Garbagnate Milanese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Garbagnate Milanese
comune
Garbagnate Milanese – Stemma Garbagnate Milanese – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Pier Mauro Pioli (PD) dal 21/05/2012
Territorio
Coordinate 45°35′N 9°04′E / 45.583333°N 9.066667°E45.583333; 9.066667 (Garbagnate Milanese)Coordinate: 45°35′N 9°04′E / 45.583333°N 9.066667°E45.583333; 9.066667 (Garbagnate Milanese)
Altitudine 179 m s.l.m.
Superficie 9 km²
Abitanti 27 148[1] (27/11/2015)
Densità 3 016,44 ab./km²
Frazioni Bariana, Santa Maria Rossa
Comuni confinanti Arese, Bollate, Caronno Pertusella (VA), Cesate, Lainate, Senago
Altre informazioni
Cod. postale 20024
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015105
Cod. catastale D912
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti garbagnatesi
Patrono SS. Eusebio e Maccabei
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Garbagnate Milanese
Garbagnate Milanese
Posizione del comune di Garbagnate Milanese all'interno della città metropolitana di Milano
Posizione del comune di Garbagnate Milanese all'interno della città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

Garbagnate Milanese (Garbagnàa in dialetto milanese[2]) è un comune italiano di circa 27.172 abitanti[1] della città metropolitana di Milano, in Lombardia. Integrato nella conurbazione dell'hinterland milanese, è uno degli 11 comuni nell'area del Parco delle Groane e si trova a circa 15 chilometri a nord dal centro della città di Milano.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La fermata ferroviaria di Garbagnate Parco Groane è un comodo punto di accesso ad un'area di 36 ettari di parco (all'interno del Parco regionale delle Groane), attrezzato con piste ciclabili e aree pic-nic lungo il Canale Villoresi. Nelle sue immediate vicinanze c'è un'interessante zona umida, seppur parzialmente compromessa da insediamenti urbani e scarichi di materiali. L'area riveste valenza naturalistica anche in funzione della vicina garzaia sita nel vicinissimo parco dell'ospedale. Garbagnate Milanese si stende su una lente di ferretto ricca di argilla che trattiene l'acqua in superficie creando una zona umida ideale per la fauna avicola.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi del Novecento Garbagnate Milanese era un paese prevalentemente vocato alla coltivazione del baco da seta e le piantagioni di gelso coprivano l'intero territorio oggi decuplicato in termini di densità di popolazione. Negli anni cinquanta si svilupparono due fiorenti industrie, i calzifici, spesso a conduzione familiare, e le fornaci Hoffman per la cottura dei mattoni pieni in argilla prodotti con l'estrazione della materia prima sul posto. In tempi moderni si sono stabilite nel territorio comunale aziende di rilevanza nazionale quali lo stabilimento dell'Alfa Romeo (oggi definitivamente chiuso e dismesso dalla FIAT dopo che la stessa FIAT nel 1986 ha acquisito l'Alfa Romeo dall'IRI), con portineria in Arese ma esteso sul territorio di Garbagnate, la Bayer (rimangono pochi reparti; un tempo a Garbagnate Bayer produceva l'Aspirina), la Bonetti (produzione di valvole), la Ghezzi e Annoni (macchine per inchiostrare nastri adesivi), la Hoya Lens (multinazionale giapponese produttrice di lenti), La Sonora (sirene, dal 1911 utilizzate dalla Polizia di Stato italiana).

Trasporti e comunicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Sul territorio Comunale sono ubicate due stazioni: Garbagnate e Garbagnate Parco delle Groane, il cui nome è stato di recente cambiato dal precedente Serenella, di proprietà di FerrovieNord e servite dalle Linee S del Servizio ferroviario suburbano di Milano:

  • Linea S1 (Lodi – Saronno)
  • Linea S3 (Milano Cadorna – Saronno)

Entrambe le linee sono servite dalla società Trenord.
Gli orari sono per la Linea S1 una corsa ogni mezz'ora, tutto il giorno.

Trasporti pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Garbagnate è servita da 5 autolinee suburbane (di cui 2 fungono da servizio urbano) che la collegano con i comuni limitrofi e sono:

La linea 560 rientra nei servizi di area urbana di competenza del Comune di Milano.

In passato è stato attivo anche un collegamento ferroviario, per il trasporto merci, tra la stazione di Garbagnate Milanese FNM e lo stabilimento Alfa Romeo di Arese, oggi in disuso.

Tutte le autolinee elencate (esclusa l'H204 di FNM Autoservizi) sono integrate nel SITAM (Sistema Integrazione Tariffaria Area Milanese), per cui con un solo biglietto si possono utilizzare tutte le autolinee elencate.

Il Comune di Garbagnate è stato anche la sede di GTM Groane Trasporti e Mobilità con uffici e deposito presso Via Bernardino Zenale, 90. Il precedente deposito, ubicato in un'angusta posizione nei pressi di Via Sicilia, è stato sostituito con una struttura più moderna e funzionale e un migliore accesso per i mezzi in servizio.

Strade ed Autostrade[modifica | modifica wikitesto]

Per arrivare a Garbagnate da Milano, si può percorrere un tratto dell'autostrada dei Laghi e uscire ad Arese. Garbagnate è attraversata da nord a sud dalla strada statale Varesina (SS n. 233) lungo la quale si è sviluppata la frazione di Santa Maria Rossa. Lo sviluppo delle strade comunali è di circa 60 chilometri.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La maggioranza della popolazione è di religione Cristiana di rito cattolico. Le Chiese Cattoliche presenti sono: - Basilica SS. Eusebio e F.lli Maccabei - Santuario della Beata Vergine dei Miracoli - Chiesa di San Giuseppe Artigiano - Chiesa del Cardinal Shuster - Chiesa di Santa Maria Rossa - Chiesa di San Giovanni Battista.

Le altre confessioni Cristiane presenti sono quelle evangelica con due comunità: - Chiesa Evangelica Nuova Vita (Unione delle Chiese Bibliche Cristiane) - Chiesa Evangelica Ministero Faro (Chiesa Evangelica Pentecostale Brasiliana) e la - Congregazione dei Testimoni di Geova di Garbagnate Milanese

Personaggi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

ORIGINE DEL NOME

Composto dalla radice "GARBAGN" e dalla desinenza "ATE" ha origini celtiche o romane. La radice "Garbagn" (Garben) celtica significherebbe manipolo - fascio di spighe e la desinenza "ate" luogo - contrada. Rohlfs lo farebbe derivare dal nome di persona "Carvanius" (probabile colono che collaborò con Cesare nella guerra gallica e a cui venne affidato il territorio) e dalla desinenza Ate. Altre ipotesi: la traduzione nella lingua tedesca: Garben (covoni) ed Ate (luogo); quindi "luogo dei covoni" ossia del grano e, per Olivieri, la voce garbum "cespuglieto", "terreno non coltivato o non fabbricato". LE NECROPOLI

Nel 1885 in località detta "Baloss" presso l´attuale Statale Varesina e sulla via per Cesate nel 1891 vennero scoperte due necropoli. I reperti sono nei sotterranei del Castello Sforzesco di Milano e nel Museo Archeologico di Corso Magenta. E´ controversa l´appartenenza dei resti al popolo Celtico o a quello Romano.

IL CRISTIANESIMO

Fino al tempo di S. Ambrogio (IV sec. d.C.) la cattedrale milanese fu l´unico luogo di preghiera per i cristiani. S. Ambrogio strutturò la sua vasta diocesi ed I vescovi successori la frazionarono in "Plebes",cioè Pievi, centri dotati di chiesa battesimale. GARBAGNATE MILANESE appartenne alla Pieve di Bollate, presente già nel 1092. La Pieve comprendeva anche Cesate, Novate, Baranzate, Vitalba, Senago, Pinzano e dal 1400 Arese. Nel XVI secolo la Diocesi era divisa in 57 Pievi.

DAL MEDIOEVO ALLA DOMINAZIONE SPAGNOLA

Nel medioevo GARBAGNATE MILANESE conobbe le strutture agricolo-feudali. Nel XI sec. non ebbe però il suo castello, dimora del feudatario, poiché centro di piccole dimensioni e privo di posizione strategica. Passò sotto il dominio dei Visconti tra il ´300 ed il ´400. Proprietario fu Danesio figlio di Giovanni della Città di Milano. Qui nacque Gaspare, che partecipò all´assedio contro i Torriani nel 1285. Al loro servizio vi fu inoltre Francesco da Garbagnate: illustre letterato, diplomatico,ambasciatore e uomo di guerra. Si stabilirono importanti Ordini Religiosi, ai quali Danesio Visconti cedette gran parte delle proprietà. Si ricordano due visite importanti alle chiese di GARBAGNATE MILANESE: una di S. Carlo Borromeo nel 1573 e l´altra del Cardinal Arcivescovo Federico Borromeo nel 1603.

Nel 1580 GARBAGNATE MILANESE si trovò infeudato con la pieve di Bollate. Feudatario il Marchese Giovanni Manriquez di Mendoza, venuto dalla Spagna con Carlo V. I Manriquez nel 1675 vendettero il feudo ai "da Pado o da Po". Primo titolare fu Gaspero Prospero. Le vessazioni dei proprietari feudali causarono miseria e malattie fra i contadini, mentre bande di briganti li saccheggiarono. Si ebbe drastico calo demografico tra il 1573 ed il 1615 (da 900 a 550 abitanti).

DALLA DOMINAZIONE AUSTRIACA ALL´UNITA´ D´ITALIA

Nel XVIII Maria Teresa d´Austria favorì il dissodamento ed il rimboschimento delle brughiere locali, riadattò molte strade impraticabili, potenziò i collegamenti e diede la caccia a malviventi.

Nel 1732 i terreni del Comune erano di 34 Ditte Censorie, sette delle quali Ordini religiosi. Giuseppe II d´Austria cancellò gli Ordini e fece vendere i terreni all´asta.

Nel 1786 vennero soppressi i feudi. Con la rivoluzione francese ed il periodo napoleonico la proprietà terriera si avviò al frazionamento ed ad acquisire forme moderne. I contadini si concentrarono di nuovo nelle campagne; si costruirono nuove abitazioni, lungo il torrente Guisa, disposte a corti. Nel periodo napoleonico i Comuni di Cesate, Arese e Castellazzo furono aggregati a GARBAGNATE MILANESE, che faceva parte del Cantone di Rho e del Dipartimento d´Olona.

Dopo il Congresso di Vienna GARBAGNATE MILANESE fu assegnata al III Distretto di Bollate. Nel 1817 venne aperta la prima Scuola Elementare Comunale. Dopo la proclamazione dell´Unità d´Italia (1861) primo Sindaco fu Giuseppe Uboldi.

Il 18 febbraio del 1864 con decreto del Re Vittorio Emanuele II GARBAGNATE assunse la denominazione di GARBAGNATE MILANESE.

GARBAGNATE MILANESE CONTEMPORANEA

Seguì nel 1885 in Sindaco Enrico Borlandelli. Nacque la vocazione industriale da quella agraria. Il frazionamento e l´acquisto dei terreni da parte della nuova borghesia, residente nello stesso comune e amministratrice della vita politica, portò da un lato a maggior sfruttamento dei contadini e dall´altro all´allontamento dei giovani e delle donne, che si impiegarono nelle filande e nelle industrie meccaniche e siderurgiche a sostegno della famiglia.

Si costruì il Canale Villoresi con lo scopo di collegare il Ticino all´Adda. Nel 1888 passò per GARBAGNATE MILANESE servendo i terreni agricoli di S. Maria Rossa e di Bariana.

Nel 1879 passò il primo tratto della Ferrovia Nord Milano-Saronno e sorse la prima stazione ferroviaria. Si sviluppò la rete stradale ordinaria mediante tramvie a cavalli ed a vapore. Nel 1876 lungo la strada provinciale Milano-Varese passò la tramvia Milano-Cagnola-Saronno. Ne beneficiarono le prime industrie di laterizi locali: le fornaci Marazzi, Poggi e Litta, Beretta- Gianotti che sfruttarono il territorio ricco di "ferretto". Nei primi decenni del ´900 GARBAGNATE MILANESE rimase comunque prevalentemente agricola. La maggior parte dei cittadini viveva nelle "corti", abitazioni rurali, in condizioni malsane.

Nei 1923 si costruì per la cura della tubercolosi il Sanatorio Vittorio Emmanuele III immerso nel verde delle Groane. Nel 1928 il Re concedette lo stemma al Comune che porta al suo interno in fascio di spighe (garben) parte etimologica del nome GARBAGNATE. Le 4 stelle rappresentano le 4 località: S. Maria Rossa, Bariana, Barianella e Siolo. Il verde, che occupa la maggior parte dello scudo, significa speranza, gioia, abbondanza. Il rosso e il verde significano gioventù valorosa. La corona antica ricorda il Marchese Corrado, feudatario del luogo nel 17° secolo, che aveva la sua dimora nella Corte Nobile.

Con il coinvolgimento dell´Italia fascista nel secondo conflitto mondiale Garbagnate organizzò la lotta partigiana. Nel 1944 Don Giacomo Gervasoni costituì le Brigate del Popolo, mentre presso l´Ospedale Sanatorio Salvini si compirono azioni di resistenza da parte delle Brigate Garibaldi: alcuni furono inviati nei campi di sterminio. Varie le azioni di sabotaggio ed importante il contributo in vite umane alla lotta di liberazione dal nazifascismo.

Con il dopoguerra si passò all´economia industriale con significativa ondata migratoria da altre regioni. GARBAGNATE MILANESE assunse le sembianze attuali.

Negli anni ´40 venne ultimata la Chiesa Parrocchiale SS Eusebio e Maccabei; nel dopoguerra si costruirono nuovi edifici scolastici, il moderno Municipio, oratori per la gioventù. Sul viale Forlanini sorsero la maggioranza delle industrie e nel 1951 il Villaggio artigianale post-sanatoriale accanto all´Ospedale.

Nel 1963 l´Alfa Romeo si insediò ad Arese utilizzando manodopera locale ed immigrata. Si favorì l´espansione edilizia. Le periferie diventarono importanti e crebbero i nuovi quartieri con vari servizi privati e pubblici, fra i quali nel 1975 la biblioteca civica.

Lo sviluppo del terziario e del quaternario sottolineano gli ultimi decenni.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, il Comune è amministrato da una coalizione di centro-sinistra composta da Partito Democratico (di cui fa parte il Sindaco, Pier Mauro Pioli e che esprime 8 consiglieri comunali), Sinistra per Garbagnate (1 consigliere) e dalla Lista Civica Impegno per Garbagnate (1 consigliere).La minoranza è composta da: UDC, Lega Nord e Forza Italia (1 consigliere cadauno), Movimento 5 stelle (2 consiglieri) e un consigliere del gruppo misto. La Giunta Comunale è costituita da 5 assessori (3 del PD, 1 di Sinistra per Garbagnate e 1 di Impegno per Garbagnate).

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il luglio 2015.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 297.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN266169543
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia