Fratellanza Sportiva Sestrese Calcio 1919

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
F.S. Sestrese Calcio 1919
Calcio Football pictogram.svg
Verdestellati
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Verde con stella Bianca.png Verde stellato
Dati societari
Città Genova
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Eccellenza
Fondazione 1919
Rifondazione 1961
Presidente Sebastiano Sciortino
Allenatore Pierluigi Lepore
Stadio "Giuseppe Piccardo" di Borzoli
(400 posti)
Sito web www.sestresecalcio.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Fratellanza Sportiva Sestrese Calcio 1919 è la sezione calcistica dell'omonima società polisportiva italiana. Fu fondata a Sestri Ponente (ex comune autonomo dal 1926 importante centro urbano di Genova) nel mese di febbraio del 1919, per iniziativa di oltre cento appassionati di calcio.

Comprende le sezioni di calcio, di tamburello e di bocce.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 1919 nasce la Fratellanza Sportiva Sestrese con sezioni dedicate a calcio, tamburello e bocce[1].

Già nel 1917 era nata la Virtus Sestri, in maglia biancoviola, prima società calcistica sestrese (oggi non esiste più esistente). Nel settembre 1919, fu inaugurato il Campo Sportivo di via Tripoli (ora via Bengasi), nell'allora comune attiguo di San Giovanni Battista[1]. Le maglie della squadra di calcio erano allora di color avana con una banda bianca orizzontale al centro; nel 1921, dopo un cambiamento ai vertici della società, queste vennero sostituite dall'attuale maglia verde con stella bianca all'altezza del cuore.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
La prima divisa

Nel 1920 la Sestrese fu ammessa a disputare gli spareggi per l'ingresso in Prima Categoria 1920-1921; superando la Serenitas della Spezia, la squadra ottenne un posto nel girone ligure della massima serie per la stagione successiva. Ma appena due anni dopo, un cambiamento della formula del campionato costa il posto alla Sestrese, relegata in Seconda Divisione. Nel 1924, in occasione di un'amichevole Italia-Austria, fece il suo esordio in nazionale il portiere Giovanni Costa, unico giocatore della Sestrese ad arrivare a vestire la maglia azzurra.

Nel 1926, Sestri Ponente fu inglobata nella Grande Genova. Nel 1937, su pressione del regime fascista, la Sestrese cambiò nome in Polisportiva "Manlio Cavagnaro", fondatore del fascio autonomo di Sestri Ponente, assassinato nel 1921. In questo modo, la squadra verde riuscì di fatto ad evitare di rientrare in quel progetto che aveva già costretto altre due squadre genovesi, la Corniglianese e la Rivarolese, a fondersi con la Ginnastica Sampierdarenese per dare vita al Liguria. La Cavagnaro continuò la sua attività fino al 1943.

Al termine della seconda guerra mondiale rinacque la Fratellanza Sportiva Sestrese, che fu ammessa ai campionati di Serie B 1945-1946 e 1946-1947. In quegli anni la Sestrese compare nella prima schedina del Sisal/Totocalcio in un derby con la Sampierdarenese, terminato in un pareggio. Gli anni cinquanta, però, videro la Sestrese soffrire di alcuni problemi economici che in pochi anni la fecero retrocedere fino alla Promozione, allora quinta divisione del calcio italiano. Nel 1956 ottenne la IV Serie conquistando 54 punti su 60. In questo decennio vide la nascita anche una sezione della società dedicata al calcio femminile[1].

Nel 1959 la società optò per la fusione con la Nuova Andrea Doria, club originatosi dalla Corniglianese, dando vita all'ambizioso progetto SestreseDoria. Dopo solo due anonime stagioni in Serie D (un 12º e un 15º posto nel girone A) la società preferì scindersi di nuovo riportando in vita la Sestrese e Corniglianese.

Nel 1968 la Fratellanza torna in finalmente in serie D e il 18 giugno batte anche il Ligorna conquistando la "Coppa Liguria". Nel 1969 viene inaugurato il nuovo campo sportivo nel confinante quartiere di Borzoli, mentre il vecchio campo è demolito per far posto alla costruzione di nuovi palazzi, vittima della grande espansione edilizia di quegli anni.

Il campo da gioco di Borzoli.

Il 1979 fu l'anno di una tra le più emozionanti promozioni in Serie D, giunta dopo una partita finita in rissa col Finale e una serie di spareggi con Vado e Levante, culminati con la finalissima contro con la Sarzanese a Marassi, nel mitico "Ferraris". I tempi regolamentari si chiudono sullo 0-0 ma ai rigori Bernini respinge due tiri dagli undici metri e la Sestrese riconquista la serie D con tanto di festa per le vie di Sestri Ponente, insieme alla banda della Filarmonica.

Negli ultimi decenni, la Sestrese ha militato nelle categorie inferiori, fatta eccezione per un campionato di Serie D nel 1979 e diverse stagioni, sempre in D, tra il 1994 e il 2002.

Nella stagione 1990-1991 ha vinto la Coppa Italia Dilettanti (fase Promozione), disputando la finale contro il Castrovillari. In quell'occasione erano presenti nel campo di Borzoli quasi 4 000 spettatori, di cui circa 300 tifosi del Castrovillari. Al termine della partita si registrarono alcuni scontri.

Nella stagione 1994-1995 vince il campionato di Eccellenza e i due anni successivi, nel Campionato Nazionale Dilettanti (ora serie D), giunge prima al terzo posto a pari merito con il Savona, e poi si salva, dopo aver giocato all'Arena Garibaldi di Pisa, togliendosi la soddisfazione di battere lo squadrone toscano tra le mura amiche di Borzoli. Proprio durante l'incontro Sestrese-Pisa, a Borzoli, i giocatori Bevilacqua e Mieli vengono premiati con una targa per le 200 presenze in maglia verdestellata.

Nella stagione 2006-2007, la squadra condotta da Giuseppe "Beppe" Maisano, in testa dalla prima giornata al campionato di Eccellenza ligure vince, con numeri da record (84 punti e 91 reti segnate) e con tre giornate di anticipo, il campionato ed è promossa in serie D, vince la fase regionale della Coppa Italia ed è semifinalista nella Coppa Nazionale; a coronamento della stagione il c.t. Polverelli ha convocato nella Nazionale Dilettanti il giovane e promettente difensore classe 1988 Matteo Bianchi, nelle cui fila il 27 maggio 2007 si laureerà campione continentale.

Il campionato 2007-2008 vede la Sestrese tornare finalmente in serie D con la speranza della salvezza ma l'inizio non è dei migliori infatti debutta con una sconfitta in casa dell'Alessandria a cui fanno seguito due pareggi con Sestri Levante e Lottogiaveno. La prima vittoria arriva solo alla quarta giornata contro il Casale per il 2 a 1. Il risultato finale del campionato è un lusinghiero 7º posto in classifica con un totale di 52 punti, 60 reti segnate e 55 subite.

La Juniores Nazionale guidata dal mister Roberto Canepa vince il proprio girone con 50 punti; frutto di 15 vittorie, 5 pareggi, 4 sconfitte, 55 gol fatti e 22 subiti ed accede alle finali nazionali per lo Scudetto di categoria. Capocannoniere della Sestrese Juniores e del girone E del Campionato Nazionale Juniores è Riccardo Piacentini classe 1990.

Il campionato 2008-2009 vede come obiettivo societario l'assestamento nella categoria ma l'inizio è disastroso; all'eliminazione nel secondo turno di Coppa Italia fanno seguito sei sconfitte consecutive, seguite da due pareggi con Virtus Entella e Casale. La prima vittoria arriva solo alla nona giornata, prima del turno di riposo, con un 2 a 1 sul Cuneo. All'ultima giornata della "regular season" quando i verdi in extremis riescono a strappare l'ultimo posto utile per i play-out, che vide i verdi prevalere nello scontro diretto contro il Sestri Levante nello spareggio per la permanenza in Serie D. La stagione successiva però non sarà fortunata e la Sestrese, concludendo al terzultimo posto, retrocederà in Eccellenza.

Nella stagione 2016-2017 i verdi vinsero la Coppa Italia regionale.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Fratellanza Sportiva Sestrese Calcio 1919
  • 1919 - Nasce la Fratellanza Sportiva Sestrese.
  • 1919-1920 - 2ª nel girone A e poi 3ª nel girone finale della Promozione ligure. Promossa in Prima Categoria.

Primo turno di Coppa Italia.
  • 1922-1923 - 1ª nel girone A di Seconda Divisione Nord, 2ª in semifinale A.
  • 1923-1924 - 1ª nel girone B di Seconda Divisione Nord, 4ª nel girone finale.
  • 1924-1925 - 5ª nel girone A di Seconda Divisione Nord.
  • 1925-1926 - 3ª nel girone B di Seconda Divisione Nord. Il campionato cambia nome in Prima Divisione Nord.
  • 1926-1927 - 4ª nel girone A di Prima Divisione Nord.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia, competizione non terminata.
  • 1927-1928 - 5ª nel girone C di Prima Divisione Nord.
  • 1928-1929 - 2ª nel girone A di Prima Divisione Nord. La Prima Divisione viene declassata a terzo livello con la nascita della Serie B.
  • 1929-1930 - 8ª nel girone A di Prima Divisione Nord.

  • 1930-1931 - 9ª nel girone D di Prima Divisione.
  • 1931-1932 - 13ª nel girone D di Prima Divisione.
  • 1932-1933 - 7ª nel girone D di Prima Divisione.
  • 1933-1934 - 8ª nel girone E di Prima Divisione.
  • 1934-1935 - 3ª nel girone D di Prima Divisione.
  • 1935-1936 - 3ª nel girone C di Serie C.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
  • 1936-1937 - 2ª nel girone C di Serie C. Cambia nome in Polisportiva "Manlio Cavagnaro".
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Primo turno eliminatorio di Coppa Italia.
Secondo turno eliminatorio di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

  • 1940-1941 - 1ª nel girone D di Serie C, 4ª nel girone finale A.
Terzo turno eliminatorio di Coppa Italia.
  • 1941-1942 - 5ª nel girone D di Serie C.
  • 1942-1943 - 3ª nel girone F di Serie C.
  • 1943-1945 - Attività sospesa per motivi bellici. Alla caduta del fascismo riprende il nome di Fratellanza Sportiva Sestrese.
  • 1945-1946 - 9ª nel girone A di Serie Mista B-C Alta Italia. Ammessa d'ufficio in Serie B.
  • 1946-1947 - 19ª nel girone A di Serie B. Retrocessa in Serie C.
  • 1947-1948 - 2ª nel girone B di Serie C della Lega Interregionale Nord perdendo lo spareggio con il Sestri Levante.
  • 1948-1949 - 19ª nel girone A di Serie C.
  • 1949-1950 - 15ª nel girone A di Serie C.

  • 1950-1951 - 18ª nel girone A di Serie C. Retrocessa in Promozione.
  • 1951-1952 - 3ª nel girone F di Promozione.
  • 1952-1953 - 12ª nel girone D di IV Serie.
  • 1953-1954 - 7ª nel girone A di IV Serie.
  • 1954-1955 - 15ª nel girone A di IV Serie. Retrocessa in Promozione Ligure.
  • 1955-1956 - 1ª nel girone A di Promozione Ligure. Promossa in IV Serie.
  • 1956-1957 - 7ª nel girone A di IV Serie.
  • 1957-1958 - 14ª nel girone A di Seconda Categoria Interregionale. Retrocessa nel Campionato Dilettanti.
  • 1958-1959 - 2ª nel Campionato Ligure Dilettanti perdendo la finale con l'Imperia.
  • 1959 - Si fonde con la società di Serie D della Nuova Andrea Doria, originatasi a sua volta dalla Corniglianese, dando vita alla SestreseDoria, ereditandone il titolo sportivo.
  • 1961 - Viene sciolta la SestreseDoria e venne ricostituita la Fratellanza Sportiva Sestrese.
  • 1961-1962 - 18ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1962-1963 - 3ª nel girone A di Prima Categoria ligure.
  • 1963-1964 - 2ª nel girone B di Prima Categoria ligure. Perde spareggi promozione.
  • 1964-1965 - 1ª nel girone A di Prima Categoria ligure. Perde spareggi promozione.
  • 1965-1966 - 1ª nel girone A di Prima Categoria ligure. Perde spareggi promozione.

  • 1970-1971 - 15ª nel girone A di Serie D.
  • 1971-1972 - 18ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Promozione.
  • 1972-1973 - 17ª nel girone unico della Promozione ligure. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1973-1974 - 4ª nel girone B di Prima Categoria ligure.
  • 1974-1975 - 5ª nel girone B di Prima Categoria ligure.
  • 1975-1976 - ?ª nel girone B di Prima Categoria ligure.
  • 1976-1977 - 1ª nel girone B di Prima Categoria ligure. Campione Ligure di Prima Categoria. Promossa in Promozione.
  • 1977-1978 - 2ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1978-1979 - 1ª nel girone A di Promozione ligure. Vince gli spareggi contro Vado e Levante "C". Promossa in Serie D.
  • 1979-1980 - 18ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Promozione.

  • 1980-1981 - 8ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1981-1982 - 6ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1982-1983 - 2ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1983-1984 - 9ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1984-1985 - 9ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1985-1986 - 9ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1986-1987 - 2ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1987-1988 - 2ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1988-1989 - 2ª nel girone A di Promozione ligure.
  • 1989-1990 - 2ª nel girone A di Promozione ligure.


  • 2000-2001 - 14ª nel girone A di Serie D.
  • 2001 - La F.S. Sestrese 1919 fallisce. Viene fondata la F.S. Sestrese Calcio 1919 alla quale la FIGC trasferisce il titolo sportivo ed il parco tesserati della precedente società.[3]
  • 2001-2002 - 16ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Eccellenza Liguria.
  • 2002-2003 - 9ª in Eccellenza Liguria.
  • 2003-2004 - 3ª in Eccellenza Liguria.
  • 2004-2005 - 2ª in Eccellenza Liguria. Perde primo turno dei play-off nazionali contro la Benacense Riva. Vince la Coppa Italia Dilettanti Liguria.
  • 2005-2006 - 11ª in Eccellenza Liguria.
  • 2006-2007 - 1ª in Eccellenza Liguria. Promossa in Serie D. Vince la Coppa Italia Dilettanti Liguria.
  • 2007-2008 - 7ª nel girone A di Serie D.
  • 2008-2009 - 17ª nel girone A di Serie D. Vince i play-out contro il Sestri Levante.
  • 2009-2010 - 17ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Eccellenza Liguria.

  • 2010-2011 - 14ª in Eccellenza Liguria. Retrocessa in Promozione dopo i play-out.
  • 2011-2012 - 1ª nel girone A di Promozione ligure. Promossa in Eccellenza. Vince il Trofeo Liguria battendo in finale il Real Valdivara per 2-0.
  • 2012-2013 - 3ª in Eccellenza Liguria.
  • 2013-2014 - 11ª in Eccellenza Liguria
  • 2014-2015 - 13ª in Eccellenza Liguria. Si salva ai play-out contro il Quiliano
  • 2015-2016 - 5ª in Eccellenza Liguria.
  • 2016-2017 - 13ª in Eccellenza Liguria. Vince la Coppa Italia Dilettanti Liguria.
  • 2017-2018 - in Eccellenza Liguria.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1a maglia: verde con stella bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni verdi.
  • 2a maglia: bianca con stella verde, pantaloncini verdi e calzettoni bianchi.
  • 3a maglia: nera con stella verde, pantaloncini e calzettoni neri.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori della F.S. Sestrese Calcio 1919
Allenatori

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

I livello regionale

1955-1956, 1978-1979
1964-1965 (girone A), 1965-1966 (girone A), 1966-1967 (girone A)
1993-1994, 1997-1998, 2006-2007

II livello regionale

1976-1977 (girone B)
2011-2012

Coppe

1990-1991
1997-1998, 2004-2005, 2006-2007, 2016-2017
2011-2012

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

In 52 stagioni sportive dall'esordio a livello nazionale fra i cadetti della Lega Nord (B), compresi sei campionati di Seconda Divisione (B) e sette campionati fra Prima Divisione e Serie C (C) e il campionato misto B-C Alta Italia giocato come squadra di C. Non vengono conteggiate le stagioni a livello regionale.

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione

A

2 1920-1921 1921-1922

B

7 1922-1923 1946-1947

C

20 1928-1929 1950-1951

D

25 1951-1952 2009-2010

Altre sezioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel tamburello, sport un tempo molto popolare in Liguria e nel basso Piemonte, la Sestrese ha vinto quattro titoli nazionali, risultando comunque protagonista prima e dopo la seconda guerra mondiale. Il club si laureò campione d'Italia nel 1927, 1928[4], ottenendo anche un secondo posto nel 1930 e un quarto posto nel 1933. Dopo la guerra, tornò nuovamente in auge vincendo i campionati italiani nel 1948 e 1949[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Storia 1919, dal sito ufficiale della società.
  2. ^ Il Comitato Regionale Ligure cambia nome in Comitato Regionale Liguria.
  3. ^ COMUNICATO UFFICIALE N.77 (PDF), http://www.figc.it/, 30 giugno 2001. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  4. ^ a b Albo d'Oro, sul sito della Federazione Italiana Palla Tamburello.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]