italia Inter
2008 Italia Roma Germania Bayern M. Argentina River Plate Germania Bayern M. Francia Lione Argentina River Plate Bielorussia BATE Francia Marsiglia Spagna R. Madrid Inghilterra Man Utd Spagna Barcellona Inghilterra Man Utd
2009 Spagna Barcellona Francia Paris S.G. Francia Marsiglia Brasile Palmeiras Brasile Internacional Corea del Sud Pohang Steelers Argentina Estudiantes Francia Lione Spagna Siviglia e R. Madrid Ucraina Šachtar Inghilterra Chelsea Spagna Barcellona
2010 Italia Roma Paraguay Libertad Spagna Barcellona Germania Bayern M. Italia Inter Ecuador Emelec Norvegia Rosenborg Slovacchia Žilina Spagna R. Madrid Spagna R. Madrid Ucraina Šachtar Portogallo Porto
2011 Italia Milan Portogallo Benfica Portogallo Porto Brasile Santos Spagna Barcellona Argentina Vélez Macedonia del Nord Rabotnički Spagna Atl. Madrid Germania Bayern M. Spagna R. Madrid Spagna R. Madrid Spagna Barcellona
2012 Italia Juventus Argentina Vélez Spagna Barcellona Inghilterra Chelsea Argentina B. Juniors Brasile Fluminense Norvegia Rosenborg Scozia Celtic Germania Bayern M. Inghilterra Man Utd Portogallo Benfica Italia Juventus
2013 Spagna R. Madrid Germania Bayern M. N.D.[40]
2014 Spagna R. Madrid Portogallo Benfica Tunisia CS Sfaxien Spagna Atl. Madrid Emirati Arabi Uniti Al-Ain

Classifica storica dei club secondo l'IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 l'istituto statistico pubblicò la classifica storica dei migliori club del mondo, basata sui risultati pubblicati nella classifica mensile per club a livello mondiale, pubblicata per la prima volta nel 1991[41].

Classifica IHFFS storica per club 1991-2009
Squadra Campionato Punteggio Fascia
1 Barcellona Spagna La Liga 807,0 4
2 Manchester Utd Inghilterra Premier League 726,0 4
3 Juventus Italia Serie A 633,0 4
4 Real Madrid Spagna La Liga 633,0 4
5 Milan Italia Serie A 620,0 4
6 Inter Italia Serie A 605,0 4
7 Bayern Monaco Germania Bundesliga 599,0 4
8 Arsenal Inghilterra Premier League 594,0 4
9 River Plate Argentina Primera División 503,0 4
10 Chelsea Inghilterra Premier League 491,0 4
11 Liverpool Inghilterra Premier League 455,0 4
12 Porto Portogallo Primeira Liga 447,0 4
13 Roma Italia Serie A 445,0 4
14 Ajax Paesi Bassi Eredivisie 421,0 3
15 Boca Juniors Argentina Primera División 420,0 4
16 Valencia Spagna La Liga 398,0 4
17 Parma Italia Serie A 373,0 4
18 San Paolo Brasile Série A 368,0 4
19 Rangers Scozia Scottish Premier League 364,0 3
20 Lazio Italia Serie A 342,0 4

Lista dei migliori club del XX secolo per ogni continente[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Migliori club del XX secolo per ogni continente IFFHS.
Il trofeo assegnato al Peñarol.

Nel 2009 l'Istituto Internazionale di Storia e Statistica del Calcio ha pubblicato i risultati di uno studio statistico che hanno determinato i migliori club del ventesimo secolo in ogni continente (in inglese IFFHS continental Clubs of the Century) secondo il rendimento offerto nei tornei a livello internazionale. Questa classifica non ha considerato le prestazioni dei club nelle diverse competizioni a livello nazionale (eccezion fatta per l'Oceania, date le poche edizioni di tornei internazionali organizzati in quel continente nel XX secolo) né a livello intercontinentale, né a livello mondiale, né ha tenuto conto dei risultati presentati nel ranking mondiale per club, pubblicato dall'istituto per la prima volta nel 1991.[42]

Dopo la pubblicazione del presente studio statistico, gli spagnoli del Real Madrid, gli uruguaiani del Peñarol, i ghanesi del Asante Kotoko, gli arabi del Al-Hilal, i costaricani del Saprissa e gli australiani del South Melbourne sono stati scelti - tra il 10 settembre e il 13 ottobre 2009 - come i "migliori club del XX secolo" di ogni continente dall'Istituto Internazionale di Storia e Statistica del Calcio. I club sono stati premiati con un trofeo d'oro e un certificato durante il cosiddetto World Football Gala celebrato nel quartiere londinese di Fulham l'11 maggio 2010.[31][43]

Campionati[modifica | modifica wikitesto]

Classifica mondiale dei campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1991 l'organismo pubblica ogni anno anche una classifica di valore dei vari campionati nazionali (en. IFFHS The strongest National League in the World).[44]

 
Classifiche 1991-2015
Anno Pos. Campionato Punti
1991 1 Italia Serie A 1.382,5
2 Spagna Liga 1.069,0
3 Inghilterra Premier League 1.059,0
1992 1 Italia Serie A 1.342,5
2 Spagna Liga 1.145,5
3 Paesi Bassi Eredivisie 941,5
1993 1 Italia Serie A 1.577,5
2 Spagna Liga 1.171,0
3 Germania Bundesliga 1.046,5
1995 1 Italia Serie A 1.345,0
2 Francia Ligue 1 1.067,5
3 Spagna Liga 1.030,0
1996 1 Italia Serie A 1.119,0
2 Spagna Liga 1.037,0
3 Francia Ligue 1 1.008,0
1997 1 Germania Bundesliga 1.209,0
2 Italia Serie A 1.181,0
3 Spagna Liga 1.120,0
1998 1 Italia Serie A 1.276,0
2 Brasile Série A 1.198,0
3 Spagna Liga 1.096,0
1999 1 Italia Serie A 1.163,0
2 Spagna Liga 1.145,0
3 Inghilterra Premier League 1.134,0
2000 1 Spagna Liga 1.215,0
2 Inghilterra Premier League 1.116,0
3 Italia Serie A 1.051,0
2001 1 Spagna Liga 1.267,0
2 Inghilterra Premier League 1.176,0
3 Italia Serie A 1.013,0
2002 1 Spagna Liga 1.209,0
2 Inghilterra Premier League 1.183,0
3 Italia Serie A 1.119,0
2003 1 Italia Serie A 1.180,0
2 Spagna Liga 1.107,0
3 Inghilterra Premier League 1.052,0
2004 1 Spagna Liga 1.189,0
2 Inghilterra Premier League 1.184,0
3 Italia Serie A

Brasile Série A

1.010,0
2005 1 Inghilterra Premier League 1.207,0
2 Italia Serie A 1.137,0
3 Francia Ligue 1 995,0
2006 1 Italia Serie A 1.182,0
2 Spagna Liga 1.168,0
3 Inghilterra Premier League 1.125,0
2007 1 Inghilterra Premier League 1.171,0
2 Spagna Liga 1.074,0
3 Italia Serie A 1.027,0
2008 1 Inghilterra Premier League 1.192,0
2 Italia Serie A 1.031,0
3 Argentina Primera División Argentina 1.020,0
2009 1 Inghilterra Premier League 1.187,0
2 Spagna Liga 1.077,0
3 Germania Bundesliga 1.031,0
2010 1 Spagna Liga 1.092,0
2 Inghilterra Premier League 1.039,0
3 Italia Serie A 1.021,0
2011 1 Spagna Liga 1.194,0
2 Inghilterra Premier League 1.103,0
3 Brasile Série A 873,0
2012 1 Spagna Liga 1.283,0
2 Brasile Série A 1.058,0
3 Germania Bundesliga 1.037,0
2013 1 Spagna Liga 1.155,0
2 Inghilterra Premier League 1.128,0
3 Germania Bundesliga 1.056,0
2014 1 Spagna Liga 1.259,0
2 Italia Serie A 998,0
3 Inghilterra Premier League 958,0
2015 1 Spagna Liga 1262,00
2 Italia Serie A 1177,00
3 Germania Bundesliga 1044,00
2016[45] 1 Spagna Liga 1277,00
2 Colombia Categoría Primera A 984,00
3 Francia Ligue 1 938,00
2017[46] 1 Spagna Liga 1195,00
2 Inghilterra Premier League 1177,00
3 Brasile Série A 1134,00
2018[47] 1 Spagna Liga 1256,00
2 Inghilterra Premier League 1050,00
3 Brasile Série A 1043,00
2019[48] 1 Inghilterra Premier League 1287,00
2 Brasile Série A 1165,00
3 Spagna Liga 1141,00
2020[49] 1 Italia Serie A 1026,00
2 Inghilterra Premier League 1003,00
3 Brasile Série A 964,00
 
Classifica 2020 (primi 10)
Posizione Campionato Punti
1 Italia Serie A 1026,0
2 Inghilterra Premier League 1003,0
3 Brasile Série A 964,0
4 Spagna Liga 954,0
5 Germania Bundesliga 864,0
6 Portogallo Primeira Liga 721,0
7 Francia Ligue 1 661,0
8 Paraguay División Profesional 610,5
9 Argentina Primera División 603,0
10 Ecuador Serie A 579,5
Aggiornata al 31 dicembre 2020

(EN) Classifica completa (top 80), su iffhs.de, IFFHS, 20 gennaio 2021.

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Walter Zenga premiato nel 1989 come Miglior portiere dell'anno IFFHS

Miglior allenatore dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior allenatore dell'anno IFFHS.

Miglior commissario tecnico dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior commissario tecnico dell'anno IFFHS.

Miglior portiere dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior portiere dell'anno IFFHS.

Miglior marcatore dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatore Club
2011 Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Real Madrid
2012 Argentina Lionel Messi Spagna Barcellona
2013 Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Real Madrid
2014 Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Real Madrid
2015 Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Real Madrid
2016 Argentina Lionel Messi Spagna Barcellona
2017 Inghilterra Harry Kane Inghilterra Tottenham
2018 Algeria Baghdad Bounedjah Qatar Al-Sadd
2019 Marocco Abderrazak Hamdallah Arabia Saudita Al-Nassr
2020 Polonia Robert Lewandowski Germania Bayern Monaco

Miglior marcatore di massima divisione dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatore Club Reti
1997 Turchia Hakan Şükür Turchia Galatasaray 38
1998 Ecuador Iván Kaviedes Ecuador Emelec 43
1999 Brasile Mário Jardel Portogallo Porto 36
2000 Brasile Mário Jardel Portogallo Porto 38
2001 Bolivia José Alfredo Castillo Bolivia Oriente Petrolero 42
2002 Bolivia Joaquín Botero Bolivia Bolívar 49
2003 Paraguay José Cardozo Messico Toluca 50
2004 Cile Patricio Galaz Cile Cobreloa 42
2005 Brasile Araújo Giappone Gamba Osaka 33
2006 Paesi Bassi Klaas-Jan Huntelaar Paesi Bassi Ajax 33
2007 RD del Congo Trésor Mputu RD del Congo TP Mazembe n.d.
2008 Argentina Lucas Barrios Cile Colo-Colo 37
2009 Austria Marc Janko Austria Salisburgo 39
2010 Uruguay Luis Suárez Paesi Bassi Ajax 35
2011 Lettonia Aleksandrs Čekulajevs Estonia Trans Narva 46
2012 Argentina Lionel Messi Spagna Barcellona 50
2013 Argentina Lionel Messi Spagna Barcellona 46
2014 Portogallo Cristiano Ronaldo
Uruguay Luis Suárez
Spagna Real Madrid
Inghilterra Liverpool
31
2015 Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Real Madrid 48
2016 Uruguay Luis Suárez Spagna Barcellona 40
2017 Argentina Lionel Messi Spagna Barcellona 37
2018 Argentina Lionel Messi
Brasile Jonas
Spagna Barcellona
Portogallo Benfica
34
2019 Algeria Baghdad Bounedjah Qatar Al-Sadd 39
2020 Portogallo Cristiano Ronaldo Italia Juventus 33[50]

Miglior marcatore internazionale dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior marcatore internazionale dell'anno IFFHS.

Marcatore di massima divisione più efficace dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatore Club
1997 Turchia Hakan Şükür Turchia Galatasaray
1998 Giappone Masashi Nakayama Giappone Júbilo Iwata
1999 Brasile Mário Jardel Portogallo Porto
2000 Arabia Saudita Hamzah Idris Arabia Saudita Al-Ittihād
2001 Brasile Romário Brasile Vasco da Gama
2002 Brasile Mário Jardel Portogallo Sporting Lisbona
2003 Paraguay José Cardozo Messico Toluca
2004 Uzbekistan Shuhrat Mirkholdirshoev Uzbekistan Navbahor Namangan

Miglior costruttore di gioco dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior costruttore di gioco dell'anno IFFHS.

Miglior calciatore dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatore Club
1988 Paesi Bassi Marco van Basten Italia Milan
1989 Paesi Bassi Marco van Basten Italia Milan
1990 Germania Lothar Matthäus Italia Inter
2020 Polonia Robert Lewandowski Germania Bayern Monaco

Calciatore asiatico dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Calciatore asiatico dell'anno.

Squadra maschile dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2017 Italia Gianluigi Buffon (Juventus) Brasile Marcelo (Real Madrid)
Spagna Sergio Ramos (Real Madrid)
Italia Leonardo Bonucci (Juventus/Milan)
Brasile Dani Alves (Juventus/Paris Saint-Germain)
Croazia Luka Modrić (Real Madrid)
Germania Toni Kroos (Real Madrid)
Belgio Kevin De Bruyne (Manchester City)
Brasile Neymar (Barcellona/Paris Saint-Germain)
Portogallo Cristiano Ronaldo (Real Madrid)
Argentina Lionel Messi (Barcellona)

Allenatore: Francia Zinédine Zidane (Real Madrid)

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2018 Belgio Thibaut Courtois (Chelsea/Real Madrid) Brasile Marcelo (Real Madrid)
Spagna Sergio Ramos (Real Madrid)
Francia Raphaël Varane (Real Madrid)
Uruguay Diego Godín (Atlético Madrid)
Croazia Luka Modrić (Real Madrid)
Belgio Eden Hazard (Chelsea)
Francia Antoine Griezmann (Atlético Madrid)
Francia Kylian Mbappé (Paris Saint-Germain)
Portogallo Cristiano Ronaldo (Real Madrid/Juventus)
Argentina Lionel Messi (Barcellona)

Allenatore: Francia Didier Deschamps (Francia)

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2019 Brasile Alisson (Liverpool) Paesi Bassi Matthijs de Ligt (Ajax/Juventus)
Spagna Sergio Ramos (Real Madrid)
Paesi Bassi Virgil van Dijk (Liverpool)
Inghilterra Trent Alexander-Arnold (Liverpool)
Belgio Kevin De Bruyne (Manchester City)
Paesi Bassi Frenkie de Jong (Ajax/Barcellona)
Portogallo Bernardo Silva (Manchester City)
Senegal Sadio Mané (Liverpool)
Portogallo Cristiano Ronaldo (Juventus)
Argentina Lionel Messi (Barcellona)

Allenatore: Germania Jürgen Klopp (Liverpool)

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2020 Germania Manuel Neuer (Bayern Monaco) Inghilterra Trent Alexander-Arnold (Liverpool)
Spagna Sergio Ramos (Real Madrid)
Paesi Bassi Virgil van Dijk (Liverpool)
Canada Alphonso Davies (Bayern Monaco)
Germania Joshua Kimmich (Bayern Monaco)
Spagna Thiago (Bayern Monaco/Liverpool)
Belgio Kevin De Bruyne (Manchester City)
Portogallo Cristiano Ronaldo (Juventus)
Polonia Robert Lewandowski (Bayern Monaco)
Argentina Lionel Messi (Barcellona)

Allenatore: Germania Hans-Dieter Flick (Bayern Monaco)

Squadra maschile del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Squadra maschile del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Germania Manuel Neuer Germania Philipp Lahm
Spagna Sergio Ramos
Paesi Bassi Virgil van Dijk
Brasile Marcelo
Germania Toni Kroos
Spagna Andrés Iniesta
Croazia Luka Modrić
Portogallo Cristiano Ronaldo
Polonia Robert Lewandowski
Argentina Lionel Messi
Squadra maschile UEFA del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Germania Manuel Neuer Germania Philipp Lahm
Spagna Sergio Ramos
Paesi Bassi Virgil van Dijk
Italia Leonardo Bonucci
Germania Toni Kroos
Spagna Andrés Iniesta
Croazia Luka Modrić
Belgio Kevin De Bruyne
Portogallo Cristiano Ronaldo
Polonia Robert Lewandowski
Squadra maschile CONMEBOL del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Brasile Júlio César Brasile Dani Alves
Brasile Thiago Silva
Argentina Javier Mascherano
Brasile Marcelo
Brasile Casemiro
Argentina Ángel Di María
Argentina Lionel Messi
Argentina Sergio Agüero
Perù Paolo Guerrero
Brasile Neymar
Squadra CONCACAF del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Costa Rica Keylor Navas Messico Carlos Salcedo
Stati Uniti John Brooks
Messico Héctor Moreno
Giamaica Kemar Lawrence
Messico Andrés Guardado
Stati Uniti Michael Bradley
Costa Rica Bryan Ruiz
Messico Hirving Lozano
Messico Javier Hernández
Stati Uniti Clint Dempsey
Squadra maschile CAF del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Nigeria Vincent Enyeama Egitto Ahmed Fathy
Marocco Medhi Benatia
Senegal Kalidou Koulibaly
Costa d'Avorio Eric Bailly
Costa d'Avorio Yaya Touré
Ghana André Ayew
Algeria Riyad Mahrez
Senegal Sadio Mané
Gabon Pierre-Emerick Aubameyang
Egitto Mohamed Salah
Squadra maschile AFC del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Australia Mathew Ryan Arabia Saudita Mohammed Al-Breik
Giappone Takehiro Tomiyasu
Giappone Maya Yoshida
Thailandia Theerathon Bunmathan
Cina Wu Lei
Giappone Keisuke Honda
Arabia Saudita Salem Al-Dawsari
Corea del Sud Son Heung-min
Qatar Almoez Ali
Siria Omar Al Somah
Squadra maschile OFC del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Nuova Zelanda Stefan Marinovic Nuova Zelanda Ryan Nelsen
Nuova Zelanda Tommy Smith
Nuova Zelanda Winston Reid
Nuova Zelanda Ryan Thomas
Nuova Zelanda Ivan Vicelich
Nuova Zelanda Marco Rojas
Figi Roy Krishna
Papua Nuova Guinea Raymond Gunemba
Nuova Zelanda Chris Wood
Tahiti Teaonui Tehau

Calciatore del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Confederazione Primo Secondo Terzo
Mondo Argentina Lionel Messi Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Andrés Iniesta
UEFA Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Sergio Ramos Germania Manuel Neuer
CONMEBOL Argentina Lionel Messi Brasile Neymar Brasile Dani Alves
CONCACAF Costa Rica Keylor Navas Messico Javier Hernández Stati Uniti Clint Dempsey
CAF Egitto Mohamed Salah Senegal Sadio Mané Algeria Riyad Mahrez
AFC Corea del Sud Son Heung-min Giappone Keisuke Honda Arabia Saudita Salem Al-Dawsari
OFC Nuova Zelanda Chris Wood Nuova Zelanda Winston Reid Nuova Zelanda Marco Rojas

Miglior arbitro dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior arbitro dell'anno IFFHS.

Miglior calciatore del XX secolo IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Miglior calciatore del XX secolo IFFHS.

Miglior calciatore europeo 1956-1990 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Giocatore Nazione
1 Franz Beckenbauer bandiera Germania Ovest
2 Michel Platini Francia Francia
3 Johan Cruyff Paesi Bassi Paesi Bassi
4 Eusébio Portogallo Portogallo
5 Gerd Müller bandiera Germania Ovest
6 Karl-Heinz Rummenigge bandiera Germania Ovest
7 Luis Suárez Spagna Spagna
8 Bobby Charlton Inghilterra Inghilterra
9 Alfredo Di Stéfano Spagna Spagna
10 Raymond Kopa Francia Francia
11 Lev Jašin Unione Sovietica Unione Sovietica
11 Gianni Rivera Italia Italia
11 Kevin Keegan Inghilterra Inghilterra
14 John Charles Galles Galles
15 Marco van Basten Paesi Bassi Paesi Bassi
16 Ferenc Puskás Ungheria Ungheria
16 Bernd Schuster bandiera Germania Ovest
16 George Best Irlanda del Nord Irlanda del Nord
19 Ruud Gullit Paesi Bassi Paesi Bassi
20 Preben Elkjær Danimarca Danimarca

Migliore costruttrice di gioco IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatrice Club
2012 Brasile Marta Svezia Tyresö FF
2013 Germania Lena Goeßling Germania Wolfsburg
2014 Germania Nadine Keßler Germania Wolfsburg
2015 Stati Uniti Carli Lloyd Stati Uniti Houston Dash
2016 Germania Dzsenifer Marozsán Francia Olympique Lione
2017 Paesi Bassi Lieke Martens Svezia Rosengård
Spagna Barcellona
2018 Germania Dzsenifer Marozsán Francia Olympique Lione
2019 Stati Uniti Megan Rapinoe Stati Uniti OL Reign
2020 Germania Dzsenifer Marozsán Francia Olympique Lione

Miglior portiere donna IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatrice Club
2012 Stati Uniti Hope Solo Stati Uniti Seattle Sounders
2013 Stati Uniti Hope Solo Stati Uniti Seattle Reign
2014 Stati Uniti Hope Solo
Germania Almuth Schult
Stati Uniti Seattle Reign
Germania Wolfsburg
2015 Stati Uniti Hope Solo Stati Uniti Seattle Reign
2016 Francia Sarah Bouhaddi Francia Olympique Lione
2017 Francia Sarah Bouhaddi Francia Olympique Lione
2018 Francia Sarah Bouhaddi Francia Olympique Lione
2019 Paesi Bassi Sari van Veenendaal Inghilterra Arsenal
Spagna Atlético Madrid
2020 Francia Sarah Bouhaddi Francia Olympique Lione

Miglior calciatrice dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Giocatrice Club
2020 Danimarca Pernille Harder Germania Wolfsburg
Inghilterra Chelsea

Squadra femminile dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2017 Francia Sarah Bouhaddi (Olympique Lione) Paesi Bassi Anouk Dekker (Montpellier)
Francia Wendie Renard (Olympique Lione)
Inghilterra Steph Houghton (Manchester City)
Inghilterra Lucy Bronze (Olympique Lione)
Germania Dzsenifer Marozsán (Olympique Lione)
Stati Uniti Carli Lloyd (Houston Dash)
Danimarca Pernille Harder (Wolfsburg)
Paesi Bassi Lieke Martens (Barcellona)
Stati Uniti Alex Morgan (Orlando Pride)
Australia Sam Kerr (Sky Blue)

Allenatore: Paesi Bassi Sarina Wiegman (Paesi Bassi)

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2018 Francia Sarah Bouhaddi (Olympique Lione) Francia Amel Majri (Olympique Lione)
Francia Wendie Renard (Olympique Lione)
Giappone Saki Kumagai (Olympique Lione)
Inghilterra Lucy Bronze (Olympique Lione)
Germania Dzsenifer Marozsán (Olympique Lione)
Francia Amandine Henry (Olympique Lione)
Brasile Marta (Orlando Pride)
Stati Uniti Alex Morgan (Orlando Pride)
Norvegia Ada Hegerberg (Olympique Lione)
Danimarca Pernille Harder (Wolfsburg)

Allenatore: Francia Reynald Pedros (Olympique Lione)

Anno Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2019 Paesi Bassi Sari van Veenendaal (Arsenal/Atlético Madrid) Stati Uniti Crystal Dunn (N.C. Courage)
Francia Wendie Renard (Olympique Lione)
Stati Uniti Julie Ertz (Chicago Red Stars)
Inghilterra Lucy Bronze (Olympique Lione)
Germania Dzsenifer Marozsán (Olympique Lione)
Francia Amandine Henry (Olympique Lione)
Stati Uniti Rose Lavelle (Washington Spirit)
Stati Uniti Alex Morgan (Orlando Pride)
Norvegia Ada Hegerberg (Olympique Lione)
Stati Uniti Megan Rapinoe (OL Reign)

Allenatore: Inghilterra Jill Ellis (Stati Uniti)

Anno Portieri Difensori Centrocampisti Attaccanti
2020 Francia Sarah Bouhaddi (Olympique Lione) Inghilterra Lucy Bronze (Olympique Lione/Manchester City)
Francia Wendie Renard (Olympique Lione)
Germania Lena Goeßling (Wolfsburg)
Francia Sakina Karchaoui (Montpellier/Olympique Lione)
Giappone Saki Kumagai (Olympique Lione)
Germania Alexandra Popp (Wolfsburg)
Germania Dzsenifer Marozsán (Olympique Lione)
Francia Delphine Cascarino (Olympique Lione)
Paesi Bassi Vivianne Miedema (Arsenal)
Danimarca Pernille Harder (Wolfsburg/Chelsea)

Allenatore: Francia Jean-Luc Vasseur (Olympique Lione)

Squadra femminile del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Squadra femminile del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Stati Uniti Hope Solo Inghilterra Lucy Bronze
Francia Wendie Renard
Giappone Saki Kumagai
Svezia Nilla Fischer
Germania Lena Goeßling
Stati Uniti Carli Lloyd
Germania Dzsenifer Marozsán
Brasile Marta
Norvegia Ada Hegerberg
Stati Uniti Alex Morgan
Squadra femminile UEFA del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Germania Nadine Angerer Inghilterra Lucy Bronze
Francia Wendie Renard
Germania Lena Goeßling
Svezia Nilla Fischer
Francia Amandine Henry
Germania Nadine Keßler
Germania Dzsenifer Marozsán
Paesi Bassi Lieke Martens
Norvegia Ada Hegerberg
Danimarca Pernille Harder
Squadra femminile CONMEBOL del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Cile Christiane Endler Brasile Fabiana
Brasile Érika
Cile Carla Guerrero
Brasile Tamires
Brasile Formiga
Brasile Debinha
Argentina Estefanía Banini
Colombia Yoreli Rincón
Brasile Cristiane
Brasile Marta
Squadra femminile CONCACAF del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Stati Uniti Hope Solo Stati Uniti Kelley O'Hara
Canada Kadeisha Buchanan
Stati Uniti Becky Sauerbrunn
Stati Uniti Ali Krieger
Costa Rica Shirley Cruz
Stati Uniti Carli Lloyd
Canada Christine Sinclair
Stati Uniti Tobin Heath
Stati Uniti Alex Morgan
Stati Uniti Megan Rapinoe
Squadra femminile CAF del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Camerun Annette Ngo Ndom Nigeria Osinachi Ohale
Sudafrica Janine van Wyk
Camerun Estelle Johnson
Nigeria Onome Ebi
Nigeria Ngozi Okobi
Ghana Elizabeth Addo
Camerun Gabrielle Onguéné
Camerun Gaëlle Enganamouit
Nigeria Asisat Oshoala
Malawi Tabitha Chawinga
Squadra femminile AFC del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Australia Lydia Williams Australia Ellie Carpenter
Giappone Saki Kumagai
Australia Alanna Kennedy
Australia Stephanie Catley
Giappone Homare Sawa
Giappone Aya Miyama
Corea del Sud Ji So-yun
Cina Li Ying
Australia Samantha Kerr
Giappone Mana Iwabuchi
Squadra femminile OFC del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]
Decennio Portiere Difensori Centrocampisti Attaccanti
2011–2020 Nuova Zelanda Erin Nayler Nuova Zelanda Rebekah Stott
Nuova Zelanda Rebecca Smith
Nuova Zelanda Abby Erceg
Nuova Zelanda Ria Percival
Nuova Zelanda Hayley Bowden
Nuova Zelanda Katie Duncan
Nuova Zelanda Betsy Hassett
Nuova Zelanda Ali Riley
Nuova Zelanda Amber Hearn
Nuova Zelanda Sarah Gregorius

Calciatrice del decennio 2011-2020 IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Confederazione Primo Secondo Terzo
Mondo Brasile Marta Stati Uniti Carli Lloyd Germania Dzsenifer Marozsán
UEFA Germania Dzsenifer Marozsán Norvegia Ada Hegerberg Francia Wendie Renard
CONMEBOL Brasile Marta Brasile Cristiane Brasile Formiga
CONCACAF Stati Uniti Carli Lloyd Stati Uniti Alex Morgan Stati Uniti Megan Rapinoe
CAF Nigeria Asisat Oshoala Camerun Gabrielle Onguéné Nigeria Ngozi Okobi
AFC Giappone Homare Sawa Australia Samantha Kerr Giappone Saki Kumagai
OFC Nuova Zelanda Ria Percival Nuova Zelanda Abby Erceg Nuova Zelanda Rebekah Stott

Miglior arbitro donna dell'anno IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Anno Arbitro
2012 Svezia Jenny Palmqvist
2013 Germania Bibiana Steinhaus
2014 Germania Bibiana Steinhaus
2015 Ucraina Kateryna Monzul
2016 Ungheria Katalin Kulcsár
2017 Germania Bibiana Steinhaus
2018 Germania Bibiana Steinhaus
2019 Francia Stéphanie Frappart
2020 Francia Stéphanie Frappart

Miglior calciatrice del XX secolo IFFHS[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Giocatrice Nazione Voti
1 Mia Hamm Stati Uniti Stati Uniti 442
2 Michelle Akers Stati Uniti Stati Uniti 411
3 Heidi Mohr Germania Germania 250
4 Carolina Morace Italia Italia 230
5 Sissi Brasile Brasile 212
6 Linda Medalen Norvegia Norvegia 181
7 Liu Ailing Cina Cina 165
8 Kristine Lilly Stati Uniti Stati Uniti 160
9 Heidi Støre Norvegia Norvegia 141
10 Pia Sundhage Svezia Svezia 129

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (EN) World Football Historic Center: IFFHS&RSSSF, su xtrahistory.blogspot.com.
  2. ^ a b c d e f g h Copia archiviata. URL consultato il 23 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2018).
  3. ^ a b IFFHS STATEMENT ON FIFA SCANDAL | IFFHS.
  4. ^ a b (EN) Does FIFA employ a ranking system for club teams similar to the FIFA/Coca-Cola World Ranking for national teams?, su fifa.com, Fédération Internationale de Football Association. URL consultato il 14 settembre 2009.
  5. ^ (EN) The History of IFFHS, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 14 settembre 2009.
  6. ^ Jiménez, pag. 48.
  7. ^ (EN) The International Federation of Football History & Statistics (IFFHS), su xtrahistory.blogspot.it.
  8. ^ Storico ufficiale dell'U.S. Soccer National Hall of Fame, cfr. (EN) History of Canadian Soccer 1876-1940, su canadiansoccerhistory.com. URL consultato il 4 luglio 2010.
  9. ^ Skrentny, Prüß, Karl-Heinz Jens, Dank Schokoladen-Automaten zum HSV-Fan, p. 341.
  10. ^ Torgrimsen.
  11. ^ a b c Jiménez, p. 50.
  12. ^ (DE) WM 1934 in Italien, su fussballbuecher.com. URL consultato il 4 luglio 2010.
  13. ^ Club World Ranking | IFFHS.
  14. ^ (PDF(EN) FIFA Men's Century Club, su fifa.com, Fédération Internationale de Football Association, p. 4. URL consultato il 14 settembre 2009.
  15. ^ (EN) THE NEW IFFHS, su iffhs.de. URL consultato il 28 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2014).
  16. ^ http://www.fifa.com/aboutfifa/organisation/president/news/newsid=100845/.
  17. ^ http://www.fifa.com/world-match-centre/news/newsid/889/57/.
  18. ^ (EN) fifa.com, http://www.fifa.com/world-match-centre/news/newsid/889/57/.
  19. ^ (EN) fifa.com, http://www.fifa.com/aboutfifa/organisation/president/news/newsid=100845/.
  20. ^ a b (ES) Joaquín Maroto, La IFFHS se ha convertido en la academia de la estadística del fútbol, in AS, 22 gennaio 2010. URL consultato il 2 luglio 2010.
  21. ^ (ES) ¿Qué es la IFFHS?, in El Mundo Deportivo, 8 gennaio 2010. URL consultato il 20 gennaio 2010.
  22. ^ (ES) ¿Qué es el CIHEFE?, su cihefe.es, Centro de Investigaciones de Historia y Estadística del Fútbol Español. URL consultato il 4 luglio 2010.
  23. ^ (EN) IFFHS World Club Ranking, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009.
  24. ^ a b c d e (EN) How the Club World Ranking is made, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009.
  25. ^ Dal 1º gennaio 1991 al 31 dicembre 2006 la proporzione che l'IFFHS assegnava al principale campionato nazionale e la principale competizione di coppa era di 2:1. I cambi nei criteri per stabilire il ranking mensile furono decisi dopo una riunione del Consiglio Esecutivo dell'IFFHS nel 6 gennaio 2007 a Salisburgo (Austria) in conseguenza della soppressione della Coppa delle Coppe dell'UEFA nel 1999.
    Cfr. (EN) How the Club World Ranking is made, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009.
  26. ^ (EN) rsssf.com, http://www.rsssf.com/miscellaneous/iffhs-ranking.html.
  27. ^ Dal 1991 al 2005 tale punteggio era assegnato alla Coppa Intercontinentale, competizione sostituita dall'attuale Coppa del mondo per club FIFA.
  28. ^ (EN) Explanations CWR, su iffhs.de. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  29. ^ a b Qualificazione assegnata secondo la classifica mondiale dei campionati dell'IFFHS (en. IFFHS The strongest National League in the World).
  30. ^ (EN) IFFHS The World's Club Team for the Year, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2008).
  31. ^ a b (EN) World Football Gala 2010 in London, in International Federation of Football History & Statistics, 11 maggio 2010.
  32. ^ (EN) FIFA Council approves key organisational elements of the FIFA World Cup, su fifa.com, Fédération Internationale de Football Association, 27 ottobre 2017. URL consultato il 28 ottobre 2017.
  33. ^ (EN) FCB top IFFHS club world ranking, su fcbayern.com, 9 gennaio 2014.
  34. ^ (EN) Club world ranking 2016, su iffhs.de.
  35. ^ (PT) Club world ranking 2017, su esportes.r7.com.
  36. ^ (EN) CLUB WORLD RANKING 2018 : ATLETICO DE MADRID FOR THE FIRST TIME !, su iffhs.de.
  37. ^ (EN) Coefficienti, su rsssf.com.
  38. ^ (EN) IFFHS The World's Club Team for the Month, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009.
  39. ^ (EN) Club World Ranking | IFFHS.
  40. ^ Dopo la morte del suo fondatore Alfredo Pöge, da marzo a dicembre 2013 l'IFFHS ha sospeso le proprie attività
  41. ^ (EN) IFFHS All-Time Club World Ranking, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 4 febbraio 2012.
  42. ^ (EN) IFFHS continental Clubs of the Century, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  43. ^ (ES) Real Madrid, mejor club de Europa del Siglo XX (video de la premiación), in realmadrid.com, 12 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2010).
  44. ^ (EN) IFFHS The strongest National League in the World, su iffhs.de, International Federation of Football History & Statistics. URL consultato il 22 settembre 2009.
  45. ^ (EN) THE STRONGEST NATIONAL LEAGUE IN THE WORLD 2016, su iffhs.de, IFFHS, 5 aprile 2017.
  46. ^ (EN) THE STRONGEST NATIONAL LEAGUE IN THE WORLD 2017, su iffhs.de, IFFHS, 14 febbraio 2018.
  47. ^ (EN) IFFHS AWARDS 2018 – THE STRONGEST NATIONAL LEAGUE OF THE WORLD, 20 gennaio 2019. URL consultato il 22 gennaio 2021 (archiviato dall'originale il 3 febbraio 2019).
  48. ^ (EN) THE STRONGEST NATIONAL LEAGUE IN THE WORLD 2019, su iffhs.de, IFFHS, 19 gennaio 2020.
  49. ^ (EN) IFFHS WORLD'S BEST NATIONAL LEAGUE IN THE WORLD 2020, su iffhs.de, IFFHS, 20 gennaio 2021.
  50. ^ Vengono presi in considerazione solo i gol segnati dal 1º gennaio al 31 dicembre 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Rafa Jiménez, IFFHS: La calculadora del fútbol, in Don Balón, n. 1656, 9/15 luglio 2007.
  • (DE) Werner Skrentny, Jens R. Prüß, Mit der Raute im Herzen. Die große Geschichte des Hamburger SV, Göttingen, Verlag die Werkstatt, 2008, ISBN 3-89533-620-3.
  • (NO) Kåre M. Torgrimsen, Viking FK quiz, Bokmål, Aller, 2008, ISBN 82-8156-080-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146094937 · GND (DE2110936-9 · WorldCat Identities (ENviaf-146094937
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio